I developer Xubuntu hanno annunciato l’arrivo della versione minimale (Core) della famosa derivata di Ubuntu.

Xubuntu Core
Tra le tante novità previste per la futura versione 15.10 Wily di Xubuntu, troviamo al primo posto l’arrivo della nuova versione stabile 4.12 di XFCE. Gli sviluppatori di Xubuntu hanno inoltre annunciato altre importanti novità che troveremo ad ottobre in Xubuntu 15.10 Wily, tra queste la rimozione dell’editor d’immagini GIMP e il word processor AbiWord, nella nuova versione troveremo però preinstallata la suite per l’ufficio LibreOffice. Inoltre gli sviluppatori Xubuntu hanno annunciato l’arrivo della versione minimale (Core) di Xubuntu, immagine ISO che “peserà” circa 600 MB e fornirà all’utente XFCE senza personalizzazioni varie e applicazioni come ad esempio Gimp, AbiWord, Gnumeric ecc.

Xubuntu Core consentirà all’utente di poter avere avere XFCE “puro” e personalizzarlo conforme le proprie preferenze, installando in un secondo momento le proprie applicazioni preferite.
Il debutto della versione stabile di Xubuntu Core è previsto per ottobre con la nuova release 15.10 Wily, è già disponibile comunque una ISO non ufficiale di Xubuntu Core 15.04 Vivid.

Per maggiori informazioni consiglio di consultare l’annuncio ufficiale di Xubuntu Core dal blog ufficiale del progetto.

  • David

    L’Italia si deve svegliare sempre 20 anni dopo gli altri, che palle.

  • Azz, neanche il cambio 1:1…ci superiamo ogni volta :3

  • Dea1993

    troppo costoso per cio che offre.
    oltre alle prestazioni così così anche l’autonomia non è eccelsa, da un ultrabook esigo una maggior durata della batteria

  • EnricoD

    A me sti ultrabook non mi hanno mai convinto, costano tanto e non sono prestanti.. meglio un notebook normale bello spinto, con una bella batteria 9 celle magari…!

    • Dea1993

      se costassero meno potrebbero sostituire i netbook e sarebber davvero ottimi.
      però purtroppo hanno un prezzo troppo alto, e poi questo qui dell’articolo ha una batteria che dura troppo poco considerando anche che 5 ore iniziali che in poco tempo scenderanno.

      • ienuz12

        Beh, io guardo l’altro lato della medaglia associato allo scarso interesse della gente verso gli ultrabook: il menefreghismo verso Windows8. Questo si’ che e’ un ottimo aspetto e vantaggio.

      • EnricoD

        sono d’accordo con te

  • Ilgard

    Speravo di più da questo prodotto: autonomia non eccelsa e soprattutto un costo troppo alto rispetto all’offerta. Il Lenovo S300 offre caratteristiche simili e lo si trova a 400€ con cpu i3.

    • Infatti. Ma comunque da Dell mi aspettavo qualcosa di più con precaricato Ubuntu.

      Ma si sa che quest’azienda ha sempre zoppicato su questi aspetti e non s’è mai convinta realmente se commerciare computer con Ubuntu o no.

      Io evito Dell a priori.

      • Ilgard

        Mah, a livello costruttivo dovrebbe essere ottima ed anche il supporto pare sia eccellente. Sul SO ormai non mi faccio problemi, al massimo chiedo il rimborso.
        Peccato perché se il prezzo fosse stato più aggressivo poteva risultare un prodotto più interessante.

        • Gabriele

          in che modo riesci a chiedere il rimborso?

          • Ilgard

            Non ne ho idea, prova a mandare una mail e vedi cosa ti dicono.

  • Ocelot

    Potevano chiamarla Xubuntu slim tipo. Si confonde con snappy core così…

    • Box2Tux #LinuxITA

      Xubuntu mini, oppure Xubuntu Micro, xubuntu lite, xubuntu small, xubuntu nano

      • Ocelot

        Ho capito ma al team xubuntu dovete dirlo non a me xD

      • Brau

        Ce l’ho: Xubuntu Equitalia

    • Qfwfq

      Xubuntu black, si sa che il nero sfina un casino.

