La piattaforma Valve ha superato i 1500 giochi nativi per Linux.

Steam
Manca ormai poco al debutto delle prime console basate sul nuovo sistema operativo Steam OS, soluzione targata Valve che fornirà numerosi game.
Proprio in questi giorni sono stati superati i 1500 giochi nativi per Linux, numero in continuo aumento grazie anche all’ottimo lavoro svolto da Valve nel migliorare soprattutto il supporto hardware per il sistema operativo libero.
L’arrivo di tanti nuovi game nativi per Linux non ha però fatto avvicinare nuovi gamer al sistema operativo libero, ad utilizzare la piattaforma di Valve sono appena l’1% degli utenti.

Da notare che attualmente in Steam sono disponibili 6.464 giochi nativi per Microsoft Windows mente per Mac OS X sono 2.323, i game Linux si stanno pian piano avvicinando a quelli disponibili per il sistema operativo proprietario di Apple.
  • luca

    Pur usando Gimp, purtroppo la facilità e la velocità del workflow su photoshop non ha purtroppo rivali

    • foffolo

      oltre alla velocità di sviluppo di novità, ai rapporti col mercato anche dell’hardware e degli altri software… gli standard si costruiscono anche in quel modo. E i soldi si guadagnano anche in quel modo.

  • Marco Losacco

    Mah sinceramente non capisco questa polemica, se un azienda ha bisogno di esperti grafici è logico che troverebbe professionisti di photoshop. Che produttività avrebbero se fossero costretti ad usare Gimp quando hanno sempre lavorato con altro?

    • dipende dall’azienda
      se un’azienda che punta di portare il software libero e linux nel mondo
      è la prima a non utilizzarlo c’è qualcosa che non va a mio avviso

      • Fabio

        No, se è una azienda utilizza i prodotti che le danno il miglior rapporto qualità/prezzo. Non è il momento storico per fare beneficenza e carità. Anche a me piacerebbe usare strumenti liberi per fare Unit Test, ma alla fine con quello integrato nel visual studio Faccio prima. E prima consegno un lavoro, prima incasso.

        • Daniele Cereda

          ah ok quindi un imac o un mac book pro con photoshop è quanto di meglio trovo come rapporto qualità prezzo?ok mi hai convinto,da domani abbandono il mondo linux,tanto il messaggio che passa è questo!

          • Emma Bedarida

            Nel graphic engineering di altissimo livello, mi duole dirlo, ma è così.

          • Daniele Cereda

            per fare lo sfondo di uno smartphone?permettimi:canonical fa anche la progettazione degli elementi interni(ergo produce memorie e chip) o parliamo della progettazione grafica di un case di un telefono?non sto dicendo che stanno usando autocad per progettare la scocca di un aereo,altissimo livello per uno smartphone?vabbè dai raccontiamocele….

          • ale

            Va be ma secondo te ti rivolgi a dei grafici professionisti che hanno sempre usato photoshop per disegnare la grafica del telefono (non si parla solo di sfondo ma di temi e quant’altro,dalle immagini si vede qualcosa di molto più complesso dello sfondo) e gli imponi di usare gimp,fra l’ altro il lavoro verrebbe male,ci si metterebbe più tempo e quindi equivale a soldi buttati,se chiedi a un grafico professionista che lo fa di mestiere ti dirà che usano solo photoshop e basta,ci sarà un motivo,anche perchè le licenze di photoshop mica le regalano

          • Guido Iodice

            considerando i risultati, su devianart puoi trovare migliaia di persone che sanno fare di meglio con gimp. Assicurato.

          • drugonzio

            a parte che un “fidati, amico!” come argomento, non è che mi basti. Ma andiamoci su Deviant … e poi vediamo chi fa qualche soldino con quella roba, in percentuale, rispetto a chi LAVORA con photoshop in migliaia di settori e vende, guadagna, fattura (persino avendolo copiato, non dico di no! ma questo significa che ha comunque preferito quel prodotto) … Sarà un’abitudine, ma vuol dire che ci sono problemi di interfaccia … o di risultati. Altrimenti la gente usa tranquillamente la roba gratis, molto molto tranquillamente. Se non si trova bene, c’è comunque un problema, che non si risolve dando loro dei deficienti, vecchio errore dei religiosi di linux: rispondere sempre alla “RTFM” … un prodotto è fatto di cento cose… se non è amichevole non va bene, se è amichevole perché non fa niente di complesso (su richiesta) , non va bene … Photoshop non mi sembra tanto male, sai?

          • ange98

            Mi pare che su Deviantart nessuno guadagni, ma che lo facciano per passione.

          • LordMax _

            Veramente io su deviantart ci ho guadagnato e parecchio quando lo usavo. Forse non uno stipendio ma essendo un secondo lavoro ero ben più che soddisfatto.
            Ed ho sempre usato prodotti open source su linux senza mai avere problemi di qualità, performance, tempistiche o lamentele (tecniche, le lamentele relative ai gusti personali sono altra cosa ^__^)

          • ange98

            LoL. Non lo sapevo…

          • luca

            Non si tratta solo di uno sfondo per uno smartphone. Si tratta dello sviluppo di tutta l’interfaccia di un s.o. mobile! E quando ti trovi a fare le cose anche più semplici come applicare un gradiente di colore e vedi che ti mancano la metà dei controlli che hai su l’alter-ego proprietario béh.. vai a dire ad un grafico che non può realizzare quello che ha in testa perché Gimp non glielo permette.. Non è solo uno sfondo, si tratta di accuratezza in tutte le caratteristiche del software di fotoritocco, si tratta di workflow.. non è solo uno sfondo.

          • Emma Bedarida

            Anche per molto meno. Vabbè se te la vuoi raccontare, padrone di farlo ma evidentemente non conosci affatto come si lavora – e con che si lavora – nel 90% dei casi della graphic engineering professionale. Soprattutto non conosci le dinamiche aziendali e il rapporto StudioCliente.

        • Daniele Cereda

          ah per la cronaca sul tavolo c’è pure un iphone in ricarica…anche per quello vale il discorso qualità/prezzo? m abbi pazienza,con che faccia da domani portamo avanti i progetti anche a livello locale per la diffusione del software libero quando mi sentirò dure che persino in Canonical si usa Apple per il “rapporto qualità prezzo”? per tanto così mi duole dirlo ma si vede che Stallman aveva ragione.e la mi avventura con ubuntu termina qui.

          • ale

            Se ti riferisci all’ immagine dove c’è un imac quello non è un iphone,lo si vede lontano un miglio,potrebbe essere un nexus 4 con una cover ma è difficile dirlo,di sicuro non un iphone,basta guardare anche il cavo che è nero

          • Perchè dove lavori tu se acquisti una macchina che a loro non piace ti licenziano?
            Vieni perquisito all’ingresso e solo gli oggetti che rispettano le policy aziendali possono entrare?

          • Daniele Cereda

            no,se lavoro per renault,il parco aziendale è renault,giro con una renault,e il cliente vede che uso i prodotti dell’azienza.ma tu lo vedi uno che vende renault e poi al cliente che ha appena firmato fa vedere che lui gira con citroen???

          • Simone Dedo

            Ricomincia la tua avventura con un nuovo capitolo: openSUSE.

        • Zamone80

          dipende da cosa si mette in un contratto: il più economico e veloce prevede di lasciare totale libertà allo sviluppatore, se invece voglio anche il sorgente ad esempio per poterlo poi manutenere internamente allora esplicito il software che uso internamente per la manutenzione del codice; pago di più ma poi sono libero di farci quello che voglio. secondo me in ambito di open source questa dovrebbe essere la strada

      • Emma Bedarida

        Leggo sempre molto astio verso Canonical, qualsiasi scelta faccia. Evidentemente, nello specifico, non si conoscono appieno le dinamiche degli studi di graphic engineering di cui ci si avvale.

  • Linus Torvalds ha un Mac, ma usa una distribuzione GNU/Linux 🙂

  • luca

    Se (e dico se) il team che sviluppa Gimp avesse interesse a ‘portare’ i grafici professionisti dalla loro.. ditegli di cominciare una campagna di brainstorming.

    • lo pensato anch’io
      perché non raccogliere fondi per lo sviluppo del progetto?

      • luca

        Perché invece non sollevare la questione per vedere se – intanto – il team di Gimp ha voglia di mettersi in discussione? Piuttosto che lanciargli una mazzetta di denaro senza sentimento?

        • JJ

          perchè non lanciargli una mazzetta invece a questo famigerato…team…che non è una ditta…invece di scroccare basta?

          • luca

            Partiamo dal fatto che non sò assolutamente cosa voglia dire sviluppare un gigante come Gimp. Chi si dedica a questo progetto ha sicuramente la mia ammirazione. Oltre a questo c’è un mero confronto di bontà ed efficienza tra Gimp e Ps: il vincitore è scontato. Questo non significa che Gimp sia da buttare, al contrario ha molta strada davanti, tutto qui. Per adesso Gimp è la seconda scelta di tanti. Probabilmente gli sviluppatori di Gimp si stanno rotolando dalle risate a vedere queste discussioni o forse no. Forse questa notizia di Canonical è semplicemente ininfluente sul futuro sviluppo di Gimp. 🙂 Dipende tutto da quale direzione (quali obiettivi) hanno. Il free software non è fatto per essere scroccato, è fatto per essere libero.

