È stata rilasciata la nuova versione
di Moksha Desktop basato su E17.
La nuova versione, ovvero la 0.2.0,
apporterà diversi cambiamenti e correggerà alcuni bug della
precedente, diventando ancora più leggera e veloce dei suoi
predecessori.
Moksha Desktop fornisce l’esperienza
utente di Enlightenment E17 con alcune ottimizzazioni che riguardano
la stabilità oltre ad un miglior supporto per applicazioni GTK+3.
Qualche curiosità: La parola “Moksha”
(pronunciato “Mohk-suh”) è sanscrito di origine, proprio
come Bodhi. Significa “emancipazione, di liberazione, o il
rilascio”. Moksha è una una sorta di “figlio illegittimo” dei
Enlightnment 17 desktop.

Tra le novità riguardati questa
nuovissima versione troviamo:
· Miglioramento comando
enlightenment_remote, che porta una migliore funzionalità Swami.
· Hanno incluso un file per immettere
i comandi da eseguire all’avvio.
· Il profilo predefinito Moksha è
stato incluso nel repository principale.
· Compensazione moduli E17 a cui non
si desidera supportare in Moksha.

 

No more articles