Vi presentiamo Entroware Orion, personal computer portatile disponibile con Ubuntu preinstallato o senza sistema operativo.

Entroware Orion
Tra le tante aziende produttrici che hanno deciso di puntare su Linux troviamo Entroware la quale ha recentemente deciso di collaborare nella commercializzazioni di sistemi basati niente meno che su Ubuntu MATE. La collaborazione tra Entroware e Ubuntu MATE consentirà agli utenti di avere personal computer pienamente supportati dalla nuova derivata ufficiale di Ubuntu, l’azienda inoltre supporterà anche lo sviluppo della distribuzione. Da notare inoltre che al momento dell’ordine è possibile scegliere di non includere nessun sistema operativo, sarà poi l’utente o azienda a decidere quale SO utilizzare. Tra i personal computer prodotti e commercializzati vi segnaliamo Entroware Orion, notebook di fascia medio bassa dalle caratteristiche e prezzo davvero molto interessanti.

Le caratteristiche di Entroware Orion:

display: 15.6 pollici con risoluzione HD da 1366 x 768 LED-backlit anti-glare (opzionale FullHD IPS)
processore: Intel Pentium 3550M dual core da 2.30 GHz (opzionale Intel Core i3, i5 o i7)
scheda grafica integrata: Intel HD Graphics
ram: 4 GB che possiamo espandere fino a 16 GB
storage: hard disk da 500 GB (opzionale hard disk da 1TB o SSD Samsung)
masterizzatore: DVD SuperMulti
porte: 2 x USB 3.0, 2 USB 2.0, 1 HDMI, 1 VGA, 1 RJ-45 Ethernet, Card Reader
connettività: Wireless 802.11b/g/n, BlueTooth 4.0 + Ethernet Gigabit 10/100/1000M
dimensioni: 374mm x 252mm x 14mm ~ 25.4mm
peso: 2.2 Kg
sistema operativo: Ubuntu / senza sistema operativo

Entroware Orion

Entroware Orion è già disponibile dallo store ufficiale a partire da 379.99 Sterline.

  • Dea1993

    sinceramente io non la vedo una cosa troppo utile in quanto se devo cercare una mail su gmail faccio la ricerca direttamente li (io uso thunderbird e quindi è ancora più comodo), ma lo stesso vale anche per le altre cose.
    ma per qualcuno sarà sicuramente utile

  • il prezzo è in sterline non in dollari, e quindi per noi che abbiamo l’euro è svantaggioso

  • Giulio Mantovani

    configurato con queste caratteristiche:
    i5-4210m
    8gb ram
    1tb disco
    120 gb SSD
    display fullHD
    ubuntu 14.04

    prezzo finale 700£, equivalenti a 975€, a cui si sommano le spese di spedizione e penso l’iva italiana, diventa qualcosa di mostruoso il costo. Fuori mercato, utile solo se si vive in inghilterra, se si vuole un pc bello, performante e personalizzato c’è l’italiana santech, che con una cifra simile (considerato trasporto ed iva, se facciamo l’iva su 975€ sono 1250€ circa)

    Ho configurato un santech con:
    i7-4720HQ
    8 gb ram
    2 tb disco
    128 gb ssd
    nvidia gtx 960m
    display fullHD
    per 1500€, sinceramente spendere 250€ in più ed avere il doppio dell’hard disk, un i7 quad core fisico, una dedicata performante è disattivabile dal bios è qualcosa che vale la pena spendere 250€ in più in questo caso.

    • Ilgard

      Non è che la Santech sia proprio economica, eh…

      • Giulio

        Alternative?

        • Ilgard

          In quale ambito? Pc configurabile o pc con Linux preinstallato?
          Nel primo ambito c’è effettivamente penuria di prodotti con un buon rapporto prezzo/prestazioni. In effetti non mi viene niente in mente (Dell non sarebbe male, ma ha un’offerta un po’ risicata), ma ho rinunciato da un bel po’ a cercare qualcosa di buono in quel settore.
          Nel secondo ambito invece è meglio lasciar perdere: spesso sfruttano l’assenza della licenza per guadagnare di più dal prodotto, invece che venderlo a prezzi più bassi.

