Microsoft ha annunciato che il prossimo Windows 10 sarà gratuito per tutti, anche per gli utenti che hanno una copia pirata. Windows free come Linux?

Windows 10
Torniamo a parlare di Windows 10, la futura versione del sistema operativo proprietario di Microsoft che sarà disponibile dalla prossima estate con moltissime novità. Windows 10 dirà addio a Internet Explorer, browser che verrà sostituito da Spartan, la nuova versione inoltre includerà diverse funzionalità già incluse nei principali ambienti desktop Linux come ad esempio il gestore di desktop virtuali, Task View per visualizzare le anteprime di tutte le finestre avviate oltre alla convergenza tra varie tipologie di dispositivi. Inoltre Microsoft Windows 10 sarà gratuito per gli utenti che utilizzano Windows 7 e 8 / 8.1 che siano in possesso di una regolare licenza o meno.

In teoria non sarà più nemmeno necessario “craccare” il sistema operativo di Microsoft, basterà installare una versione trial di Windows 7 o 8.1 e aggiornare il sistema operativo alla versione 10 per avere una copia regolare del nuovo Windows 10. Microsoft in questa maniera punta di ridurre il problema della pirateria informatica semplicemente offrendo gratuitamente il proprio sistema operativo.
Molti si chiederanno come farà Microsoft a guadagnare soldi in tutto questo? Come per Android i profitti arriveranno principalmente dalle applicazioni e giochi a pagamento incluse in Windows Store oltre a far pagare l’assistenza (come accade per le distribuzioni Linux).

Windows 10

Windows diventa quindi gratuito per tutti, come accade attualmente per le varie distribuzioni Linux riducendo (in teoria) anche i costi dei nuovi pc, tablet e smartphone (come accade già ora con la versione Windows 8.1 for Bing).

A parità di costi (ossia zero) conviene ancora utilizzare Linux al posto di Windows???

  • fedefigo92

    Wow ottimo spero in prodotti di qualità senza cifre follii!!

  • Andrea Girvasi

    Una buona notizia considerando che, stabilendosi in EU, le spedizioni non subiranno fermi e rincari nella maledetta dogana.

  • bellissimo.
    aspettiamo di sapere in quali sedi allora 🙂

  • Sinceramente mi sembrano prezzi abbastanza alti, i prezzi scritti sui notebook sono con i3 base, se si va ne lconfiguratore per mettere anche un solo i5 il prezzo lievita. i7+650m+8gb ram+ 500gb hdd parliamo di 1316$…. praticamente un furto. Con 300/350€ in meno ti viene ad esmpio un lenovo stesso processore, stessa 650m ma con 1 tb di hd… Forse sono ottimi nel supporto, ma di sicuro come hardware sono ladroni

  • Francesco Manghi

    mah…..credo di fatto cambi poco….nel senso che…diciamolo…tutti noi o abbiamo una copia di windows originale perchè acquistata col pc, oppure è pirata. Semplicemente, in questo modo, è facile che riducano la frammentazione dei sistemi windows, facendo migrare parecchi utenti alla versione 10.

  • Giuseppe Pini

    Mi sa che lo permetteranno solo in Cina…

    • Giacomo

      in Cina è proprio dove hanno deciso di abbandonare Windows (e non credo che le pagassero le licenze).

  • Marco

    A parità di costi (ossia zero) conviene ancora utilizzare Linux al posto di Windows??? Certo che si, visto che le distribuzioni GNU/Linux sono per la gran parte software libero e opensource mentre Windows continua a restare un sistema chiuso proprietario.

    • Carlo

      e dei programmi open per windows che ne pensi? E’ pieno, strapieno e funzionano bene.

      • Sándor

        Quindi LibreOffice su Windows è ok, mentre su Linux fa schifo?

        • JackPulde

          Io sto provando Libreoffice anche su Windows… e da me va bene sia su Ubuntu che su Windows…

      • abral

        Ma Windows non è open.

      • Marco

        Uso quasi tutto opensource quando sto su Windows. VLC, SumatraPDF, Chromium vanno alla grande. Però devi sempre tenerli aggiornati uno per uno, quando invece su una qualsiasi distro linux aggiorni e ti aggiorna tutto in blocco (OS, DE, Kernel, Programmi installati). Senza dubbio più comodo Linux. Soprattutto quando formatti Windows va via una mezza giornata a riconfigurare tutto, con una mezz’oretta scarsa di Linux trovi tutto già pronto.

        • alkmist

          mezza giornata, un sogno, mezza giornata, installazione sistema, driver, software, ripristino dati, più 1giorno /2 per completare gli update, con 15 riavvi. almeno con non conosci qualche trucchetto.

          • Marco

            Hai ragione, io non ho considerato il backup e il ripristino dati. Comunque backup + formattazione + reinstallazione di 7 + aggiornamenti e manco tutti domenica scorsa m’ha preso dalle 8 di mattina fino alle 4 di mattina del giorno dopo.

  • Carlo

    Esempio. Conosco un medico radiologo che è scarso nella refertazione
    delle lesioni cerebrali. Mi dicono: “vai da quello per la refertazione
    dei tumori al pancreas, che è bravo!” Voi ci andreste? Io mai!

    Allo stesso modo. Io so solo che con Ubuntu 14.10 non posso più stampare, nonostante driver forniti dalla epson, perchè come al solito fanno le cose a caiser. Ieri ho ricevuto dei powerpoint e libreoffice me li ha aperti tutti strani… Fortuna ho wine, ma non lavora bene. Il PASTE fa come gli pare. Sapete cosa, che a me Ubuntu non lascia più tranquillo, nemmeno per quanto riguarda le operazioni bancarie e simili. Ma perchè devo fidarmi? Ma se tutta questa approssimazione fosse presente anche nella sicurezza?
    E con windows 10 in campagna elettorale che regala sistemi operativi (per un anno), è ovvio che questo diventerà il mio os più utilizzato.

    • Sándor

      «Sapete cosa, che a me Ubuntu non lascia più tranquillo, nemmeno per quanto riguarda le operazioni bancarie e simili.»

      Questa è fantastica…

      «Ma se tutta questa approssimazione fosse presente anche nella sicurezza? »

      Be’ tutti sanno che Windows è famoso per la sicurezza… una fortezza inespugnabile!

      • Carlo

        Windows nuovo si, è abbastanza una fortezza inespugnabile. Certo che se installi le cacate sopra, no. Ma è evidente che se la curiosità non ti porta ad installare e leggere qualcosa sui nuovi os windows, rimarrai indietro di qualche decennio. E ti dirò di più, con tutto il suo antivirus, guardati quanto consuma di ram… Lo so, è dura da digerire.

        • ma vai va

          La RAM ce l’hai per usarla o ti serve come soprammobile? Io sul laptop ho 8gb, e meno di 4/5 non ne uso. Sennò che ce li avrei messi a fare? Comprare il Ferrari per andare al mercato, dura da digerire…

    • abral

      Il fatto che LibreOffice non apra bene i PowerPoint è colpa di Microsoft più che altro. Microsoft dovrebbe adottare un qualche formato standard!

    • alkmist

      concordo, con la velocità estrema di patchare di microsoft, superando anche l’anno, chi in solo un anno è capace di fare worm o tirare su botnet? visto che viviamo in un mondo dove i programmatori non esistono, gli hacker nemmeno, e tanto meno i smanettoni, lol.

    • Marco Missere

      Sei stato tu a sbagliare con lo scegliere Ubuntu 14.10. Vai di Ubuntu 14.04 (per la precisione 14.04.2) LTS.

      • Carlo

        concordo. Complice un problema che ha determinato la necessità di reinstallare ho provato 14.10

    • JackPulde

      Se ti serve una cosa stabile e che funzioni bene ci sono le LTS.

      Comunque ci sono altri metodi per aprire i powerpoint, word ecc… (Kingsoft office, Google docs…)

  • Fabio

    Finché il mio hardware rende meglio con Debian non vedo xché andare a incasinarsi la vita con il registro di sistema… 🙂

  • Ernesto

    Be’ c’è sempre il dual-boot. Linux tutta la vita e all’occorrenza (Giochi, qualche programma indispensabile) Windows. Penso cambi poco…

  • rico

    Con Linux Mint installato sia su HDD che su pendrive, il nuovo windows 10 mi è utile come la bicicletta per un pesce.

  • biosniper

    linux non puo’ piu’ vantare di essere un sistema gratuito rispetto a win …., ma scegliere un sistema operativo solo per la sua licenza gratuita e’ un po’ riduttivo. credo che i punti di forza del pinguino siano anche altri (e’ open source, quasi immune da virus, offre SO adatti alle piu’ disparate macchine potenti e obsolete…)Ma ricordiamo che anche win ha dei punti di forza non indifferenti: il parco software offerto e’ certamente superiore rispetto a quanto disponibile per l’utente linux e a parte qualche eccezione (vedi Blender, Cinelerra, gimp e altri…) la qualita’ e professionalita’ dei programmi che girano su win (non conosco il mac…) per me rimane insuperata. ora che anche win e’ gratuito la lotta tra i duo SO si fa piu’ serrata e come win si e’ appropriata di una caratteristica di linux (licenza free), spero che presto anche linux guadagni terreno su una caratteristica di windows: piu’ programmi professionali…e che vinca il migliore
    🙂

    • JackPulde

      Se Adobe muovesse le chiappe per creare una suite per linux… e Autodesk con autocad (oltre a maya che c’è già)… Sai gente che cambia da Windows/Mac a linux?!?

      E intanto si sta facendo strada Krita per quanto riguarda il disegno rispetto a Photoshop! ;)… (Tra l’altro lo stesso krita dovrebbe aprire i formati photoshop).

    • LelixSuper

      Speriamo che con la Valve si dà una spinta nel gaming verso Linux, ma ricordati che i soldi sono il centro del mondo in quel caso (filosofie a parte).

  • mscanfe

    gratuito? wow!!
    allora tornerò certamente a Windows
    mi mancano così tanto l’antivirus che mi rallenta il pc, hijackthis che non capisco che casso fa; le scansioni online, l’ansia da trojan, passare ogni file scaricato all’antivirus prima di aprirlo, il pc che mese dopo mese si impalla sempre di più
    che nostalgia avevo di tutte queste cose… non me le potevo più permettere perché Windows era a pagamento, ma ora che che sarà gratis… finalmente si tornerà a casa, dopo anni di esilio in cui ho sofferto come un cane a causa di un pc performante, che non si impallava più e libero da antivirus, e da tutte quelle belle cose tipiche di Windows che mi mancavano così tanto
    Windows rieccomi da te!!!

  • In realtà non è proprio così, sarà possibile aggiornare a Windows 10, ma la licenza sarà sempre pirata ed il sistema a detta di Microsoft potrebbe avere rallentamenti o funzionalità mancanti, diciamo che Microsoft potrebbe castrare la versione gratuita di chi non ha una licenza regolare.

  • Andrea

    Partendo dal fatto che trovo utili entrambe i s.o. ha sempre considerato linux il prodotto per tutti i giorni, navigare e caxxaggiare sul pc in maniera veloce e prestante (boot veloce, apertura dei programmi velocissima, anche lo stesso procedimento di chiusura del pc è più veloce) insomma adatto a fare quasi tutto senza i tempi “morti” di windows. Da quando sto provando la TP di 10 devo rivalutare la questione, e se il podotto finito risultrà davvero così veloce nelle operazioni quotidiane, allora per linux son cavoli. Lasciamo perdere la filosofia open o non open, andiamo sul concreto. Se win 10 sarà davvero migliorato nelle prestazioni globali, distribuito gratis, con un parco software gratis praticamente illimitato in ambito home che senso avrebbe tenersi linux?

    • abral

      Beh, innanzitutto Linux è più sicuro. Inoltre non si può lasciar perdere il fatto che sia open, perché anche questo garantisce vantaggi concreti (ad esempio, il rispetto della privacy).
      Io non vedo questo grande cambiamento nella situazione tra Windows 8 e Windows 10, nel senso che i motivi per utilizzare Linux sono sempre gli stessi. Già con Windows 8 le prestazioni per utilizzi tipici sono perfettamente accettabili.

      • Andrea

        Io ho colto un ragionamento un pò terra terra…è ovvio che chi conosce un pò come vanno le cose la pensi diversamente, forse non cambierà nulla o poco, ma sicuramente microsoft dopo queste ultime rivelazioni è pronta a tutto per attaccare il mercato.

    • Giulio Mantovani

      Io probabilmente metterò 10 perchè ho una licenza di 8 originale. Ma non per questo toglierò linux, anzi. Alla fine anche se 10 sarà gratis,questo porterà solo gli utenti con 7 ed 8 ad aggiornare il pc, anche perchè chi ha XP difficilmente ha un computer performante per 10. La loro politica serve solo per eliminare dalla piazza una grossa fetta di utenti di 7 per dare una solida base a 10, tutto qui.

  • se hai una versione pirata di W7/8/8.1 avrai l’aggiornamento gratuito alla versione pirata di w10, quindi non ti regalano la licenza genuina se sei in possesso della versione pirata dei precedenti sistemi operativi.

    • Andrea

      sembra che sia così, addirittura si vocifera che la licenza “pirata” che ti daranno durerà 1 anno, dopo di che ti chiederanno di acquistare la licenza magari ad un prezzo conveniente (tipo quello che è successo con 8)

  • abral

    E’ gratuito l’aggiornamento, ma se vuoi un computer nuovo devi comunque pagare la licenza di Windows 10.
    Quindi non verranno ridotti i prezzi.

