Ecco come installare e avviare il launcher Lxlauncher in LXDE / Lubuntu Linux.

Lxlauncher
LXDE è uno degli ambienti desktop più apprezzati dagli utenti che utilizzano principalmente personal computer datati. Visto il successo, in questi anni sono arrivati molti progetti dedicati compreso anche Lxlauncher un “light launcher” per avviare facilmente e velocemente le varie app in display di piccole dimensioni come ad esempio netbook, tablet pc ecc. Lxlauncher può essere utilizzato come alternativa al menu di default di LXDE oppure assieme con la possibilità di farlo “scomparire” dopo determinato periodo di inattività.
Ecco come installarlo e configurarlo correttamente.

Per prima cosa dovremo installare Lxlauncher digitando da terminale:

Per Debian, Ubuntu e derivate:

sudo apt-get install lxlauncher wmctrl

Per Arch Linux:

sudo pacman -S lxlauncher wmctrl

fatto questo dovremo creare un collegamento nel menu il quale avvia Lxlauncher e lo disattiva dopo un determinato periodo di inattività (esempio 60 secondi).

Basta digitare da terminale:

wget https://raw.githubusercontent.com/ferramroberto/blog/master/lxmenu.desktop
wget https://raw.githubusercontent.com/ferramroberto/blog/master/lxlaunch-menu
sudo mv lxlaunch-menu /usr/bin/lxlaunch-menu
sudo mv lxmenu.desktop usr/share/applications/lxmenu.desktop

Non ci resta che avviare Lxlauncher da menu (possiamo aggiungere il collegamento nel desktop o avviarlo attraverso una scorciatoia da tastiera), dopo 60 secondi di inattività il launcher verrà automaticamente disattivato.

Possiamo cambiare il tempo di inattività digitando:

sudo nano /usr/bin/lxlaunch-menu

e modificare la riga sleep 60 con il tempo preferito (esempio due minuti saranno sarà sleep 120 ecc).

  • FedeLinux

    Credo proprio di no, difficile raccimolare tale cifra in così poco tempo e 600 $ per un device sono un po tantini

    • in pochi minuti è cresciuto da 75 e 134.000 dollari
      è dura ma a mio avviso ce la può fare
      il problema è che nel maggio 2014 cissà cosa ci offrirà il mercato
      a settembre esce l’octa core di mediatek
      quindi a maggio 2014 potremo avere un device con caratteristiche simili (se non migliori ) ad edge a 200/300 euro

      • AleCutu

        Ciao Roberto, sul sito c’è scritto che le specifiche sono soggette a modifiche. Quindi processore e display potrebbero benissimo cambiare se il mercato venisse stravolto in una decina di mesi.

      • AleCutu

        Inoltre chi compra Edge lo fa più per supportare Canonical in questo passo storico per una distribuzione Linux, più che per avere uno smartphone. Io ad esempio ho donato un po’ di soldi solo per supporto.

        • Simone Dedo

          Apprezzo le persone come te, anche io sono così, ma vedi, un conto è donare e un conto è buttare 😉

  • Fringui

    Esatto, sono lunghi i tempi d’uscita sul mercato, ma è incredibile vedere come sale la cifra facendo qualche aggiorna ogni tanto…

  • Marco

    Fatemi capire, quelli di Canonical fanno i fighetti, marketing con tanto di presentazioni di Shuttleworth, coundown vari, Ubuntu phone di qua, ubuntu phone di la. sembra che stiano per cambiare il mondo da un momento all’altro e poi… non hanno i soldi per rendere reali tutti questi progetti e fanno una raccolta fondi! E la comunità che vorrebbe contribuire, non solo spende soldi per il fondo, ma magari se lo pure comprano a quel prezzo… Ma vaff….o va…

    • C’e’ qualche cosa che sta sfuggendo anche a me questa volta…:D

      • canonical ne ha spesi di soldi fin’ora
        di sicuro non mancano a mark 32 milioni di dollari ma a mio avviso in questi tempi non conviene rischiare visto soprattutto con un device e sistema operativo che deve competere con android e una azienda come google o apple
        a mio avviso meglio ha fatto bene canonical a fare una raccolta fondi e magari investire i soldi nel progetto ubuntu server, openstack ecc

    • Daniele Cereda

      vuoi ridere?guarda il video a 1:38 e scopri con cosa lavora canonical per il prodotto per cui ci chiedono pure i denari anticipati:imac e macbook pro….se non è presa per il culo questa!!

      • Fabio

        Hanno un supporto hardware strepitoso (son i soliti 3 pezzi in croce…), ce l’ho pure io!
        Dimmi che cambia tra comprare un Pc con win8 e mettere in dual boot Ubuntu, e comprare un imac con un ottimo hardware e mettere in Dual Boot Ubuntu?

        • ale

          Si intanto loro lavorano con mac os,perchè non ubuntu ?
          E poi se non sono nemmeno capaci di assemblarsi i pc allora cosa vogliono fare uno smartphone

          • Fabio

            Tempo risparmiato, quindi soldi. Canonical è una Azienda, non è un Fondazione. E poi ben venga l’ubuntu Edge. Perchè, se non vi piace, ci potete installare Arch o qualsiasi altra cosa.

          • Daniele Cereda

            ma s ei soldi li stanno chidendo a noi e manco sanno se riusciranno a produrre?ma tu hai una idea di cosa sia una progettazione e un plain di produzione?ma ti rendi conto che questi prima si fanno dare i soldi e poi manco assicurano la riuscita del prodotto?alla faccia dell’azienda….

          • ale

            Ma si ok però se loro sviluppano un sistema operativo e poi si rivolgono alla concorrenza per i loro pc interni allora è un controsenso,come se vai alla apple e vedi che lavorano con pc con windows o se vai da MS e hanno i mac…

            Che si possa installare un altra distro non penso sia tanto semplice,dato che per ora l’ unica distro per telefoni è ubuntu,e comunque non penso faranno mai una arch per telefoni…

          • Simone Dedo

            Ti stai proprio sbagliando. L’unica distro per i telefono è Maemo, Maemo è stata realtà, Ubuntu no e non lo sarà mai grazie al cielo.

          • Simone Dedo

            E chi ti garantisce che puoi installare arch o qualsiasi altra cosa?

            Ma tu sai cosa vuol dire cambio architettura? O pensi che puoi incastrare Ubuntu anche sui televisori?

          • Fabio Da Ronta

            Fino a Prova contraria Il kernel linux è il kernel Linux. Lo puoi far bootare ovunque, con le dovute bestemmie. Se poi ci fa il boot android poi giocarci come vuoi. Basta avere tempo e/o soldi.

        • Daniele Cereda

          non c’entra nulla,io per primo riconosco ad apple l’aver creato per certi versi degli ottimi prodotti(esuliamo dal discorso di vendita e prezzi),ma permettimi di ridere del fatto che il porta bandiera dell’opensource deve usare prodotti apple e relativi software per poter realizzare quel “coso” siamo alla vera presa in giro.

          • Fabio

            Daniele ma te sai cosa è il marketing?
            Ogni minuto risparmiato sono soldi, ogni cliente servito prima e bene è reputazione. Canonical è una LTD l’equivalente di una S.r.l. non puoi paragonare Canonical ad una Fondazione come la Debian o la FSF. Sono proprio entità diverse anche a livello di tassazione.

          • Daniele Cereda

            canonical ad oggi non mi da un bel nulla,il “suo” SO è portato avanti da anni da una community e di device”fisico” non mi hanno venduto altro che una tazza da caffè e un micro mouse…sarebbe marketing quello??uno store di paccottiglia dove sono assenti i prodotti veri?dove se voglio l’unico progetto semi serio di PC con pre installato ubuntu devo comprarlo dallo store Dell?(che poi mi consiglia windows8??)quindi torno all’inizio:è ridicolo vedere in canonical prodotti apple,vai a cupertino a vedere se usano pc con windows 8 per la progettazione!!

