CrunchBang Waldorf da Debian Wheezy a Debian Jessie

31
106
In questa guida vedremo come aggiornare CrunchBang Waldorf da Debian Wheezy a Debian Jessie

CrunchBang in Debian Jessie
La fine dello sviluppo di CrunchBang non aveva fatto sentire per il momento la sua mancanza, sul sito ancora attivo si potevano scaricare le Iso da cui installare le relative versioni della distribuzione che funzionavano tranquillamente. La sua eredità è stata raccolta da tre progetti, che a tutt’ora devono ancora concretizzare il loro lavoro nel rilascio di una Iso.
Questi tre progetti sono, Bunsen Labs, CrunchBang++ e TweakLinux. Il rilascio di Debian Jessie ha però dato il senso tangibile della fine vera e propria di CrunchBang e le domande su come sarebbe stata l’eventuale nuova distribuzione lasciano l’amaro in bocca. Questo post raccoglie e sintetizza i numerosi esperimenti, che vengono riportati su vari blog, e che hanno lo scopo di tentare il passaggio di CrunchBang da Wheezy a Jessie, mantenendo inalterati l’aspetto e le funzionalità della distribuzione. Il merito di tutto ciò và quindi ai tanti che hanno provato e condiviso problemi e soluzioni, io mi sono limitato a raccogliere il loro lavoro e verificarne il funzionamento su un MiniPC (un Toschiba mini con 1Gb di Ram e uno dei soliti AtomIntel)
Non so se questa procedura è solo una specie di maquillage, che da un punto di vista tecnico implica problemi non subito evidenti ma che provocano influssi nefasti al sistema.

Il processo si basa sulla sostituzione dei repository di Debian Wheezy (su cui è basata CrunchBang) con quelli di Debian Jessie, modificando il sources list e lasciando attivo il repository CrunchBang da cui la distribuzione prende i pacchetti specifici della stessa. Si aggiungono infine i repositori multimedia (Multimedia.org) e si risolvono alcuni problemi relativi ai pacchetti Tint e Synaptic.
Altro problema che si incontra è conseguente all’aggiornamento delle librerie GTK che sulle applicazioni GTK2 fanno sentire il loro effetto, il tutto si cercherà di risolvere con un ulteriore trucco usando un tema esterno alla distribuzione da cui verrà prelevata la cartella del tema in GTK3 e sostituendo quella del tema Waldorf.

Il primo passaggio da fare è aprire il sources list:

sudo geany /etc/apt/sources.list

Commenteremo alcune parti e ne inseriremo delle altre:

## CRUNCHBANG
## Compatible with Debian Wheezy, but use at your own risk.
deb http://packages.crunchbang.org/waldorf waldorf main
# deb-src http://packages.crunchbang.org/waldorf waldorf main

## DEBIAN WEEZY
#deb http://http.debian.net/debian wheezy main contrib non-free
#deb-src http://http.debian.net/debian wheezy main contrib non-free

## DEBIAN WEEZY SECURITY
#deb http://security.debian.org/ wheezy/updates main
#deb-src http://security.debian.org/ wheezy/updates main

# DEBIAN JESSIE SECURITY
deb http://security.debian.org/ jessie/updates main contrib non-free
deb-src http://security.debian.org/ jessie/updates main contrib non-free

# DEBIAN JESSIE OFFICIAL
deb http://ftp.debian.org/debian/ jessie main contrib non-free
deb-src http://ftp.debian.org/debian/ jessie main contrib non-free

# REPOSITORY MULTIMEDIA
deb http://deb-multimedia.org jessie main non-free
deb-src http://deb-multimedia.org jessie main non-free

e salviamo il tutto.

CrunchBang - Repository

Per quest’ ultimo aggiungeremo la chiave di autenticazione:

gpg --keyserver subkeys.pgp.net --recv-key 5C808C2B65558117 && gpg -a --export $PUBKRY | sudo apt-key add -

CrunchBang chiave di autenticazione repository

Fatto questo daremo:

sudo apt-get update

prima di procedere all’ upgrade del sistema bisogna risolvere un problema che si presenterebbe durante l’ upgrade stesso dovuto al pacchetto Tint2.

La nuova versione è nella sua struttura diversa dalla precedente per cui disinstalleremo ora la vecchia e installeremo la nuova.

sudo apt-get purge tint2 tint2conf
sudo apt-get install tint2

(la vecchia versione aveva pacchetti indipendenti la nuova ne ha uno complessivo) ora potremo procedere a:

sudo apt-get dist-upgrade

CrunchBang Upgrade

Passerà un po di tempo durante questa operazione ma tutto procederà senza grossi problemi, se si dovessero presentare, si può dare il comando:

sudo apt-get install -f

Alla fine riavviamo la distribuzione, tutto dovrebbe essere al proprio posto, o quasi. Il secondo problema lo incontreremo nel tentativo di aprire Synaptic, che non si avvierà regolarmente.

CrunchBang Desktop

Per questo daremo:

sudo apt-get purge synaptic
sudo apt-get autoremove
sudo apt-get update
sudo apt-get install synaptic

Il comando pulirà anche molti file residui e ci permetterà di avviare Synaptic.

Qui incontreremo il problema della visualizzazione delle applicazioni rimaste a GTK2.

CrunchBang - Synaptic

Possiamo risolvere procurandoci un tema esterno compatibile con CrunchBang, questo tema è Adwayta-Grey.

Una volta scaricato estraiamo dall’archivio la cartella Gtk-3.0,

CrunchBang Estrazione Tema

ora dal menù di CrunchBang lanciamo Thunar come amministratore,

CrunchBang - Thunar  come amministratore

arriviamo in usr/share/themes/waldorf e rinominiamo la cartella che è al suo interno da Gtk-3.0 a Gtk-3.0-old

CrunchBang usr/share/themes/waldorf

e copiamo sempre qui quella Gtk-3.0 che abbiamo estratto dal tema Adwayta-Grey,

CrunchBang Copia Tema Adwayta-Grey

chiudiamo e da ora in poi tutto dovrebbe apparire molto più integrato.

CrunchBang Synaptic GTK3

Sarebbe opportuno il parere di qualche esperto di distribuzioni e della loro struttura per evidenziare i problemi di questa procedura, io da profano quale sono mi sono limitato ad applicare solo dei cerotti qua e là (la prima immagine del post non era messi li a caso).

Un grazie a tutti i Blogger (principalmente a entornos GNU/Linux) da cui ho saccheggiato la maggior parte delle cose che qui ho riportato, a loro tutti i meriti e a me tutte le colpe se non sono stato abbastanza chiaro e preciso.

Un saluto a tutti Fausto.