    • Andrea

      E’ puro marketing

  • Giulio Mantovani

    1) è gratis per gli aggiornamenti, le licenze OEM preinstallate nei nuovi pc che nasceranno con 10 sarà a pagamento quindi il prezzo non si abbassa.
    2) Chi usa linux anche se 10 è gratis non ci passerà solo perchè è gratis, alla fine della fiera non cambia nulla, cambia nell’ecosistema microsoft per evitare l’effetto XP, cioè quando è uscito vista c’è stato un downgrade di massa ad XP, l’uscita di 7 ha portato grandi benefici a microsoft ma chi usava ancora XP, dato che era supportato non aveva senso aggiornare a 7. con l’uscita di 8 e la dipartita di XP, si aspettavano le persone con XP migrassero in massa a 8. Ma invece c’è stato un passaggio di massa a 7 diventando quasi il 60% del market di Windows. per evitare qualcosa del genere hanno deciso di dare lo zuccherino gratis, così che si crei una base di PC aggiornati all’ultima versione in tutto il mondo dell’80-90%. Dopodichè si inventeranno qualcosa per farti aggiornare sempre l’OS, magari riducono il supporto da 10 a 5 anni o meno così sei fregato.
    Quindi anche da 2-3 anni il risultato sarà sempre questo: windows maggioranza sul 90% dei PC, OSX al 7% e linux al 2%. A meno che i pc con XP non vengano convertiti a linux, il che vorrebbe dire che linux sale al 5-6% e windows scende all’85% circa.

    • Andrea

      Secondo me prima o poi lo daranno veramente gratis a tutti, quello su cui stanno puntando sono tutti quei servizi a pagamento che piano piano satureranno la piattaforma/ecosistema di microsoft. Il futuro di questa convergenza non solo tra pc & co. (laptop, tablet, ibridi, smart ecc….) ma anche con xbox sono gli abbonamenti! I soldi si farnno lì, altro che licenze.

      • Giulio Mantovani

        quindi come hai detto se fanno i soldi dalla piattaforma, a questo punto se non vuoi usare i loro servizi stai usando un OS che non ha nulla in più di linux. Windows continuerà ad esistere ed avere la maggioranza dell’utenza. Ma non è che linux si estingue da un momento all’altro.

        • jboss

          io penso che le cose rimarranno così come sono al massimo perderà pochissima utenza linux neanche il 0,2%, sta di fatto che sicuramente nessuno passera + a linux, rimarrano solo gli affezionati o quelli come me che lo usano.

          • Giulio Mantovani

            l’unico modo per aumentare veramente linux è di trovare un OEM che venda PC con una distro. Ad esempio Red Hat e SuSE potrebbero fare dei progetti con dei vari OEM (tipo HP, Acer, ASUS ecc.) per dire “creiamo un pc con sopra il mio OS”, creano tutto ed ottimizzano e li vendono. Anche perchè il vero punto di forza di windows è l’essere preinstallato sui pc. Se gli OEM non installano più windows allora va a finire che windows perde quote di mercato.

          • Marco Moraschi

            teoricamente ci sono, ma spesso “non incontrano” le esigenze dell’utente medio.
            ci sono gli hp con suse come anche dei desktop fujitsu … però è roba che va bene in ambienti enterprise dove magari ci sia anche un sistemista che sappia cosa fare.
            Comunque piaccia o no che vince in ambito consumer niubbo è ubuntu a mani basse …. driver proprietari dentro, codec dentro, ti manca qualcosa vai su un sito e ti propone la versione per ubuntu …. se devo convincere qualcuno a fare il grande passo queste sono cose che pesano …. e poi unity con tutti gli n-mila difetti che può avere alla fin fine funziona facile facile.

          • Luca Cavedale

            ciao, ci sono già è vero, e vorrei segnalare come molti sedicenti negozi ( in generale non le grandi catene, ma le piccole ) comprano i portatili con gli ubuntu installati di solito hp, e lo formattano mettendoci win 8 con crack o semplicemente lasciandolo senza licenza d’uso…una cosa vergognosa.

          • Marco Moraschi

            trovassi un portatile così lo denuncio a Microsoft SUBITO. Ma sul serio.
            Sopporto a malapena che un utente usi software pirata …. che sia un commerciante a lucrarci è ignobile.

          • Giulio Mantovani

            si, ubuntu è sottinteso. Sapevo dei portatili con suse dell’HP, ma solitamente non sono convenienti (purtroppo), ne ho visti alcuni con hardware di fascia bassa (tipo pentium dual core e 2 gb di ram) venduti a 450-500€, il problema è che con quella cifra prendi un i3/i5 con 4 gb di ram… purtroppo serve anche competizione per vincere. Quindi portatile X che ha gli stessi medesimi componenti, con windows ad esempio 500€, con linux 500€-licenza windows (quindi quei 20-30€ di risparmio) e vedi che venderebbero, ovviamente ci vuole il commesso che spieghi bene come funziona linux. altrimenti tutti inneggerebbero alla truffa.

          • Andrea

            è un pò come il prodotto fatto a mano e la grande distribuzione, allo stesso prezzo hai il medesimo prodotto ma con qualità diversa….ovvio linux è il prodotto a mano di qualità, windows è il prodotto da catena ma che fa il suo sporco lavoro

          • Andrea

            Canonical ha iniziato da un pò questa prassi, è solo all’inizio ma la strada è lunga…

          • Giulio Mantovani

            si, si sono buttati sui mercati emergenti come cina ed india (che però rappresentano da soli quasi metà della popolazione mondiale) e se riescono ad approfittare della situazione potrebbero rubare fette importanti di mercato. Dopotutto li un pc che da noi costa 250€ sono tantissimi con l’inflazione locale. La sola licenza di windows potrebbe equivalere diversi giorni o settimane di lavoro, e quindi riuscire a toglierla è già un gran passo avanti. Ora che ci penso (mi ero dimenticato di questo particolare potrebbe esere stata una contromossa di microsoft per contrastare la diffusione di linux in questi mercati, regalandolo a chi ha windows 7 o 8 anche piratato incita le persone ad utilizzarlo il più possibile.

        • Andrea

          Chi ha parlato di estinzione? Al limite tutto continuerà ad andare avanti così, “monopolio” di windows. Io avrei preferito un’esplosione di sistemi linux…poi in tanti preferiscono il contrario, quindi la cosa dovrebbe solo fare piacere e non accendere gli animi.

          • Giulio Mantovani

            per far crescere linux servono programmi competitivi, come la suite adobe, ma non la suite adobe. Servono programmi che seguano la filosofia open, ma che siano competitivi. È inutile che si portano programmi come la suite adobe, la suite autodesk ecc. Perchè dopo hai un OS di base open source e le applicazioni che girano su di esso closed, e si fa la fine di OS X. Servono programmi funzionali e competitivi, ci sarebbero, ma non competono come ad esempio GIMP. Se si finanziassero i progetti e, magari dopo fai pagare una licenza non di uso, ma di supporto (come con SUSE enterprise o RHLE) ne venderebbero a vagonate ai professionisti mentre gli amatoriali potrebbero tranquillamente utilizzarli, legamente, senza spendere un cent.

      • Brau

        Per non parlare dei banner pubblicitari ficcati a forza nelle app (es. Skype), quanto guadagneranno da quelli?

        • Andrea

          Chiedilo a big G che sono i maestri di quest’arte…

  • Silvio

    Non tornerò ad utilizzare Windows nella vita di tutti i giorni solo perchè sarà gratuito (che poi è tutto da vedere); principalmente per la qualità tecnica con la quale è realizzato: secondo me pari a zero o quasi. E anche se sarà gratuito, rallenterà sempre, si riempirà sempre di virus, e non saprò mai che cosa succede quando il disco fisso gira, gira, gira, scalda, scalda… Che incubo, se lo tengano pure.

  • jboss

    io non faccio commenti perchè microsoft è sempre imprevedibile un pò come fedora,cioè promette cose ma poi non ne rispetta la maggior parte,sta di fatto che io non lascerò mai il mondo linux perché quello che ti offre linux non te lo offre windows.

    • Caterpillar89989384

      ma sciacquati la bocca prima di parlare di Fedora

      • Andrea

        ultimamente di promesse è pieno il mondo, non ha proprio tutti i torti… con il colluttorio??

        • Caterpillar89989384

          ma promesse di cosa

          • Andrea

            se ti riferisci a fedora basta il semplice fatto che ogni rilascio viene puntualmente posticipato in barba alla data iniziale, per me sono cavolate per altri possono essere cose importanti (tanto vale sarebbe eliminare le date di uscita del relase)

          • Caterpillar89989384

            in barba? Beh se non vuoi fare uscire una cosa buggata, procastrinare è normale. Oppure vuoi una cosa stile Ubuntu (che ho utilizzato per 5 anni e sò quel che dico)

          • Andrea

            che tu sappia quello che dici, ci credo. allora eviti di dare una data per poi fare continui comunicati di slittamento. non mi toccare ubuntu! 😉

          • Andrea

            in barba è un modo di dire

      • jboss

        sciacquati la bocca?
        io ti sto scrivendo da fetora

        • jboss

          22 alpha

          • Andrea

            auguri!

        • Caterpillar89989384

          e allora che paragoni fai!?

  • alkmist

    windows era già gratis, per ignoranza del sistema già incluso nel hardware 🙂 e per le crack.

  • Sandro Porrazzini

    Di solito chi utilizza Linux, salvo alcune eccezioni, lo utilizza per motivi di sicurezza e di filosofia. Io non cambierò sicuramente le mie abitudini e continuerò ad utilizzare questo S.O. sulle macchine dove l’ho già installato. Ovviamente sono interessato a Windows perché ho anche macchine con tale O.S. che devo tenere per motivi di lavoro e, nel caso dell’hobbistica, per l”elaborazione delle foto (non sto parlando di software come Photoshop o Gimp, ma più specifici che non hanno i corrispondenti in Linux).
    Per quanto riguarda le copie pirata, per chi le ha, non cambia assolutamente niente. L’installatore di Windows non è in grado di capire se la copia “attivata” in modo truffaldino è originale o meno, quindi resta tutto come prima. Come qualcuno diceva nella discussione, lo scopo di Microsoft è di creare un “ecosistema” del tipo di quello di Apple, non tanto come quello di Linux, in cui il S.O. è gratuito, ma paghi tutto il resto, vedi la tendenza della migrazione dei sistemi Office di Redmond verso il Cloud. Si arriverà in futuro, probabilmente, ad una situazione in cui Office esisterà solo in versione Clud. Così per tutte le altre e per i servizi….

  • Francesco Bedussi

    Ma gratuita solo la versione base/home o anche quella pro?

  • Leonardo Rava

    Ma se si ha windows 7 attivato con activator con tutti gli aggiornamenti installati, windows 10 lo scambierà per genuino o pirata???

    • Brau

      Dovrebbe scambiarlo per pirata, dato che la licenza sarà invalida (avranno studiato un altro metodo rompiballe stile Genuine Advantage nel frattempo, no?), bisognerà vedere dopo quanto tempo qualcuno riuscirà a sgamare la procedura d’attivazione (ci son già riusciti per le beta), nel tal caso micro$oft sarà di nuovo punto e da capo…

      • BlueRazor

        Microsoft ha spiegato ieri più nel dettaglio l’upgrade. Le copie pirata potranno essere normalmente aggiornate, senza essere bloccate, pur mantenendo una licenza irregolare.
        Si sono trincerati dietro il “non possiamo garantire la sicurezza di sistemi non originali”, ma è comunque un passo avanti

      • Leonardo Rava

        Però avevo anche fatto il test con Windows Activation Technologies e lo scambiava per originale!!!

        • Brau

          Lo hai fatto con i tool che hanno rilasciato fino ad adesso, chi mi dice che non ne abbiano fatto uno nuovo?

  • Caterpillar89989384

    a robbbbbé quanto ti piace vendere pubblicità con titoloni come questo

  • m0h

    Dual boot come sempre, non credo cambi. Continuerò ad utilizzare Windows solo per giocare….

  • Brau

    Che si dice, visto che parliamo di Micro$oft, dopo quanti giorni arriveremo al 100° commento? Venghino siori e siori, si accettano scommesse :^)

  • Marco

    Notizia già smentita, era la solita sparata per far comparire Microsoft Windows 10 su tutte le testate online…

  • RiccardoC

    Mai stato un problema di prezzo per me; non installo un nuovo sistema operativo ogni anno, quindi che costi 100€ o sia gratis mi cambia poco.
    Ormai mi sono abituato ai vantaggi di linux ed ho imparato a convivere con i suoi problemi (chi dice che non ne ha mente secondo me), oltre al fatto che ho un netbook che penso di usare per almeno un altro paio d’anni su cui non è possibile installare nemmeno l’8… di fatto per tornare a Windows dovrei riabituarmi a trovare i programmi giusti etc., non sono motivato a farlo.

    • michele casari

      nessun sistema operativo è esende da problemi.

      • RiccardoC

        appunto, il sistema operativo perfetto non esiste; ognuno ha i suoi pregi e difetti, la sua storia, la sua comunità.
        Io stesso per lavoro preferisco il mac, ma per uso privato uso più linux…

    • blabla

      che pregi ha linux?

      • Andrea

        per me: windows ha tanti pregi quanti i difetti, linux ha pochi pregi quanti i difetti

        • blabla

          secondo me linux è un’ottima piattaforma, purtroppo nessuno ci crede

          • Andrea

            se pensi, al di fuori del mercato consumer linux è il protagonista incontrastato, il problema non è la credibilità. se ci pensi chi studia informatica, chi lavora nell’informatica usa linux e così molte aziende che hanno personale qualificato per tale scopo ne fa largo uso, mentre la persona che ha studiato e lavora in altri settori usa windows per la sua semplicità d’uso ed ovviamente qui dobbiamo tornare indietro nel tempo. oggi le cose stanno cambiando e linux stà diventando “facile” ed ovviamente non si può pretendere che decenni di sistema possano cambiare in pochi anni. il problema non è tangibile è solo questione di adeguarsi, è il sistema che deve cambiare

      • RiccardoC

        Varia molto da distribuzione a distribuzione ma, in ordine sparso secondo me:
        – aggiornamento centralizzato: con un unico comando aggiorni sistema operativo e programmi
        – possibilità di funzionare anche su sistemi datati e/o limitati e/o abbandonati dal produttore
        – un’ottima shell (a dire il vero quella ce la ha anche windows, ma la hanno messa dopo che lo avevo abbandonato e non è stato abbastanza per tornarci)
        – è free (as in free speech); non a tutti interessa la cosa, ma a me sì

      • Fabio

        Sul mio hardware Debian va meglio (più velocità e più stabilità) di Windows 7. Sono 5 anni che non formatto ma aggiorno con dists-upgrade e non ho notato rallentamenti di sorta. Pur stando attento non mi preoccupo più di tanto di virus e malware vari e la manutenzione del sistema è uguale a zero.