          • Fabio

            http://en.wikipedia.org/wiki/Canonical_Ltd.

            Colonna di destra:

            Revenue
            $30 million (2009)[3]

            Employees
            500+[4]

            No, non sanno fare marketing.

            Trenta milioni di dollari..Chia cialtroni!!!

            Dopo Red Hat, trovami un’altra azienda che si avvicina al simile fatturato.

            Lo Ripeto Canonical è una LTD, non è una Fondazione. Ragione da imprenditore, non ragionare da ragazzo dei centri sociali.

          • Simone Dedo

            Suse? Novell? Oh scusami, avevi detto chi si avvicina a un simile fatturato, questi li superano 😉

          • Fabio Da Ronta

            e a Novell non lavorano nè con Mac, nè con Fotosciop e tu ne sei certo. Suse Linux ha avuto recenti problemi di sviluppo, ricordi? Mancavano developers.

          • Simone Dedo

            Io ho citato Novell e Suse perchè parlavamo di fatturato generato da azienda che lavorano in questo campo non del fatto che non lavorano nè con Mac nè con Photoshop. Continuo a pensare che tu risponda senza cognizione di causa. Comunque…

            Riguardo Suse Linux non sapevo che avessero problemi, i rilasci avvengono sempre e sono costanti. Mancano sviluppatori di che tipo scusami?

            Hai una fonte o una loro comunicazione che dice ciò?

          • Fabio Da Ronta
          • Simone Dedo

            Premesso che openSUSE è una cosa e SUSE è un’altra.

            OpenSUSE sta continuando ad avere rilasci precisi sulla base delle loro pianificazioni e che la riorganizzazione è ancora in corso e stanno avendo buoni riscontri.

          • Simone Dedo

            Attento, Canonical non è porta bandiera dell’opensource, quello è Stallman.

          • Daniele Cereda

            insomma,il caro Mark negli ultimi anni ce l’ha abbastanza fatto a fette con la storia dell’open source tanto da scriverlo persino sul sito di ubuntu.

      • Marco

        Grande, non me ne ero accorto ahaha!!!!! Non è proprio il massimo vedere che creano Ubuntu con Mac OS… Queste immagini le si dovrebbero mandare a Stallman ahaha!!!

      • Simone Dedo

        Vabbè, questa è una cosa minore, non è che un benestante che può permettersi una villa al mare, può permettersi anche un ferrari.

    • Simone Dedo

      E’ quello che sto dicendo anche io ma con altri termini.

      Canonical faceva meglio figura a non fare nulla di tutto questo o semplicemente sviluppava Ubuntu Phone e gli appassionati poi lo installavano tanto per divertimento, perchè solo a loro serve, non è per la massa.

      Che si dedichino piuttosto a contribuire a software critici su Linux e ai suoi servizi.

    • Simone Dedo

      Praticamente il conto alla rovescia di questo importante annuncio (come fosse una delle conferenze in cui presentano i nuovi prodotti) era una raccolta fondi per un loro progetto.

      Mi viene da ridere solamente a pensarci.

  • fedefigo92

    Caratteristiche fantastiche porterà i telefoni a un altro livello con 128gb di memoria e quelli non si vedranno di sicuro a breve su smartphone…nel 2014 invece la ram sui telefoni sarà di 3gb mentre questo ne avrà 4 ma con il vantaggio di un vero so da pc…vedremo se ce la farà canonical al massimo c’è zio mark che tira fuori i soldi ahah

    • in cina ci sono già smartphone a 3 gb con 64 gb si storage
      penso che già a natale si vedranno smartphone con 4 gb e 128 gb di storage e cpu octa core a prezzi davvero molto competitivi (sui 300 euro)
      con schermo full hd (se non 4k)

      • Agno

        Sì, le caratteristiche sono buone, ma come dice Roberto 600 euro sono tanti

        • diciamo che se fosse venduto oggi sarebbe da prendere al volo a maggio 2014 a mio avviso sarà caro
          da notare anche al risoluzione dello schermo che è quella degli attuali smartphone

        • Agno

          Scusate, non 600€ ma 630$, quindi 480€

  • Dario · 753 a.C. .

    dovevano metterlo perlomeno a prezzo di fabbrica.. almeno facevano la diffusione e poi semmai iniziavano a guadagnarci perché altrimenti chi li spende 600 eurozzi per un telefono con un so nuovo??

    magari a 200 euro lo prendevo e come me moltissima gente e iniziava a diffondersi bohhhh

    • non sono riuscito a capire se riusciranno a raccoglier i fondi chi produrrà il cell

  • Cioè la gente spende 600 euro per samsung s4 e 800 euro per iphone 5(e non sono 4 gatti) e ora 600$ sono troppi per un dispositivo che ha caratteristiche molto ma migliori capace di eseguire 2 sistemi operetivi differenti e che, da quello che ho capito dal video di presentazione, dovrebbe essere capace di sostituire un computer tradizionale con una dock?

    • gli spende adesso e lo usano anche adesso e non a maggio 2014

      da qua a maggio sicuramente avremo device con caratteristiche simili (se non superiori soprattutto nella risoluzione schermo e cpu) a prezzo inferiore

      • Fabio

        Ma l’hardware non fa il monaco. L’innovazione non sta nei componenti, ma nel Software. E l’idea innovativa c’è, inutile negarlo.

      • Sicuramente a maggio 2014 le caratteristiche tecniche degli smartphone saranno aumentate e si aggireranno intorno a quelle dell'”ubuntu phone” megahertz più megahertz meno idem ram e storage.
        I prezzi non credo che saranno inferiori dato che, sempre, ad ogni nuova versione di smartphone (samsung o iphone) il prezzo è aumentato, infatti al lancio €S4 > €S3 , €Iphone5 > €Iphone 4S, ecc…
        Quindi dubito che a maggio 2014 il prezzo di un ipotetico samsung S5 sia inferiore ai 600/700€.
        Nel caso dell'”UbunutuPhone”il prezzo sarebbe in linea con gli altri dispositivi sul mercato, le caratteristiche anche, ma si avrebbe la triciple possibilità di:
        – avere ubuntu su un telefono personalizzato
        – la possibilità di avere android su un dispositivo perfettamente supportato
        – la possibilità di avere un dispositivo che attraverso una dock potrebbe “sostituire” un pc tradizionale (a detta di Mark).

        Ovviamente parlo di un certo mercato. Non sto tenendo in considerazione i cinafonini, ma quelli sono già competitivi con gli attuali dispositivi

      • gregoryhouse

        Amministratore, mi sembra evidente che ogni cosa faccia Ubuntu o mint sembra buona per essere criticata sempre e comunque!

        Da utente affezionato le chiedo: se Ubuntu non le piace, perché ne parla sul suo blog?

        • Simone Dedo

          Perchè è libero di esprimere quello che vuole ad esempio?

          • gregoryhouse

            Questo si chiama sputare nel piatto, al mio paese.

            Come vendere caciotte di pane e andare in giro a criticare le caciotte di pane perché orride.

        • ange98

          +1 per il nome 😀

    • Simone Dedo

      Ma ti sembra un paragone corretto il tuo? Ma ti ascolti quando parli?

      600 euro per un samsung vuol dire parco software, assistenza clienti, accordi commerciali con altri produttori e garanzia di una multinazionale che produce da anni hardware elettronico.

      Iphone ti offre servizi (icloud, trova il mio telefono), app store, assistenza clienti, sostituzione di un nuovo telefono o ricondizionato in caso di rottura, accordi commerciali.

      Canonical quando voleva sviluppare Ubuntu Phone non aveva nemmeno parlato di un software center.

      • Guarda che qui non stai parlando ne con tuo fratello ne con un tuo amico, cerca di discutere in modo educato se hai qualcosa da dire altrimenti evita di rispondere a quello che dico.