    • Ciuino Magno

      già, per il loro marketing un pò scadente sono daccordo;
      però almeno blender lo potevano usare quello è fatto davvero bene

  • Ilgard

    Oddio, adesso ci si fa pure una news.

    Qui si sfocia nel ridicolo.

    • Emma Bedarida

      Appunto.

  • Kat-friskies

    semplicemente che non potevano usare photoshop su ….ubuntu???? e pazienza …dovranno pure disegnarlo sto telefono.

    Se poi canonical non supporta, manco con 1 dollaro, lo sviluppo di gimp e similari, su questo si può discuterne e rinfacciarglielo.

    Però ora lo standard è quello quindi non si deve fagliene una colpa.

    • Ciuino Magno

      sul fatto del supporto per gimp sono d’accordo con te, anche farlo vedere nel promo sarebbe stato un supporto

      • terfle

        si, nelle promo di UTILIZZO , ma forzare gente che lavora ad usare roba che vuoi tu… mi pare relgioso.

    • Durgana efex

      infatti, questo è sensato. Se persino nei disclaimer di Inkscape dicono di non fare quei paragoni… per ora questi sono standard.

  • carlo coppa

    Ah! Ah! E c’è anche chi commenta….!

  • Alberto

    semplicemente no, non ci si può chiudere dentro l’ecosistema linux e non si può disegnare un telefono che venda con gimp. siamo tutti grati a canonical, fa delle belle cose e le fa come può, un giorno forse sarà indipendente, ma ora non sarebbe competitiva. linux va bene per fare calcoli, traiettorie, va bene all’esa, va bene sull’iss, ma no, non va bene per disegnare. né un cellulare né una casa né una struttura

    • Guido Iodice

      Noi ci manteniamo l’intera grafica in una azienda che organizza eventi con Gimp, Inkscape e Scribus. Figurati fare lo sfondo per Ubuntu touch. ma fatemi il piacere.

      • Il resto del mondo non la pensa come te….
        Gimp per qualunque grafico che non abbia tempo da perdere è inadeguato. Scribus va bene giusto se devi fare 4 minchiate, inkscape non sarebbe neanche male ma è davvero poco integrato con il resto.

        • Simone Dedo

          Sì ma torno a dire che Gimp non è l’unico, c’è anche Paintsupreme, anche se non è open source, è comunque nativo su Linux.

  • abral

    Una cosa è usare un Mac con installato Linux (come fa Linus Torvalds). Ben altra è usare un Mac con installato Mac OS X o Windows! Peraltro che *****, siete voi a sviluppare Ubuntu, usatelo!

  • carlo coppa

    Ma non vi viene in mente che forse canonical ha ingaggiato come di solito si fa uno studio per eseguire il lavoro e certo canonical non può certo andargli a dire con quale programma disegnare.

    • Guido Iodice

      quindi Ubuntu non serve a un c*, questo è il messaggio.

    • Ciuino Magno

      se ci pensi bene poteva ovviare a far vedere i suoi sistemi concorrenti

    • Daniele Cereda

      frega nulla,mi dicono che vogliono denari perchè stanno svilluppando un prodotto”made in canonical” che si erge a difensore (unico!a sentire loro)del software libero e poi ,fosse così,dai all’esterno il lavoro per uno che sviluppa con osx? ripeto:andiamo a cupertino a vedere come lavorano e con che prodotti?

      • Rodrigo Usmilla

        “sviluppa” mi pare un errore. Se vuoi fare la guerra di religione per forza, puoi guardare cosa dice la bibbia… ovvero che quella è solo grafica e il risultato finale è “laico”: lato codice non c’è niente che non sia trattato correttamente… e se lo è, in ogni caso non sarà mai abbastanza per essere considerato free nemmeno da FSS. Questi fanno grafica, non “sviluppano”. Se poi mi vuoi dire “sviluppano grafica” d’accordo: quello che RIMANE nel sistema però è neutro: sono solo risultati di una elaborazione: il prodotto rimane free.
        Se poi tra due secoli photoshop sarà rimpiazzato con successo da software free, ecco che anche la grafica sarà prodotta dai grafici di tutto il mondo con quelli.

      • Simone Dedo

        Aridaje co sto Canonical e open source…

        Canonical non ha mai sostenuto l’open source, lo ha solo sfruttato.

        Il paladino del software libero è Stallman

        • Daniele Cereda

          ma dai non l’ha mai sostenuto.

          il mio inglese deve essere ben arrugginito perchè io ci leggo altro dal sito di canonical:http://www.canonical.com/about-canonical/canonical-and-open-source

        • angelo busillo

          Bravo bravo bravo!

        • Daniele Cereda

          sito canonical….cerca e vedrai come non lo sostengono

          • Simone Dedo

            Io infatti sto dicendo proprio quello: che non lo sostengono.

    • Emma Bedarida

      Esatto.

    • Trustamed

      completamente d’accordo. Come chiedere agli operai che costruiscono un palazzo per Berlusconi se votano a destra o se comprano la malta in qualche sua controllata. Cazzate.

    • Simone Dedo

      Non ci avevo pensato in effetti. Ma è così?

  • cobe571

    Ahahahahah! E poi si lamentano che qualche simpatico cracker gli butta giù il forum.

    • ange98

      Non si sono mai lamentati veramente…

      • cobe571

        benissimo, allora è tempo di buttarglielo giù definitivamente!

        • ange98

          Io ci stò xD

  • emanuele_zanetti

    a me comunque photoshop sembra installato direttamente su OS X, non vedo la classica barra in basso di Windows (ok, potrebbe essere nascosta) ma mi sembra di vedere la barra dei menù in alto di OS X

  • gregoryhouse

    è inutile appendersi su queste cose: mio zio ha detto che GIMP è ottimo per i lavori incasa, ma per un disegnatore commerciale si può usare solo PS, anche solo per i profili colore proprietari (cosi mi ha detto).

    Chi vede qualcosa di scandaloso in questo è un terrorista open pinguino!

    • Sono perfettamente d’accordo.

      Per quanto io sostenga l’Open Source purtroppo bisogna ammettere che Photoshop è ben superiore alle proposte libere.

  • ale

    No il sistema operativo che c’è sopra è mac os,non windows comunque,si vedono chiaramente le finestre in sitile mac e la barra in alto
    Comunque va be se devono usare photoshop meglio osx che windows,anche perchè per dei professionisti photoshop è meglio,se si trovano meglio con quello affari loro

    Riguardo a Torvalds ha detto che gli piace il mac (se non erro l’ air) come hardware,ma lui ci tiene installato sopra ovviamente linux (fedora) ,non mac os

    • Torno Nel Mio Limbo

      Perché secondo lui l’ air risponde – per dimensioni, prestazioni e peso – alle sue esigenze. Se non ricordo male disse che tutti i portatili dovrebbero essere come l’ air. :p

      • ale

        Si e poi mi pare che aveva detto che era ottimo perchè era super silenzioso,in effetti è un buon prodotto in fin dei conti il mac,a livello hardware ovviamente,però costa molto di più di quello che vale

        • Maurizio

          Ora però mi pare usi un chromebook pixel con fedora

  • Torno Nel Mio Limbo

    ”non xe in tanto al quanto ma in quanto al dunque”. L’ importante è il risultato finale. Per conto mio può usare ciò che vuole e finitela con ‘ste minchiate.

  • Maudit

    Linus Torvalds ha un PC. Con un bel design. E finisce li il suo rapporto con chi lo commercializza.
    Non mi scandalizzo per il fatto che usino photoshop: è lo standard per la grafica professionale ed ognuno usa il software che preferisce.
    D’altronde cosa potevano fare? Far girare photoshop sotto wine? Sarebbe come far girare un DE sotto XMIR. Con la differenza che forse funziona meglio Photoshop sotto wine.

  • Beh, ma che si usasse Photoshop non avevo dubbi.

    Io non posso farne a meno infatti. 😉

  • Ferik

    Per le produzioni multimediali, il mac (e relativo software) è sempre stato il massimo dei massimi, come lo è Linux per i servers, quindi non mi stupisco ne mi scandalizzo 🙂

  • zermodragu

    Perché? Perché sono dei professionisti. Se stai preparando il das per i bambini, l das deve fare il suo lavoro e i bambini devono avere la propria pasta per manipolare. Ma nella ditta che produce il das verranno usati mille altri prodotti. Inutile mettersi a curiosare con quali strumenti di sviluppo stiano creando il resto. Giravano voci che non mi sentirei di smentire così a cuor leggero sul fatto che Microsoft usasse sistemi IBM (software e hardware) per la propria contabilità generale (che non è certo un asset secondario per un’azienda) … e che spesso abbiano usato server linux per un sacco di altre cose. Si embé? Dovresti fare l’inventario completo di quello che usano per fargli davvero i conti in tasca.

    Se gimp non è lo strumento preferito di quei grafici, oppure non è semplicemente all’altezza di un lavoro produttivo per un qualsiasi motivo che giudicheranno quei professionisti e non io e te in una guerretta di religione che lascia il tempo che trova, questo non cambia la sostanza di cosa sia il prodotto di Canonical. Che, se non erro, non “produce” gimp né inkscape.

