Vi presentiamo Nutty, tool per elementary OS in grado di fornire una valida alternativa a Angry IP Scanner.

Nutty in elementary OS
Dalla community di elementary OS stanno approdando interessanti software, utili sia per l’uso domestico che professionale. Tra queste nuove apps troviamo anche Nutty un software open source in grado di fornire una valida alternativa a Angry IP Scanner e Nmap / Zenmap offrendo una moderna interfaccia grafica semplice ed intuitiva.
Nutty ci consente di analizzare al meglio la nostra rete locale collegata sia attraverso una porta Ethernet o Wireless, consentendo la scansione di ping (per verificare i vari host attivi),  la scansione delle porte, rilevazione della versione (per verificare i vari protocolli dei servizi e delle applicazioni) e fingerprinting TCP/IP (identificazione del sistema operativo o dispositivo dell’host remoto), .

Tengo a precisare che Nutty è un progetto ancora in fase di sviluppo, il software risulta comunque già molto stabile e funzionale.

Nutty in elementary OS

Possiamo già installare e testare Nutty in elementary OS digitando da terminale:

sudo apt-add-repository ppa:bablu-boy/nutty.0.1
sudo apt-get update
sudo apt-get install nutty

al termine dell’installazione basta avviare Nutty da menu.

Home Nutty

  • Dea1993

    preferisco LAMP piuttosto che XAMPP per il fatto che è tutto nei repository ufficiali di tutte le distro

  • Ermy_sti

    io lo avevo usato principalmente per imparare a fare siti su wordpress e joomla in locale poi con filezilla li ho portati su server remoti

  • Lux85

    Uso solo ed esclusivamente BitNami (LAMP Stack) da ormai un anno,
    scoperto per caso (allora cercavo un simil AMPPS per linux nonostante il buon yast server di opensuse, sempre usato quello).. oltre ad
    essere modulare, o con installazioni a sè stanti, è possibile portare i
    propri progetti php/html, o altri non inclusi (tipo FengOffice),
    tranquillamente dalla cartella /apps rispettando la struttura
    /apps/mio/conf/mio.conf (sistemando alias e directory) /apps/mio/htdocs e aggiungendo in fondo al file /apache2/conf/httpd.conf
    la riga Include “/home/lux/lampstack-version/apps/mio/conf/mio.conf” . Infine riavviare apache dal launcher (basta creare un launcher sul
    desktop da /home/user/lampstack-version/manager-linux-x64.run ) per vederlo http://localhost:8080/mio
    http://bitnami.com/

  • Lucammello

    Secondo me hanno complicato tantissimo l’installazione su linux.
    Inoltre nell’installazione guidata in linux non viene creata la voce di menu per il comodo pannello di controllo per avviare, arrestare e riavviare i vari servizi.

  • Rama

    Su http://www.turnkeylinux.org/ si possono trovare un sacco di soluzioni per le piu’ svariate necessita’, e’ possibile provarle anche da live senza installazione

No more articles