  • andrea

    non vedo l’ora di ricominciare a deframmentare il disco fisso e fare ogni settimana una scansione antivirus e antiadware 🙂 🙂 🙂

    • Ermy_sti

      con i miglioramenti dei nuovi kernel di win ormai non c’è più bisogno di deframmentarli (massimo una volta all’anno) e per i virus e adware basta che sai cosa installi (come per android, mac, linux) e non prendi niente

      • Andrea

        Il luogo comune dei visrus su windows è un pò come il luogo comune di totale assenza di virus per linux…utopia.

        • Ermy_sti

          si infatti ormai la gente continua a dire le stesse cose per inerzia

          • Andrea

            per partito preso, e poi ci si lamenta dei politici che dicono sempre le stesso cose. è difficile ammettere che si possa cambiare idea o per lo meno dire le cose oggettivamente senza ma e forse….

          • matteo81

            La gente deve schierarsi a prescindere… pro o contro qualcosa…. win è il sistema noioso, sempre uguale, fatto da un’azienda che lavora solo per fare soldi (come se gli utenti del blog lavorassero per la gloria)… insomma è un pò come dire “noi contro il sistema”… che fà sempre figo….

            Il risultato è più o meno questo: gente sempre più faziosa e sempre meno obiettiva mentre il blog si guadagna le sue quintalate di click lavorando sull’ignoranza di chi lo frequenta… trovare la moderazione e l’obiettività è praticamente impossibile…. ogni tanto cerco di far capire che non è tutto bianco o nero ma poi arrivano i sistemisti convinti che al mondo si debba mangiare solo pane e riga di comando oppure l’universitario smanettone che deve fare l’anticonformista a tutti i costi convinto che dare una sudata da terminale lo rende esperto e perdi la passione… e sorvolo su quelli che giudicano sulla base di articoli presi a caso dalla rete e che magari non usano “la concorrenza” da anni e continuano con i soliti luoghi comuni…. a quel punto mi viene da dire… e stixazzi!!!

          • Andrea

            io godo tremendamente nell’essere in grado di utilizzare diversi sistemi operativi e trarne i vantaggi da entrambe, mentre so per certo che c’è gente che pur di non darla vinta (previa sue convinzioni ottuse) continua ad usare nella sua inconsapevolezza solo “una cosa” la minxxia al posto del cervello.

          • Franco

            Si certo, come dire tutti i vegetariani sono dei dementi…..ci sono persone che fanno delle scelte non solo per darsi un tono o essere di tendenza, ci sono delle persone che hanno ideologie e principi morali…..poi se uno vuole fare di tutta l’erba un fascio……a non schierarsi non si sbaglia mai.

          • matteo81

            A me questi discorsi sanno davvero di brodino ipocrita… ma che diavolo di scelta sara mai scusa? delle volte a parlare qua dentro sembra di stare nella p2 o in qualche setta di miscredenti…

            Il pc è uno strumento e un mezzo per accedere a info, possibilità,software ecc ecc…. è una cosa pratica… la filosofia lasciamola alla letteratura e all’arte… non stiamo parlando di cose astratte…

            Poi mi dovreste spiegare cosa ci sarebbe di negativo dal punto di vista morale e ideologico nello scegliere un os piuttosto che un altro in base alle proprie esigenze…. chi usa gnu-linux lo fà in primis per se stesso esattamente come chi usa windows…. basta con questa ideologia del menga… non esisterà mai il sistema perfetto… linux ha i suoi problemi esattamente come win….. ognuno può scegliere in libertà quello che preferisce senza tante pappardelle filosofiche..

            Ma tu usi una macchina a sorgente aperto? e le specifiche del tuo tostapane, forno a micronde ferro da stiro, spazzolino, rasoio da barba, televisore sono open? perchè in base al tuo ragionamento anche tu fai delle scelte immorali se utilizzi un prodotto chiuso…. giusto?

          • Franco

            Ma cosa vuol dire???!!!!!……se vuoi pulire casa, puoi comprare un dersivo che costa 1 euro, altamente inquinante, oppure ne puoi prendere uno a 5, che rispetta l’ambiente…..il fine è lo stesso, dipende sempre da quali sono le tue priorità……io prendo quello da 5, non salverò il mondo, ma nel mio piccolo do il mio contributo.. non esiste solo il bianco e il nero…….Il computer lo uso per lavoro, in ambito scientifico e tutti i programmi che mi servono girano su linux, anche meglio che su windows….comunque anche se girassero leggermente peggio, preferirei contribuire alla causa linux……poi ognuno è libero di pensare quello che vuole ed è libero di giudicare gli altri…….resta il fatto che atteggiarsi ad alternativo e criticare tutti facendo quello che riesce ad essere sempre al di sopra delle parti, è ridicolo allo stesso modo…….qui non è questione di filosofia, è questione che le scelte non si fanno solo per comodità……mi auguro che non sia un’ ambizione di tutti, quella di avere la servitù in casa…..

        • andrea

          Menti sapendo di mentire……. Vorrei farti riflettere su una cosa: Io con il mio lavoro mi occupo di
          almeno 5 / 6 computer al giorno….non tanti….Sono utenti medi che
          sicuramente prendono virus da siti porno… Ma anche da email. da pen
          drive ( basta andare in una copisteria per ritrovarsi la chiavetta usb
          con qualche malware) ….IL PUNTO È CHE NON MI È MAI CAPITATA DI TROVARE
          VIRUS SU PC LINUX E PC MAC…..

          • Andrea

            Daltro canto io potrei dirti che per mia personale esperienza in 25 anni di uso di windows ho preso forse 3/4 virus e in 8 anni di linux 0. Ti parlo di virus individuati dall’antivirus di turno poi se altro c’è stato non so…di fatto mi sembra oggettivamente sufficiente a sfatare il luogo comune dei virus su windows.

      • alkmist

        non è esatto, windows deframmenta il disco in automatico, non è per il kernel. basta pensare che molte volte quando installo da 0 windows 7, + driver + update, è già sopra al 7%. Se si disattiva quel’opzione automatica, dopo un anno non oso immaginare a quanto arriva.

        • Ermy_sti

          La gestione del file system risiede nel kernel…e negli anni quello di windows è migliorato drasticamente (come del resto i vari file system di linux) ed ha una gestione dei file per gli SSD decisamente superiore a qualsiasi file system linux. Per la frammentazione oramai la puoi fare raramente non è più come una volta

    • EnricoD

      luoghi comuni.. io non deframmento mai come facevo prima e per i virus.. visita meno siti porno(o comunque se non puoi farne a meno visita siti affidabili)/warez
      ho una installazione di win da più di 3 anni accanto a una *buntu , aggiornata a win 8.1 con licenza regolare e non ho mai avuto problemi né di performance né di virus

      • Andrea

        Nuovo avatar?

        • EnricoD

          esatto :

      • Andrea

        Luogo comune? Chissà? O Magari tu hai una visione parziale della realtà? Tu fai le tue piccole esperienze personali ( intendiamoci: cmq importanti ) …ed allora ci vieni a dire: “Se, come faccio Io, seguite su Windows certe norme di buona condotta, siete al sicuro dai virus”….. GRAZIE TANTE!!! ….. Vorrei farti riflettere su una cosa: Io con il mio lavoro mi occupo di almeno 5 / 6 computer al giorno….non tanti….Sono utenti medi che sicuramente prendono virus da siti porno… Ma anche da email. da pen drive ( basta andare in una copisteria per ritrovarsi la chiavetta usb con qualche malware) ….IL PUNTO È CHE NON MI È MAI CAPITATA DI TROVARE VIRUS SU PC LINUX E PC MAC…..

        • EnricoD

          “sicuramente prendono virus da siti porno… Ma anche da email. da pen drive ”
          tutte cose che si possono insegnare
          e quindi far prevenire

          • andrea

            In sostanza, osx, gnu-linux, necessitano di minore manutenzione ed attenzione da parte dell’utente medio… Con windows è necessario stare sul chi va là ed avere un buon antivirus (qualcuno ha detto eset nod32 ?)….Nel frattempo attendo la tua opera di insegnamento su larga scale delle utenze imprudenti…..

          • EnricoD

            io non voglio insegnare niente a nessuno, io mi limito alla mia cerchia di conoscenti tra quei 2-3 amici che chiedono il mio aiuto e famiglia e si può fare… nel nostro piccolo questo lo si può fare senza troppa fatica…

            io ho 3 pc, 1 netbook con arch che uso esclusivamente io, e due pc che una volta erano miei e che orano sono usati 1 dai miei genitori e l’altro l’ha preso in ostaggio mio fratello oramai da qualche anno

            all’inizio mi è capitato di dover piallare e altro, per mio fratello perché non faceva attenzione a ciò che scaricava e installava, e i miei genitori per newbismo, ma poi ho cominciato a stargli appresso, a fornigli Io stesso delle configurazioni opportune per le loro esigenze, a dispensare loro consigli, e ora ogni volta che torno a casa e faccio manuntenzione (aggiorno software o altro) Io non trovo problemi… bastano poche regole e anche win poi richiederà poca manutenzione

            anche mio zio che ha più di 60 anni non mi sta dando problemi e ha da qualche mese messo internet e usa windows 7 (o meglio, usa il pc da meno di due anni ) e ha tutti i suoi reminders attaccati sullo schermo che gli ricordano un po di regolette semplici da seguire proprio perché Io sono lontano e non posso stare tutti i giorni la da lui a mettere toppe
            e gli ricordano le scadenze da rispettare ogni tot giorni o settimane e come fare una piccola manutenzione (aggiornamenti, scansioni e quanto altro…)

            Tutte le persone, tra amici e parenti, che si appoggiano a me per la manutenzione dei loro pc fino ad oggi si stanno comportando bene e non mi stanno dando lavoro di manutenzione extra
            hanno la mia mail, e quando possibile sto li a dispensare loro consigli.

            come antivirus ho preso la licenza di eset smart security 7, senza antimalware o cose cosi aggiuntive, e ogni volta che vado a controllare la cronologia dei rapporti non trovo niente di strano

            fa il suo lavoro, blocca i siti strani cosi come lo fa chrome da solo…

            nel nostro piccolo possiamo farlo, anche perché non possiamo stare a fare le piattole a cercare di farli passare a gnu-linux, le abitudini sono difficili da scalzare (almeno msoffice sono riuscito a scalzarlo però con libreoffice!)

            per ora ci sono riuscito con mio padre che per navigare ed eseguire operazioni su internet usa lubuntu e firefox,e ci sto provando con miei amici/colleghi chimici

            e sia chiaro che non sto cantando le lodi di windows o cose cosi anche perché il 90% del tempo io preferisco stare su arch

            ciò che dico è che certe affermazioni fanno parte di una certa credenza popolare non veriteria e che molto spesso fa parte di un comportamento fanboyistico (senza offesa) che rientra in questa lotta tra win e gli altri, come se alla fine della guerra uno dovrà uscire vincitore e se ne dovrà usare solo uno, quando invece si possono far convivere e usarli a seconda delle esigenze…
            un po di attenzione, come per tutte le cose compreso un os gnu-linux, e win si usa tranquillamente

  • BlueRazor

    Dopo la notizia bomba Microsoft ha spiegato nel dettaglio come avverranno gli aggiornamenti. Le copie pirata potranno essere aggiornate a Windows 10 al pari delle originali, pur rimanendo copie pirata (avranno eliminato l’activator?). Le copie non diventano quindi legittime nè windows gratuito. Anzi Microsoft ha messo le mani avanti col classico allarmista “(…) tuttavia non possiamo garantire la stabilità del sistema e la sicurezza dei dati si sistemi non originali”.
    Insomma tutta questa campagna serve a ridurre la frammentazione e portare più persone possibili ad utilizzare W10 e l’ecosistema che gli gira intorno (windows phone, Store, ecc.)

  • JackPulde

    1. Se non sbaglio è una notizia già smentita… Se usi Windows 7 o 8 piratato, avrai Windows 10 Piratato.

    2. Sarebbe stata una gran presa per il c… per chi aveva acquistato separatamente i pacchetti di Windows 7 o 8 (comprese le aziende)…e quindi perchè comprarlo, se lo posso “crakkare”?

    3. “News Dal Mondo Linux – Ubuntu” lo si può pure togliere dal titolo del blog.

    🙂

  • Simone Picciau

    “Windows Come Linux” non si può dire, Linux si sceglie per altri motivi oltre al prezzo del software, motivi tecnici ed etici, il paragone lo si può fare solo in ambiti ove non si sappia cosa è l’opensource e i vantaggi che esso indiscutibilmente porta. Non so se questo cambierà molto la situazione comunque, chi già usa Linux non lo fa certo soltanto per non pagare la licenza di Microsoft, quindi difficilmente passerà al sistema proprietario.

  • Fabio

    Giusto adesso che volevo passare a Windows comprando una licenza 😛

  • JackPulde

    Comunque, giusto per precisare, non è con Windows sei sicuro di prendere virus invece di Linux.

    Il miglior antivirus è quello che sta tra la sedia e il computer (eh no… non è la tastiera o il mouse 😛 ).

    • arcangelo

      esattamente …. il virus ….. è seduto dietro la tastiera …..

      • Brau

        No aspé, il davanti della tastiera è dove ci sono i tasti, quindi DAVANTI alla tastiera, a meno che non ti metti la tastiera dietro le spalle e guardi il monitor facendo le mosse tipo Tom Cruise in Minority Report… E chi la tastiera la usa in piedi tipo Torvalds?

  • Ocelot

    Non è così. Hanno detto che non c’è un meccanismo all’installazione che distingue se windows è craccato o no. Quindi le versioni pirata potrebbero venire aggiornate a windows 10 ma non è che poi si ha un windows genuino… sempre craccato rimane (se parte).