    Se quei prodotti non sono all’altezza delle aspettative (o semplicemente delle abitudini operative) di quei grafici non è che sia di grande interesse per chi sviluppa in Canonical: alla fine vengono passati dei file raster: se sono usciti dal buco di photoshop o di gimp poco importa. Importa se vengono gestiti bene … e se il lavoro è ben fatto … quello resta nel prodotto Canonical.
    imho.

    • zio bill

      avrebbero fatto una figura migliore utilizzando ubuntu + wine + photoshop 🙂

  • Adriano Bassignana

    Un vero equivalente a PS è l’attuale grossa mancanza nel mondo Open. Comunque anche se ci fosse qualcosa di simile un design, che viene quasi sempre pagato a progetto, installa quello che più gli aggrada al fine di portare a termine il suo incarico il più velocemente e meglio possibile. Invece di lamentarsi che non c’è un equivalente di PS sarebbe meglio rimboccarsi le maniche a farlo. Gimp è un ottimo prodotto, ma viene sviluppato da un gruppo molto piccolo, troppo piccolo, di persone. Nell’Open source ci sono progetto che fanno diretta concorrenza ai SW proprietari, Blender per la grafica sicuramente è un must, Libre Office è molto migliorato ora che si è slacciato dai legami mortali di Open Office, Eclipse per lo sviluppo è assolutamente eccellente, l’ambiente desktop KDE è un prodotto notevole anche se ha un po’ troppe pecche dovute ad uno sviluppo tumultuoso, Lyx per lo sviluppo dei documenti professionali è eccellente, Hugin per le foto panoramiche è un altro must oramai adottato a piene mani anche da software proprietari, Veusz in python per costruire diagrammi scientifici è oramai uno dei migliori sulla piazza… ed ho citato solo i SW che so e conosco Come vedete manca praticamente solo un SW per fare grafica su immagini raster e un CAD 3D… non è poco, ma magari c’è qualcuno dietro l’angolo che ci sta pensando su.

  • matteo-x

    Ferramrobero, tu di linux ne sai cento volte più di me, quindi rispondi da solo alle tue domande. Il miglior software professionale di grafica è fotoshop, un ottimo calcolatore con eccellente hardware per mac linux o win è proprio quello con la mela sul retro. Basta inutili polemiche per dare spazio ai soliti quattro “haters” sfaccendati. Qui c’è un progetto ambizioso da portare avanti, e va fatto coi migliori mezzi… Non è la solita dietro in via di sviluppo

    • matteo-x

      Photoshop. Mi scuso, stavo scrivendo in fretta

      • LordMax _

        Mi spiace ma a livello di hardware apple non è più il meglio ormai da parecchi anni.
        Per quanto riguarda il design la scelta di uno o altro software dipende solo dalle competenze del designer, non esiste lo strumento perfetto.

      • Simone Dedo

        Stavi scrivendo in fretta e in aramaico, io non ci ho capito nulla di quello che hai scritto.

        • matteo-x

          Colpa del correttore dello smartphone. Leggi sopra, mi sono corretto

          • Simone Dedo

            Sì ho letto 🙂

    • Adriano Bassignana

      Sinceramente non capisco quali siano i problemi che impediscono di fare un prodotto equivalente a PS… Blender ha quasi tutto quello che serve, le sue librerie potrebbero essere una ottima base di partenza, pio è scritto a piene mani in Python e questo lo rende facile da espandere.

    • Simone Dedo

      Eh? Ma che hai detto scusa? Non c’è una frase di senso compiuto nel tuo intervento

      • matteo-x

        Sono su smartphone e mi è partito il correttore automatico. L’ultima frase ” non è la solita distro in via di sviluppo” intendo che è un progetto ben più ambizioso. Per il resto le restanti frasi il loro senso ce l’hanno. Gli sviluppatori stanno usando il miglior hardware con il miglior software. Altro da aggiungere?

        • Daniele Cereda

          miglior Hardware imac.parliamone.

          • matteo-x

            È molto versatile. Funziona egregiamente con mac linux e win

  • scopp

    Due sono le cose: o si riconosce l’effettiva superiorità di alcuni software proprietari e si cerca di imparare da questi per portare le loro qualità nel mondo open source, oppure si rimane nel bigottismo stallmaniano, demonizzando tutto ciò che non è “free-software” e limitandosi ad utilizzare le risorse open source, per quanto incomplete o di scarsa qualità siano…

    • malol

      BIGOTTISMO STALLMANIANO?

      bah…

    • Simone

      Quoto per il bigottismo Stallmaniano…questo si è un po’ montato, vorrebbe decidere lui cosa significhi free per tutti. Ben venga chi fa i lavori fatti bene, come l’odiata Canonical ad esempio.

    • reft32

      ahhaha ben detto 😉

  • mac89

    Free Software e Free Thought, ognuno usi ciò che più gli aggrada.

  • EnricoD

    Eh.vabbe. Ovvio.se trovate un equivalente in linux fatemelo sapere… Gimp è ottimo, ma non a livelli di PS

    • Simone Dedo

      Prova Paintsupreme

      • EnricoD

        grazie per la segnalazione 😉

        • Simone Dedo

          Prego 🙂

  • Simone Dedo

    Non diciamo inesattezze: Linus Torvalds ha comprato un Macbook, ma non usa OSX usa una distribuzione Linux. C’è una grossa differenza.

    • Tutan

      Enorme differenza. Lui sull’Air aveva installato Fedora.
      Semplicemente, usa il Macbook perché lo ritiene il migliore, anche e soprattutto per design e autonomia.

      Qua però la domanda è un’altra: se tu ingaggi un grafico professionista, gli imponi di usare software open, oppure gli dici di portarti a termine quel progetto nel miglior modo possibile?

      • Simone Dedo

        Se lo portasse a termine, direi che ha dimostrato che si può fare di tutto.

        • Fabio Da Ronta

          Se vuoi fare Beneficenza, invece di pagare un grafico per ore di lavoro in più, con Gimp ed inkscape…fai prima a donare 200€ alla Fondazione di Gimp.

          • Simone Dedo

            Non ne ho donati 200 ma 20.

            In ogni caso, sei fuori argomento, io ho solo risposto alla domanda e non ho detto che avrebbero dovuto usare Gimp, ma almeno usare un software che girasse su ciò che sviluppano loro. Così, tanto per coerenza.

          • Fabio Da Ronta

            @simonededo:disqus non puoi chiedere una piena coerenza ad una S.r.l. Il loro scopo è Fatturare. Se un grafico iper skillato di PS costa meno, è lecito usare un grafico skillato di PS. Io stesso per fare il rebranding di un software ho ingaggiato un grafico skillato di PS. Invece per fare diverse centinaia di badge, ho usato GIMP grazie al suo ottimo binding con python.

          • Brau

            Quando devi fare un lavoro bene, in poco tempo e spendendo relativamente poco, per forza di cose ti devi buttare verso i software più conosciuti (ovviamente quasi tutti i designer hanno fatto scuola usando Photoshop ed affini), e in questo caso, di fronte a queste necessità, ogni muro di coerenza va a farsi abbattere (tralasciamo il fatto che la Canonical non ha MAI e dico MAI brillato in coerenza)…

  • Andrea

    Non sempre è lecito usare qualunque mezzo per raggiungere un obbiettivo, altrimenti tutto sarebbe permesso, e questo non sempre è un bene…

    Certo, non fa piacere vedere Canonical-Ubuntu usare software proprietario, è anche vero che nel software center ormai ci sono sia l’uno che l’altro e quindi la cosa non dovrebbe suscitare molta polemica, alla fine la libertà intesa in senso allargato è anche questo, poter scegliere e poter disporre a proprio piacimento se pagare o no una cosa. Fino a poco tempo fa per giocare era quasi strettamente necessario avere windows, ora le cose stanno cambiando e forse, probabilmente anche fare grafica per adesso conviene usare software proprietario. E poi tutti i giochi che si usano su steam non sono proprietari? Ormai è una realtà, Ubuntu=Canonical=$, l’importante per me è che sia mantenuta la possibilità di poter scegliere a livello di utente/utilizzatore finale quale software usare, se libero o proprietario.

  • david

    Riporto una mia esperienza, premetto che non sono un grafico e che non ci capisco un H. Stavo facendo un fotomontaggio con gimp, dovevo ritagliare alcune persone da delle fotografie e metterle su un’altra foto e via dicendo. Premetto che gimp lo uso abbastanza spesso quindi ormai diciamo che conosco i vari menù pannelli e setup, e bene dopo alcune ore di lavoro non ero ancora riuscito a ritagliare bene la prima persona dalla foto. A quel punto ho provato con photoshop (la versione trial che si scarica dal sito) nonostante non conoscessi un solo menù e pannello di quel programma (mai usato in vita mia) sono riuscito a fare quello che volevo nel giro di 5 minuti e anche fatto in maniera quasi perfetta. Ora io mi chiedo, un professionista che vantaggio ha con gimp? non si paga ok, ma considerando che per realizzare lo stesso lavoro impiega il triplo del tempo quanti lavori in meno riesce a fare? Poi vorrei pure parlare un’attimo di come viene riconosciuta la tavoletta grafica wacom (visto che ne ho una), su gimp non è riconosciuta, bisogna entrare nei menù e impostarla a mano e non è che alla fine vada proprio benissimo, su PS appena attaccata già funzionava correttamente senza smanettamenti vari, da notare che sia su windows che su Ubuntu i driver della tavoletta sono presente è solo il software (gimp) che non la fà lavorare da subito (ma neanche dopo) bene.

