Canonical ha annunciato alla community Ubuntu e Linux che il tablet BQ Aquaris M10 (Ubuntu Edition) sarà presto disponibile per l’acquisto.

BQ e Canonical hanno svelato l’Aquaris M10 il mese scorso, precisamente il 4 Febbraio, esso sarà il terzo dispositivo che l’azienda vende con pre-installato Ubuntu e il primo tablet in assoluto venduto con a bordo Ubuntu OS!

Il CEO di BQ, Rodrigo del Prado, ha parlato cosi’ in occasione dell’annuncio dell’Aquaris M10: “I nostri clienti  sono rimasti molto soddisfatti dai nostri smartphone Ubuntu (l’Aquaris E4.5 Ubuntu Edition e l’Aquaris E5 HD  Ubuntu Edition, ndR) cosi’ abbiamo deciso di realizzare anche un tablet Ubuntu. BQ e Ubuntu insieme stanno dannatamente bene”

Il tablet è stato messo in mostra tra il 22 e il 25 Febbraio all’MWC (Mobile World Congress) di Barcellona e i presenti hanno potuto provarlo, riportando sensazioni più che positive, ma niente fu detto circa il prezzo e la data di immissione sul mercato.

Nei giorni scorsi l’azienda spagnola ha annunciato che le vendite inizieranno a giorni sullo store online del produttore.

Il tablet sarà venduto sia in Europa che negli USA, ricordiamo che la versione del medesimo tablet con a bordo Android è già in vendita e il prezzo, a oggi, è di 249,90€.bq aquaris m10Specifiche tecniche

Detto delle notizie ‘pratiche’ diamo ora un’occhiata alle più interessanti specifiche tecniche. Il display è di 10.1 pollici, ovviamente multitouch, il processore è un MediaTek Quad Core MT8163A operante a 1.5GHz, la RAM è di 2GB, e la memoria interna è di 16GB, espandibile mediante microsd fino a 64GB. Per il comparto audio sono presenti speakers frontali, per il comparto fotografico è stata montata una fotocamera da 8MP dotata di dual flash e autofocus che permette di registrare video in fullHD (1080p). Il peso è di 470 grammi e lo spessore è di 802mm, nella media. L’Aquaris M10 è inoltre dotato di:

  • una porta micro-HDMI che rende possibile il collegamento con altri device
  • micro-USB OTG per la ricarica e il collegamento al pc
  • GPS
  • Wi-Fi 802.11 b/g/n
  • La batteria è interessante, tecnologia Li-Po, da 7280 mAh che dovrebbe garantire un’autonomia elevata
  • Il sistema operativo è l’ultima versione disponibile di Ubuntu OS
  • Le rifiniture sono molto ben fatte, è presente un rivestimento con protezione solare UV e antimpronta, è morbido e piacevole al tatto.

E voi cosa ne pensate? Credete che Ubuntu su tablet sia un fallimento o l’idea di BQ sarà riproposta, come ci auguriamo, da altri produttori con un peso maggiore sul mercato internazionale?

[Fonte]

  • Simone

    Potrei tornare all’uso del tablet! 🙂

  • rico

    Se il prezzo rimane quello, potrei farci un pensierino. Però quanto meno divrebbero implementare Whatsapp e FakeBook (in versione Lite, mi auguro).
    Se gli utenti avranno preinstallate queste app, lo compreranno.
    Poi scopriranno LibreOffice, e ci potranno anche lavorare 😉

    • Aury88

      È un tablet non uno smartphone, quindi non ha simcard o un numero di telefono associato….quindi ci potrai usare whatsapp come lo usi in ubuntu desk o in windows su desk , cioè tramite webapp….facebook sul desk a che mi risulta è più comodo usarlo da browser, e così si può usare su questo dispositivo. Il browser oltre a quello di default di canonical puoi installarci per certo firefox e chrome e mi sembra ce ne sia almeno un altro… Ma generalmente qualsiasi browser presente sul desk sarà installabile qui

      • rico

        Oh cavoli, non ha il 3G/4G, ahi ahi, grazie di averlo fatto notare.
        Poi certo puoi metterci il browser che vuoi, anche SWare Iron, Opera o Slimjet, tanto per completare la lista di quelli “anche per Linux”.
        Però la mancanza di rete dati è un grosso limite per un dispositivo che, dopotutto, si definisce portatile.