  • nunzio

    Io uso Linux perché è veloce in apertura, chiusura, quando è operativo e per il fatto che non necessità di antivirus. Se w10 dovesse essere veloce e utilizzare qualcosa simile a Play Store o repository di Linux per l’installazione dei programmi allora non più motivi per usare solo Windows

    • Andrea

      Lo store c’è anche in windows ormai da tampo e se vuoi puoi installare tutto da li, l’ativirus pure quello è integrato in windows e se non fai il caxxone in rete sei a posto, per la velocità la nuova TP di 10 sembra ben promettere

      • nunzio

        Sì ma lo store ad oggi non è il principale canale di distribuzione del software purtroppo,da qui la necessità dell’antivirus

        • Andrea

          bhe se pensi che lo store di windows c’è dal 2012 e per gli utenti finali da fine 2012 non puoi pretendere di più, ancora 1/2 anni e sarà come la concorrenza; per il discorso virus non penso sia molto importante uno store tanto quanto il comportamento dell’utente in rete

          • nunzio

            per esempio ho comprato pes 2015 e non c’era nello store di windows

          • Andrea

            per i giochi, quelli seri gli store degli os non fanno testo, per quello ci sono piattaforme apposite (steam ecc…)

        • Andrea

          se pensi allo store di android dove ci sono più antivirus e cavolate varie che app davvero decenti, la cosa dovrebbe farti riflettere

        • arcangelo

          Andrea ti ha già scritto che non hai bisogno dell’Antivirus ….. hai idea degli adware che ti becchi con quelle schifezze ????? io non uso quelle schifezze da quando microsoft ai tempi di seven ha integrato defender …

          • nunzio

            scusate ma da quando sono piccolo mi dicono che windows senza antivirus è da suicidio, ora mi dite che non serve. sono confuso

            ho letto delle recensioni su defender e non sono molto positive rispetto a avira o avast gratis

      • Ma se un domani vuoi cambiare DE ecco che torni a Linux, per me KDE ne vale 100 di Windows, chi usa Linux non è un niubbo che si accontenta di avere la pappa pronta ma gli piace prepararsela da se, ancora non lo avete capito questo?

    • nunzio

      Volevo dire
      …allora non avrei più motivi per usare anche linux

      • Andrea

        ??

  • LACE

    A me hanno insegnato che nessuno regala qualcosa… E che se lo fanno vi è cmq una fonte alternativa più redditizia.
    Microsoft punta a varie cose: a consolidare la sua presenza e a contrastare la diversità di sistemi Operativi Win! Si avete letto bene : per Microsoft è oneroso mantenere e patchare anche se a pagamento sistemi operativi come Xp. Windows 7 se non sbaglio terninerà di essere supportato nel 2020 circa e visto l’enorme numero di ex xp passati a 7, fra pochi anni si ripresenterà lo stesso problema.
    Inoltre useranno lo stesso metodo delle app trial o degli acquisti in app o delle app gratuite ma piene di pubblicità: già da Win8 hanno cominciato a introdurre pubblicità, figuriamoci con un sistema operativo gratis! La fonte di reddito sono i Vostri dati personali… Come fa google!
    All’apparenza sarà gratuito ma avrà funzionalità base e per le restanti più avanzate saranno a pagamento come acquisti in app. È un vecchio concetto: offri qualcosa gratis, fidelizzi il cliente, lo convinci della bontà del prodotto/i ed invine monetizzi! Chi parla di abbonamenti o altro ha ragione! Ora va di moda il leasing app o functions leasing! Paghi solo per quanto ti serve un dato servizio.
    Credo poi che abbiano trovato qualche nuovo modo di bloccare le copie pirata : se non altro gli aggiornamenti. L’aggiornamento sarà gratuito anche per loro per cercare di fidelizzare gli scettici, ma di certo continueranno a cercare nuovi modi per bloccare licenze crakkate. O forse renderanno i sistemi crkkati volutamente instabili.
    Altro punto è la convergenza : avere un solo sistema per tutto è più conveniente come gestione, come comodità per l’utente, è più economico e Microsoft pensa che sarà una innovazione.
    Non a caso cmq le caratteristiche minime richieste per il 10 sono simili al 7 e a XP: l’obiettivo è cercare di passare più persone allo stesso ed unico sistema operativo: una volta ottenuto questo il prossimo Win 11 tornerà ad essere a pagamento mi sa…
    Il nodo questione è: cosa ci guadagna Microsoft ad avere un unico OS per tutti i dispositivi? Di certo sarà utile per lo sviluppo non dovendo pensare al mantenimento di vecchie versioni ma credo che il futuro ci riserverà funzioni base gratuite come le app mobile ed il resto si paga caro! Inoltre il noleggio di programmi o funzioni a tempo, in tempo di crisi è più appetibile di una licenza.
    Strano ma vero: credo che Microsoft punterà sulla qualità ed al rafforzo della propria posizione dominante.

  • Brau

    Ecco, con questo siamo già a 116 commenti (!!!) e continuano a salire, ‘a Robbé, a ‘sto punto, ogni volta che si parla di M$, fatte pagà da loro, tipo 2€ a commento, così la compri in blocco ed eserciti le 3E come loro hanno fatto per anni, e un problema ce lo siamo levato :^)

    • giovanni

      solitamente chi frequenta questo blog è un po sgamato, hanno tutti adblock vari attivati ^_-

      • Brau

        Io intendo M$ che deve pagare Roberto, con tutta la pubblicità (negativa conta poco, basti che se ne parli) che gli fa… Perché M$ può inzacchiare le sue app di pubblicità e Roberto non può riscuotere il maltolto? Dài su, un po’ di iniziativa imprenditoriale non guasta mai :^)

        • giovanni

          che poi quando ci sono troppi commenti poi non li legge più nessuno. Verò?

  • fabik

    Notizia già smentita

  • Killthepenguin

    E con questa mossa vi estinguerete. Bye bye, pinguinazzi!!!

    • alkmist

      bye bye google, youtube, facebook, twitter, yahoo, ah bye bye bing, più di metà internet bye bye.

      • Filippo Volpe

        Bye bye ~95% di internet ?

    • E bravo, stai facendo gli interessi del buon vecchio Zio Bill e ne sei pure contento, tafazzi chi era a confronto?

      • tomberry

        Tafazzi era un mito: è sopravvissuto perfino all’esplosione di un’isola 😀

    • scusa una domanda… a parte che sei un troll quindi non meriti una risposta, infatti la risposta non è riferita a te, ma è una riflessione in generale.

      linux ha sempre avuto una piccolissima percentuale di utenti nei PC desktop (solo nei desktop perchè su mobile sui server nei supercomputer e nei sistemi embedded regna), quindi se ora dall’attuale 1.5-2% (non so di preciso quanti siamo), metti anche che scendessimo un pochino, credi davvero che sia la fine di linux?? linux su desktop è sempre stato di nicchia e ultimamente è pure cresciuto, quindi anche se calasse un po di percentuale, la situazione non cambierebbe di una virgola, non si può dire che la fine di linux, sia sancita da un ottimo prodotto della microsoft (perchè per ora è questo che sembra w10, un ottimo OS, bisogna dirlo, vedremo se sarà realmente così buono come sembra), perchè se linux su PC esistesse per essere competitivo, sarebbe morto da un pezzo, perchè non è mai decollato, invece la cosa è ben diversa…
      al massimo sarebbe al contrario, se windows raggiungesse quote di mercato molto basse su PC, sarebbe costretta a chiudere e smettere di fare OS, o cambiare drasticamente la sua politica, perchè microsoft è un’azienda che punta ai soldi e se un prodotto non guadagna lo chiude o cambia strategia, linux no

    • Box2Tux #LinuxITA

      No, perché brutto SCE*o che non sei altro perfino il tuo telefono ha linux(android), il tuo router, la maggior parte dei server dei siti che visiti quindi prima di dire cazz*** informati!

      • mik mega linux

        informati…bhe un’utente winzoz che si informa,questa si che è unaa notizia!

  • epoxi

    forse no

  • Roberto Tamburrino

    No … non essendo open sorce rimane la differenza ! ossia che il codice non ti appartiene ma solo l’uso se fosse …

  • Dario · 753 a.C. .

    Io vorrei installarlo in dual boot visto che ora ho in dual boot win7 e xubuntu.
    Sostituirei il 7 con il 10 lasciando xubuntu.

    Ma i driver per windows 10 dove li trovo però?

    • Andrea

      buona parte te li trova lui, il resto vanno bene quelli per 7 o 8…..almeno per me tutto ok

      • Dario · 753 a.C. .

        Ah Ok grazie. Quelli per il 7 ce li ho. Pensavo non andassero bene per il 10

  • Luca Cavallaro

    fantastico, avanti così 🙂

  • Leonardo

    Se fosse vero sarebbe una batosta incredibile per il pinguino.

    • Leej

      puoi dirlo forte!

    • Ocelot

      Ma da dove? XD Ma pensi che la gente usa Linux (dico la gente normale no le aziende) perchè Linux è gratis? Anche WIndows.7.Ultimate.64.bit.iso.torrent è gratis vedi.

      • TopoRuggente

        Scherzi, alla Cray stanno tutti in fregola per installare W10

    • Linux è usato dagli utenti più consapevoli (tra cui grandi banche, la NASA, eccetera). Microsoft combatte contro Apple nel settore desktop, smartphone, tablet: a Linux non pensa minimamente perchè non è una minaccia per Redmond. Inoltre gli utenti sono liberi di scegliere. Vuoi Mac? Bene. Vuoi Windows? Bene. Linux e gli altri sistemi open se ne fregano di invadere il mercato consumer per fare profitti: non è quello l’obiettivo dell’open source. Per fortuna.

    • Al contrario questo é solo un segno evidente di come Windows tema il pinguino, già il fatto che abbandoni internet Explorer significa che il browser della Microsoft era un vero e proprio aborto Se poi ti abbassi a regalare il sistema operativo non fai altro che dichiarare la tua sconfitta nei confronti del mondo open source e di certo non ti accaparri nessun linuxiano in questo modo, gente che é abituata alla libertà e alla completa personalizzazione del sistema operativo.
      Vedremo fra un po di tempo chi la prende la batosta vera, se linux che cmq non ha bisogno di introiti o la Microsoft che si ritrova una fetta di incassi decisamente inferiore…

  • Il discorso, come ho già specificato, non è Windows (che per molti utilizzatori, moltissimi, era già “gratis” prima) che di per se è un sistema operativo molto ottimizzato, il problema sono i virus, i trojan e tutte le porcherie che girano sul web che sono solo per windows.
    Chi ha provato Linux continuerà a farlo perchè quando provi la libertà che sono un sistema open source può darti poi tornare a un sistema proprietario significa tornare indietro.

    • Leej

      io ho provato linux, per diversi anni. mia moglie lavora con ubuntu: gliel’ho installato in dual-boot con windows vista, ma non per ovviare alla presenza dei virus sul web (non ne ha mai beccato uno). piuttosto perchè vista era, ed è, un aborto. tuttavia per usare diversi programmi non esistenti su piattaforma linux, doveva per forza avviare il pc con windows (meno male che non l’ho piallato!). Ora però le cose sono cambiate moltissimo: win8.1 è tutto un altro pianeta, migliore anche di win7 e anche estremamente veloce. quando mia moglie vorrà cambiare il pc questo sarà equipaggiato con win8.1 o win10, e stai pur certo che non mi salterà nemmeno nell’anticamera del cervello di installarvi una qualsivoglia distribuzione di linux!

      • Questione di gusti e come tali vanno rispettati: chi usa Linux non lo fa solo per usare un sistema operativo ma x personalizzarlo in ogni aspetto e non torna ai sistemi proprietari (escluso per motivi di utilizzo software specifici professionali) proprio perché con essi avrebbe le mani legate.
        Per me kde é il miglior de in assoluto, anni luce avanti a Windows e Mac per via delle personalizzazioni che esso ha.
        Se ti piace l’ambiente mac con Linux in 2 minuti lo emuli, se ti piacciono le piastrelle, vero obbrobrio x me, tipiche di Windows 8 lo fai, se tu piace un ambiente minimale te lo fai e così via…
        Chi usa Linux non vuole avere le mani legate, vuole trovare la giusta via x i propri gusti e se proprio vuoi un sistema che ti faccia tutto e non devi pensare a nulla al max ti prendi un Mac.
        Chi usa Linux non sceglie un sistema proprietario perché significherebbe seguire strade che altri ti dicono di seguire.
        E questo a chi invece vuole usare un pc senza tanti problemi e voglie di personalizzazione non lo capisce e comprende.
        Questione di gusti personali.

      • Scelte personali che non sta a me giudicare (al contrario di altri)..

  • per quanto riguarda w10, da me prenderà il posto di w7, ma ArchLinux sarà sempre li a dominare, non tornerò a windows come OS principale nemmeno se microsoft mi paga per farlo

  • Leej

    per gli utenti normali non avrà più alcun senso installare linux al posto di windows. e il motivo principale sta nel fatto che il parco sw disponibile per quest’ultimo è presso che infinito.

    • Giulio Mantovani

      a mio parere un parco pressochè infinito non è sempre sinonimo di “cosa buona”. Basta vedere il play store, dove metà delle app sono un po’ na cagata inutile. Io sono del parere “pochi ma buoni”, inutile avere tipo 40 programmi uguali che fanno lo stesso lavoro su un unico OS. esempio? i client torrent che si sprecano su windows. Su linux più “esemplari” hanno senso perchè variano i DE e di conseguenza varia l’integrazione (ktorrent per KDE, transmission per XFCE ecc. ecc.)