    Poi vorrei dire una cosa a chi ha criticato l’iphone sul tavolo, levando il fatto che quello è un nexus 4, ma quel povero tizio non si può neanche comprare lo smartphone che gli piace di più? Io sono un amante di linux lo uso da un decennio, e trovo che questi fondamentalismi violino proprio la libertà che tanto si predica, non sono libero di scegliere ciò che mi piace solo perchè davanti non ha il marchio free-software

    • EnricoD

      Io uso Gimp.. è vero, ha molti tool, ma come dici te… è macchinoso da usare e il risultato finale non è mai come photoshop! tra l’altro gimp ha tempi di caricamento assurdi, se non fosse gratis, userei ps.. ma costa tanto e non mi va di smanettare con crack e cose varie…

      • david

        Stesso motivo per cui lo uso io, ma a parlarci chiaro se fossi un professionista e ci dovessi lavorare pagherei la licenza di PS e lo userei ad occhi chiusi. Io mi sono stancato di sentire queste castronerie che spara la gente, su linux si può fare tutto tranne tre cose:
        1) Fare musica a livello professionale (e non dite che non è vero perchè conoscono una marea di gente che ci ha provato e alla fine si finsice sempre per essere limitati)
        2) Lavorare con software di CAD
        3) Lavorare con software di render 3D e 2D (tipo photoshop e maya, e non mi venite a parlare di blender perchè basta che cercate i video su youtube per vedere la differenza che c’è tra un lavoro fatto con blender e uno fatto con maya che tra l’altro gira anche su linux ma dai benchmark pare vada da schifo)

        • Brau

          sui punti 2/3 purtroppo devo darti ragione (ovviamente, chi ha creato il CAD, si è guardato bene dal dare la possibilità ad altri di potere creare al tri standard, ma se vuoi fare soldi questo ti tocca fare), ma sul punto 1, almeno da quanto so io, ci sono distro come KXStudio che fanno bene il loro lavoro…

        • Ermy_sti

          il primo punto non saprei il secondo hai ragione, nel terzo hai ragione sul 2d ma non sul 3d perchè blender con un motore di rendering professionale a pagamento è al livello di maya

        • Jhexp70

          La cosa assurda è che esistono molti programmi di simulazione ad elementi finiti molti dei quali funzionano oltre che in windows su linux (mentre sui mac quesi non esistono), per le ovvie prestazioni dei calcoli, essendo processi di calcolo molto pesanti. La forma dei modelli ad elementi finiti viene spesso effettuata da programmi cad, a volte cad interni agli stessi programmi ad elementi finiti. Ora perché non si fa la versione di programmi cad anche per linux? La risposta è semplice, perché se no molte aziende migrerebbero direttamente a linux anche per i software cad perché sicuramente la velocità che si ha nei calcoli non ha paragone, visto che sono tutti processi di calcolo vettoriale. Vi dirò di più, le simulazioni fluido dinamiche cfd con elevati dettagli le le puoi fare solo in linux, perché richiedono l’affitto di processori di calcolo per l’elevata quantità di risorse ed un sistema poco stabile e che mangia tante risorse come windows è sconsigliato. T’immagini se inizi una simulazione con calcoli che dureranno una settimana, questo a metà ti si blocca e devi rifare tutto da capo? La questione è che per Microsoft in molti settori, a parte quello grafico a livello visivo e sonoro di cui la apple fa da padrone, non conviene la presenza di linux per ovvietà di prestazioni.

  • matteo-x

    Dato che mi diverto a vedere gente che ulula cose a caso contro ubuntu, sappiate che in rete un video di presentazione di edge mostra la piena compatibilità con Microsoft office. Ululate pure, intanto questi sviluppatori sono anni luce avanti a qualsiasi altro progetto linux, escluso forse android.

    • Andrea

      infatti, la cosa che darà il maggior slancio a Ubuntu sarà proprio il fatto di non rimanere chiusa solo nel mondo Linux ma abbracciare qualsiasi risorsa disponibile. Unire il mondo open source con il resto del mercato è la cosa migliore: offrire un prodotto (s.o.) open/free o come volete su cui poi ognuno di noi può installare quello che vuole è il futuro.

    • EnricoD

      mi trovi pienamente d’accordo

    • Fabio Da Ronta

      Bravissimo. Aziende come Novell, Red Hat e Canonical, se vogliono Fatturare e dare un futuro ai loro dipendenti DEVONO dare copompatibilità alle varie Oracle, Microsoft, Apple, ecc..ecc… per tutto il resto ci son le fondazioni. E poi (lancio provocazione) è più immorale usare Fotosciop, oppure farsi fare i telefoni dalla Foxconn?

      • giulio

        perché da chi credi che se li faccia fare i terminali canonical? da zio paperino?

        • Fabio Da Ronta

          Io non lo so, e te?Lo sai per certo? Le speculazioni lasciale a Nonna Papera. Pace e bene brò!

          • giulio

            a nonna papera lascio le torte, a foxcomm i terminali di ubuntu, e a te la figura che hai fatto (ma senza astio, con sbeffeggio misurato e divertito..)

          • Fabio Da Ronta

            Giulio, se vai a spulciare su google + noterai che i prototipi dell’ubuntu edge, oltre ai dipendenti canonical, li hanno dei simpatici signori con la maglia “system76”. Non mi meraviglierei che il terminale sia creato e progettato da loro. Ciao Ciccio!

          • giulio

            creare è una cosa, produrre su larga scala è tutt’altro.. o credi che i terminali apple siano “creati” da foxcomm? mi sa che fai un pelino di confusione.. uscire da paperopoli ogni tanto e vedere come funziona il mondo reale aiuta.. un abbraccio a qui quo e qua 🙂

    • Simone Dedo

      La piena compatibilità comprende l’uso di un software di terze parti? Non lo so sapevo…

  • dario

    il problema più grande di linux e Adobe non c’è spiegazione che tenga, non ci sono software opensource che reggono il confronto ,la soluzione sarebbe adottare la suite di un competitor di adobe su linux

  • dario

    la grafica si fa in illustrator mica in photoshop

    • luca

      quella vettoriale sì, la grafica raster no. per quest’ultima ci vuole photoshop (o un sw di grafica raster). Questi presunti ‘statement’ assoluti è bene verificarli prima di scrivere in risposta a tanta gente.

  • Nicolò

    Per esperienza, trovo che linux abbia un fastidiosissimo difetto: è TROPPO bloccato.

    Non tanto per l’utilizzo di programmi Windows con Wine (anche lì bisognerebbe dirne di cose…) che con Ubuntu non girano bene, quanto per il fatto che per poter fare qualsiasi cosa è necessaria l’autorizzazione da amministratore.

    Esempio stupido: ho provato a creare un web server in locale con Ubuntu. XAMPP per Linux mi ha deluso, troppo macchinoso, perciò ho provato a installare tutti i componenti separatamente.

    Per spostare una cartella in cui stavo sviluppando un sito su Windows ho dovuto lanciare, nell’ordine:

    – chmod -R sulla cartella /var/www, per non star lì a fare copia/incolla da terminale
    – chown -R sulla cartella copiata, bestemmiando come un turco, perché altrimenti il web server non mi dava l’accesso.

    E NONOSTANTE QUESTO, appena provo ad accedere a una sottosezione del sito, NON HO ANCORA L’ACCESSO COMPLETO.

    Risultato: piuttosto che bestemmiare ulteriormente, ho preferito restare su Windows.

    Non avere il controllo completo sulla MIA macchina mi urta terribilmente.

    • Nicolò

      Tutto questo per dire: poi per forza che uno non usa Ubuntu o similari per lavorare, perdi troppo tempo a fare configurazioni e non sai se ottieni i risultati desiderati.

      • reft32

        vero vero

    • Su Windows non hai il controllo completo della tua macchina.

      • Nicolò

        Sì, ma almeno non devo star lì a diventare scemo per impostare i permessi.

        • Hai mai provato Lamp ? È molto più facile da configurare 🙂

          • Nicolò

            Ma guarda, se intendi installarmi apache, mysql e php separatamente, è quel che ho fatto dopo aver lasciato perdere XAMPP per Linux 🙂

            No, è proprio un blocco imposto dal sistema Linux: posso capire quando si tratta di sistemi in rete, in cui la sicurezza è molto importante, ma per un computer casalingo è davvero frustrante.

          • Ermy_sti

            non è che è bloccato è che per questione di sicurezza ci sono delle cartelle di sistema che per modificarle hanno bisogno dei permessi di amministrazione…quando sai che devi fare qualcosa del genere basta che fai un sudo nautilus e poi puoi fare tutto con dei semplici copia/incolla.
            Pure io ho fatto le stesse cose tue un anno fa e capito quei due tre passaggi è semplicissimo creare un sito in locale e poi trasferirlo con filezilla in remoto

          • jeremy

            Se vuoi utilizzare il tuo pc come utente root, ti è sufficiente usare il comando sudo passwd da terminale. Ti metti una password per root e poi accedi con quelle credenziali. Ma siccome il tuo lavoro non è sviluppare siti web (visto il tuo livello di conoscenza, ci sarebbe di che preoccuparsi per i risultati…), ma scaricare le cassette di pesce e mitili al mercato rionale, accontentati di quello che già fai. E continua ad usare windows.