        Per quanto riguarda il contenuto del tuo commento il parco software ce l’hai ancora, anzi se è proprio il parco software che ti interessa tanto, con ubuntu avrai un parco software molto migliore. Non dovemmo mica preoccuparci di fruit ninja!?
        Inoltre potrai usuffruire del parco software android e del parco software ubuntu con il dualboot e forse anche solo con ubuntu se in futuro ci sarà compatibilità con le app android.
        Per quanto riguarda l’assistenza clienti non credo che canonical abbia qualcosa da imparare da samsung, forse il problema potrebbe essere l’assistenza hardware ma non credo tralascieranno questo aspetto.
        Per quanto riguarda Iphone nemmeno mi esprimo, sono certo che con una “modica cifra” sapranno aiutarti quelli del call center di cupertino.

        • Simone Dedo

          Perchè da quando dire: “Ma ti ascolti quando parli” è maleducazione?

          Non credo che sia stato maleducato nei tuoi confronti.

          Scusa ma se devo sfruttare il parco software Android, perchè devo prendere un telefono da 600 Euro quando anche con uno da 350 va bene? Senza contare che è già collaudato.

          Guarda che stiamo parlando di Ubuntu Phone, mica di Android e Ubuntu Phone non ha nulla come parco software.

          Riguardo l’assistenza clienti, per quanto riguarda un prodotto samsung ho un numero verde, lo chiamo e un operato è disponibile a darmi supporto. Se non c’è soluzione al telefono, mi apre un biglietto per rimandare indietro il prodotto.

          Canonical che assistenza fornisce invece? Un forum? E per 40.000 persone tu vuoi offrire un forum ufficiale?

          Questa è la differenza di professionalità, tu non la noti?

          E riguardo Apple, io in azienda (ho sempre boicottato prodotti Apple, ma non decido io) ho due imac da 27 pollici.

          Ogni volta che ho chiamato l’assistenza sono stati professionali e ho sempre risolto le problematiche da me presentate, con una cordialità invidiabile.

          Hanno dovuto anche sostituire un disco rigido (senza spese da parte mia e in sede) sostituire una scheda logica (che significa che hanno dovuto cambiare la piastra madre e in sede) senza spese aggiuntive.

          Questo dimostra che io ho avuto esperienza con l’assistenza clienti Apple e Samsung (quella Apple è senz’altro la migliore che abbia mai visto al pari di Amazon) mentre a me sembra che parli senza nemmeno averne avuto esperienza diretta.

          • Brau

            A casa mia (non so gli altri), dire “Ma ti ascolti quando parli”, più che maleducazione, è offensivo, dato che si vuole far intendere al prorio interlocutore che non usa il cervello quando parla, quindi puoi tranquillamente trarre le tue conclusioni…
            Riassumendo: per quanto possiamo slogarci le mascelle affinché su ogni dispositivo fisso o mobile si possa usare Linux, mi spiace ammetterlo, ma finché sono ancora i “Big Money” a comandare, non si può fare una segaccia di niente, quindi è abbastanza inutile continuare a fare i fondamentalisti, quindi rimaniamo ad usare quello che vogliamo, sia esso free o a pagamento, e non scassiamo le scatole agli altri. FINE.

  • AleCutu

    Io ho donato un pochino e verso gli ultimi giorni lo farò ancora (credo che le donazioni si concentreranno proprio in questi due momenti, inizio e fine), ma secondo me non ce la fa.
    In poche ore ha raggiunto l’1%, ma dovrebbe mantenere questo tasso di crescita o quasi per tutto il mese e credo che sia assurdo.
    Deve salire di circa del 3,23% al giorno, ovvero di più di un milione al giorno. Dovrebbero prolungare i tempi.

    Direi che il prezzo a cui viene proposto è molto vicino al prezzo necessario per produrlo: ricordiamoci che verranno prodotti pochi devices.

  • Il telefono proverò se potrò a prenderlo principalmente per il SO.
    Non so quanti di voi han provato le app disponibili ad oggi per Ubuntu Touch. Sarò di parte ma a me anche solo esteticamente sembrano strafighe. Senza contare il fatto che sviluppare in QML a me sembra veramente stupendo, molto semplice, molto immediato. Ho grandi speranze 🙂

  • garuax

    Io con 32milioni di dollari sono in grado di tirare fuori molto di più!
    Una cura per una malattia rara, un telefonino con Ubuntu sopra senza Android, ed un direttore della comunicazione perchè Mark S. è davvero un pessimo esaltato.

    • gregoryhouse

      Vuoi il mio HTC One? Te lo vendo a buon mercato! Io vado dietro l’innovazione Ubunto, tu resta a criticare e a cercare la cura per i mali del mondo!

      • garuax

        modestamente già lo faccio 🙂
        Ma era per dire che Mark sbaglia e continua a sbagliare strategia… meno parole. Appena il progetto è pronto, allora si va allo scoperto. La Nokia una dock già la vende e per quando Ubuntu sarà pronto Microsoft avrà già doppiato quanto sta già facendo Mark. L’idea è fichissima, ma continuano a parlare, parlare, parlare…. Android uscì nel silenzio.
        HTC One è carino, ma io ancora non vedo differenza tra il tuo smart e un nokia di 3 o 4 anni fa… Poi ognuno spende e dona come vuole. C’è chi ancora paga l’8 per 1000, pensa un po’… tu potresti essere uno di loro…

        • gregoryhouse

          Io ho la dock della Nokia per il Lumia 920…non serve ad una mazza senza Windows 8 già installato sul PC-

          l’8 per 1000? Ma non era il 5 per mille?

    • Torno Nel Mio Limbo

      Magari bastassero 32 mln per la cura per una malattia rara. 😐

      • garuax

        per la leucodistrofia metacromatica e la sindrome di Aldrich ne sono bastati molto meno. Ma era per dire altro…

        • Torno Nel Mio Limbo

          Sì con hiv.
          Si era capito il concetto ma sottolineavo che (purtroppo) non sono mai sufficienti. A volte trovano e tante altre volte (anche per malattine meno rare) no. ^^

  • gregoryhouse

    Ho letto che molti qui (compreso l’admin) dicono che a Maggio sarà vecchio, che nel frattempo uscirà S5, S6, S7, HTC Two…..E entro Maggio ci saranno device più beli di quelli di Ubunto.

    Ma onestamente dove lo trovi un telefono che fa anche da computer collegato al monitor? Io ho provato anche quei cosi Android pen che si attaccano alla televisione e quelle scatole con Android installato da media control….fanno letteralmente pena!!! Non ci gira quasi nulla di simile a Ubuntu o Mint per esempio.

    Come OS smarphone Android è molto buono, ma come OS da ufficio o da lavoro fa letteramente cagare!!!

    Uno smartphone che avrà pezzi buoni per il periodo in cui uscirà (ok ci saranno già altri device è ovvio il mondo va avanti) ma con Ubunto e Android insieme più il cavetto per avere Ubuntu o Mint sul TV o sul monitor in ufficio…ragazzi questa è rivoluzione, chi vuole rimanere fuori dall’innovazione rimanga ben volentieri!

    Onestamente mi sono stufato del mio S4 e del mio HTC One, ora li vendo entrambi e sto preparando la donazione massima per questo progetto interessante, perché questa è vera innovazione, ben oltre le componenti interne di uno smartphone…a me conta di più avere qualcosa di più “oltre” un semplice smartphone 700€ per fruit ninja.

    Voglio uno smartphone da 800€ per fruit ninja e all’occorrenza per avviare il vero Ubuntu sul PC, quello più completo. Se poi metti anche Android dentro allora è un prodotto da dominio del mercato a mio avviso! 🙂

  • Ciuino Magno

    è leggermente vergognoso che usino mac e wiondows… anche photoshop -_-‘

    • Sono liberi di utilizzare software e programmi che gli pare, non vedo perchè sarebbe vergognoso.
      Se hanno bisogno di Photoshop e altri programmi che non sono disponibili per GNU/Linux, non hanno altre alternative, se questi programmi fossero disponibili per Ubuntu molto probabilmente non userebbero Windows e OSX.