  • SalvaJu29ro

    Ottima mossa

  • Massimo

    In Xfce trovo due problemi che andrebbero risolti. Xfburn dovrebbe avere la verifica delle ISO scritte su DVD (come k3b). Xarchiver non apre i .tar.xz (il formato di Torbrowser). Da migliorare la veste grafica del Task Manager (al quale preferisco Lxtask).

    • EnricoD

      xz-utils? oppure prova file-roller

      • Massimo

        Io ho messo direttamente engrampa al posto di xarchiver.

        • Kraig

          Come hanno fatto in Manjaro per la versione XFCE, il pacchetto “engrampa-thunar” senza la dipendenza di caja.

        • EnricoD

          sinceramente non lo conosco , lo proverò..come è rispetto a fileroller?:P

          • Massimo

            File-roller gira solo con le gtk3, engrampa (Maté) si basa sulle gtk2 e funziona bene sia con lxde, che xfce.

    • luca

      manca anche una migliore gestione del uscita hdmi o wga

    • Giulio Mantovani

      il task manager di xfce è pessimo, non si capisce un kaiser di cosa dice, quello di LXDE è 10 volte meglio, per lo meno ti segna quanti mb di ram stai usando, non la % di memoria utilizzata e basta che ha ben poco senso “finchè sono cifre intere tipo 10, 15, 50% si può ancora fare un calcolino a mente, ma con cifre tipo 12, 44, 82% no, voglio sapere fino all’ultimo mb quanta ram è in uso.

      • evidentemente sei rimasto indietro.
        l’ultima versione ti mostra quanti MB di ram e swap usi e se vuoi al posto dei mb puoi visualizzare la %.
        poi è stato rivisto graficamente, il grafico è ora più grande e si può fare la ricerca dei processi.

        • ale

          parli del xfce 4.12???perche io appena installo xubuntu o debian come adesso sul portatile metto subito lxtask

          • si con xfce 4.12, anche se su arch a me l’aggiornamento al nuovo task manager è arrivato diverso tempo prima dell’uscita di xfce 4.12
            comunque in xubuntu 15.04 che usa se non sbaglio xfce 4.12, dovrebbe esserci il nuovo task manager versione 1.1
            in debian stable invece credo sia fermo alla vecchia versione visto che usa ancora xfce 4.10

          • ale

            infatti su debian 8 non so come si fa mettere 4.12

          • SalvaJu29ro

            Anch’io prima dell’aggiornamento installavo lxtask, ma ora si vede tutto anche con il task manager di xfce

        • Giulio Mantovani

          son rimasto a quello di xubuntu 15.04, e non mi pare che ci fosse.

          • bisogna impostarlo nelle opzioni perchè di default mostra la percentuale.
            poi non so se su 15.04 hanno messo la versione 1.1 del task manager di xfce

    • Kim Allamandola

      Sul discorso masterizzazione credo non vedrai miglioramenti da nessuno, i media ottici oramai sono sulla rotta dei floppy disks, non c’è più interesse.

    • Samael

      Uhm, ma il supporto al tar.xz in Xarchiver non l’avevano implementato con la 0.5.3 che è stata rilasciata dopo anni e anni di stallo del progetto?

      Io ricordo che fino alla 0.5.2 c’era un’implementazione experimental dell’algoritmo fatta dagli sviluppatori di SBo (o forse erano di Arch, non ricordo bene).

      Parlo della patch che trovi qui:
      h t t p : // slackbuilds . org / repository / 13.37 / system / xarchiver/

      L’ultima volta che la usai (circa 4 anni fa) permetteva solo il read-only.
      Non potevi creare o modificare archivi tar compressi in xz.

      Comunque sia, che versione stai usando?

      PS: IMHO è meglio installare file-roller o engrampa e lasciare perdere Xarchiver. Mi è sempre sembrato un progetto costantemente sulla via dell’abbandono.

  • XfceTheApocalipse

    XFCE risplende nei nostri cuori dalle Alpi all’Oceano Indiano ^_^

    • Simone

      E in America? no dai, non dirmi che non c’è. ..