        • gabriele tesio

          guarda, personalmente io ho il 3g sul telefono, pagare un’altra sim e un’altro contratto per internet non mi va di farlo, quindi casomai fosse necessario navigare in giro con il tablet, faccio hotspot e sono a posto.

        • Aury88

          La stragrande maggioranza dei tablet e portatili che ho visto non hanno connessione telefonica quindi non dovrebbe essere un grosso problema nel confronto con la concorrenza. Certo è una limitazione ma solitamente non tanto grave e quasi tutti compensano facendo il tethering con lo smarthphone . tornando al discorso whatsapp e facebook questi sono servizi proprietari le cui api non sono pubbliche quindi deve pensarci facebook a realizzare i client…anche se potesse realizzarle canonical l’unico risultato sarebbe il ban degli utenti che le usano visto che i proprietari di tali servizi non permettono l’uso di client non ufficiali ( ufficiali sono solo quelli realizzati da loro e closed source)

  • Aury88

    Non lo compro solo perché è scarsino di RAM…il prezzo mi sembra adeguato per le specifiche e di fatto la possibilità di usare app ed interfaccia desktop lo rendono adeguato all’utilizzo da parte di tutti coloro che già utilizzano ubuntu su desk e che non necessitano di specifiche maggiori ( da considerare che unity8+mir dovrebbe essere più performante di unity7 +compiz)

    • gabriele tesio

      guarda, io ho visto un po come si comporta e funziona benissimo anche con solo quei 2 giga di ram, personalmente vederlo in azione mi ha convinto, quindi lo comprerò, (a meno che non lo vinca che canonical sta facendo un concorso su twitter e 2 persone a caso ne riceveranno uno, casomai vincessi, beh, qualche soldo in più non fa mai male)

      • Aury88

        Anche ubuntu desk (unity7 + compiz) andava benino a parte qualche lag ogni tanto e nonostante il fatto che con le mie specifiche il sito di Canonical suggerisse altri DE…il fatto è che uso programmi un po’pesanti in cui più RAM hai meglio è :-(. In bocca al lupo per il concorso…non ho partecipato solo perché sono troppo svogliato per creare un account tweeter xD

  • Marco Missere

    Speriamo bene!

  • bypasser

    potrei essere interessato a comprarlo…sempre che BQ si dimostri un po’ più professionale rispetto all’anno scorso quando al lancio dell’ubuntu-phone organizzarono delle flash sale finite in un mare di problemi tecnici, senza dare informazioni certe su quando sarebbero iniziate le vendite vere e proprie!!

  • Alessandro Giannini

    Una cosa non sono sicuro di aver capito… è una versione di Ubuntu riscritta per ARM, giusto? Quindi, se volessi installarci sopra qualche periferica hardware, dovrei prima assicurarmi che siano disponibili per essa i driver ARM compatibili?

    • Aury88

      Teoricamente si…ma se sono opensource probabilmente c’è già una versione ricompilata per architettura arm. Meglio che chiedi nel forum ubuntu oppure nel sito del produttore della periferica.

  • Luca Perri

    È possibile comprare la versione windows ed installarci ubuntu?

    • gabriele tesio

      a mia conoscenza bq non ha alcun tablet windows, solo android, comunque in teoria non ci dovrebbero essere problemi, a meno che, chessò, il sistema android usi un partizionamento particolare non compatibile con quello di ubuntu (un problema del genere c’è stato con il meizu mx4) ma non dovrebbe essere il caso.
      Se invece prendi un tablet arm a caso con windows penso tu ci possa comunque flashare ubuntu, ma dato che non sarebbe supportato sarà pieno di bug e probabilmente senza driver e quindi praticamente inutilizzabile.
      Se il tablet invece è x86 (tipo alcuni surface), si può benissimo installare ubuntu desktop completo (l’interfaccia unity 7 e facilmente utilizzabile da tablet) a patto che l’hardware in generale sia supportato da linux.

      • Luca Perri

        Grazie mille Gabriele. Hai ragione, in realtà mi riferivo alla versione con Android … chiedo scusa! 🙂 Ti ringrazio per le delucidazioni. Esiste per caso un qualche sito dove sono raccolti i tablet compatibili con Ubuntu tablet?

        • gabriele tesio

          la wiki di ubuntu dovrebbe avere praticamente tutte le informazioni:
          –> https://wiki . ubuntu . com/Touch/Devices

    • Marco Persy

      la versione Windows (o Android) potrebbe avere il bootloader bloccato, non ci scommetterei..

No more articles