Introduzione: cos’è KDE Plasma?

KDE (o K Desktop Environment) è un insieme di software che consentono di ottenere una suite completissima di software per il nostro environment grafico, tra questi software c’è Plasma, che è la shell grafica, o Desktop Environment. KDE utilizza le librerie Qt per le proprie applicazioni ma supporta anche le utilizzatissime GTK+ (sia 3 che 2). Ricordo che KDE è un progetto dedicato a TUTTI i sistemi Unix-like come GNU/Linux, GNU/Hurd, BSD, FreeBSD.

Sicuramente avrete sentito parlare di Desktop Environment, che è equivalente alla shell grafica, in poche parole la shell grafica provvede a fornire un’ interfaccia più intuitiva, con supporto a mouse, immagini, etc. Sostanzialmente esegue gli stessi compiti della shell testuale (Bash, ZSh, Sh, Csh, Tcsh…), quando infatti clicchiamo su un’icona per aprire un programma, esegue dei comandi come li eseguirebbe una shell testuale.
Tuttavia, per quanto semplice da utilizzare sia una shell grafica, non è potente quanto una testuale.
Una shell grafica per funzionare ha bisogno di:

  • Server grafico: provvede a fornire un protocollo per il funzionamento dell’ambiente grafico, il server grafico più conosciuto è Xorg (o X11, X, X.org), tuttavia esistono anche Wayland e Mir, ancora in sviluppo.
  • Gestore delle finestre: si occupa di gestire le decorazioni delle finestre, le animazioni, la loro posizione e altri determinati parametri.

kde-plasma-5.6

Plasma Beta 5.6:

La beta è stata rilasciata due giorni dopo la versione stabile 5.5 che, a differenza della 5.6, contiene solo piccoli miglioramenti e bug-fix.

Le versioni di Plasma dalla 5.0 in poi non sono state molto apprezzate dall’utenza, ma il team di sviluppo ha deciso di continuare sulla sua strada e quest’ultima beta porta enormi miglioramenti (soprattutto dietro consiglio della community) e i progressi sono davvero incredibili, vediamo le novità principali:

  • Migliorato il task manager (mostra molte informazioni aggiuntive)
  • KRunner
  • Supporto a Wayland (alternativa a X.org)
  • Miglioramenti grafici
  • Rifiniti alcuni widget, aggiunto il widget per il meteo
  • Aggiornato il tema Breeze

Cliccando qui è possibile scaricare KDE Plasma 5.6 Beta. Fateci sapere cosa ne pensate!

[Fonte]

  • “Aggiunto il tema Breeze”
    forse volevate dire Aggiornato??

    comunque ottimo articolo, hai descritto molto bene anche cosa è KDE.. spiegando la differenza tra KDE e plasma.

    • SalvaJu29ro

      Sono stati aggiunti due pacchetti:
      Plasma-grub e plasma-plymouth, quindi immagino che sono questi i nuovi temi di Breeze

    • Matteo Gatti

      intendevo che sono stati aggiunti nuovi temi, effettivamente era preferibile il termine ‘aggiornato’ , my error ora modifico, chiedo venia.

      MG

  • mikronimo

    Ho fatto il pasaggio dalla 4.14.x alla 5.5.2, in maniera praticamente indolore, proprio perché ho aspettato di avere una certa stabilità; non me ne sono pentito e nulla del mio apprezzamento per KDE in generale è cambiato; un sentito grazie agli sviluppatori di KDE e Plasma.

    • Proxima8

      Quale distro?

      • mikronimo

        Manjaro

  • SalvaJu29ro

    Hanno aggiunto anche la barra di avanzamento nel task manager per l’avanzamento dei download o per lo spostamento dei file
    Cosa assolutamente fondamentale per un de che si rispetti, a mio parere
    Forse una delle pochissime mancanze di kde 4 ai tempi

  • Andrea

    Bel DE innovativo ma mai scontato. Personalmente uno dei migliori.

  • sbaragnaus

    Utilizzo con piacere Kde da alcuni anni sul mio pc desktop, dopo essere passato da Ubuntu pre-Unity (Gnome 2) e Linux Mint (Cinnamon).

