Dell ha ufficialmente avviato la commercializzazione del nuovo mini pc Inspiron Micro Desktop, ecco le principali caratteristiche.

Dell Inspiron Micro Desktop
Negli ultimi anni abbiamo visto approdare nel mercato molti nuovi personal computer compatti disponibili sia con Windows, Linux o Chrome OS. A puntare sul settore mini pc troviamo anche Dell, azienda produttrice statunitense che ha recentemente presentato la nuova gamma Inspiron Micro Desktop, personal computer compatti basati su processori Intel e venduti a partire da 179 Dollari. Dell Inspiron Micro Desktop è una gamma di pc compatti in grado di fornire un’ottima soluzione per l’utente o azienda che richieda un sistema economico ottimo per navigare, operare in gestionali o suite per l’ufficio e riprodurre file multimediali. Tra le principali caratteristiche troviamo una SSD da 32 GB, uscita video / audio HDMI e DisplayPort, porte USB 3.0 e USB 2.0 oltre WiFi AC Dual-Band ed Ethernet.

Dell Inspiron Micro Desktop sono disponibili anche con mouse e tastiera e monitor da 23,8 pollici con processori Intel Celeron J1800 o Pentium J2900.

Caratteristiche Dell Inspiron Micro Desktop:

  • processore: Intel Celeron J1800 (dual core da 2.58 GHz / 1M Cache) o Intel Pentium J2900 (quad core da 2.67 GHz / 2M Cache)
  • gpu: Intel HD Graphics
  • ram: 2 GB che possiamo espandere fino a 16 GB
  • storage: eMMC da 32 GB
  • connettività: Wi-Fi AC Dual-Band, Bluetooth 4.0 ed Gigabit Lan 10/100/1000 Mbps
  • porte: 1 porte usb 3.0, 4 porte USB 2.0, 1 HDMI, 1 DisplayPort, 1 card reader
  • sistema operativo: Windows 8.1 with Bing 64-bit
Dell Inspiron Micro Desktop

Dell Inspiron Micro Desktop viene attualmente commercializzato per il mercato statunitense solo con Windows 8.1 with Bing 64-bit preinstallato a partire da 179 dollari.
Anche se non confermato è possibile un rilascio della versione con Ubuntu preinstallato, sistema operativo che possiamo comunque installare in un secondo momento anche nella versione con Windows 8.1.
Attualmente non conosciamo nessuna data prevista per la commercializzazione del Dell Inspiron Micro Desktop nel mercato italiano, sistema i cui prezzi potrebbero partire da 179 Euro.

  • Uno slot mSata pareva male ?

    • Max Franco

      dato il prezzo mi stupisce piuttosto che ci sia anche una porta usb3…

  • Andrea

    Prodotti di dubbia versatilità

    • michele casari

      per un piccolo ufficio (word processor qualche foglio di calcolo) dovrebbe essere sufficiente

      • Andrea

        mha, ne carne ne pesce, insomma con 50/80 euro in più si ha qualcosa di decisamente più valido e molto più versatile. considera pure che il prezzo eu sarà tranquillamente sui 200/220 – per quello che dici te va bene il pentium 4 che ho in cantina…a costo zero

        • michele casari

          beh un penthium 4 (bellissimi momenti) sono un tantino meno potenti, ma sono d’accordo con te, con pochi “spiccioli” di più si hanno macchine che hanno quanto meno un disco al posto di una sd 🙂

          • Andrea

            un esmpio di ieri, ho visto di HP il mini 300 in super offerta da nota MW a 299 con i3, 1TB e 4GB per il resto se non ricordo male più o meno le stesse cose forse qualche usb 3.0 in più….non c’è paragone secondo me.

          • Stefano

            Preso giusto settimana scorsa il NUC5 (Broadwell) con i3, in versione barebone, a 270n euro. Certo finito costa un centinaio di euro più del Dell, ma per un uso ufficio non proprio basa, dovrebbe essere un po’ meglio.

          • Max Franco

            100 euro sono sempre 100 euro.. personalmente lo vedo bene come media center. ripeto che ancora devo trovare un prodotto con una usb3 (non arm) che costi di meno, e dovendolo solo usare per riprodurre musica e video o al massimo per navigare su internet, mi pare più che buono. poi se uno cerca un pc da ufficio il discorso cambia, la produttività entra in gioco ecc. ecc. ma come htpc o anche come pc casalingo per navigare e leggere la posta va più che bene….