    • Gianky Fashion

      “quanto per il fatto che per poter fare qualsiasi cosa è necessaria l’autorizzazione da amministratore.”….

      Chiamali fessi….

      “Non avere il controllo completo sulla MIA macchina mi urta terribilmente.”

      Con gnu/linux….eccerto e quindi sei dovuto tornare a windows….

      ahahahahahahahah!!!! >> facepalm <<

      • Nicolò

        Non hai capito quello che intendevo.
        E’ vero, non sono un utente avanzato di Linux, ma non è per questione di controlli o meno sono rimasto a Windows per fare siti web.
        Forse ho sbagliato a usare toni da persona irritata. Volevo solo esprimere una mia opinione: ho notato che la configurazione di un web server in locale è molto meno macchinosa su Windows che su Linux, e siccome non sono un esperto di Linux appunto, capire come fare a impostare i permessi all’inizio viene lunghissima.
        Credo che neanche tu sia “nato imparato”, giusto?
        Quindi, il succo del mio discorso è: perché bisogna garantire il livello di sicurezza di un server su una macchina domestica? Non è possibile fare in modo che a casa si possa pacioccare liberamente da subito in cartelle NON di sistema, come /var/www?

        • Jhexp70

          La sicurezza ha un prezzo. Si può semplificare quanto vuoi una qualsiasi procedura, ma alla fine se vuoi un sistema sicuro devi essere cosciente delle azioni che fai. La la semplicità di windows è data dal fatto che molte azioni le fa in automatico, mentre linux ti chiede il permesso prima di eseguirle ogni azione che può avere rilevanza. Questo consente di essere l’artefice dello stato del tuo sistema, al contrario di quello che succede in windows. È lo stesso motivo per cui, in linux, non puoi spostare un qualsiasi file in cartelle di sistema via grafica, ma solo avendo permessi per via testuale. Questo ti permette di avere maggiore controllo su quello che entra ed esce e di non intaccare altri file ma solo quello per cui hai dato il permesso. Logicamente però la procedura richiederà un minimo di dimestichezza con l’interfaccia testuale. La scelta è semplicità estrema a spese di sicurezza e controllo, o maggiore sicurezza e controllo a spese della semplicità estrema.

    • jeremy

      Mi chiedo cosa se ne fa di un web server un pescivendolo del mercato rionale…

      • Nicolò

        Ti do ragione, sono un pescivendolo.
        Metti però che voglia fare un sito sulla mia attività di rivenditore di cozze e voglia farmelo in casa, e abbia giusto quelle due o tre conoscenze di php e mysql per non fare due o tre paginette delle balle ma qualcosina di più decente.
        Metti anche che a casa non abbia una connessione stupida per lavorare direttamente in remoto con filezilla, ma sia costretto a sviluppare prima in locale e poi elemosinare una connessione da linea fissa e non da tethering con smartphone.
        Quello che semplicemente vorrei è che non ci sia tutto sto giro da fare con i permessi, perché Ubuntu mi piace, davvero.
        Però da bravo pescivendolo, vorrei bestemmiare solo mentre scarico le cozze.

    • maldestro

      Ah ecco…
      Quindi tu praticamente metti permessi a caz*o (scusatemi il termine) per evitarti il lavoro da terminale?
      Ma hai capito che mettere in piedi un server non è roba da gente incompetente in materia?
      Non lamentarti poi se a causa della troppa permissività ti bucano il server.

      Windows è meno “blindato”? Hai ragione. Ed è proprio a causa di questo che lo bucano ogni 3×2.
      Non è un caso se i sysadmin sani di mente non lo mettono mai sui loro server, se non virtualizzato (e neanche quello ormai).

      • Nicolò

        Sì, ma io stavo parlando di mettermi su un web server IN LOCALE, a solo fine di creazione di pagine php e test IN LOCALE.

        Vuol dire che per sviluppare un sito in php/mysql NON SONO CONNESSO A INTERNET. Anche perché non ho una connessione fissa ma sono in tethering da cellulare, perciò prima faccio il mio bel sito IN LOCALE e poi trasferisco tutto via ftp al web server dove ho il mio spazio hosting.

        Di cosa dovrei preoccuparmi, visto che si tratta di un web server IN LOCALE?

    • È talmente bloccato che puoi configurare qualsiasi OS Linux per non richiedere la password con sudo o addirittura usare l’utente root direttamente. Poi che queste siano cose potenzialmente da incoscienti è un altro discorso, ma lo puoi fare se vuoi, questo conta.
      XAMPP macchinoso? Ma se basta lanciare l’installer e poi è solo questione di avviarlo da terminale quando ti serve… (o farlo partire da rc.local)
      Puoi avere tutto il controllo che vuoi sulla tua macchina, posto che tu sappia come si usa un utente con permessi privilegiati.

  • gregoryhouse

    Posso anticiparvi il prossimo scandalo che farà scandalizzare tutti i paladini dell’ “open source a tutti i costi”: forse questi telefoni verranno fatti da aziende che non rispettano i contratti di lavoro, che usano caffè arabico “finto” negli uffici, nei distributori metteranno acqua di rubinetto e forse useranno mouse e tastiere proprietarie (Microsoft o Apple).

    Idem per i climatizzatori: questi sviluppatori useranno gas non a norma con le leggi anti-buco dell’ozono, Le ventole del climatizzatore faranno troppo rumore e disturberanno gli stormi di uccelli in volo….di motivi per attaccare Ubuntu da qui fino al 2014 ne troviamo parecchi. 🙂

    Fino all’uscita del telefono Ubunto ci saranno ancora 100 polemiche, perchè forse Ubuntu sta facendo soldi con Linux? Da fastidio? Al mio paese si chiama Rosicare questa cosa.

    A quanto un telefono Archlinux o Debian? O un telefono con Mint? 🙂

    • Dario · 753 a.C. .

      che poi si starà pure facendo i soldi, ma a me non hanno mai chiesto una lira per tutte le installazini di ubuntu che ho fatto.. quindi ci guadagnamo tutti

  • Leej

    Ma che “occhio non vede cuore non duole”? Ma per favore…e allora continuiamo pure a mettere la testa sotto la sabbia. Ubuntu, e Linux in generale, è ben lontano dal poter essere definito come sistema operativo alternativo a Windows e Mac. E questo perchè, nonostante esso abbia grandissime potenzialità, non gode del necessario supporto per poter colmare voragini quali l’aspetto della produttività! Gimp al posto di Adobe Photoshop??? Ma per favore!

    • gregoryhouse

      tu rimani pure tranquillo sul tuo bellissimo Windows 8 cracckato con Photoshop pagato 1600€ precisi (io non ci credo, tu sei tipo da craccare anche Avira Free secondo me).

      Noi ci godiamo il futuro Linux, tu resta tranquillo su Windows senza disturbarci qui ok? 🙂

      Dimeticavo: con GIMP in casa faccio le stesse cose che fai tu con PS craccato senza rischiare virus e senza davvero spendere una lira

      • reft32

        GIMP NON è PARAGONABILE A PS.NON DICIAMO CAZATE

        • tomberry

          Dipende sempre dall’uso che si fa di una determinata cosa…

        • gregoryhouse

          Se lo hai pagato 1600€ per le esigenze casalinghe ti stringo la mano giuro.

          Se hai craccato per avere PS ma poi vai in giro a dire cazzate per i blog…be criminale non puoi proprio farmi la morale e dovresti stare zitto e non usare le maiuscole maleducato!

          Inizia a comprare PS a 1600€ e poi torna qui a dire cosa è migliore 🙂

          • Ti aspetti che sia in grado di capire la netiquette riguardo alle maiuscole? Non sa neppure lo spelling corretto delle parolacce che scrive. 😀

      • Leej

        Mi dispiace, ma sei prevenuto ed in malafede. 1°: non ho mai avuto windows 8; 2°: ho sempre avuto windows originale perchè i pc sono equipaggiati con questo OS; 3°: non ho mai avuto bisogno di photoshop e per le mie esigenze ho sempre usato sw gratuiti; 4° ho sempre usato avast free. 5° (TIENITI FORTE): possiedo due portatili sui quali ho da un annetto circa installato Ubuntu 12.04LTS ed io e mia moglie lo usiamo con soddisfazione; 6°: in entrambi i pc, però, ho dovuto installare Win XP in macchina virtuale per i motivi che ho spiegato (un pò frettolosamente) nel mio post precedente. 7°: togli la testa da sotto la sabbia e non parlare più a sproposito, ok? 🙂 Ciao.

        • hernandez

          …in entrambi i pc, però, ho dovuto installare Win XP in macchina virtuale
          per i motivi che ho spiegato (un pò frettolosamente) nel mio post
          precedente. 7°: togli la testa da sotto la sabbia e non parlare più a
          sproposito, ok? 🙂 Ciao….tu navighi sotto la sabbia se ti ostini a usare kies senza sapere che ci sono altri sw che vanno anche meglio. Per usare PS bisogna fare un corso perchè per un uso normale basta un sw qualsiasi.

    • reft32

      Concordo, purtroppo è la verità per adesso.