    Lo reputo uno dei migliori progetti su Gnu/Linux; il suo desktop (ora Plasma Desktop) è molto adatto alle mie esigenze, coniugando funzionalità, personalizzazione e aspetto.

    Prima del passaggio definitivo del mio sistema a Plasma 5.5 ho avuto modo di provarlo su varie distribuzioni. Manjaro è quella che mi soddisfa di più, perché unisce gli aspetti positivi di Arch, come il fatto di essere rolling release, un’ottima wiki (usa quella di Arch) e una miriade di pacchetti (compresi gli Aur di Arch) a un ottimo tema grafico ed alcune funzionalità esclusive, come l’ampia varietà di kernel a disposizione (compresi quelli ancora in sviluppi), un affidabile strumento per aggiungere i driver grafici e una più lunga fase di test dei pacchetti rispetto alla distribuzione madre.

    Al secondo posto, di poco, metto Opensuse Tumbleweed, che oltre a essere rolling ha un’ottima integrazione con Kde / Plasma, dispone di un pannello di amministrazione che tante distribuzioni invidiano (Yast) e di numerosi pacchetti.

    Al terzo posto, ma solo per chi vuole una distribuzione Kde senza troppe contaminazioni esterne, c’è l’emergente KaOS, che prende spunto da vari progetti come Arch e Chakra Project, pur mantenendo pacchetti compilati indipendentemente.

    Non mi sono trovato bene con Kubuntu, Linux Mint Kde, la spin Kde di Fedora e con Sabayon Linux, quest’ultimo interessante progetto che paga l’assenza di qualche pacchetto di troppo per me fondamentale (Digikam in primis). Da tanto tempo, invece, non provo altre distribuzioni quali Mageia, PcLinuxOs e Netrunner.

    • Caterpillar

      che problemi hai avuto con Fedora KDE Spin?

      • sbaragnaus

        Un prodotto, quando lo provi per la prima volta, deve trasmetterti sensazioni positive. Le ho avute da Manjaro, da Arch, da Mint Cinnamon, da Opensuse, da KaOS, da Sabayon e anche da Ubuntu. Da Fedora, vogliate perdonarmi cari sui utilizzatori, ho avuto una sensazione di grigiore totale; ho trovato anche i caratteri troppo piccoli e il suo package manager yumex un po’ confusionario. Certo, avrei potuto installare un nuovo tema, ingrandire i caratteri o leggermi approfonditamente il manuale. Mi sono però fidato della prima impressione e ho scelto un’altra distribuzione. Anzi, a voler essere sincero, ero su Manjaro e ho installato Manjaro sul mio nuovo desktop.

        • alex

          Se provavi korora, che è una versione ben curata di Fedora, probabilmente ne avresti avuto un impressione migliore, anche se poi magari avresti scelto altro comunque 🙂

          • sbaragnaus

            Magari un giorno ci darò un’occhiata: i livecd esistono proprio per questo. 😉

          • alex

            Infatti, io l’avevo provata in versione gnome ed è finita che ho scelto di rimanere su arch visto che ormai ero abituato con pacman, però sono passato da KDE a Gnome 🙂

          • sbaragnaus

            Se vuoi provare qualcosa che sta prendendo piede, puoi dare un’occhiata a Manjaro Deepin, che è uno Gnome 3 evoluto in salsa cinese.

    • Marco Missere

      Come mai non ti dei trovato bene con Kubuntu e Mint KDE?

      • sbaragnaus

        Non mi sono trovato bene perché ho avuto qualche crash di troppo, specie in Muon, il software che gestisce i pacchetti. Magari è stato risolto con gli aggiornamenti successivi, ma questi problemi me ne hanno fatto stare alla larga.

        Oltre a questo ci sono altri motivi, come lo scarso team di cui è dotato Kubuntu, che non permette grandi ottimizzazioni e personalizzazioni e il sistema di rilasci di cui non sono un grande fautore. Sul pc desktop uso Mankaro, sul portatile Mint Cinnamon.

  • Jackladen

    “CERCA E AVVIA”….ridatemi la mia attività “cerca e avvia”……

  • Pingback: Rilasciato Manjaro 16.06-pre1, vediamo le novità! - Lffl.org()

No more articles