      • Daniele Cereda

        alt ma allora perchè raccontarci che ubuntu e linux sono alterantive a 360gradi? allora è vero che linux è un gran mondo ma con grossi limiti in ambito realmente professionale…io sinceramente mi vedo preso in giro scoprendo che in Canonical si lavora su MacOSX

        • Ciuino Magno

          è come se pubblicizzo gimp facendo la grafica con photoshop… ha senso?

          • Daniele Cereda

            no infatti

          • Il paragone non regge, loro non pubblicizzano software libero utilizzando software proprietario, semplicemente creano un prodotto e lo rendono disponibile, e per farlo possono usare cosa cavolo gli pare.

            Non mi risulta abbiano mai detto di utilizzare al 100% software open per creare Ubuntu, se per il lato grafico hanno bisogno di Photoshop, vuol dire che hanno valutato i vantaggi e hanno deciso di utilizzarlo.

            Comunque non è vero che GIMP è per chi non chiede troppo, io ci faccio cose anche abbastanza cazzutelle:

            http://www.kryuko.deviantart.com/art/Planet2-386906465

            Però se servono determinate funzioni che ci sono solo su photoshop, si usa photoshop.

          • quello che mi rende un po perplesso è se davvero c’era il bisogno di usare windows o mac dato che photoshop lo si può installare anche su ubuntu via wine e sentendo alcuni utenti funziona anche bene

            si sapeva che canonical usa sistemi proprietari ad esempio per gli sfondi metterlo so un video che parla di un progetto open a mio avviso fa perdere un po di credibilità
            sarebbe come vedere montezemolo girare per maranello su una mercedes sl a mio avviso

          • Ilgard

            Wine ha prestazioni inferiori. In ambito aziendale il tempo è quasi letteralmente denaro, risparmiare anche due ore nell’elaborazione di immagini perché si usa Photoshop sul Windows senza passare per Wine è già una scelta valida.
            Inoltre “sentendo alcuni utenti funziona anche bene” è diverso da “funziona bene di sicuro”.
            Tra l’altro nel caso di wine non puoi nemmeno chiamare l’assistenza e dire “non mi gira Photoshop su Wine”.

        • Ilgard

          Seh, vabbé, al via la sagra del qualunquismo.
          Linux non è un’alternativa a 360 gradi, è un dato di fatto. Mancano moltissime applicazioni professionali ed è inutile inventarsi le cose solo perché si vuole che sia così.
          Photoshop >> Gimp, è un dato di fatto universalmente riconosciuto salvo che dai fanatici, così com’è riconosciuto che Photoshop(OSX) >> Photoshop(MS).
          Gimp va bene per l’utente che non richiede troppo, se vai sul professionale ti serve Photoshop. Perché non è che negli studi fotografici e nelle aziende sono tutti imbecilli e pagano 600€ di licenza Adobe invece di usare Gimp a gratis solo perché fa figo.
          Ora, una persona che compra uno smartphone ha tutto fuorché bisogno di software professionali. Soprattutto se si pensa che Android al momento è carente addirittura sotto l’aspetto editor di testo (senza nemmeno scomodare aspetti più particolari dell’uso professionale che si può fare di un pc).
          Ma più in generale, il 90% dell’utenza di un pc necessita di un browser per andare su facebook e poco più.

          • Ciuino Magno

            non è questo il discorso, non generalizziamo, canonical promuove un sistema operativo open source e gratis, far vedere nel proprio promo anche software che vanno contro la propria politica e leggermente paradossale e contraddittorio, ribadisco l’esempio di prima…

          • “Il nostro lavoro su Ubuntu è guidato da una filosofia sulla libertà del software che ci auguriamo possa diffondere e portarne i benefici ad ogni parte del globo”
            da
            http://www.ubuntu-it.org/progetto/storia-filosofia

            Il giorno 22 luglio 2013 22:33, Disqus ha scritto:

          • Ciuino Magno

            per la libertà di software sono daccordissimo, quello che non capisco, è perchè pubblicizzare software che sono closed source e a pagamento; Sono un pò perplesso

          • Ilgard

            Scusa, ma dov’è la pubblicità?
            Siete voi che vi fate un sacco di seghe mentali a riguardo (senza offesa, ma è un dato di fatto). Il 95% di quelli che vedono il video non stanno a guardare se per ogni frame è possibile scovare software closed.

          • Ciuino Magno

            scusa hai mai visto OSX su un promo di windows, voglio farvi notare che canonical è un’azienda; sul video l’unico momento che viene usato ubuntu è per andare su internet -_-

          • Ilgard

            A dire il vero ci sono conferenze Microsoft dove si vedono usare MacBook.
            Ma tralasciando questo, l’unico punto in cui non si vede Ubuntu è quello da te citato e riguarda una dipendenza necessaria all’uso di un particolare software commerciale.
            La tua critica è totalmente infondata.

          • Ilgard

            E chi ti dice che il lavoro fatto con Photoshop riguardasse Ubuntu?
            A quanto si vede dal video poteva benissimo trattarsi di un addetto marketing che manipola foto del dispositivo per realizzare pubblicità.
            Ma è comunque un’accusa ridicola: la citazione non dice “useremo sempre e comunque software libero anche se sul mercato fosse presente software closed che più si adatta alle nostre esigenze”.

          • Daniele Cereda

            ma dai siamo alla difesa dell’indifendibile.un “tizio” che lavora in Canonical(quelli sono i loro uffici,pure fighi,mica quelli di pinco pallino)secondo te si presenta al mattino con un imac?ci lavora perchè quel pc è li.poche balle:su un video promozionale di ubuntu scopriamo che usano apple e windows,fossi io licenzierei a pedate nel culo chi ha ideato quel promo:scopriamo l’acqua calda nel sapere che usano PS con mac(che è ad oggi l’unica cosa veramente fatta per i grafici se usata bene come connubio)ma per lo meno abbiano la decenza di non sbatterlo in faccia.

          • Ilgard

            Eh? Guarda che non è che se sei un’azienda e devi fare pubblicità allora prendi un dipendente a caso e lo metti in una postazione a caso.
            Ti è mai venuto in mente che magari quello è il reparto marketing e lì usano sempre Photoshop (come fanno in praticamente tutti i reparti marketing di tutte le aziende)?

          • Ilgard

            Canonical promuove open source, ma non ha nulla contro il closed source né i software a pagamento. Infatti collabora con Steam e consente di installare simili software dal software center. Ergo non c’è nessuna contraddizione.
            Sarebbe stato più contraddittorio se si fosse parlato di Red Hat (che comunque vende software a pagamento).

          • Simone Dedo

            Allora perchè invece di sviluppare un telefono di cui chiedono anche una bella somma (in tempi sfavorevoli) non provano a contribuire o sviluppare software professionali?

            Inoltre non è vero che c’è solo GIMP, c’è anche Paintsupreme che gira su Linux.

            Non è qualunquismo, è costatare come il prete predica bene e razzola male.

          • Ilgard

            E’ qualunquismo bello e buono.
            Non è che se sai fare il muratore ti metti a vendere verdura.
            Canonical non è una sviluppatrice di software professionali ed è totalmente ridicolo pretendere che lo diventi (ma poi per cosa? Queste sono proprio critiche a caso).
            Canonical si occupa dello sviluppo e del marketing di un sistema operativo ed è in quell’ottica che opera.
            E non sviluppano telefoni, sviluppano sistemi operativi per un telefono. E’ diverso ed anche parecchio.
            Non è che solo perché Google è un motore di ricerca allora è assurdo che lavori su Android.

          • Simone Dedo

            E’ del tutto contraddittorio quello che dici:

            Un muratore può vendere verdura prima di tutto, perchè no?

