I developer del desktop environment MATE hanno annunciato il rilascio della nuova versione 1.10, ecco le principali novità.

MATE 1.10
Dopo 15 mesi di sviluppo è finalmente disponibile la versione stabile di MATE 1.10, nuovo aggiornamento che rende l’ormai famoso desktop environment open source (supportato e sviluppato da Linux Mint) sempre più completo e stabile. Presente nei repository ufficiali delle principali distribuzioni Linux, MATE riporta l’esperienza utente di Gnome 2 con tanto di supporto per GTK+3 e nuove funzionalità, rendendo l’ambiente desktop ancora uno dei più apprezzati dagli utenti. MATE 1.10 include diverse novità a partire dal supporto per GTK+3 con tanto di versione nativa dedicata alla nuova versione del toolkit targato GNOME (attualmente in fase di sviluppo).

Gli sviluppatori MATE con la nuova versione 1.10 hanno migliorato il supporto con PulseAudio, ALSA e OSS grazie alla nuova libreria libmatemixer risolvendo diversi bug riscontrati dagli utenti nelle versioni precedenti.
Da notare Mate Control Center, che aggiunge la nuova opzione in Finestre per poter spostare i pulsanti delle finestre alla destra o sinistra (immagine in basso), mate-power-manager include il supporto per upower 0.99 e versioni successive.

MATE Control Center - Finestre

Con il nuovo MATE 1.10 troviamo il supporto per riprodurre ebook in formato epub, fumetti digitali bsdtar e pdf compressi xz nel reader di documenti Atril, in Engrampa (l’archive manager fork di File Roller) troviamo la possibilità di comprimere immagini nel formato ISO e archivi tar dal menu Caja.
Per maggiori informazioni su MATE 1.10 basta consultare le note di rilascio disponibili in questa pagina.

MATE 1.10 è già disponibile nei repository ufficiali di Arch Linux (immagini dell’articolo) e Fedora 22, lo troveremo di default in Linux Mint 17.2 e Ubuntu MATE 15.10.

Home MATE

  • Dario · 753 a.C. .

    articolo interessante Roberto!

  • paolo80

    Ma perché, c’è qualcuno che usa Facebook ed è sensibile alla privacy? È come mangiare da McDonald’s e preoccuparsi per il colesterolo…..

    • è come bere il caffe decaffeinato con dolcificante corretto

    • Dario · 753 a.C. .

      dipendesse da me non lo userei, purtroppo per diversi motivi ti tocca avere un account FB.. per seguire determinate pagine, per seguire i gruppi dell’università e di altro.. ripeto.. dipendesse da mo non lo userei.. sono costretto

  • Antonio G. Perrotti

    mi devo ripetere sui “social”? no, ho già espresso il mio pensiero. sono tutti la nemesi della privacy, quindi chi li usa ugualmente dovrebbe sapere cosa rischia.

  • ale

    A parte che l’ indicizzazione la facevano già prima,se vuoi mettere un inserzione puoi scegliere il target d’utenti a cui andrà,l’ avevano fatto vedere anche le iene…

    Ovviamente ora sarà accessibile a tutti e quindi anche i malintenzionati potranno accedervi,ed è un male questo….

    Però c’è da dire che la gente se l’è anche cercata,c’è chi va a condividere foto,indirizzi,numero di telefono,età,e altro,nel mio profilo di veri ci sono solo nome e cognome,il resto è inventato o lasciato in bianco dove non obbligatorio,e di foto non ne ho nemmeno una,nemmeno quella del profilo,non voglio essere rintracciato,e lo stesso non mi sento sicuro ad usare l’ account facebook infatti non lo uso mai se non per conversare con i miei amici,ma non commento mai in giro con il mio profilo

    Poi non si ha idea di quante informazioni si ricavino da un profilo facebook,se io voglio ricavare informazioni su una persona la prima cosa che faccio la cerco su facebook,e solo osservando il suo profilo so vita,morte e miracoli di questa persona,cose che fino a pochi anni fa le vedevi solo nei film ora tutti possono farle

    Poi il fatto di mettere le informazioni come private è inutile,basta un minimo di social enginering,semplicemente uno crea un profilo falso e l’ utente ignaro accetta l’ amicizia e questo ha accesso tutte le informazioni,se poi l’ utente è anche furbo da rispondergli può sapere ancora di più