      • Leej

        lascia perdere lo store per favore: è una cosa nuova e sicuramente col tempo incrementerà la sua offerta. ma al di la di questo, sappiamo benissimo tutti che qualunque sw nasce per windows e solo una parte infinitesima per linux. basta fette di salame sugli occhi! 🙂

        • Giulio Mantovani

          mi sa che hai mal intepretato il mio messaggio: a linux mancano molti programmi, ma in generale quelli standard ad uso comune ci sono tutti, il parco di windows è anche sovradimensionato per certi versi (decine e decine di client torrent per fare un esempio), certo sarebbe ottima come cosa un po’ di competizione, peccato che la competizione non esista, sono solo delle facciate. Su linux ci sono i programmi della suite del DE (tipo KDE che ha una sua suite di programmi, Gnome la sua ecc.) e poi ci sono i programmi multipiattaforma che non solo non sono legati ad un particolare DE, ma sono anche per windows e mac la maggior parte, invece su windows ci sono decine di programmi, solo per windows che vengono sbattuti li così per fare. un esempio concreto: io ho 3 pc, su tutti c’è kubuntu, quindi potrei usare dragon player che è lo stesso su tutti e 3, invece ho 3 pc, un mac, uno con linux ed uno con windows, in questo caso vorrei un programma che vada su tutti e 3, quindi scelgo ad esempio VLC. Invece su windows ci sono quei programmi, esclusivamente per windows che sono sovradimensionati come numero e come utilità.

          • Leej

            Sulla qualità sono d’accordo con te: è vero che ci sono tanti programmi fatti con i piedi. Ma, se vogliamo essere onesti fino in fondo, dobbiamo anche dire che se diamo un’occhiata al software centre di ubuntu, quanti sono i sw ciofeca in rapporto ai sw di qualità? Il problema secondo me non è tanto il fatto che ci siano tanti sw scadenti, quanto piuttosto considerare che ce ne siano almeno altrettanti di ottima qualità e poter contare, al tempo stesso, su un fatto incontrovertibile: e cioè che tutte le aziende che producono sw lo fanno avendo in mente prevalentemente la piattaforma windows o mac.

          • Giulio Mantovani

            infatti io ho tolto dal discorso i software professionali quali la suite adobe, autodesk e co. io intendevo i programmi gratis, in rapporto linux ha molta più qualità nei software gratis (non open source o free software, tutto) che windows dove brulicano programmi di merda che però molti usano (esempio vuze, mi vengono i brividi per quel programma ma molti lo usano)

          • Jonas

            Non serve insultare il tuo avversario se credi aver ragione.
            Dimostralo.
            Per quel che mi riguarda qui il troll se tu.
            E visto che questo sito si chiama Linux For Freedom Life mi domando come mai lo segui…

          • Leej

            e tu sei un altro trollone, perchè io non ho offeso nessuno.
            questo sito lo seguo perchè ho usato per diversi anni ubuntu e, a parte il pc da cui scrivo, ne ho un’altro con ubuntu

          • Jonas

            Sei tu che definisci “programmi fatti con i piedi” su Linux senza spiegazioni
            visto che su win32 ce ne sono ancora a bizzeffe (grazie a compilatori ancora legati a vecchie architetture e compiacenti alle direttive win32).
            Mi spiace ma vedo che insulti direttamente senza chiedere spiegazioni.
            Chi ti parla ha fatto anche da beta tester alle prime versioni di architetture win32 (e ho visto un po’ di decenza all’arrivo di seven 64bit che è un S.O. come si deve.
            Quindi mi ripeto: prima di “programmi fatti con i piedi” vediamo quanto ne sai dell’argomento prima di offendere chi li realizza.

            P.S.
            La macchina da dove scrivo ha su un linux da quasi 7 anni, mai formattata e ha visto 4 MB diverse per architetture e tecnologia. Mai un problema.

          • Leej

            Che tu sia un genialoide delle architetture win32 piuttosto che non formatti più il tuo pc o che tu abbia trovato il modo di teletrasportarti alla star trek, non me ne può importare nulla. che in giro ci siano programmi ciofeca, sia in windows quanto in linux, questo è un fatto che non ha bisogno di nessuna spiegazione!!! di programmi ciofeca ne ho installati parecchi (ovviamente subito rimossi) sia in windows quanto in linux e aggiungo che alcuni di questi ultimi erano sponsorizzati proprio da questo sito! altri ancora mi è capitato di installarli dal sw center di ubuntu, poi rimossi perchè mal funzionanti o perchè presentavano una interfaccia utente orribile o poco intuitiva. questo è un dato che puoi constatare tu personalmente! se poi sei un fan boy di linux che non riesce a vederne le magagne nemmeno se te le schiaffano sul muso, beh, in tal caso mi arrendo. Anzi, se ti rende felice, ti do anche ragione!
            PS: dalle mie parti si dice che la ragione la si da ai fessi XDDD

          • mik mega linux

            ok hai ragione!

          • Jonas

            Mi avrebbe fatto piacere un confronto sereno ma non c’e’ storia…
            Stai calmino e rispetta gli altri.
            Basta vedere come ti scaldi.
            Non sono fanboy di nulla.
            Io apprezzo e uso il lavoro di chiunque (sia win che lin) magari anche il tuo se ne descrivessi le magagne che incontri (ripeto sia win che lin).
            E non hai dimostrato nulla anche questa volta…
            Peccato…
            P.S.
            io non ho ragione su nulla visto che non abbiamo niente da discutere e anche dalle mie si dice che la ragione è dei fessi…
            contento tu… 🙁

        • TopoRuggente

          Vero, come il TCP/IP o i browser web !!!
          Solo per ricordare qualcosa che stai usando

          O Photoshop, nato per MAC, o anche il CAD nato con CATIA in ambiente UNIX.

          • Leej

            ti consiglio di stare molto attento a come ti muovi.
            e poi cosa centra photoshop o il cad???

          • TopoRuggente

            “sappiamo benissimo tutti che qualunque sw nasce per windows”

            Ti sei dimenticato cosa hai scritto?
            Photoshop è nato per Mac, Il CAD in ambiente mainframe e Unix, il TCP/IP e Mosaic (browser internet) in ambiente Unix.

            Stavo solo sottolineando la tua scarsa informazione.

            PS. Mi muovo come cavolo voglio.

          • Leej

            ma quale scarsa informazione? XD ma chi ti credi di essere?? ma chi ha mai citato quei due sw! stai tranqui dai XD. e poi, dato che li hai citati, quei due sw non puoi installarli in linux, senza forse fare a meno di usare wine

          • TopoRuggente

            Sei tu che hai detto che i software nascono tutti per windows.
            Ti ho solo dimostrato che non sai di cosa stai parlando.

            Che poi ovviamente le aziende sviluppino per MS dove si paga per avere il software, beh mi pare chiaro.

          • Leej

            ma datti una calmata, presuntuosone dei miei stivali! XDDD, sei tu che non capisci il senso delle cose! io ho fatto un discorso molto generale per dire nè più nè meno che quasi tutte le aziende producono sw per piattaforma windows e non per linux! e questo è un dato incontroverrtibile! è inutile che tu mi venga a dire che photoshop nasce per mac, perchè questo non cambia la sostanza delle cose! XDDD

          • TopoRuggente

            Intanto abbassa la cresta.

            Credi forse che le software house sviluppino per windows perchè è una piattaforma migliore o perchè le possibilità di vendere il prodotto sono maggiori?

            Tu non hai fatto un discorso generale, hai sparato una cazzata e ora tenti di cambiare argomento perchè non ne esci.

          • Leej

            dipende da quale accezione si da al termine “migliore”. Per una software house potrebbe benissimo essere “migliore” un sistema operativo che gli consenta di vendere più facilmente i propri prodotti. e da questo punto di vista windows è il migliore in assoluto. e questo non sono solo io a dirlo, bensì il rimanente 99% degli utenti che usano il pc per navigare, scaricare la posta, scrivere qualche documento, sincronizzare il telefonino e, soprattutto, ed è questo che fa la vera differenza, sapere quasi inconsciamente di poter contare su di un parco sw illimitato. se invece a “migliore” vogliamo dare una accezione più tecnica beh, non ho alcuna difficoltà a dire che linux potrebbe anche essere “migliore” di windows (sebbene questa affermazione dovrebbe quantomeno essere dimostrata in un contesto di grandi numeri, cosa ad oggi impossibile data la scarsissima diffusione di linux in ambito domestico). Ma se anche fosse tecnicamente “migliore” linux rimarrebbe comunque un sistema poco fruibile e, quindi, dal mio punto di vista, inesorabilmente peggiore di windows.

          • lascia perdere topoRuggente, tanto è inutile

          • XfceEvangelist

            se non ricordo male anche i driver USB3.0 sono stati dapprima sviluppati per Linux

    • Parco software maggiore, ma a pagamento e closed source! Non sai cosa installi sul tuo pc, non puoi controllare o modificare il sorgente, ti impongono un formato di documento proprietario che non può essere letto con altri programmi liberi, eccetera. Hai abboccato all’amo e devi pagare (magari non subito).

      • Leej

        non dico che non ci siano sw a pagamento (ci sono anche per linux, per la cronaca) ma ce ne sono tantissimi altri ottimi e completamente gratuiti. che stai blaterando? e per quanto riguarda l’open o il closed, mi permetto di dire che al 99% delle persone normali non frega un fico secco!!! Ma dimmi una cosa: la tua televisione è open o closed?

        • La mia televisione è closed, ma non tratta dati personali, movimenti di conto corrente, password di accesso alla posta elettronica, al blog, eccetera. Il pc contiene quasi sempre dati riservati: hai notato che carabinieri e guardia di finanza sequestrano i pc e non i televisori?

          • Leej

            si, ok. quella era una battuta. resta comunque il fatto che ad una assai grossa fetta di utenti non interessa che il sw sia open o closed, bensì gratis.

          • “hai notato che carabinieri e guardia di finanza sequestrano i pc e non i televisori?”

            ahahahahahha oddiooo mi hai fatto morire, grande 😀

        • XfceEvangelist

          Le persone normali sono ignoranti, è da questo principio che il marketing funziona ed ottiene risultati. Ma cio’ non significa che sia la scelta migliore.

          Anzi nei settori professionali, server/embedded/medical/avionics, dove la gente ragiona ed è esperta, di Redmond cè proprio poco o quasi nulla e non ti sei mai chiesto il perchè?

          • Leej

            Davvero credi che le persone normali, ancora oggi, ignorino (perchè è questo che intendi dire quando pronunci quella parola, vero?) la presenza, nei sw usati quotidianamente, di meccanismi di tracciatura? Io no, sono di diverso avviso, ed ho già avuto modo di dirlo in qualche altro commento precedente: alla gente normale (cioè, fra le altre cose, serena e in pace con se stessa e con il mondo intero) interessa poter usare, e sottolineo usare, il proprio pc, o dispositivo che sia, in qualunque modo ritenga opportuno farlo, bene o male che sia; e per farlo deve avere l’assoluta certezza che in giro nel web possa reperire tutti gli strumenti utili a che egli possa raggiungere questo obiettivo. Linux è più sicuro e mi garantisce maggiore riservatezza (il che sarebbe tutto da dimostrare in un contesto di grandi numeri)? Ma cosa m’importa se poi linux non mi permette di raggiungere il mio obiettivo?

        • Franco

          quindi è Leej che decide chi sono le persone normali…..

    • lorenzo s.

      un utente normale non usa linux, bensì una versione craccata di windows

      • Leej

        Ciò che dici è un luogo comune che non risponde alla realtà dei fatti. io mi reputo un utente normale, sto usando sia ubuntu che windows e, da che uso un pc, non ho mai avuto una versione craccata di quest’ultimo. chiunque vada ad acquistare un pc se lo trova con preinstallata una copia regolare di windows. per quale motivo uno dovrebbe craccare una cosa che ha già? Ma la vera domanda è: perchè una persona, invece di installarsi linux, preferisce avere una copia craccata di windows? Risposta: perchè linux, in assoluto, non è fruibile quanto lo è windows.

        • XfceEvangelist

          Dici di pagare le licenze di Redmond, ma tutte le altre licenze per tutti i software che hai installato tu le paghi?
          Se preferisci usare REdmond OS significa solo una cosa: che ti piace essere controllato dal OS e non viceversa. Inoltre è meglio che tu sappia che una miriade di software per Redmond non solo altro che progetti open source ricompilati e spacciati come farina del proprio sacco.
          Un sacco di amministratori di rete che conosco preferiscono installare Windows Server solo perchè sanno configurare tramite GUI e sono piuttosto ignoranti di tutto quello che si puo’ fare a riga di comando.
          Linux è libertà e sapienza, tutto il resto è marketing.

          • Leej

            Sui miei pc non sono mai, e ripeto, mai transitati sw che non fossero regolarmente licenziati e la dove non potevo permettermi di acquistare una licenza ho sempre trovato una alternativa free.
            Mi fa sorridere la tua singolare equazione secondo cui “usare sw microsoft = che bello essere controllati”. E’ ovvio che c’è un limite a tutto ma, fin tanto che non venga intaccata la mia sfera privata e professionale, sai che m’importa che un sw, o un browser che sia, tracci le mie preferenze di navigazione o registri il modo in cui uso il programma? meno di zero. d’altra parte è anche vero che non ho nulla da nascondere. no, non soffro di tali turbe paranoiche e ne sono lieto. Tu piuttosto, da come parli (o sccrivi), sembra che abbia qualcosa da nascondere. o mi sbaglio?

          • McLovin

            Questo è un po’ un ragionamento del cactus. Anche quando faccio l’amore con la mia ragazza non ho niente da nascondere, ma se becco qualcuno a spiarci attraverso il buco della serratura, lo sdereno… questo è poco ma sicuro.
            Fai la cortesia, smetti di trollare.

          • Leej

            questa è bella, dare del troll a qualcuno con un commento sciocco e oltremodo fuori luogo! ahahah! bravo, complimenti, applauso.

          • McLovin

            In questa discussione, di sciocco, leggo solo i tuoi commenti. Falla finita!

          • Guest

            Falla finita tu di sparare caxxate senza nemmeno argomentarle!

          • Leej

            Hai ragione.

          • Leej

            Sapienza di cosa? saper scrivere codice ad occhi chiusi e perdere le nottate per configurare una periferica che con windows, al contrario, funzionerebbe alla perfezione senza batter ciglio? Saper personalizzare il proprio desktop con effetti speciali mozza fiato e colori ultravivaci? Accipicchia, forte questa sapienza!

            E poi, libertà di fare cosa? Di voler aggiornare il sistema operativo del proprio telefonino e scoprire che l’utility preposta ad effettuarlo è stata sviluppata dalla casa costruttrice del dispositivo solo ed esclusivamente per piattaforme windowse e mac??? Ma che figata! Proprio forte questa libertà che mi da linux!