    • carlo coppa

      …ma perché ? Gli utenti sono tutti diventati improvvisamente tutti grafici professionisti ? Il 90% degli utenti anche in Windows non utilizzano Photoshop, ma quei programmini adatti alle loro esigenze, poi c’è chi non capisce un c…di grafica ma installa lo stesso photoshop per sentirsi grande, questa è la categoria più assurda in quanto compra o cracca (violando lle leggi) per un qualcosa che non sa neanche utilizzare.

      • Leej

        Ma cosa cavolo centra? Qui la questione non è che improvvisamente tutti siano diventati dei grafici pur non capendone un fico secco! A me, per esempio, di grafica me ne può importare men che meno. Il problema vero, che mi sembra ti ostini a non vedere, è che Photoshop lo usano tutti! E parallelamente a questo dato di fatto ce ne è un altro che, guarda caso, va di pari passo: pochissimi utenti, decidono di avvicinarsi a Linux. Ti è chiaro il concetto? E ti vuoi decidere a prendere coscienza del perchè? Te lo dico io, dato che vuoi mantenere la testa sotto la sabbia. Perchè non esiste un programma altrettanto potente e performante, quale è Photoshop, che possa girare sotto Linux! Ma Photoshop è solo un esempio fra i tanti che ce ne possono essere. Ad esempio, ma ti sembra possibile, e parlo da utente medio, che per collegare il mio telefono al pc (con Ubuntu 12.04LTS, per intenderci) e ricavarne gli aggiornamenti sw debba installarvi Win XP in macchina virtuale perchè il programma KIES gira solo in Windows!? Ma ancora, ti sembra logico che se in Ubuntu installo un programma al di fuori del Software Center, se poi voglio disinstallarlo debba farlo da riga di comando!??? Cioè…roba da DOS! Ti sembra una soluzione al passo con le nuove tecnologie? Purtroppo, con Ubuntu e, in generale, con Linux, siamo indietro di decenni. Questa è la pura verità che, come te, molti si ostinano a non voler vedere!

        • carlo coppa

          …ma come fai a sostenere che la maggior parte degli utenti utilizza Photoshop, è assolutamente falso e non sta ne in cielo e ne in terra ! Lo utilizzano i professionisti e qualche utente che vuole farsi bello ! Io ad esempio non lo mai utilizzato e non conosco nessuno che lo abbia installato sul proprio pc, a parte un amico che si occupa di grafica malgrado utilizzi ubuntu e il giorno che Photoshop sarà disponibile per Linux, farà a meno di Windows !

          • Torno Nel Mio Limbo

            Che sia stato provato da moltissimi è sicuro, usato da tanti la vedo dura senza una preparazione, volontà di imparare oppure una guida passo-passo che ti spieghi come fare un qualcosa che non sia un ridimensiona immagine. :p
            Photoshop ha il problema che è crackabile e quindi un pincopalla qualsiasi lo può installare (pur esistendo la versione try/free o limitata). Io penso che molti lo installino ma poi lo vedono solo quando cliccano su start > tutti programmi. 😛
            E vai di Paint

            Edit: Non dico che PS non sia un programma molto usato e distribuito, penso che serva un minimo di preparazione o un qualcuno che ti guidi.

        • carlo coppa

          …inoltre ti invito ad essere più educato, si sta discutendo di software, non di tematiche esistenziali, l’educazione viene prima delle tue idee sul software libero ! Grazie

        • hernandez

          …Ad esempio, ma ti sembra possibile, e parlo da utente medio, che per
          collegare il mio telefono al pc (con Ubuntu 12.04LTS, per intenderci) e
          ricavarne gli aggiornamenti sw debba installarvi Win XP in macchina
          virtuale perchè il programma KIES gira solo in Windows!…kazzata di un polemico funziona molto meglio airdroid

        • Cioè spiegaci, il fatto che una azienda esterna sviluppi KIES solo per Windows è colpa di Canonical o altre aziende che sviluppano distribuzioni Linux? Dove sarebbe il nesso logico? Tra l’altro se usi uno smartphone Android quei software sono completamente inutili… Poi chi invece vuole un telefono con OS inlucchettato (Windows o iOS) sa che le scelte che fa hanno dei costi non indifferenti sulla comodità d’uso.

  • Leonardo

    Avete le fette di salame negli occhi?? I strepitosi video di Linux Foundation con cosa sono fatti? Tutti e sottolineo TUTTI si appoggiano a Mac e Windows per grafica, editing e quant’altro, questo perché i software necessari non esistono per Linux. È molto semplice! Ai voglia a dire Gimp, non c’è paragone che tenga. Poi basta prendere un hex editor e aprire jpg, png e gif dai siti di vari Lug, Blog che parlano di Linux, siti che parlano di Linux, produttori, distro, ecc… leggere l’intestazione del file e rendersi conto della realtà dei fatti: quasi tutti utilizzano Photoshop.

    • gregoryhouse

      Per uso domestico GIMP basta e avanza….per usi professionali manca ancora qualcosa.

      • Leej

        Ma è proprio questo il punto: “usi professionali”. Secondo me Canonical dovrebbe decidersi di lanciare il cuore oltre l’ostacolo e adoperarsi affinchè Ubuntu diventi un SO davvero alternativo a Windows e Mac. E’ un peccato che non sia così perchè, ripeto, i sistemi linux offrono delle potenzialità notevoli.

        • carlo coppa

          Sembra che Adobe stia lavorando per rendere disponibile Photoshop anche per Linux. Sviluppare certe applicazioni non è semplice, sopratutto quelle per uso professionale, in quanto molto complesse.

      • Leonardo

        Sì, sono d’accordo ma laggente non ci si trova molto bene con Gimp, lo dico per esperienza personale. Vogliono Photoshop anche se lo utilizzano per fare due c***te (senza preoccuparsi minimamente della licenza). Per quanto riguarda l’utilizzo professionale, dubito che per una software house sia facile trovare grafici professionisti che utilizzino Gimp 😀 Io per esempio, che ci lavoro con la suite di Adobe, non riesco proprio ad utilizzare Gimp, troppe lacune, sono costretto a tenermi Ps virtualizzato (no 3D), con Inkscape mi arrangio ma non è stabile come Illustrator (crash e freeze a gogo). Per diletto in campo audio utilizzo anche Daw e trovo che Ardour sia ancora molto limitato rispetto alle Daw professionali più blasonate, senza parlare dei plugin che per Linux scarseggiano (vsti). Per i video stendiamo un velo pietoso, Kdenlive se la cava egregiamente ma è ancora lontano dal traguardo. Bisogna guardare in faccia alla realtà!

        • Leonardo

          Anche per l’impaginazione stendiamo un velo pietoso, Scribus non è minimamente ai livelli di un Indesign o di XPress. Non ci siamo proprio! C’è bisogno urgente di software sotto Linux, le software house che lavorano alle distro dovrebbero comportarsi come Apple dei primi tempi e colmare queste lacune con software sviluppati in proprio.

          • giulio

            l’impaginazione la fai con latex, tutto il resto è roba da dilettanti

          • Leonardo

            aspetta aspetta… vado a prendere la macchina da scrivere 😀 ma per favore!

          • Dal tuo sarcastico commento si deduce che tu ignori il fatto che tutti i più famosi testi scientifici di case editrici non proprio “di periferia” come per esempio Pearson sono fatti in LaTeX. Tra parentesi, la macchina da scrivere è una tecnologia superata, LaTeX è ancora lo stato dell’arte editoriale.
            La tua idea che i gruppi che sviluppano distribuzioni Linux inizino a sviluppare software proprietari o peggio a “comportarsi come Apple” è quantomeno bizzarra. Apple ha già fatto abbastanza male al mondo con tutti i lucchetti e i DRM a destra e a manca, non c’è bisogno che altri seguano l’esempio (anche se ci sono pure altre aziende che fanno così).

          • pntk

            daccordissimo!

        • “Laggente” anziché “la gente”?

          Qualcosa mi dice che sei di Gela, Caltanissetta o giù di lì. XD

          • Leonardo

            “laggente” scritto così è inteso in termine spregiativo, è una parola ricorrente, cerca su Google per maggiori informazioni circa la provenienza 😉

          • hernandez

            “laggente” scritto così è inteso in termine spregiativo, è una parola
            ricorrente, cerca su Google per maggiori informazioni circa la
            provenienza ;)… laggente ,come la chiami tu arriva e ti fa la pelle,…” Per diletto in campo audio utilizzo anche Daw e trovo che Ardour sia
            ancora molto limitato rispetto alle Daw professionali più blasonate”, anche musicista quindi un grafico & musicista , ma per diletto o professionale?

    • «Poi basta prendere un hex editor e aprire jpg, png e gif dai siti di
      vari Lug, Blog che parlano di Linux, siti che parlano di Linux,
      produttori, distro, ecc… leggere l’intestazione del file e rendersi
      conto della realtà dei fatti: quasi tutti utilizzano Photoshop»

      Urca. Pensa te che idiota io che ho sempre progettato e impaginato tutti i fliers del mio LUG usando Gimp e Inkscape… dici che mi devo andare a nascondere?

  • giulio

    nessuno ha citato krita, che alcuni usano professionalmente per le immagini. Un bel progetto che può crescere

  • Davide Depau

    Beh cosa ci si può aspettare da chi usa vBulletin come forum?

  • lorenzo s.