            Apple ha sviluppato alcuni software per OSX ma lui si occupava principalmente di OSX.

            Google si occupava principalmente di pubblicità e motore di ricerca, ma adesso si sta espandendo in ogni settore.

            Per quale motivo Canonical non può dare un sostanzioso contributo sui software per Linux? Semplicemente perchè non gli interessa e trova remunerativo provare a vendere qualche telefono con i soldi dei contribuenti.

            Avrebbe potuto fare di più e non lo sta facendo.

            Anzi, ti dirò di più, GNOME sta facendo molto di più rispetto a Canonical. E parliamo di GNOME, che anche se ha alle spalle Red Hat, ha comunque disponibilità economica inferiore rispetto a Canonical.

            Astenetevi dal criticare il progetto GNOME e siate obbiettivi, sta facendo esattamente quello che ha fatto Apple e cioè offrire tutti i programmi base in modo semplice e ben integrato con il sistema.

            Continuo a ripetere, Canonical avrebbe potuto fare molto di più, ma sta solamente sfruttando tutti i progetti aperti a proprio vantaggio, chiede soldi per rivendere telefoni con il suo sistema e non rischia nulla.

            L’unico merito è aver concepito un sistema per l’uso comune anni fa, ma ora si sta arenando.

            Escludiamo collaborazioni con Valve, openstack e via dicendo. Valve avrebbe tranquillamente bussato la porta a Red Hat usando Fedora come principale distribuzione, non l’ha fatto semplicemente perchè è Ubuntu la più usata ed è innegabile vedendo anche la moltitudine di distribuzioni basate su di essa.

            Per quanto riguarda l’assistenza lato commerciale, si aggiunge solamente un concorrente, visto che ci sono già le più affermate Red Hat e Suse per queste cose, dove fanno molto di più per Linux, sviluppando patch per il Kernel e pagando quattrini alla fondazione Linux.

          • Ilgard

            Già, peccato che Apple e Google siano società drasticamente più grosse di Canonical.
            Il muratore non smette di fare quel che sa fare bene ed investe in qualcosa che non sa fare a meno che non possa permetterselo.
            Canonical dovrebbe smettere di fare quel che sa fare per iniziare a sviluppare software professionale (termine estremamente vago tra l’altro) senza nessuna vera motivazione.
            Gnome sta sviluppando dei software per il suo ambiente ma ci sono alcune differenze:
            -Gnome è finanziata da Red Hat che ha più soldi di Canonical
            -Le applicazioni di Gnome sono tutto fuorché professionali. Nella maggior parte dei casi si tratta di applicazioni già presenti rinominate e con qualche variazione estetica (es. Totem che diventa Gnome Video o come hanno deciso di chiamarla).
            Quindi all’atto pratico stanno solo lavorando nell’ottica di creare un DE esteticamente coerente che le applicazioni che vengono usate (cosa buona e giusta) scimmiottando però la Apple tirando fuori applicazioni di un minimalismo agghiacciante (pessima cosa).
            Non è che un file manager con 6 bottoni e due personalizzazioni in croce sia tutta questa grande applicazione, eh.

          • Simone Dedo

            Perchè non provi a essere più obbiettivo? Apple e Google sono aziende più grandi ed è vero, ma sforzarsi a collaborare con progetti già aperti da altri sviluppatori richiede meno risorse e soprattutto investire su un software come GIMP pensi che sia paragonabile a sviluppare un sistema come Android?

            Gnome è sponsorizzata da Red Hat e il guadagno di Red Hat è di Red Hat e quello che vede GNOME sarà il giusto per poter sopravvivere.

            Canonical nonostante abbia molti più soldi di fondazioni come GNOME e KDE ha solo inviato CD a gratis per far conoscere Ubuntu. Fatto questo dovrai fare qualcosa in più no? Oppure vuoi solo essere un parassita che sfrutta progetti amatoriali?

            Io non ho detto che le applicazioni GNOME sono professionali (leggi meglio quello che ho scritto) ho detto che GNOME si sta dando da fare per offrire software per il proprio DE, ben integrati con ciò che sviluppa. Erano presenti, ma adesso li sta cambiando dandogli un nome più appropriato (più semplice da ricordare per l’utente medio) e graficamente più curato ma soprattutto BEN INTEGRATO, te lo scrivo in maiuscolo stavolta così magari ti entra meglio in testa.

            L’unica cosa che ha fatto Canonical in questo senso è Unity, una scopiazzatura dell’interfaccia offerta da OSX con bottoni a sinistra e la barra del menu nascosta in alto. Anche GNOME si sta ispirando molto a ciò che offre OSX, ma prova anche a offrire qualcosa di nuovo come la shell.

            E queste cose, Canonical per fare bella figura, avrebbe dovuto contribuire a migliorarle invece che appiccicarle su Ubuntu (un’altra scopiazzata da Debian) e dire: “ecco il sistema più evoluto al mondo” in perfetto stile Apple.

          • Ilgard

            Non dico che non debba collaborare, ma d’altro canto Canonical è una delle poche che si sta preoccupando di trovare grossi partner commerciali per Linux e la cosa costa. Se i driver delle gpu stanno migliorando è anche grazie a Canonical che sta collaborando con Steam, Amd ed Nvidia.

            Per il resto, Gnome 3 è una scopiazzatura di OSX tanto quanto Unity. L’unica vera “novità” è la struttura della shell, così come per Unity è la dashboard (è stata la Apple ad arrivare dopo, a riguardo).

            Comunque non serve che scrivi in maiuscolo: se leggi bene il mio commento vedrai che ho scritto che Gnome sta facendo bene a dare una coerenza grafica al DE, cosa che il mondo Linux è un po’ carente.

  • picomind

    In poche ore hanno già superato il primo milione se vano cosi ci riescono, ma ce da dire che chi non lo fa oggi e difficile che prenoti domani a 230$ in più.
    Comunque ben vengano nuove alternative e nuove soluzioni.

    • ange98

      ehm… Cito roberto in un commento sopra il tuo “lo ordino domani mezzogiorno”.
      Dicevi?

  • picomind

    @ferramroberto:disqus speravo che almeno tu lo ordinavi 🙁
    farebbe comodo anche al blog, puoi aggiungere una rubrica dedicata.
    Se è una questione di soldi ti consiglio di mettere un banner con la scritta se cliccate qui ordinerò un ubuntu edge 😀 vedrai che da oggi a magio 2014 ci riesci a racimolare i soldi.
    Pensaci ti prego

    • lo ordino domani mezzogiorno
      perché non avevo i soldi nella poste pay e la posta a roverchiara chiude alle 13.30
      comunque lo ordino non vi preoccupate

  • Alberto

    mi sfugge una cosa: avrà un processore arm, ci sarà installato ubuntu phone per arm, come fa a diventare ubuntu desktop attaccato a una tv?

    • gregoryhouse

      Ubuntu desktop arm? mi pare di averlo visto già pronto e attivo

      • Alberto

        sì, ma sono due sistemi operativi diversi. a parte android, sull’edge viene installato un solo os. quindi presumo che siano conviniti di avere già finito la convergenza dei vari os ubuntu entro la data di consegna del telefono

  • Maudit

    Se li chiedono alla microsoft ne possono ottenere anche il doppio visto l’ottimo lavoro che stanno facendo su linux.

  • Ale

    Io ho fatto una donazione al progetto per che credo che questo progetto possa funzionare, e per che per me questa e una cosa bella

    • Simone Dedo

      …per che?? Ma sei extracomunitario?

  • Simone Dedo

    Non donerò nemmeno un centesimo, per me questo telefono non deve proprio essere concepito. L’unico vero Linux sul mercato, dovrà essere Tizen OS, non ce ne servono altri di case piccole come Canonical che non potranno gestire nemmeno un centro assistenza.