          • Andrea

            htcp con 32 GB eMMC…..nemmeno come media center…. per me soldi buttati via, meglio 100 euro in più che 200 buttati nel cesso

          • Max Franco

            dipende dalle esigenze… io uso sempre un hd esterno, di un hd interno da 1 TB non me ne farei nulla… per cui per me sarebbero soldi ottimamente spesi e soldi risparmiati, come sempre occorre tenere presente che non esistono solo le nostre esigenze ma anche quelle di altri nel mondo… e del resto la dell non è scema e avrà fatto le sue ricerchine di mercato per vedere se un prodotto del genere poteva avere degli acquirenti…. io al momento sono a posto, per fare 200 euro di risparmio di energia elettrica mi ci vorrebbe una vita, ma se cercassi un htpc penso comprerei questo, dato che non credo come detto che ci sia qualcosa a prezzo inferiore con usb3

          • Andrea

            200 euro di energia elettrica le puoi risparmiare in 7/8 mesi se stacchi il contatore…

          • Max Franco

            il risparmio è solo un elemento di valutazione in più…. non credere che tra 300 di consumo del mio pc w e i 45 w di questo aggeggio dell non ci sia differenza in termini di risparmio. a conti fatti, contando 5 ore di tv accesa al giorno (sono la media in casa mia, dato che ho un figlio adolescente) ci sarebbe un risparmio medio di circa 80/90 euro l’anno. quindi si ripagherebbe in due anni. ma dato che il mio htpc altri due anni li durerà, e che mi soddisfa pienamente, mi orienterò verso un apparato come questo quando sarà il momento, dato che non approvo il consumismo e la novità ad ogni costo….

          • Andrea

            proprio perchè non approvi il consumismo e la novità ad ogni costo, non sarebbe meglio spendere, sapientemente, 100/150 euro in più ed avere qualcosa di più versatile e più longevo? a volte “chi più spende meno spende” senza esagerare ovviamente.

          • Max Franco

            versatile non mi serve deve fare lo htpc e stop. anche per navigare col televisore è uno strazio…. lo faccio se serve ma con la tastiera wireless con trackpad se posso evitare evito…. l’uso come normale pc è assolutamente da scartare. longevo lo sarebbe comunque per l’uso che ne devo fare, e non avendo parti in movimento (ventole, hd ecc. ecc.) probabilmente durerebbe di più di quanto durerà il mio attuale htpc. contando il risparmio energetico, il risparmio di costo, (450 euro di corrente elettrica in 5 anni+100 euro minimo di maggior costo)
            considerando la silenziosità (sempre niente ventole, che per un htpc è un grosso vantaggio), lo scarso ingombro (potrei montarlo dietro il tv o portarmelo appresso in vacanza) quale sarebbe la scelta giusta per me, è evidente. in questo caso chi spende meno spende meno e ha anche maggiori vantaggi. non sempre i proverbi dicono il vero 😀

          • Kraig

            Oppure “quello che compri, mangi!”. 😀

  • heisenberg

    La scelta pare ovvia. Un disco capiente a basso costo sarebbe un disco meccanico che riscalda e che deve essere tenuto sui 30 gradi (per farlo durare nel tempo). Siccome mi pare di aver capito che la dissipazione è passiva, il bambino arriverà a 50 gradi sicuramente, e magari di più sotto stress, ma sono sicuro che nn superi i 70 75 gradi al massimo. Per un disco meccanico e la morte sicura! Non per un disco a stato solido. 32 GB per un utente non video giocatore e che ha la sua collezione musicale su dispositivi mobili possono essere appena sufficienti su un sistema linux 64 bit… Ma non per un sistema windows. L’utente avrà bisogno di usare un disco esterno a breve tempo. Per me questa soluzione può passare solo con linux o per usare il PC come postazione di accesso a un server.

    • Andrea

      al mio HDD gli piace stare al calduccio, 50/55 °c sono il normale funzionamento, 65 °c è il restante 50% del tempo ed ha ben 7 anni…se poi considero che alcuni anni fa quando giocavo arrivava anche sui 75/80 per un paio di ore al giorno….

      • Mauro Tassinari

        Evidentemente sei molto fortunato.
        La statistica ed i dati di targa forniti dai costruttori non la pensano come te.
        Sarà mica che ci hai postato la temperatura della CPU invece di quella dell HDD?
        Talvolta i sensori sono sballati. Hai provato con un termometro normale?

        • Andrea

          ah ah ah!!! che simpatico 😉
          sulle temperature ne sento di caxxate…….c’è gente che riesce a far girare pc a 40 °c con processori i5 e GPU dedicata…..

        • Andrea

          la CPU viaggia tra i 55 e 75

        • Andrea

          la GPU tra i 58 e 85

      • heisenberg

        Sei una persona fortunata XD se ti vai a leggere le specifiche del tuo disco fisso scoprirai che ho ragione. In ogni caso i problemi si verificano nella scrittura a causa della dilatazione termina. Il disco è di metallo… Se scrivi a caldo e poi poi leggi a freddo e un problema !

        • Andrea

          il freddo non sa cosa sia…..problema evitato.

          • heisenberg

            Trascurando il tuo caso fortuito, nel caso dell’articolo un disco fisso meccanico non è la migliore scelta

        • Andrea

          0-65 °C

        • Kraig

          Il mio HDD si mantiene sempre dai 28 ai 33 gradi e il PC in cui è montato è del 2007 con sola ventola della CPU e ventola posteriore del case (ovviamente non presente quando il PC era fresco di negozio) per buttare fuori l’aria calda, è passiva anche la GPU dedicata. Bono! 😀

No more articles