      • EnricoD

        puoi anche andare da est a ovest volendo

        • Simone

          Hai ragione. Mi veniva meglio il senso orario 🙂

          • EnricoD

            hai ragione. A me in genere viene meglio il senso contrario dato che me va sempre tutto per storto ..abitudine, abitudine:)

      • Kim Allamandola

        GNU/Linux desktop negli USA è molto poco diffuso, in genere è diffuso solo in ambienti di una certa levatura culturale o tecnica, nazioni europee, aree della Russia, aree di un certo livello di sviluppo di alcuni paesi emergenti ecc.

      • Pierpaolo

        XfceTheApocalipse ha fatto una citazione colta (adesso ci picchiano a tutti e due °_°……:-D )……e nessuno di voi…..’ l’ha colta’ :-D…..diciamo che c’è anche in ‘Totò e i due colonnelli’, ma anche lì è, ovviamente, una citazione, e credo comunque che il suo intento fosse goliardico/canzonatorio…..proprio come lo è la citazione nel film.

    • Pierpaolo

      ‘Vincere !!!’……..’e vinceremo !!!! ‘ ^_^

  • Ugo Zambiasi

    Splendida

  • jboss

    grande OT: perché non scrivere articoli anche sui linguaggi di programmazione, su configurazioni lato server etc etc etc,ci sarebbero un sacco di altri argomenti da trattare oltre alle solite recensioni terra terra.

    • MoMy

      Nei molti blog & Co. che leggo, non vedo articoli (che non siano anteguerra o in inglese) che spieghino come patchare un kernel, come cercarsi un modulo per compilarsi il proprio kernel in base al proprio hardware, come compilare da sorgente, cosa fare in caso di dipendenza mancante o… ne avrei ancora. 😛

      • Kim Allamandola

        Ne trovi quasi solo di anziani perché oggi non serve sostanzialmente più all’utente che può aver bisogno di una guida per farlo: oramai trovare ferro (o features) desktop (l’utente tipo che può aver bisogno di guide simili) è talmente raro da non interessare più manco lo smanettone. A parte la sid e rari casi sulla testing di turno sulle distro maggiori (oramai praticamente solo Ubuntu…) casi di dipendenze rotte sono quasi assenti, li trovi solo se installi a mano deb provenienti da terze parti, per lo più operanti nel mondo commerciale/closed source, e nel caso una googlata veloce risolve il problema in tempo zero.

        Oggi IMVHO attira molto di più parlare di applicazioni carine ma poco conosciute e trucchetti vari (come convertire un’immagine da un formato ad un altro, come stampare fronte/retro in A5 su A4, 4 pag. per foglio, come correggere una foto malvenuta, come dialogare tra smartphones e desktops ecc). La maggior parte degli utenti GNU/Linux recenti non sa cosa fare semplicemente perché non conosce gli strumenti già pronti per farlo…

        • Oddio avere delle guide sul terminale potrebbe far riscoprire l’utilità di questo a utenti che come dici te non sanno che esistono degli strumenti senza gui che funzionano bene da anni in linux.

          • EnricoD

            allora anche delle miniguide sull’uso di certi comandi e tool da terminale andrebbero bene, anche delle guide su comandi di base a sto punto … anche perché molto spesso leggo commenti di gente che critica l’uso del terminale quando invece, almeno per il mio caso anche se ovviamente ho dei limiti, è molto più comodo che usare gui
            sarebbe il caso di farglielo scoprire passo passo

          • Infatti era quello che suggerivo, partire dai comandi base fino ad arrivare a che ne so come eseguire un comando in tutte le sotto cartelle via terminale per esempio.

        • MoMy

          Non ci entra (ghgh), non è questo il punto. Al di là del fatto che attiri interesse, può tornar utile come bagaglio personale e capire qualcosina in più. Oltretutto con la versione kernel 4.0 mi sembra ci siano grosse novità da questo punto di vista – o per lo meno verran introdotte. Allora perché non approfittare. 😛
          Alla fine se questi strumenti non li promuovi… di cosa stiamo parlando! ^^

    • EnricoD

      potete anche preparare delle guide e inviarle a Roberto come faccio io con lubuntu ed lxde/openbox su altre distro o come colui (di cui non ricordo il nome) che sta dietro all’articolo di semplice…

      • XfceEvangelist

        qualche anno fa ricordo che Roberto aveva aperto collaborazioni esterne, infatti alcune guide/articoli comparivano con nomi diversi, ma poi ricordo che scrisse che preferiva continuare da solo.