    • xmattjus

      Affidare tutto il mercato smartphone ad Intel (visto che la maggior parte degli sviluppatori al momento provengo da quest’azienda)? Neanche per sogno!!

      • Simone Dedo

        E samsung. Neanche per sogno? E per quale motivo? Non pensi che dovremmo ringraziare che un’azienda come Intel voglia sviluppare un sistema su Linux per tutti i dispositivi e supportarlo a dovere con il proprio hardware?

        Non so quale etica c’è dietro, ma credimi, abbandonala.

        • Tutan

          Ringraziare Intel? Non ne vedo il motivo. Si stanno buttando sul mobile perché hanno visto che il mercato desktop è in crisi; mercato in cui, tra l’altro, hanno fatto soldi, parecchi, vendendo sistemi a prezzi esorbitanti.
          Samsung: sì, la eviterò come la peste la prossima volta che acquisterò uno smartphone.

          • Simone Dedo

            Te l’ho appena dato il motivo: sviluppa Tizen e di conseguenza ti fornirà un supporto decoroso al loro hardware. Tu sai lo sai che ci sono componenti hardware che fanno girare la tua distribuzione Linux vero? Esattamente come un motore e come un motore, per farlo funzionare deve girare bene e per farlo girare bene ha bisogno di istruzioni (driver in questo caso) O lo ignori? Questa è una semplificazione ovviamente.

            Stai facendo un discorso che non ha alcun nesso con quanto ho scritto.

            Mercato desktop, si stanno buttando sul mobile…

            Ma cosa ha a che fare con il fatto che sviluppano Tizen e lo propongono sul mercato?

          • Tutan

            Evita di fare il saccente, che l’Elettronica la mastico ogni giorno.
            Io sto facendo un discorso che ha nesso e come. Non ha senso ringraziare un’azienda come Intel perché vuole entrare in un nuovo mercato, o pensi che lo facciano per migliorare la tua esperienza utente? Sviluppano Tizen per acquisire quote nel mobile, e a me, di dare sostegno ad una multinazionale scorretta come Intel non interessa. Quindi sì, preferisco di gran lunga dare considerazione ad una “piccola” realtà come Canonical; gli svantaggi ci sono, ma la stessa Samsung fa pietà riguardo aggiornamenti e cose del genere, dunque non vedo il problema.

          • Simone Dedo

            Faccio il saccente perchè ignore certe cose ed è evidente:

            Tizen non è solo mobile, ma anche Desktop. Multinazionale scorretta… hai un nome di una multinazionale corretta? Coca Cola Company? Nike? Volkswagen? Apple? Chi più chi meno, fanno tutti i propri interessi, la cosa intelligente è vedere chi fa anche il nostro e Intel è tra queste.

            Ora ti domanderai: e quale sarebbe il nostro? Beh, mastichi l’elettronica ogni giorno quindi non serve che te lo spiega, ma lascia che te lo dica dal mio punto di vista:

            Hardware AMD, driver su Linux pessimi.
            Hardware Intel driver su Linux eccellenti ogni giorno che passa e funzionalità che vengono aggiunte di mesi in mesi.

            Proviamo a tradurlo per un utente medio:

            1) Portatile o Desktop che funziona alla perfezione
            2) Il Portatile che non va a fuoco
            3) La connessione Wireless che non perde il segnale a 5 metri dal modem
            4) Youtube funziona senza scatti
            5) I video funzionano senza scatti anche a schermo intero
            6) Può collegare il portatile al televisore con il cavo HDMI e funziona tutto a meraviglia

            Samsung non rilascia aggiornamenti? Parli di Android, ma dimmi… che monitor usi? Che televisore hai a casa? E il tuo portatile? Hai un tablet? Visto che mastichi elettronica… quale marchio viene venduto di più tra Samsung e LG? Samsung e Sony?

            Sai… i componenti elettronici che tu mastichi hanno chip prodotti da Samsung stessa? Come le memorie RAM ad esempio, certo non dico che solo Samsung li produce, ma è una di quelle migliori che ci sono. Inoltre hai mai visto un disco allo stato solido prodotto da Samsung?

            Parlo del Samsung 840 pro di cui ne uscirà un altro modello, bene questo modello da molti è recensito come miglior disco SSD attualmente sul mercato.

            Sai inoltre che Samsung è entrata a far parte della Linux foundation? Membro gold (Intel è platinum). Sai cosa significhi questo? Significa che una grossa multinazionale, regge la baracca chiamata Linux Foundation che si preoccupa di diffondere e sviluppare software che prevedono Kernel Linux al suo interno.

            Sai chi c’è dietro la Linux foundation? Stallman.

            Sai chi promuove Tizen os? La Linux Foundation.

            Probabilmente l’unica cosa che mastichi di elettronica (Samsung) è solo un telefono che prevede Android, per il quale, avrai speso un mucchio di soldi e ora sei arrabbiato perchè non sono “previsti aggiornamenti”.

            Di questo mi dispiace, ma oltre a masticare elettronica, dovresti anche capire che accordi commerciali ci sono dietro tutto questo.

          • Tutan

            Certo, ma Tizen sarebbe nato se non si fosse pensato al mercato mobile? Io non lo so, sinceramente.
            Sia chiaro che comunque a me le guerre di religione non interessano eh, però non vorrei che si facesse passare Intel per quello che non è; mi pare siamo entrambi d’accordo sul fatto che si tratti di una multinazionale alla quale interessa solo il profitto, dunque non la dobbiamo ringraziare; o meglio, ringraziamola dopo aver testato i suoi prodotti.
            Il mio portatile ha un processore Intel, scheda video nVidia e scheda wireless Qualcomm Atheros. Non ho problemi col wifi, né con i video.
            Sul fatto che AMD sia sempre stata indietro ok, ma ho visto anche molta gente esserne parecchio soddisfatta, avendo speso meno; poi dipende da quello che cerchi.

            Però riconosco anche a Canonical il grande merito di aver contribuito alla diffusione di GNU/Linux, e di avermi dato un sistema subito pronto all’uso (con tutte le conseguenze, anche negative, del caso). Quindi, sono ben lieto che provino a entrare nel mercato smartphone, e non sparo a zero prima di aver visto qualcosa di concreto.

          • Simone Dedo

            Io ad esempio, sono stato AMDista per moltissimi anni (più di 8)

            Mi sono convertito a Intel per la bontà dei loro driver (non tanto hardware, perchè tanto alla fine non sfrutto al massimo tutto quello che hanno da offrire, se non con i giochi).

            Hai nVIDIA, per curiosità ti funziona Optimus con il driver proprietario? E’ una cosa che non ho ben capito ancora, soprattutto se serve bumblebee

            Hai qualcomm Atheros e vabbè… non ti si può dire nulla.

            Io però invece di andare per Atheros (comunque ottimo) sono andato di Intel e non ha mai perso un colpo e ne sono stato così entusiasta che ora non vedo altro che Intel su Linux.

            Rispondendo alla domanda se Tizen sarebbe nato se non ci fosse stato l’interesse per il mobile… fai una bella domanda e a questo non so rispondere.

            L’unica cosa che ti posso dire è che intanto esiste e la cosa più giusta da fare è supportarlo perchè è l’unico che può cambiare le carte in tavola tra i monopoli Apple e Microsoft.

          • Maudit

            veramente Intel è l’unica a produrre drivers open source per i suoi dispositivi.
            Rispetto allo sviluppo software possiamo ringraziare, e
            probabilmente saremo ancora più riconoscenti verso Intel nel prossimo periodo per Wayland e per gli effetti collaterali che il suo supporto avrà verso nVidia e AMD (tutti o quasi i proci intel ormai integrano un chipset video).
            Sai, Wayland è il display server standard per linux, e pur avendo diverse aziende a promuoverlo non è legato in maniera “particolare” a nessuna di esse, a differenza di MIR, che è un giocattolino in mano a canonical e basta, tirato fuori all’ultimo minuto nel (goffo) tentativo di monopolizzare un’area cruciale dello stack grafico linux, su cui canonical non ha fatto altro che diffondere FUD e menzogne.