        • lorenzo s.

          Tu sei un utente con esigenze “normali” (come me d’altronde) ma non un utente normale. Un utente normale neanche sa cosa sia Linux

    • MoMy

      Non avrà più alcun senso? Non cambierà nulla.
      Chi ama usare GNU/Linux continuerà usare – che sia in single o dual boot – GNU/Linux. I commercianti contineranno a riempire gli scafali con macchine Win, l’ utente continuerà usare quello che si ritrova nella macchina appena acquistata, l’ untente smaliziato continuerà a scaricare & installare win e relativi programmi crackati, l’ utonto con l amico smaliziato continuerà a farsi installare l’ ultima versione crackata di qualsivoglia programma – win compreso – e tutti nella convinzione che la versione aggiornata sia migliore della vecchia.
      Non cambierà nulla.
      Win 10 è solo un OS e neanche tanto rivoluzionario. Rilassatevi. 😛

  • ale

    Bhe calma, dopo microsoft ha specificato meglio, non è che chi ha windows piratato dopo lo avrà attivato, resterà comunque senza licenza, semplicemente sarà possibile aggiornare a windows 10 dallo store pur non avendo un windows attivato, e precedentemente invece si poteva solo avendo una copia con regolare licenza, in ogni caso dopo l’upgrade si resterà comunque senza licenza

    • Leej

      ed è giusto che sia così, perchè le licenze si devono comprare, non piratare. per coloro che avranno acquistato un pc di recente, e quindi con regolare licenza, questa cosa che ha deciso di fare microsoft è un’ottima notizia.

  • Leej

    Lunga vita a mamma Microsoft!

  • Anche se Win 10 è gratis, usare Linux o FreeBSD conviene ancora: sui server, se si vuole avere un sistema desktop affidabile, se si vuole imparare l’informatica, eccetera. Già ora i sistemi open non vengono scelti per il prezzo (zero).

  • Roby

    Ci sono rumori che il governo cinese addotterebbe Linux in massa. Non sarà mica una mossa……

    • Al governo cinese non piacciono le backdoors. I cittadini comuni hanno Windows gratis da sempre, per cui per loro non cambia niente.

  • MS ha fatto una bella mossa devo dire anche se a me non cambierà nulla. Windows avrà pure un parco software infinito ma cmq resterà pieno di virus e di antivirus, motivo principale per rimanere su Linux per lavorare seriamente come già faccio.
    Magari aggiorno le macchine virtuali alla 10 su ambienti di sviluppo MS centriche e basta…

  • lorenzo s.

    windows non è aperto, linux si
    secondo me la cosa migliore per lutente domestico è e rimarrà un dual boot windows/linux
    per la pubblica amministrazione invece meglio linux perché il FLOSS è decisamente più sicuro

  • Ale

    Mi sembra di capire leggendo altri articoli che le cose non siano proprio così semplici. L aggiornamento sarà per tutti ma chi è pirata rimarrà multabile.

  • epoxi

    uno che usa win7-8 pirata se ne freghera’ altamente di avere win10 pirata o meno. quelli che hanno il dual boot sono gia’ a posto da adesso con o senza10.
    win 10 comunque e’ bello, io lo sto usando gia’: avevo la licenza in scadenza a maggio – chissa’ perche? 🙂 – e ho aggiornato alla technical preview per evitare di perdere la licenza (che tanto non ho…o non avrei piu’ a maggio):
    io sono uno dei tanti, ma uso ubuntu da anni e anni. come me ce ne saranno sempre tanti altri. e’ possibilissimo che ubuntu (o una altra distro) sia semplicemente piu’ gradita…questione di gusti, dopotutto funzionano meglio le distro, sono piu’ agili.
    Inoltre, se dal punto di vista della spesa windows si mette in una posizione simile a linux allora le possibilita’ di un tracollo di linux non sono molto di piu o di meno delle possibilita’ di una concorrenza piu’ equilibrata (almeno al momento della scelta del sistema). Il parco software fara’ la differenza, e se vogliamo software gratis, disponbile da repo ecc. allora linux ha molto in piu’ da dare. certo i programmi “specialistici” o di largo uso al momento sono per lo piu’ per win. i giochi pure, per quanto steam millanti il contrario. chissa’.

    la cosa certa e’ che uno che usa linux non lo fa solo per non pagare la licenza. altrimenti staremmo parlando di una moltitudine di avaracci che non si meritano niente.

    sistema di nicchia si, ma sistema per avari no, dai! e sta storia del gratis e gratis e gratis…che palle.

    anche il discorso per il quale “se non sei un cliente allora sei una merce” e’ filosoficamente sbagliato: non mi pare di essere “la merce di linux” dal 2008, dato che nn ho mai pagato nulla (a parte una maglietta “i do it with ubuntu “, marrone, oggi anche bruttina, e qualche gioco). la [pubilicita’, google, e tutto il resto te lo cucchi lo stesso, forse in misura minore…

  • alessandro scapuzzi

    Scusate, ma linux non si sceglie per la gratuità ma per la qualità del software (ed è meglio parlare di GNU-Linux che di Linux (che è solo il kernel)), per la libertà ( #opensource ) ed ovviamente per la sicurezza!
    Sono tutte caratteristiche al momento Microsoft, come tutti gli altri prodotti con licenza proprietaria del resto, non possono mettere sul piatto.
    Quindi al momento, e spero per sempre, il Free (libero) Software non ha rivali, a mio avviso.
    Purtroppo certe differenze sarebbe sempre meglio metterle come preambolo, altrimenti si generano spiecevoli qui-pro-quo tra gli utenti.

  • epoxi

    mah a molti piace usare linux in generale o ubuntu perche’ gradiscono linux in gelerale o ubuntu. la wustione etico-morale-filosofica del “free and open” potrebbe non interessare neessariamente a tutti. insomma persino i Neoazisti o i Nordcoreani potrebbero usare linux (e lo fanno) senza necesariamente propendere per il free and open

  • DottorGab

    Io uso il pc, mi basta navigare, gestire iPhone, qualche documento e qualche programma. Dual boot con Windows 7 perché iTunes va lì, e con Arch perché solo così posso gestire bene il mio hardware.
    Chi sia migliore, non mi interessa, di certo non ho dubbi quando devo sceglier quale sistema usare per navigare…

    • Ma invece che fare il dual boot una vm no?

    • ale

      bhe se hai un iphone perchè non ci metti su OSX se il tuo hardware lo supporta ? Così hai i vantaggi di linux e la disponibilità di software per windows, niente male

  • comunque sto ancora aspettando driver proprietari decenti per linux (non chiedo che quelli open siano alla pari dei driver proprietari, mi basta che quelli proprietari almeno siano decenti e funzionino perfettamente).

    nvidia e amd, fanno tante belle tecnologie e poi vaff*nculo utenti linux, arragiatevi delle cose funzionanti a metà:

    nvidia optimus?? sulla carta tutto bello, ti permette di avere prestazioni e bassi consumi, ottimo, peccato che su windows va bene su linux nvidia non ha fatto nulla, c’è bumblebee che funziona, ma non è di nvidia, bumblebee è ottimo, ma non da il massimo delle performance, poi c’è nvidia-prime, non sono mai riuscito a farlo andare su arch, in giro c’è 0 documentazione, nemmeno nvidia dice come diavolo si usa, e seguendo la wiki di arch non ho risolto nulla.
    ma io dico, ci vuole tanto ad includere una cavolo di gestione dell’optimus nel pannello di nvidia come avviene in windows?? ma noo daii chissene frega degli utenti linux, si arrangiano da soli.
    cioè se un gruppo di utenti sono riusciti a creare bumblebee, che funziona bene, possibile che nvidia non sia in grado di fare cio che ha fatto su windows anche con linux?? uno switch automatico ed eventualmente la possibilità di forzare alcune applicazioni a usare o l’integrata o la dedicata??

    invece per quanto riguarda AMD, ho da ridire sul dualgpu tra integrata dell’apu e dedicata, possibile che in linux (almeno che io sappia) non è possibile usare il dual gpu per avere integrata e dedicata in crossfire come in windows? per lo meno ho provato con i catalyst disponibili in xubuntu 14.04, e da CCC, non c’era nessuna opzione per il dualgpu, e non so neanche se con quel driver usavo solo l’integrata o solo la dedicata, insomma, pessimo lavoro sia da parte di amd che da parte di nvidia per quanto riguarda il supporto a determinate tecnologie.

    sulle performance generali c’è ancora da lavorare, ma diciamo che quelle sono accettabili, però davvero devono risolvere queste fastidiosissime cose.

    Scusate se sono andato OT, ma era uno sfogo che dovevo fare 😀

    • Leej

      mi dispiace. la tua frustrazione, che è stata anche la mia proprio con i driver proprietari, riassume egregiamente una parte dei miei commenti su questo articolo.

      • la mia non è frustrazione, in fin dei conti con bumblebee sono sempre riuscito a gestire lo switch tra le 2 schede, il mio commento era più una critica a nvidia e amd che non supportano a dovere le loro tecnologie

    • Stefano Bianchini

      quante pippe, se devi fare i videogiochi tieniti windows, se non devi fare videogiochi questi problemi non si pongono nemmeno.

      • perchè mai dovrei tenermi windows per giocare?? ho una marea di giochi su linux tra gog e steam (circa 90), non mi interessa assolutamente di giocare in windows perchè questo non lo avvio mai, dal 2007 uso prevalentemente linux, windows solo raramente, e siccome non ho voglia di switchare ogni volta da linux a windows solo per giocare (anche perchè in windows ho pochi GB liberi sull’hdd quindi non potrei installare tutti i giochi che ho installato in linux).

        ripeto bumblebee funziona bene, ha sempre funzionato in questi quasi 5 anni che ho il notebook, e non mi ha mai dato un solo problema, sempre stabile ed efficente, però non sfrutta al massimo le performance, e per questo mi piacerebbe che nvidia supportasse decentemente le sue tecnologie.

    • nunzio

      infatti anche io ho smadonnato settimane per optimus. non si può perdere tutto questo tempo per far funzionare come si deve un computer.

      non sarà colpa di linux, si sa, pigrizia di Nvidia o ragioni economiche giustificate all’utente finale poco importa. uno installa un SO e si aspetta che tutto funzioni senza che ci si debbe scervellare per risolvere problemi assurdi.

      siccome il tempo delle persone vale qualcosa, c’è un limite al tempo che uno può dedicare a risolvere i problemi che comporta l’installazione di Linux oltre il quale non è più ragionevole nè conveniente impegnarsi e si abbandona l’impresa e si guarda alle alternative.

      • il mio non è tanto uno smadonnamento, perchè alla fine con bumblebee non ci metto niente a far funzionare nvidia optimus con i driver proprietari senza alcun problema.

        il mio è uno sfogo perchè queste tecnologie, non vengono supportate bene da chi le produce

        • Comunque io modifico i vari file desktop aggiungendo optirun davanti e così forzo nvidia 😛

          • io uso primusrun che è più performante, ma comunque si anche io modifico i file desktop e le opzioni di avvio sui giochi steam per usare la gpu nvidia

      • ale

        Comprati un MAC se vuoi un sistema che funziona perfettamente senza smadonnamenti, e non sto scherzando, alla fine hai un sistema unix (è basato su BSD) e funziona perfettamente…

        Quei computer sono stati progettati per funzionare bene con un sistema operativo specifico, windows, è ovvio che se cerchi di metterci su qualcosa per cui non sono stati progettati funzionano male, e non è nemmeno colpa di chi ha fatto il portatile insomma, loro te lo hanno venduto con su quell’os e con quell’os funziona bene effettivamente

        • nunzio

          purtroppo non me lo posso permettere

          • ale

            Bhe non necessariamente devi comprarne uno, basta anche un hardware intel supportato veramente…

    • Guest

      “poi c’è nvidia-prime, non sono mai riuscito a farlo andare su arch”
      A me su xubuntu funziona alla perfezione e non mi sono neppure dovuto sbattere un granchè….andrà a fortuna?

      Comunque l’impegno dei produttori nel fornire driver propietari è ovviamente direttamente proporzionale alla richiesta. Linux occupa il 2% del mercato, ha un set di giochi limitato ed i tripla “A” sono veramente pochi. E’ una fortuna che mantengano un driver linux proprietario, anche se molto arretrato ripetto gli altri OS.
      Tra l’altro io non sono un gran gamer, ma quei due o 3 titoli presi su steam per linux (il più recente Tropico 5) mi girano fluidi ed al massimo delle impostazioni grafiche su una misera GeForce 525M con aperti contemporanemamente firefox, netbeans, filezilla e gimp (e….si! ammetto di giocare ai gestionali mentre lavoro). Per dire con i driver nuveau open i giochi neanche si avviano. La cosa che più mi da fastidio dei driver proprietari è avere plymouth “brutto” o al massimo “incompleto”…che non è sto gran problema.
      Capisco il tuo punto di vista, ma capisco anche nvidia che ci pensa bene dal pagare troppa gente che sviluppi driver per un mercato così di nicchia.

      • ok questo lo capisco, ma allora aiutassero gli sviluppatori di bumblebee a rendere questo software più efficente nelle performance (perchè ripeto, bumblebee funziona perfettamente, è stabile semplice e immediato, però pecca un po nelle performance, ecco qui potrebbe entrare in gioco nvidia, aiutare gli sviluppatori).
        anche io che ho una GT540m gioco piuttosto bene, tropico 5 gira benissimo, borderlands 2, circa 30fps, l’unico che davvero non riesco a far girare bene è the witcher 2, ora sto scaricando bioshock infinite e vedrò come gira questo su linux.

        ma tu con la gt525m hai anche nvidia optimus? perchè se hai nvidia optimus, normalmente ti usa l’integrata intel e quindi non dovresti aver problemi con plymouth, visto che con i driver intel è perfetto

        • Andrea De Gradi

          La cosa più assurda di bumblebee che lo rende nettamente inferiore a Nvidia Optimus è che lo switch con bumblebee non è automatico, il driver non capisce da solo se il software che sta girando ha bisogno di una potenza grafica maggiore e dunque ogni volta che si apre un software che necessita della scheda grafica Nvidia bisogna dare un comando apposito.