  • SalvaJu29ro

    Sinceramente Mate mi sembra più avanti di Xfce (non per funzionalità)
    Comunque entrambi i DE devono sbrigarsi per quanto riguarda il supporto a Wayland

    • “Sinceramente Mate mi sembra più avanti di Xfce (non per funzionalità)”
      allora per cosa se non per funzionalità?? come velocità di sviluppo?? come supporto per gtk3??

      comunque hai ragione, devono sbrigarsi nel rilasciare le nuove versioni completamente in gtk3, e con supporto a clutter per poter usare l’accellerazione grafica e poi ovviamente anche per il supporto a wayland…
      spero che xfce 4.14 supporti tutto questo, visto che i tempi di release di questo de sono molto lunghi… e ovviamente spero che anche mate nella prossima versione introduca queste novità

      • SalvaJu29ro

        Si, mate ha gia una versione in gtk3 anche se in sviluppo
        Mentre Xfce mi sembra solo il power manager attualmente

        • power manager e garcon al 50%
          poi altre applicazioni come ad esempio parole…

      • cosmon560

        XFCE 4.14 forse lo vediamo tra due o tre elezioni papali

        • io spero che almeno per la fine dell’anno ci sia una versione 4.13 di xfce.. ed entro il prossimo anno arrivi la versione 4.14
          anche se sinceramente non ci conto tantissimo.

          ad esempio con xfce 4.12, la versione in fase di sviluppo 4.11 è arrivata mesi dopo che sarebbe dovuta uscire la versione 4.12 stabile

          • Io innanzittutto spero di vedere xfce con gtk3 full support e wayland… se continuano di questo passo rischio di esser morto prima XD

    • tomberry

      Devono? 🙂
      Per quanto ne so Xorg non è deprecato, ed è tutt’ora supportato..
      Qualcuno mi spiega questa insensata corsa alle ultime novità?
      Sarà vero che sto invecchiando e sto dando priorità ad altre cose..

      • SalvaJu29ro

        Non è una corsa all’ultima novità, ma Kde e Gnome ci stanno mettendo una vita per supportare Wayland e ancora non ci siamo per niente
        Xfce è a 0 sul fronte Wayland e all’inizio per quanto riguarda le gtk3 (anche Mate, immagino)
        E sappiamo la differenza di sviluppatori di Kde e Gnome in confronto a Xfce

        • gnome funziona bene su wayland… o per lo meno parte e per quel poco che l’ho usato andava bene

          • SalvaJu29ro

            Certo, ma è chiaro che non è possibile ancora usarlo in ambiti professionali o seriamente

          • be certo, anche perchè a parte gnome e le sue applicazioni, nessuna applicazione supporta ancora wayland, quindi tutto quanto si appoggia su xwayland, e allora tanto vale usare direttamente x.org.
            però secondo me gia il team gnome ha fatto un buon lavoro, ed (ovviamente visto che c’è sempre red hat dietro) è il de con il miglior supporto a wayland per ora.

            comunque sia, dubito che da qui a 5 anni wayland verrà largamente usato… perchè ancora solo gnome lo supporta bene, kde ancora ci sta lavorando, xfce e mate non ne parliamo… i vari fork di gnome non so come siano messi, inoltre tutte le applicazioni e i driver, ancora non supportano wayland.. quindi prima che tutto si sposti su wayland ne passerà di tempo….

      • loki

        perché wayland è concettualmente più sicuro di x, dove anche uno script kiddie della domenica è in grado di programmare un keylogger senza root sfruttando xinput. tuttavia la vedo ancora molto lunga prima che wayland rimpiazzi effettivamente x…

  • cosmon560

    Ma con Mate è possibile assegnare una combinazione tasti per il tiling delle finestre ai bordi dello schermo? (in pratica i noti win + -> e win + <-)

  • roro

    Con ubuntu mate siamo all’ 1.8.2 e mi chidevo quando arriverà 1.10 ???

  • roro

    Scusatemi per la domanda ma mi era sfuggito di leggere ubuntu mate 15.10

  • Giovanni

    Supporto Hidpi?

  • SalvaJu29ro

    Ho notato che su Arch linux c’è la versione di Mate in gtk3, ottima mossa
    (foto)

No more articles