    Se alcune cose non le puoi fare con il software libero, o le fai con software proprietario o non le fai. Io sono favorevole alla prima opzione: l’importante è che il prodotto finale, in questo caso ubuntu touch, sia FLOSS.

    • Puoi fare degli esempi di “alcune cose non le puoi fare con il software libero” in merito alla creazione di immagini raster 2D (cosa di cui si occupano PS e Gimp)?

  • ciccio

    che p a l l e questa talebanaggine di chi usa Linux, non vi sopporto più

    • Ci sono un sacco di altri blog che puoi leggere se vuoi. 🙂 Nessuno ti ha obbligato. Comunque non è un discorso di talebanaggine, è un discorso di: vendi prodotti con software libero? Sviluppi una distribuzione Linux? Ok allora la grafica del tuo SO per dispositivi mobili la disegni con Gimp e Inkscape.

      Poi sennò noi che appreziamo Canonical facciamo la figura degli incoerenti. Bisogna essere coerenti. Un conto è se non esiste alternativa libera e usabile con analoghe funzionalità (vedi casi come Spotify, Dropbox), un conto è se l’alternativa c’è e fai finta di non vederla.

  • pntk

    ahahahhahahahahha lavorare in campo grafico con gimp! mi hai proprio piegato, burlone!

    • LordMax _

      Io lavoro con 5 grafici che usano esclusivamente software open (fra cui ovvaimente gimp e inkscape) e fatturano circa 80.000 euro l’anno come liberi professionisti, per i loro lavori di grafica, fai tu.

      • pntk

        forse potrà limare su altre cose o si può permettere di aggiungere qualche ora in fattura ma la produttività di PS se lo mangia gimp!

        cmq ridevo perchè su questo blog si vuole ostentare a tutti i costi le qualità del SW open, ma non è sempre così!

        uno dei motivi per cui linux “non sfonda” è appunto perchè non esiste un programma neanche lontanamente paragonabile a PS e minimamente competitivo in termini di produttività, e questo è un vero peccato, sia chiaro! mi auguro sinceramente che in questo campo altri programmi meglio organizzati di gimp facciano strada!
        ps. ho provato a usare GIMP più volte eh…!

        • cobe571

          Ma non diciamo cazzate per favore!

          • Mah, lascia che dica. Non sai le polemiche che ogni tanto leggo facendo da amministratore al forum di Gimp Italia… Ce ne sono anche di peggio, prue in giro per il web trovi di tutto, come quelli del “eh ma io il bottone lo troverei più comodo se fosse nell’altra finestra di dialogo, cosa aspettano gli sviluppatori ad ascoltare la mia feature request?”.

          • pntk

            ho risposto sopra! cmq sono opinioni, non cazzate! non mi sembrano grandi argomentazioni le tue invece! vabbeh…

        • “ho provato a usare GIMP più volte”

          Hai proprio ragione pntk! Infatti tutti i più autorevoli testi di interface design, sofware engineering e programmazione indicano come criterio di qualità di un software “Se pntk l’ha provato ad usare più volte e non è rimasto soddisfatto, il software è di scarsa qualità”. Ma per cortesia…

          Potrei dirti anche io che Photoshop l’ho usato più volte e in confronto Gimp è molto più intuitivo (o visto che poi ci accusi di essere sostenitori incondizionati dell’open, anche Paint Shop Pro quand’era di Jasc era migliore) ma ovviamente il fatto di “l’ho provato più volte” non è una tesi che regge. Le qualità di Gimp si valutano non solo dagli strumenti equivalenti (o da quello che PS ha copiato da Resynthesizer di Gimp) ma anche dalla qualità dei lavori prodotti da chi lo usa. Un grafico professionista fa ottimi lavori anche con Gimp e Inkscape, la qualità del lavoro la dà l’umano, il software è solo un aiuto.

          • pntk

            ah si già infatti conosco un macello di persone che usano gimp in modo professionale…! ho visto lavori fatti da professionisti con gimp e con tutto l’impegno che ci mettono no, non mi sembrano paragonabili! risultati plasticosi… Anche solo la qualità dei filtri e delle selezioni sono anniluce indietro! guarda che a me DISPIACE che gimp non sia competitivo a livello professionale e sia caotico, sarei il primo ad usarlo! comunque non mi sembra il caso di aggredirmi in questo modo, ho solo detto la mia!
            In ogni caso proverò ad utilizzarlo nuovamente e cercherò di ricredermi per l’ennesima volta!

    • Brau

      GIMP non sarà il non-plus-ultra dei programmi di disegno, ma gli strumenti non mancano… Poi dipende anche quello che uno deve fare, se deve fare robe avanzatissime da next-next-gen potrà essere costretto ad usare PS, se no GIMP (se no Krita, che è più PS-friendly) basta e avanza… Conta anche la voglia di mettersi lì ed imparare ad usarlo, se non hai voglia di imparare allora la colpa non la dare a GIMP…

    • cobe571

      Io lavoro in campo grafico, sia 2D che 3D, da più di venti anni, e conosco entrambi i software perfettamente. Cominciamo con lo sfatare questa immensa stronzata che Photoshop sia migliore di Gimp. Allo stato attuale i programmi ormai si equivalgono. L’unica cosa che Photoshop ha in più, è una migliore gestione della curvatura dei testi. Nientaltro. Gimp ha tutti gli strumenti che ha PS, se non di più. Hanno nomi diversi, ma sono presenti. Fine della storia.

  • perfinstals

    Mi sono sentito deluso ,eppure avevano gimp e inkscape a disposizione …

  • Gianky Fashion

    Visto che avevo ragione!! miei detrattori! viva MAC 😀 grandissimissimo! super superissimo, il top!! grazie steve che ci hai regalato la vera tennologia alla portata di tutti e professionalissima!! 😀

    • Domenico Patania

      Tu fumi qualcosa di veramente allucinogeno e dannoso.
      Per la tua salute ti sconsiglio caldamente di far uso di quelle sostanze.

  • Sam

    Ma quanto è bello vedere gli utenti che si scannano tra di loro :3

  • Apollo

    spesso si dimentica che linux non è gimp o photoshop se un software non viene rilasciato per linux non vuole dire che sia un pessimo sist operativo anzi

    linux è ottimo migliore di windows
    gimp è sufficiente ma non all altezza di photoshop

    questa immagine potrebbe avere un significato nascosto che adobe rilasci i suoi programmi in futuro anche per linux?

    • Dipende solo dalla diffusione di Linux. Se i PC che utilizzano linux come SO sono pochi nessuna azienda commerciale avrà interesse a sviluppare i suoi prodotti per quella piattaforma.

  • Luca Tavecchio

    il problema che ha qualunque studente di grafica insegnano ad usare photoshop sia alle superiori che all’università … solitamente versioni pirata ovviamente visti i costi delle licenze… quindi è difficile che poi inizino ad usare software diversi dopo anni di training con i programmi adobe..

    • Sam

      Confermo , lo stesso vale per office e Autocad :

      • Luca Tavecchio

        già la cosa che mi fa innervosire..finché office beh una licenza studenti costa una cifra ragionevole..ma quando chiedi agli studenti di usare software con costi come photoshop e cad di fatto non è altro che promozione della pirateria.. anche perché dubito che qualcuno si accontenti di una licenza usata di una versione di 2 o 3 anni fa comprata su ebay o mi sbaglio?

        • Astarte

          Se parliamo degli studenti ci sono degli appositi programmi promossi dalla stessa azienda (o software house) ai quali gli impianti accademici possono aderire. Tra forti agevolazioni e sconti, gli studenti possono utilizzare il prodotto per scopi educazionali in fase di apprendimento previa frequenza degli specifici corsi. Mi è capitato con M$Office, con tutta la suite Adobe e con diversi CAD.

          • Luca Tavecchio

            sfortunatamente non tutte le università possono permettersi questi tipo di accordi con le software house.. so anch’io di corsi di laurea dove microsoft regalava dischi di windows 7.. ma purtroppo le cosiddette “agevolazioni” non sono sempre disponibile.. e cmq sono pagate dall’università sui cui bilanci pesano.. che poi i soldi dei bilanci da dove arrivano? qualcuno che paga alla fine c’è sempre..

  • TheShooter

    Il vero problema sono i tifosi. Non li ho mai sopportati. Un
    professore di basi di dati della mia università iniziava i suoi corsi dicendo
    “Prima di iniziare, una regola: MAI innamorarsi delle proprie
    teconologie”. Mi fanno terribilmente incazzare coloro i quali si
    schierano per partito preso pro o contro
    un sistema/tecnologia/filosofia, senza darsi una svegliata e guardare le cose
    con un briciolo di obiettività. Questo vale per tutti, Linux-taliban, Mac
    –addicted e Winzoz fans. Ho abbandonato Winzoz da anni ormai, senza alcun
    rimpianto, ho provato decine di distribuzioni diverse, ho avuto 2 telefoni
    android di fascia alta, due versioni diverse di iPhone e un Mac. Fare a botte
    per convincere gli altri che un sistema sia IL migliore è stupido, oltre che inutile.
    Ognuno ha caratteristiche in cui eccelle ed altre in cui difetta.