          • ma quello per me è il meno, il problema principale da quello che ho letto in giro sono le performance, ovvero nvidia prime di nvidia da più performance rispetto a bumblebee ma mi sa che non effettua lo switch e inoltre io non sono riuscito ad usarlo correttamente in arch, quindi rimango con bumblebee.
            alla fine fare lo switch manuale per me non è un problema

          • nvidia prime è assai diverso da bumblebee. Quando ci avevo provato io per farlo funzionare con una scheda o con l’altra dovevo riavviare… In altre parole è come se in fase di avvio dicesse a X quale scheda video usare… e se usi nvidia va da paura anche a livello di prestazioni ma la batteria dura 0, mentre se dici intel ti scordi di lanciare qualcosa con l’nvidia fino al riavvio.
            Alla fine bumblebee è la migliore alternativa… il che la dice lunga…

          • si la differenza tra prime e nvidia l’avevo gia letta, ed era per questo che volevo provare nvidia prime, perchè volevo vedere quante performance avevo in più, poi non è che lo si può usare tutti i giorni perchè è un tantino scomoda come soluzione, bumblebee è molto meglio.

            ma comunque prime in archlinux non sono riuscito a farlo funzionare, ho seguito la wiki, ma nulla, se qualcuno sa come diavolo si fa, sarei felice 😀

        • Guest

          Sono d’acordo che poterbbero per lo meno supportare lo sviluppo.
          Il problema di plymouth ce l’ho sul fisso dove ho solo una ati R7 con i drivers proprietari, sul portatile con la 525 non ho roblemi perchè, come giustamente dici tu, optimus switcha fra l’integrata.

    • ale

      Si bhe non è nemmeno colpa di NVIDIA o AMD, loro fanno driver per sistemi di cui hanno un ricavo, non spendono milioni a sviluppare un driver per linux che serve poco essendo in ambito desktop usato praticamente 0, se mai supportano quelle applicazioni per cui si usano le GPU per fare calcolo ma poco per desktop…

      Poi se vuoi un portatile prendine uno con la gpu integrata che tanto ormai sono più che sufficienti se non devi giocare, voglio dire praticamente tutti i macbook pro hanno la gpu iris pro e non hanno problemi a gestire schermi con quelle risoluzioni con programmi di grafica avanzati e simili…

      • il problema che io col notebook voglio anche giocarci, certo con i dovuti limiti sia chiaro, però voglio poterci giocare, e una iris pro non va bene

  • Stefano Bianchini

    E’ assurdo infliggersi una tortura pagando, ma lo e’ lo stesso anche gratuitamente.. io sto bene con Linux. Leggendo i commenti sotto io dico che uso solo chipset video intel e con i driver inclusi nel kernel vanno benissimo compresa la visualizzazione di video fullhd, basta comprare l’hardware giusto per non avere problemi, in tutti i modi a suo tempo usavo i driver nvidia su Linux e ci giocai anche a doom3 senza nessunissimo problema visto che il driver proprietario stava nei repository e bastava installarlo con 2 click, quando ad ATI ha sempre fatto merda e non la comprerei nemmeno sotto tortura, stessa cosa per quelle stufe di amd.

  • Lowseling

    Personalmente ho adottato una nuova filosofia. Io amo linux, amo il mondo open ed utilizzo Ubuntu. Windows diventa gratuito? A mio avviso questo non darà nessun problema a GNU-Linux. GNU-Linux è una dimensione distaccata sia da WIndows che da Mac. Che loro si scannino pure, tra i due litiganti il terzo gode, e in questo caso il terzo è GNU-Linux 🙂 E si ho ripetuto troppe volte GNU-Linux, ma dovevo distinguere l’OS dal kernel xD

  • Guest

    […] funzionalità già incluse nei principali ambienti desktop Linux come ad
    esempio […] convergenza tra varie
    tipologie di dispositivi”
    Seeee, vabbè, gia presente! Sarebbe quello abbozzo di unity 8 visto nel video di un mesetto fa? E lo chiami “gia implementato”? Mah….
    Detto ciò: furbata di microzoz! dopo aver sfruttato la pirateria per anni per aumentare la base installata adesso finalmente si stanno dando una svegliata. Hanno “blindato” xbox one ed in ambito OS, dove sapevano di non avere modo di contrastare il fenomeno, hanno deciso di aggirarlo rendendo windows gratuito.
    Molto dipenderà dalla qualità di win 10, ma a chi dice che non cambierà molto per il panorama linux, ricordo le diverse amministrazioni pubbliche che sono passate a linux solo per abbattere i costi

    • dimentichi un particolare importantissimo, windows 10 sarà gratuito solo se aggiorni entro il primo anno dal suo rilascio, e le amministrazioni pubbliche come anche le aziende, non possono permettersi di aggiornare decine o centinaia di computer ad un nuovo OS in così poco tempo, perchè poi c’è modi che manca il driver per usare un determinato hardware, oppure un software non funziona più sulla versione aggiornata, ecc… quindi le aziende e le pubbliche amministrazioni non aggiorneranno comunque entro il primo anno le vecchie versioni di windows al nuovo windows 10, e quindi quando in futuro vorranno fare l’aggiornamento dovranno comunque pagare

      • Senza contare che sarà gratuito solo in ambito home o piccola impresa, no professional enterprice o peggio ancora accademic…

        • esatto, infatti enterprise non si aggiorna e nemmeno ultimate (se non ricordo male)

          • guest

            in moltissimi uffici (per lo meno nelle PA del veneto) utilizzano windows 7 home. Non credo sarà così impegnativo l’upgrade.

          • Drumsal

            Per inciso, ieri ho sentito che nelle condizioni di contratto di w7 home sta scritto che non si può usare in ambito professionale, quindi se lo fanno sono pirati (magari tra virgolette) anche loro! Cmq non ho verificato.

          • Sorgiva

            In realtà di professionale fanno ben poco a parte giocare a solitario. Una home/base edition è già fin troppo…

          • Drumsal

            Immagino….. xD
            Ne facevo una questione di termini di contratto

          • si questo è vero, ma rimane il problema che gli uffici pubblici e le aziende è difficile che riescano a fare l’upgrade entro il primo anno per il motivo che ho detto prima

  • Matteo Bonanomi

    Ottima notizia… non vedo l’ora di liberarmi di Windows 8

    • MarcoLinux

      passa a linux allora !!
      =)

      • Matteo Bonanomi

        Che centra? Uso Ubuntu e Debian da 5 anni ormai

  • mikronimo

    Lo ritengo un progresso; da ora in poi ci sarà vera libertà di scelta, in teoria; chi vuole entrambi o uno o l’altro, potrà farlo senza rischiare di incorrere in copie pirata, che qualche rischio virus lo comportano sempre; nella pratica cambia poco; per chi ha sempre e solo avuto Win (trovato installato nel pc), quello seguitano a usare (xé lo troveranno installato nel pc), chi ha un dual boot win/linux (legale o meno), seguiterà per la stessa strada (non sarebbe cambiato anche se win fosse stato a pagamento, dato che sicuramente avrebbe trovato e scaricato una copia pirata); idem per quelli che hanno solo una o più distro linux; in ogni caso M(non +)$ aveva poche alternative e a fronte di esempi di modello di business vincente sia di Apple che di Goggle, si è, diciamo, messo in pari; ora dovranno essere più attivi e precisi, nel seguire il mercato, perché i miliardi “garantiti” dalle licenze sono calati moltissimo e i prodotti scadenti vengono cassati anche dagli abitué Win.

  • Samael

    A parità di costi (ossia zero) conviene ancora utilizzare Linux al posto di Windows???

    Uno che usa GNU/Linux che vantaggio avrebbe nell’usare Windows? Zero.
    Viceversa? Idem.

    Quindi non cambierà nulla. Licenza gratuita o meno.

    Anche perché, la maggior parte dell’utenza Windows la licenza la cracka ad ogni release, quindi il fatto che il sistema venga OGGI distribuito gratuitamente è una roba ininfluente.

    Semmai può essere vantaggioso per chi – come me – ha bisogno di Windows per applicazioni specifiche o comunque per debug di siti web o software in ambiente MS.
    Una distribuzione gratuita darebbe vantaggi pratici solo in tal senso, perché permetterebbe uno sviluppo multi-piattaforma meno oneroso per tutti.

    Per tutto il resto, distribuire gratuitamente un sistema operativo nel 2015 non è una questione di vantaggi, ma di buon senso.

    In piena era {I,P,S}aaS, in cui ciò che conta sono sempre più soluzioni centralizzate accessibili da remoto ed ecosistemi integrati, il singolo sistema locale svolge un ruolo praticamente marginale e per lo più relegato ad applicazioni che fanno da fallback in caso di lavoro offline.
    Un esempio pratico è la strategia che MS ha già adottato con Office, in cui spinge sempre più su 365 e fornisce le applicazioni tradizionali quasi come un plus.

    Se a questo ci si aggiunge che MS dalle licenze retail ci guadagna cifre talmente infinitesimali da sembrare inesistenti, specie se paragonate a quelle OEM e VLK, allora direi che il quadro è completo.

    D’altronde anche Apple ha seguito la stessa strategia, puntando sulle vendite hardware e dispositivi mobili, e quindi puntando sulla creazione di un ecosistema su misura di utente.

    MS i soldi li fa più col settore enterprise, e qui ha parecchie carte da giocare. E parlo di SharePoint, Exchange, SQL Server, Windows Azure, Office 365, Skype/Lync ecc.
    Nel settore domestico può puntare ad un ecosistema PC+Mobile+Xbox.
    Se messo a confronto di tutto questo, la licenza di Windows in sé diventa una roba del tutto insignificante.
    Rimarrà giusto una fonte di guadagno con il supporto tecnico a pagamento per le aziende.

    • Sim One

      Per me è un vantaggio. Io uso i software di Adobe per la fotografia. Non pagare più winzoz vuol dire che mi consentirà di aggiornare i software con più frequenza o di acquistare qualche plugin in più.

      • Samael

        Quando ho detto che un utente Linux o Windows avrebbe zero vantaggi nel passare dall’uno all’altro intendevo una migrazione completa.

        La tua situazione rientra chiaramente nella casistica che avevo detto dopo.
        Avevo sbagliato a specificare la sola virtualizzazione, però purtroppo non potevo correggere il post perché è stato in moderazione per due giorni.

        EDIT: Ok, ho tolto la parola virtualizzato. Così adesso è più chiaro.
        Il problema è che è di nuovo in moderazione :v

        • Sim One

          Comunque è condivisibile, ma magari se Adobe portasse i suoi applicativi su linux…
          So che non succederà mai.

          • Giordano Jo Boschetti

            finche l’accordo microsoft adobe pervade non succederà, no, e succederà solo se linux prende piede, a quel punto adobe dovrà rompere l’accordo

  • giovanni

    ho sempre pensato che questo fosse un sito autorevole, mi auguro che il titolo ed il contenuto dell’articolo non siano stati cambiati per mancanza di tempo, perchè è fallace, è forviante sulla realtà dei fatti e spero nella buona fede dell’autore perchè, a pensare male, si potrebbe sospettare che si stia speculando a fini pubblicitari, non perchè non sia importante la pubblicità, ma non perchè ci si aspetta di essere informati in modo corretto da chi fa questo lavoro. Con affetto.

    • Sorgiva

      Penso che si chiami par condicio.

    • roberto

      illuminaci tu

    • Carlo

      Guarda, facci l’abitudine. Lo stile è questo purtroppo, in pieno stile gossip sportivo. Ci mancano le foto della cremaschi col pronostico.

  • potter

    Scegliere Linux in alternativa a Windows non è solo una questione economica, la scelta di “regalare” W10 con annessi spyware che da sempre si portano a seguito mi sembra un ottima scelta di marketing……… bravi

  • Guardo lo screenshot di windows 10 qui sopra e penso al mio Extreme Kubuntu 2015 (distro personalizzata dal sottoscritto) con Cairo dock e mi sembra di paragonare il cotone (W10) con la seta (EK2015).
    Windows sarà più ottimizzato ma per carità, come DE fa proprio pietà (e mi riferisco a tutto l’insieme, comprese le personalizzazioni, effetti e piacere appagante alla vista, “le piastrelle” poi sono davvero un obbrobrio..).

    Ma queste sono solo considerazioni personali, possono regalarlo finchè vogliono ma sempre quello è…

    • Bus

      Nulla da dire tranne questo: chi ti vota capisce una cippa come te in quanto a personalizzazioni.

      • Meno male che capisci tutto te anzi visto che conosci la verità assoluta che ci fai ancora qui a perdere tempo con noi comuni mortali e non vai a insegnare la retta via agli stolti?

        Ps: possibile che dobbiamo prendere sempre tutto sul serio e puntualizzare i gusti degli altri quando questi non corrispondono ai nostri?
        Fatti una vita e smettila di puntare il dito che non mi fai cambiare idea.

        • Bus

          Ci mancherebbe, nessuno ti vuole far girare le idee per il verso opposto. Sei stato tu a parlare di gusti senza però conoscerli e quindi a puntare il dito su quello che all’apparenza non è come credi. Io sto bene con gnu/Linux, e da quando è nato non ho trovato i tuoi riscontri conoscendo ambedue le parti. Il mio è solo un: “ocio che non dici il giusto”. Fine e buona vita pure a te 🙂

    • kernele

      foto del tuo kakkadie.

      • basta che fai una ricerca sul web se proprio vuoi toglierti la curiosità
        Ne sei capace?

    • Carlo

      …vero, poi però devi produrre un disco, lavorare un ppt, stampare in quadricromia e ti accorgi che la forma senza sostanza è niente. Se poi hai 14.10 capace che non stampi proprio.

      • Può essere ma visto che uso kubuntu da 3 anni e non ho mai dovuto usare Windows si vede che a me é andata sempre bene?
        É un opinione personale in base alle mie necessità, non é una verità assoluta.

    • Sim One

      Ho visto le immagini, scusa ma ti sei fortemente ispirato al Mac.
      O sbaglio?