          • mario

            a giugno scorso dopo tanto cercare ho trovato qualcosa di buono a buon prezzo (credo) … un acer..17 pollici fhd… i7-4702mq .. 8gb ram .. nvidia gtx760m..
            trovato con linpus preinstallato..900 euro…ma prodotto proveniente dalla germania comunque…

        • Marco

          mysn(.)eu
          Sempre i soliti barebone personalizzati, garanzia europea con spedizione compresa.

      • Giulio Mantovani

        certo che no, ma almeno se ti si rompe qualcosa o hai dei problemi non devi spedire (a carito tuo) il pc in inghilterra per fartelo sistemare.

        • Ilgard

          Quello è vero, ma il problema dell’assistenza non si limita a dove spedisci il pc (non so però come sia quella Santech). In linea di massima, se l’assistenza è buona, te ne infischi di dove spedisci il pc.

        • alex

          Per quella che è la mia esperienza hai fatto bene, l’azienda è seria e l’assistenza fornita ottima.

    • bypasser

      all’interno di UE non si deve pagare iva in più. quindi la differenza col santech sono ca 500€. poi possiamo discutere se ne valga la pena ugualmente

      • Giulio Mantovani

        ah, e che solitamente quando si è in UK o c’è la VAT (che è molto più bassa dell’iva, mi pare che sia al 15%) oppure come in USA è senza tasse quindi quello è il prezzo lordo, a cui si aggiungono le tasse del paese in cui viene esportato e ovviamente le spese di spedizione.

        • “VAT” è la traduzione in inglese di IVA (Value Added Tax vs. Imposta sul Valore Aggiunto…). Comunque chi vende in UE deve applicare l’IVA del paese di destinazione, non di quello di invio. Se ti fanno un prezzo, quello è. Non c’è IVA “a parte”.

          • Giulio Mantovani

            questo vuol dire che a quel prezzo, 700£, equivalenti a 975€, devo applicare il 22% di IVA italiana e le spese di trasporto (se non incluse) e quindi 975*0.22 sono 215€ di IVA da sommarsi ai 975, il che diventerebbe 1190€, arrotondiamo a 1200€ (ed ho omesso le spese di spedizione). Vale la pensa risparmiare 300€ per avere una GPU dedicata in meno, un i5 al posto di un i7, la metà dell’hard disk ed assistenza all’estero?

          • 300 su 1200 sono il 25% del costo. Proprio due bruscolini eh? Confronti due macchine che sono diverse in fatto di hardware e ti meravigli che ci sia una differenza di costo del 25% (che è un botto)? Pensa che strano… Non si capisce dove tu voglia andare a parare.

          • Giulio Mantovani

            non voglio andare a parare da nessuna parte, ma dato che sono sulla stessa fascia di componenti e utenza, vorrei capire cosa spinge la gente a comprare un pc in UK con meno roba dentro rispetto all’italia, poi ognuno fa quel cavolo che vuole, ma su quelle cifre, per me 300€ in più per avere una dedicata (non venitemi a dire che pc del genere sono per la multimedialità) che serve per molti lavori o più spazio sul disco non farebbero male, personalmente spenderei 300€ in più dato che lavoro con immagini, video e quant’altro e i gb vanno via come i piumini in primavera.

          • «cosa spinge la gente a comprare un pc in UK con meno roba dentro rispetto all’italia»

            Per esempio il fatto che costi 300 euro in meno… e che non tutti facciano la stessa professione che fai tu. Ognuno deve scegliere l’hardware adatto alle proprie esigenze.

  • Nello

    devono smetterla di fare i notebook con il masterizatore!!!

    • michele casari

      10 minuti di applausi.

  • JackPulde

    Purtroppo sempre costosi i pc con Ubuntu preinstallato :/.

  • kernele

    che prezzo!!! scaffale.

  • Brau

    “sistema operativo: Ubuntu / senza sistema operativo”

    Voglio vedere mo’ quel battutista fallito di “raga, mi dite un programma che […] per FreeDOS?” a cosa riesce ad attaccarsi ;^)

    • può sempre fare la domanda
      “mi dite un buon emulatore per ubuntu di freedos, e poi ditemi anche un buon riproduttore multimediale per freedos che giri bene nell’emulatore”

      • Pierfilippo Debaptistis

        Il buon emulatore di Freedos l’ho trovato. Si chiama dosemu. Per quel riproduttore, invece, sai consigliarmi qualcosa?

No more articles