          • Simone Dedo

            Ecco che finalmente esce qualcuno che vede le cose obbiettivamente e non si copre dietro una falsa e ipocrita etica delle “multinazionali”.

          • Tutan

            PS: Il mio smartphone va più che bene, anche senza avere un processore Intel.

        • xmattjus

          Ringraziare un’azienda che vede i propri clienti come mucche da spremere? Spero tu stia scherzando! Un ipotetico monopolio distruggerebbe il mercato degli smartphone, rendendo impossibile comprare dispositivi di qualità ai prezzi di oggi.. Un po’ come l’odierno mercato PC, dove Intel, (sfortunatamente per noi e sfortunatamente per AMD) non avendo una giusta concorrenza, domina vendendo processori dual core da €80 a €120!!

          • Simone Dedo

            C’è un’azienda che non vede le persone con la testa a forma di euro o dollaro scusa?

            Guarda che si parla di sistemi operativi, Tizen è un sistema operativo non è hardware. Qui c’è solo il duopolio tra Microsoft e Apple (che però sono sistemi chiusi). L’unica azienda di spessore che può competere con loro è Intel ed è l’unica che sta facendo qualcosa di concreto per Linux.

            Il panorama è questo:

            Apple = OSX e iOS (entrambi chiusi)
            Microsoft = Windows e Windows Phone (entrambi chiusi)
            Intel = Tizen OS (aperto)
            Google = Android (semi-aperto, che si basa su Java e a me non piace come linguaggio)

            Per l’utente finale, comandano loro, non penso che tu possa negarlo.

            Ora, se vuoi che Intel si renda conto che nemmeno chi sostiene Linux lo supporta con conseguente taglio a tutti i relativi progetti, accomodati pure, ma se un giorno la cosa dovesse andare in porto e i PC portatili che potrai comprare avranno Tizen pre-installato, non dovrai ringraziare Canonical, ma Intel.

            E sai per quale motivo? Perchè Intel ha la forza di poter immettere sul mercato quello che crede, Canonical può solo ipotizzare di poter fare qualcosa, poi si rende conto che non può fare nulla perchè di concreto ha solo la raccolta fondi per un progetto che non è nemmeno destinato alla massa e quindi che nessun sviluppatore di software calcolerà. Non fare il grosso errore di pensare che sviluppare per Ubuntu phone è come sviluppare su Ubuntu perchè non è così.

            E riguardo i prezzi dei suoi prodotti, se li vende a 80 e 120 (ma parli di core i3, perchè altrimenti ci sono anche i Pentium che sono comunque validi e costano meno) ci sono degli aspetti che devi considerare:
            1) Sono superiori
            2) Vendono

          • xmattjus

            Hai ragione, ma non posso farmi piacere un’azienda che è stata accusata più volte di concorrenza sleale.. Possiamo solo aspettare e vedere come si evolve la situazione, penso però che Intel non potrà mai abbandonare Microsoft e Windows.. C’è un legame economico troppo forte!

          • Simone Dedo

            C’era… non c’è più questo legame come lo era negli anni 90, Microsoft ha fatto un torto ad Intel cambiando architettura e Intel la sta ripagando cambiando sistema.

            Ora ascoltami bene e riflettici sopra: nessuna multinazionale fa una concorrenza leale. La cosa più saggia da fare è sostenere solamente quella che fa gli interessi del consumatore.

            Intel se scopre che Tizen vende bene, lo migliorerà e di conseguenza ne gioveremo tutti noi che lo utilizziamo.

            Niente più trattamento di riserva, niente più stampanti che ti danno il dischetto dicendoti “Windows o OSX”, niente più discriminazione. Riflettici.

  • xmattjus

    Sarei molto contento di poter mettere le mani su questo smart-computer, ma purtroppo a 16 anni è un po’ difficile raccimolare $800 in 30 giorni! :d .. Comunque, penso che Canonical abbia svelato le sue carte troppo presto, ora nulla vieta a Microsoft o a Apple di “copiare” l’idea del doppio OS sullo stesso dispositivo, spacciando il tutto ovviamente per straordinario e rivoluzionario!

    • Simone Dedo

      Microsoft e Apple copiare l’idea del doppio OS sullo stesso dispositivo? Straordinario e rivoluzionario? Hai 16 anni, non puoi avere la minima idea di quello che stai dicendo. Sei giustificato 🙂

      • ange98

        ha scritto “spacciando”. Non ha scritto che lo è.

      • xmattjus

        In fondo Apple con iOS 7 non ha copiato qua e là sia da Android che da Windows Phone? Con il commento di prima intendevo dire che, essendo Canonical ancora poco conosciuta dalla maggior parte della popolazione mondiale, se Apple presentasse l’ iPhone 6 con la possibilità di avere sullo stesso dispositivo sia iOS che OSX, tutti griderebbero al miracolo, anche se l’idea è partita da Canonical!!

  • Simone Dedo

    Anzi, ora che sono andato sul sito delle donazioni e leggendo informazioni a riguardo, la cosa più interessante e simpatica è che non sarà solo un Ubuntu Phone, ma anche Android! Fanno un dual boot! Come per dire: “Non vi preoccupate sappiamo che il telefono può far schifo se c’è solo Ubuntu Phone, sì esatto è proprio il sistema che stiamo sviluppando, perciò comunque vadano le cose potete tranquillamente ripiegare su Android così avete un telefono alla pari della concorrenza”

    Fate ridere. Firefox OS è un sistema ben più umile del vostro progetto, Mozilla non ha fatto nemmeno una raccolta fondi e ne produce anche più di 40.000.

  • Simone Dedo

    Altro aggiornamento!! A tutti quelli che stavano criticando Canonical perchè usava Photoshop, andate a vedere che software usa per l’ufficio: Microsoft Office 2007. Potevo capire l’obbligo di usare Photoshop, ma usare Microsoft Office 2007 con Wine…

    • Fabio Da Ronta

      Se noti dicono che “se i clienti business non vogliono abbandonare Office, possono sempre usarlo con noi” il che è diverso da quello che dici tu

      • Simone Dedo

        Sì è diverso, ma che vuoi dire con questo? Spiegati meglio

        • Fabio Da Ronta

          Che loro vogliono una Utenza bisiness, e l’utenza business usa Office da SEMPRE. Per esempio, io che faccio Testing e documentazione di sw, devo per forza usare doc e docx. Ed “evangelizzarli” ad usare odt e pdf non è una cosa che fai in un secondo, ma in anni e anni e anni.

          • Simone Dedo

            E probabilmente nemmeno ce la farai, ma quello che voglio dire è: se nel tuo sistema operativo offri Libreoffice e vuoi dimostrare che sia valido, perchè non lo dimostri?

            Te ne vergogni perchè l’hai provato (intendo Canonical) e fa schifo? Bene, allora fai qualcosa di molto intelligente, bussa alla porta di IBM e aiuta con lo sviluppo di Simphony Office (o come si chiama). E visto che ora IBM ha donato parte del codice ad Apache per il suo openoffice, perchè non provi a fare qualcosa di concreto (intendo sempre Canonical) aiutando nello sviluppo di openoffice e offrire un prodotto che non si vergogna di fronte a Microsoft Office?

          • Fabio Da Ronta

            Perchè se un’azienda ha VENTI ANNI di documenti office e tomi di 900 pagine di testing e documentazione in office, non le puoi imporre di usare un programma che casomai ti sputtana le macro e addio indice.
            Sii realista, un mondo aperto è bello, ma non puoi importi sul mercato costringendo chi ti paga ad usare solo quello che tu vuoi. Un passo alla volta.

          • Simone Dedo

            Beh ma questo passo quando avviene scusa? Se nemmeno chi può aiutarti a farlo nega questa possibilità?