    Dipende tutto da cosa uno cerca o dalle esigenze che uno ha!
    Prendiamo la grafica. Mi fa ridere sentire questi discorsi su GIMP. Qualsiasi
    designer/grafico professionale sa che la suite CS di Adobe è il MEGLIO che si
    possa avere. Period. GIMP è un sw favoloso, io lo uso spesso, ma non può
    competere ad un livello produttivo con i tool di Adobe, così come non possono
    Inkscape e Cinelerra. I motivi sono molteplici, primo su tutti il fatto che
    sono tutti integrati in un unico ecosistema, sono costruiti e progettati per
    rendere semplice e produttivo l’utilizzo in ambiente professionale, con dei
    risultati altissimi in termini di qualità e tempistiche. GIMP è un sw validissimo,
    ma non scherziamo, non è minimamente all’altezza di un ambiente produttivo come
    quello di un’azienda specializzata. Poi certo, c’è gente che si è costruita
    un’automobile in garage. Fighissimo, ha tutto il mio rispetto, ma non venitemi
    a dire che questo equipara casa sua a Mirafiori.

    Non capisco che cosa ci sia da scandalizzarsi se un’azienda
    open come Ubuntu utilizzi tool proprietari per progetti altamente professionali
    come Touch e Edge. Non stiamo parlando dell’utente medio che con un uso
    domestico pure GIMP è troppo avanzato.

    Stessa cosa su software come 3DSmax o Maya, o ancora di più
    Premiere. Ci sono fantastiche alternative open, che funzionano benissimo, ma
    non sono minimamente a livello dei corrispettivi proprietari.

    Il fatto è che alla maggior parte della gente PSo Premiere
    non servono, GIMP o Cinelerra hanno già una miriade di funzioni avanzate che
    loro non useranno mai. E’ come un impiegato che si compra la Jeep con lo
    snorkel per andare in ufficio.

    D’altra parte non si può nemmeno esasperare l’inverso.
    Chissenefrega di KIES quando ci sono alternative ottime e libere. Nessuno mette
    in discussione l’affidabilità pazzesca che ha Linux in confronto agli altri SO.
    In ambiente server Linux è il padrone e si sa. La counità risolve pressochè
    ogni nuovo problema nel giro di settimane se non giorni ed ormai sono
    disponibili distribuzioni come Ubuntu che per l’utente medio non richiedono
    quasi mai di toccare il terminale. Sul PC di mio nonno (classe ‘34) ho
    installato Mint e lo usa senza alcun problema. Sarà un’eccezione, ma tant’è…

    Le comunità open devono liberarsi da questo oltranzismo che
    fa indossare paraocchi sempre più grandi. Ubuntu sta avendo sempre più successo
    perché Canonical sta adottando un modus operandi da azienda di software
    professionale plasmandolo attorno alla filosofia opensource. Imparare non più
    SOLAMENTE dagli errori del software proprietario, ma anche e soprattutto dai
    suoi pregi. Questa è la strada.

    Bisogna capire che il parco utenti è un tantino più
    variegato del dualismo noobORnerd

  • peccato che quelli davvero validi e divertenti saranno 200 al massimo.
    spero che le steam machine cambino qualcosa, sia a livello di driver che di supporto ai giochi

    • alex

      Sicuramente qualcosa si sta muovendo e sono usciti più giochi ultimamente che in tutti gli anni passati, e si spera che librerie multipiattaforma come le vulkan possano migliorare ancora la situazione.
      però buttando un occhio su Steam e usando i filtri in questo momento vedo: 1498 giochi linux, di cui 1235 indie… e tra gli indie purtroppo c’è di tutto e molti sono spazzatura 🙁

      • Ilgard

        Ci sono anche titoli di qualità.
        Ora come ora per gli rpg non c’è quasi nulla al di fuori del mercato indie.

        • C’è meno scelta che su Windows se si vogliono titoli di un certo livello ma rispetto a qualche anno fa va immensamente meglio.
          Si spera che all’uscita delle steam machine il gap sia colmato o quasi.
          Per esempio al momento non c’è un gioco di calcio decente, ne’ PES e ne’ FIFA. Può sembrare banale ma una consolle senza questi titoli perde molto appeal rispetto alla clientela tipica.

          • Ilgard

            C’è tempo: alla fine senza le SM sarà difficile aumentare la diffusione di Linux e SteamOS è ancora in beta. Inoltre penso che si riserveranno qualche titolo da annunciare insieme alle SM, così da rendere più interessante l’uscita.

          • Certo che c’è tempo ma a parte quelli che hanno nell’informatica un Hobby per ora le SM non esistono.
            Aspetiamo di vedere cosa accade con la campagna del lancio ufficiale, però se non fanno una campagna ad ampio spettro annunciando titoli che hanno appeal per chi usa le consolle sarà un disastro

          • Ilgard

            Beh, no, in realtà esistono eccome: manca il lancio ufficiale e l’uscita della versione stabile del sistema operativo. Tutto previsto a novembre.
            Ovviamente poi starà a Valve fare in modo che abbiano successo, ma dubito che non abbiano fatto bene i loro conti.
            Sicuramente è presto per dire che sia un flop o meno, si parla di operazioni a lungo termine.

          • Non credo si possa parlare di lungo termine, Novembre è domani e Natale dopodomani. Secondo me o prendono questa finestra o si aspetta un altro anno

          • Ilgard

            No, lungo termine perché un annuncio è solo l’inizio di una campagna di adozione.
            Non è che a novembre esce SteamOS e da quel punto in poi lo usano tutti. È possibilissimo che Valve abbia pianificato investimenti per un decennio.
            Così come fece la Microsoft che fece uscire la prima Xbox esclusivamente per aprire la strada all’Xbox 360.

          • cippalippa

            O magari meglio ancora da proporre in bundle! 😛

          • boot

            Concordo, probabilmente Pes e Fifa sono gli unici motivi per cui ho ancora Windows in dualboot.

      • cippalippa

        alcuni titoli interessanti per linux dovrebbero arrivare in autunno inoltrato in gold. Arma 3 e’ in beta, SOMA, DreadOut, Diyng Light, Satellite Reign sono in dirittura d’arrivo o poco ci manca; poi ovvio, dipende sempre dai gusti, imho.

  • lordronk

    Tra i già annunciati in uscita ci sono Batman Arkham Knight e Grid Autosport, e si vocifera anche Rocket League. Almeno qualche titolo importate sta arrivando.

    • Beh, già Batman Arkam Knight su Linux spaccherebbe di brutto.

      Ma anche Rocket League è fantastico. 😉

      • lordronk

        Batman se cerchi su Google è certo (e anche per GRID). Di Rocket League si parla perché lo regalano se compri hardware di Steam

        • Sì sì, infatti non mettevo in dubbio su Batman.
          Mi riferivo solo alla reazione degli utenti nel vederlo su Steam Machine e/o Linux.

      • Daniele Cereda

        sperando giri su roba decente,non scoprire che poi ha limitazioni abbestia per schede video….se arriva batman e alien isolation si fa un bel salto avanti

    • gabriele tesio

      La settimana prossima esce alien isolation per linux

    • rocket league è annunciato… poi deve arrivare a prossma settimana alien isolation, poi è in arrivo anche saints row 4 e forse anche il 2 e 3.

      • lordronk

        Perfetto speriamo l’uscita della versione finale di SteamOS ci porti altri miglioramenti ai driver!!!

      • cippalippa

        senza driver proprietari 352+ e gpu nvidia 600+ non parte nisba:(

        • magari in futuro sistemano e mettono la compatibilità anche per altre gpu nvidia (almeno fermi) e pure per le schede AMD

  • Luca Cavedale

    per mia immensa fortuna non gioco in pratica piu a niente, se non dota2 e c’e gia il client nativo( ora source 2 completamente open) per linux, io sono quasi apposto 😉

  • Cristian Martina

    Conoscete qualche gioco stile The Sims? Grazie.

    • Luca Cavedale

      provato con wine o playonlinux direttamente? ( ovviamente intendo the sims 😛 )

      • Cristian Martina

        So che può essere tranquillamente “emulato” con wine ma oltre a dover spendere soldi per un gioco non nativo mi ritroverri ad usarlo con scarsa risoluzione e dettagli. Molto probabilmente girerebbe anche male dato che le mie specifiche HW sono basse.

        • Luca Cavedale

          azz peccato, purtroppo non conosco altre alternative, anche perchè se non erro the sims è un gioco molto complesso e particolare, non so mi sembra difficile che ci sia qualche alternativa, ma magari mi sbaglio 🙂

          • Cristian Martina

            Anche qualcosa di simile.

        • io avevo provato non tanto tempo fa the sims 4 su un portatile con cpu i3 380m (prima generazione) + gt 540m e con wine girava bene… non ricordo però se usavo la gpu dedicata o integrata.

          • Cristian Martina

            Io ho puntato su un PC a basso consumo e rumore quasi nullo.AM1 5350 + 8gb + SSD 120gb.
            Magari ci gira ma comunque non è nativo.

          • prova a scaricare la “versione gratuita” poi se vedi che ti gira bene con wine e accetti di avere un gioco non nativo, valuti un eventuale acquisto del gioco

  • Simone

    E’ la qualità che deve crescere, non il numero. Finché ci saranno giochi da poco spessore rimarrà Microsoft in testa, e non ci sono Linux o Apple che tengano.

  • Cristian Martina

    Dove trovo una lista dei giochi gratis non free to play per linux?
    Grazie.

No more articles