    • Kim Allamandola

      A tema linguaggi, visto che è un blog a tema “notizie” non “howto”, si potrebbero riportare le novità dei vari linguaggi, non sono tantissime in verità e poiché la loro adozione è molto lenta credo avrebbero poco pubblico…

      Avrebbe IMVHO più pubblico parlare genericamente di configurazione del sistema e applicazioni relative, si possono coinvolgere utenti di vari livelli di esperienza senza annoiare nessuno, solo che far ciò richiede un impegno *decisamente* non di poco conto se vuoi mantenerlo nel tempo con articoli regolari…

  • pinguinofurioso

    esiste qualcosa del genere relativo a kubuntu?

    • Kim Allamandola

      Io mi domando perché deve esistere questo: dov’è il problema di usare apt-get? Voglio dire tutte queste “distro” altro non sono che un po’ di temi, sfondi e set di pkg diversi rispetto alla distro ufficiale, lo stesso identico risultato lo ottieni con uno script e pochi minuti di lavoro. Che bisogno c’è di sprecare risorse con iso dedicate&c? Far felici i niubbi che poi con queste soluzioni si trovano sperduti?

      • EnricoD

        “tutte queste “distro” altro non sono che un po’ di temi, sfondi e set di pkg(…) ”

        ma che scherzi? ti diranno
        linux =libertà=+ distro per tutti

        • Kim Allamandola

          Mh, diciamo che io definisco distro quel lavoro che qualcuno fa di selezione di svariati progetti e loro composizione in una forma stabile e coerente con un relativo pkg system ecc. SuSe è una distro, Arch è una distro, Debian, Slackware, Knoppix, Fedora, Gentoo sono distro.

          *Buntu sono delle Ubuntu con cambiamenti cosmetici ed un diverso set di pkg di default…

          Poi il codice è open, ognuno è libero di far quel che vuole, semplicemente mi sembra stupido ed inutile fare una iso dedicata ad un set di modifiche quando basta rilasciare uno script da alcune centinaia di righe (e pochi Kb in toto) che trasforma la Ubuntu desktop ufficiale in una delle sue attuali derivate. Lato server bastano temi, svondi, fonts e poco altro => poco spazio, lato client basta uno script. Stesso risultato finale, al massimo il “client” scarica un po’ di pkg extra che poi butterà via…

          • EnricoD

            esatto, sono d’accordo infatti con quello dici
            le volte che mi sono azzardato ad esprimere queste cose me se so mangiato vivo, perché linux è libertà ed il mondo è bello perché (a)variato

    • EnricoD

      non puoi usare un minicd di ubu e
      installare kde-plasma-desktop?

  • Killthepenguin

    Sorciobuntu Pezzent Edition…

  • XfceEvangelist

    Mega OT: Perchè non si organizza un raduno LFFL ? E magari si va in qualche paese sperduto a mappare con OpenStreetMap.

    • EnricoD

      sarebbe carino

  • Marta

    Ot roberto perche lffl non ce su appygeek??

  • Matteo Bonanomi

    i developer di xubuntu hanno vinto tutto =) come sempre, la distribuzione più leggera, stabile e personalizzabile delle Ubuntu-based. Non la più veloce da personalizzare, nè la più facile (non che sia difficile, ma personalizzare a fondo xfce bisogna saperne un pochino) ma resta il fatto che i più esperti possono stravolgere l’UI a proprio piacimento, e anche i principianti possono divertirsi a personalizzare collegamenti, pannelli, colori ecc… questa versione core, chiaramente rivolta ai più smaliziati, è la ciliegina sulla torta per me.

    • Nicola

      Anche per me alla fine è la distro preferita, mai un problema a parte la scarsa (a volte) reattività del wisker menù. Gira ottimamente anche su atom 270 con 2gb di ram, con 1 annaspava un po’. Alla fine come risorse non è più esoso li Lubuntu. Ogni anno li sostengo con una donazione, se lo meritano

No more articles