          • Fabio Da Ronta

            E’ mentalità, aziende decennali che usano office e hanno una biblioteca in Office non le converti.
            Per non parlare poi di come Excell è anni luce migliore di Calc..oppure Visio.

          • Simone Dedo

            Ok, ma non è questo il caso allora, non credi? Canonical è un’azienda fresca e non è una di quelle aziende che non sa nemmeno cos’è l’open source.

            Quindi, ripeto, perchè non provare a fare qualcosa di concreto?

          • Fabio Da Ronta

            Tipo?Reverse engineering fino a che non trovo piena compatibilità con i documenti Microsoft? Compatibilità che dura fino alla prossima release di office. Suvvia, inutile. Canonical ha fatto moltissimo per l’Open Source. Ha avvicinato Linux alle aziende..che non sono il MALE assoluto.

          • Simone Dedo

            Non credo di aver parlato di Reverse enginneering, credo di averne parlato qualche commento più sopra, prova a leggere meglio.

          • Fabio Da Ronta

            L’unico modo che io ho per non vergognarmi davanti ad un cliente, offrendo un prodotto come OO o LO è quello di avere una piena compatibilità con i formati Microsooft. Se sputtand documenti perfetti passo per un coglione io, e poi LO o OO passano per prodotti di M****

          • Simone Dedo

            Mmmh, no, non credo tu abbia letto quello che ho scritto da come rispondi. Ho visto dei tuoi interventi, secondo me rispondi senza nemmeno leggere a cosa stai rispondendo.

          • Fabio Da Ronta

            Ti ho risposto partendo da questa tua affermazione:

            “”E visto che ora IBM ha donato parte del codice ad Apache per il suo
            openoffice, perchè non provi a fare qualcosa di concreto (intendo sempre
            Canonical) aiutando nello sviluppo di openoffice e offrire un prodotto
            che non si vergogna di fronte a Microsoft Office?””

          • Simone Dedo

            Sì ma il succo del discorso è che Canonical non contribuisce a nessun progetto che mira a offrire a questi clienti che hanno da anni archivi scritti con Microsoft Office, un sostanzioso aiuto per dire che i prodotti installati sul suo sistema, sono comunque validi.

            Anzi, io vedo che gli sta sbattendo proprio in faccia questo: “Guardate non vi preoccupate, abbiamo Microsoft Office anche noi e lo possiamo far girare con Wine visto che Microsoft non ci caga di pezza e diciamo anche giustamente!”

          • Fabio Da Ronta

            Quando esci con un prodotto sul mercato, devi sapere a chi rivolgerti, devi tagliarti una nicchia. Canonical si rivolge a un mercato mobile/desktop che parte dal geek fino all’utenza Business. All’utenza business di OO e LO non gliene frega. Per questo nel loro promo dicono “Con il nostro sistema operativo potete usare ANCHE Office senza problemi”. E’ Marketing. Potrebbe dare di più a LO e OO? probabilmente si. Comunque spulciando nella TDF, c’è un membro di canonical nella Board 🙂

          • Davide Depau

            Che poi vieni a scoprire che questi qua usano le funzioni più assurde e sconosciute delle suite Microsoft che mandano in tilt Libreoffice…

          • Fabio Da Ronta

            Sante parole!

          • Davide Depau

            Cioè io adesso ad esempio, le macro, non so nemmeno cosa sono! E c’è un casino di gente che non lo sa, anche se non dubito della loro utilità. Ma poi ti vedi quel tuo amico che ti chiama perché il tecnico gli ha fatto mettere OpenOffice.org (non voleva pagare la licenza di MS Office, almeno esistono dei tecnici anti-pirateria :D) e che cerca di aprire le sue tabelle di excel del cavolo con 4 dati dell’azienda. Lui “macro” non sa nemmeno cosa vuol dire però se le trova nel documento, e OO si lamenta dicendo che le ha disattivate perché possono contenere virus… E poi ti chiamano!

          • Fabio Da Ronta

            Bè le Macro sono utilissime se usate bene.
            Per esempio io che dovevo fare documenti per importanti clienti, anche di 900 pagine, l’indice automatico era Fondamentale, l’hiddentazione doveva essere perfetta, le propieta del documento generavano automaticamente il titolo, gli oggetti visio dovevano essere sempre incorporati (per descrivere architettura del sw..) ecc..ecc.. e poi quando aprivo il documento con OO 🙁 succedeva SEMPRE il danno. e a quel punto il cliente paga, il cliente ha ragione. Che Office sia.

          • Davide Depau

            Ed è un vero peccato purtroppo…

  • Simone Dedo

    Ulteriore aggiornamento riguardo l’hardware: dual-band 802.11n

    Ma lo sanno che l’802.11n sta uscendo fuori mercato?

    Ps. Ah c’è scritto che queste specifiche sono soggette a cambiamento. Perciò, non vi preoccupate, sappiamo che poi l’hardware che abbiamo ora ipotizzato potrebbe essere fuori mercato nel 2014. In quel caso un’altra bella raccolta fondi e aggiorniamo l’hardware.

    • gregoryhouse

      Io sto ancora aspettando il telefono ArchLinux…quello si che sarà mostruoso, e sarà moderno per tutti i pianeti dell’Universo 🙂

      • Dea1993

        ad archlinux semplicemente non frega un cavolo di fare queste cagate, sia perchè gli smartphone non rientrano nel progetto di arch sia perchè dietro ad arch non c’è un’azienda come canonical e quindi non potrebbero permetterselo.
        inoltre fatica windows mobile a vendere, credi veramente che ubuntu touch avrà posto negli smartphone di fascia alta??
        per me è un progetto destinato a fallire perchè ormai la gente guarda android e ios per quelli di fascia alta.
        allora è più sensato cio che fa mozilla, si concentra sulla fascia bassa e nei mercati emergenti dove android fatica a girare bene.
        inoltre mozilla è stata meno sprovveduta di canonical secondo me perchè prima di iniziare un progetto ambizioso si è accertata di avere finanziatori che hanno reali disponibilità economiche e che poi gli faciliteranno anche la vedita dei device (visto che si sono accordati anche con dei provider telefonici) e non hanno affidato il futuro del progetto alle tasche degli utenti, perchè chiedere 32 milioni di dollari agli utenti è un traguardo irraggiungibile vista l’utenza di ubuntu e vista la presenza di android e ios

  • Ale

    E uno smartphone a dir poco splendido!

  • KK125R

    al primo aggiornamento……………. s’impalla

  • oddio… ho capito che non a tutti interessa l’aspetto grafico, ma secondo me nel 2015 non puoi neanche fare una gui come quella di windows 3.1
    potevano curare un tantino di più esteticamente questo launcher, e spero che in futuro lo facciano.

    ma almeno come funzionalità come è messo?? permette la ricerca di software digitando il nome?

    • heron

      Veramente lxlauncher è in giro da almeno il 2009. Sto parlando dei tempi di quando gli eee-pc dell’Asus venivano venduti con Xandros preinstallato perchè Vista era troppo pesante. E c’era Ubuntu Netbook Remix.

      Da allora lxlauncher non è stato praticamente più sviluppato.

      E poi lxlauncher è nei repo ufficiali di Debian e Ubuntu. Per installarlo basta un
      # apt install lxlauncher

  • Esteticamente preferisco xfce4-appfinder. Gli unici due nei 1) se non si seleziona nulla la finestra va chiusa, non scompare come nei menu; 2) il campo “cerca” esplora solo la scheda corrente, per cui se si cerca un programma occorre stare in “Tutte le applicazioni”.

    Qui nello screenshot: xfce4-appfinder massimizzato, senza bordi (Window Header), trasparenza (Compton), preimpostato per aprire i Preferiti, lanciato dall’angolo in alto a destra (Hot Corner).

    L’unica cosa che non mi è riuscita è impostare un colore diverso allo sfondo.

No more articles