      • In effetti l’aspetto mac mi è sempre piaciuto, non lo nascondo…
        Che te ne pare?

  • DigiDavidex

    Utente Mint XFCE e KDE(←<3)… ho provato windows 10, ok, veloce, ma vuole sapere tutto, ma proprio tutto di me… l'ho tenuto finchè ho scoperto che i driver della Ati HD5450 non mi facevano andare la scheda audio integrata per sentire tramite porta HDMI dato che il pc sta collegato ad una tv 40''. Lo avevo messo per tornare a giocare a qualcosa, ma dopo essermi sbattuto praticamente una giornata intera lo levai e rimisi mint kde che adesso ovviamente monta e che uso solamente per Kodi e qualche volta internet… beh, meglio rimanere su linux a questo punto

    • talme94

      Non per fare l’ms fanboy di turno ma non capisco cosa ci sia di strano ad avere incompatibilità di diver su una technical preview

      • DigiDavidex

        veramente ho provato sia windows 7 che il 10 e il problema lo faceva su entrambi

  • Stoccafisso

    Plaudo alla decisione di Microsoft.

  • La cosa mi puzza.. comunque l’ambiente desktop e l’UI è okay, nulla a che vedere con ciò che è possibile usare in ambiente Linux (ormai da anni) ma è accettabile.

    • Bus

      Pensa c’è ancora gente la quale crede che l’ambiente UI di Windows non può essere nulla di più oltre i limiti di quello base ridotto all’essenziale (quindi privo di tutto) fornito di default. Sarebbe come dire che Gnu/Linux è bello così come è da linea di comando, ma se esistessero i DE sarebbe ancora meglio perché qualcuno lo gradirebbe.

      Sappiamo tutti che sono affermazioni fallaci. Nel senso che Gnu/Linux è fantastico per tante cose, ma far partire il confronto dall’interfacciamento grafico, no… non me la sentirei mai, essendo un confronto privo di senso senza vincitori, né perdenti.

      • Giordano Jo Boschetti

        consiglio di testare plasma5 con wayland prima di parlare 🙂

      • Oryu Shen III

        Scusate l’ignoranza: DE sta per…?

        • Drumsal

          Caspita, hai ripescato una discussione piuttosto datata, comunque benvenuto!
          Ti rispondo io che magari non sono il più indicato: sono un utente linux da qualche anno ormai, ex utente windows, bona dimestichezza in generale, ma non so programmare, quindi non un nerd 🙂
          DE sta per Desktop Environment, Ambiente Grafico della Scrivania. In pratica l’insieme degli elementi che caratterizzano l’aspetto visivo del tuo schermo, appena caricato il sistema operativo (linux nel nostro caso).
          In particolare: il programma che gestisce il login, quello che ti chiede userid e password all’avviamento, il programma che gestisce gli sfondi del desktop e la possibilità di impostarli e cambiarli, il gestore delle finestre che apri sullo schermo che permette di gestirne gli effetti grafici (bordi, colori, trasparenze, posizione dei pulsanti di chiusura, riduzione ad icona, massimizzazione / ripristino, etc.), pannello (ovvero la barra normalmente posta in basso nella quale trovi il pulsante start, le icone delle finestre che hai aperto in quel momento) e, normalmente a destra del pannello, la barra di sistema, nella quale trovi le icone del gestore dell’alimentazione / batteria, il gestore delle connessioni di rete (via cavo o wireless), l’orologio, etc.).
          N.B. Ho fatto riferimento ad una configurazione base, che normalmente si trova di default su una normale distribuzione linux, citando i corrispondenti riferimenti windows per comodità. Considera che praticamente ogni voce che ho citato può essere modificata e personalizzata più o meno a piacimento, permettendoti di avere un desktop configurato come vuoi in maniera molto semplice, dipendentemente dal DE appunto che hai scelto e dalle opzioni che esso ti permette.
          Spero di essere stato chiaro e di non aver dimenticato nulla. A presto 😉

          • Oryu Shen III

            Grazie! =)
            Ho un problema abbastanza antipatico: Mint non mi vede la scheda video dedicata Nvidia; che devo fa’?? O.o’

          • Drumsal

            Su questo io direttamente non ti posso aiutare perché ho una AMD integrata, però ricordo che un amico con doppia scheda video nvdia qualche anno fa aveva risolto brillantemente installando bumbleebe. Prova a googlare, non dovrebbe essere impossibile!

          • Oryu Shen III

            bumbleebe?? Mai sentito nominare! O.o’
            Ora mi informo… grazie di cuore! ^^

          • Oryu Shen III

            Ciao, scusa se ti rompo ancora, ma ho provato a installare il programma che mi hai consigliato, ma quando sono arrivato a installare questo sudo:
            sudo add-apt-repository ppa:alessandrofac93/bumblebee-config-gtk-dev , mi rispondeva “impossibile aggiungere il PPA: “Questo PPA non supporta trusty”, che fare?

          • Drumsal

            Scusa se ho perso parecchio tempo a risponderti, ma sono stato piuttosto incasinato. Allora, se nel frattempo non hai già risolto, il messaggio significa che il repository (l’archivio da cui scarichi il pacchetto) non è compatibile con la tua versione di ubuntu (Trusty, appunto). Cerca su google “bumblebee ubuntu 16.04” (senza virgolette): il secondo risultato rimanda al forum ufficiale di ubuntu Italia in cui è illustrata una procedura. Non ti mando direttamente il link perché altrimenti il commento mi va in moderazione. Come ti dicevo, non posso provare in prima persona il risultato perché ho un altro hw. Fammi sapere se funziona.

  • Windows 10 GRATIS? Siamo messi malissimo.
    Fidatevi.
    Kernel robustissimo, autenticazione biometrica, legato con tpm all’hw e documenti in Cloud.
    La più grande porcata.
    Meglio Apple alla fine tra i due.
    Io continuo con Linux nelle sue varie derivate.

    • Sim One

      Poi già il fatto che tolgono explorer vuol dire che iniziano ad avere il fiato sul collo

      • Parco buoi da spartire è di 7Miliardi di persone….
        I mezzi ci sono per controllarle, profilarle, inchiapp….le.
        Analisi dei big data, mmmm, Cloud, Facebook, G+, etc.
        Provate a pensare che le assicurazioni un giorno ci verranno a dire che il premio aumenta solo perché non abbiamo fatto 2km in più e il ns rischio cardio vascolare è aumentato…..

        Lasciamo in bel mondo di m. ai nostri figli.

        • Sim One

          Concordo, ma per tirarci fuori bisognerebbe creare un ‘sub’ mondo alla matrix, oppure colonizzarci, che sò, l’antartide e farci uno stato completamente libero.
          Propongo una spedizione con i fon per togliere via il ghiaccio….

        • Adriano Bassignana

          🙂 Mi sembra che hai entrato il problema ! Comunque a proposito di assicurazioni, qualche mese fa c’è stato un convegno degli assicuratori USA che si lamentavano della riduzione degli incidenti a bassa velocità, insomma quelli che fanno poco danno, ma fanno schizzare l’aumento delle polizze e richiedono molte parti di ricambio… il motivo ? La sempre più massiccia presenza di sistemi automatici di anti collisione e di rilevatori di stato di attenzione dei guidatori… 😉

          • Oryu Shen III

            Mah… Patetici! -_-‘

  • Adriano Bassignana

    Quindi MS è nella merda più totale… strizzata a livello di capitalizzazione da Apple e a livello di contenuti da Google… a questo punto “svenderebbe” il suo SO… a questo punto dove trova l’utile ? Comunque dove è in verità il “gratuito” ? Mi sembra per chi ha una copia di Windows 7 in poi … ovvero il 10 sembra più che gratuito una “patch” gratuita … cosa che andava fatta visto gli errori enormi di marketing su di una interfaccia ridicola che hanno fatto e che sta tornando inesorabilmente alla interfaccia di XP-Vista-Sette Grande MS continua a farci sognare con i tuoi cessi di prodotti !

    • Adriano Bassignana

      Si esatto è una Patch gratuita per rimediare il monte di problemi avuti nelle ultime assolutamente idiote interfacce. Mi sembra molto migliore il lavoro fatto da Ubuntu con Unity, si potrà criticare, ma effettivamente è l’unica interfaccia che funziona bene sia con il mouse che con le gesture tipiche degli smart-phone e tablet.

  • striplex

    In realtà microsof non regala nulla ma consente agli utenti che possiedono una copia pirata di provare gratuitamente winodws 10 per un periodo di tempo limitato , quindi qualsiasi discussione in merito all articolo non ha senso, cmq windows 10 gratis , di certo un ottimo prodotto , leggero e performante con una buona stabilità e un ottima protezione da attacchi esterni. Io preferisco linux , per la filosofia di ibertà . cooperazione e condivisione che esprime , ma la realtà vede un windows che diventa sempre piu leggero e perfomrante e un linux che sta andando alla deriva sotto questi aspetti (mi rifersico ovviamente ai DE di punta).

    • d4n1x

      A mio avviso non è solo questione di DE, ma di intera struttura, una volta si diceva monta linux su i pc vecchi oggi invece monti Windows 8 e ci va una favolta, metti su linux e walà tutto piantato e fermo.

      Convengo con te per la questione “filosofia” e infatti anche io ho usato per un decennio linux, ma purtroppo ammetto che ormai per lavoro e per diletto passo molto più tempo su windows, che ultimamente mi ha dato molte meno rogne sul mio hardware di 6 anni fà.

      • Giordano Jo Boschetti

        non condiviso questi due commenti. Ho riesumato un pc di 15 anni poco tempo fa, usando xfce, a mia cugina… lei non aveva un pc… e adesso naviga libera e felice, scarica musica, e la carica sul suo smartphone android…fa documenti etc.. e il tutto senza troppe attese. io ho un laptop di 7 anni.. un turion… con una nvidia obsoleta, uso opensuse rolling, effetti desktop attivi e via discorrendo, e va tutto fluido e scattante (da almeno due anni), e sono anche un videogiocatore, e grazie a valve ed accordi con nvidia, le performance siamo ai livelli windows. non noto nessuna pesantezza sinceramente, kde4 ormai è una scheggia, e il 5 con plasma5 ha ridotto ulteriormente il carico, windows non fa altro che scopiazzare in qua e là.. l’unica cosa vorrei è un alleggerimento del kernel, non che influisca molto, piu per principio. tra l’altro ora Wayland è pronto, e linux da un anno a questo parte sta facendo il botto, ogni mese ci sono aumenti notevoli di performance generali, ed a settembre esce anche la prima console linux based.

        • Adriano Bassignana

          Concordo è ciò che osservo anche io… Molti vedono Linux come Ubuntu-Kubuntu… il che mi sembra un poco limitativo… 😉 Linux è molto di più e come dicevo nel posto prima, non è certo un SO per chi ha messo la testa a riposo 😉 …

    • Adriano Bassignana

      Be di stronzate se ne scrivono molte… Linux sta solo evolvendosi in varie direzioni, se usi Ubuntu ovvio che hai un sistema sempre più pesante… ma se usi Debian direi proprio di no… Insomma se usi Linux…usa anche la testa infondo è un SO per chi non è stanco di ragionare e guardarsi intorno..

  • Ferik

    il più grande regalo che può fare windows all’ìinformatica è sparire.

    • Franco

      Con tutta sincerità, ci sono altre cose che l’informatica vorrebbe avere come regalo prima dell’eliminazione di qualche os… ah sì

      • Leej

        e cioè?

        • Mastro Lindo

          Ciao Troll! 😉

          • Leej

            ehila! finite le pulizie? 😉

  • Alessandro

    In realtà, io credo che le fondamenta dei sistemi operativi Microsoft stiano invecchiando molto più velocemente di quelle del mondo Linux, checché ne dicano i numeri sulla diffusione dei prodotti di Redmond. Provate a fare un ciclo di aggiornamenti di sistema: con Windows 7 e 8, a meno che non vi ricordiate di farlo quotidianamente, rischiate di dover riavviare il computer, anche due o tre volte, prima di aver finito…. e, mi raccomando, non osate spegnerlo mentre installa, o le tutte le maledizioni degli antichi Maya vi colpiranno :-). L’ultima volta, avevo lasciato il mio portatile con windows 7 una decina di giorni senza aggiornamenti per mancanza di connessione, ci ho messo 20 (venti!) minuti e tre riavvii, prima di finire. Il giorno dopo, il mio desktop con Mint 17, anche lui fermo da un mese senza aggiornamenti, li ha ricevuti tutti insieme. Risultato: 5 o 6 minuti di updates… e nessun riavvio.
    Però le riviste cartacee di settore queste cose non te le fanno mai notare, chissà come mai!

    • Leej

      beh dai, 20 minuti non sono nemmeno tanti. io con Vista ci mettevo un’ora 😀

    • Ancucchi

      Il mese scorso ho riformattato il pc di un amico con dualboot Windows 7 e Linux Mint 17.1 Mate. Al termine dell’installazione di Windows, dopo la ricerca dei driver è partita l’installazione di circa 400 Mbyte vari di aggiornamenti. Dall’avvio sono passati oltre 40 minuti prima che iniziasse a scaricare e poi ha impiegato più di un giorno e vari riavvii per terminare. Mint invece doveva scaricare circa 350 Mbyte e appena premuto l’invio al termine dell’ apt-get upgrade istantaneamente ha iniziato a scaricare ed ha terminato in poco più di un’ora. Il pc non era molto potente ma la linea era una ADSL 20 Mbit…

      • d4n1x

        Questa è una delle poche pecche che è rimasta a Windows, un sistema di update pietoso risalente forse all’età della pietra. Senza poi considerare il fatto che io vorrei conoscere quel demente che ha pensato di fare gli update ad accensione o spegnimento. Ma alla fine nessun SO è perfetto, metti su una linux qualsiasi su un pc nuovo, altro che 20 minuti o 40 di update, hai da bestemmiare per giorni prima di far funzionare tutto o peggio ancora devi apsettare 6 mesi che esca qualche kernel nuovo per far funzionare il tuo hardware. Metti su pc vecchio di 6/7 anni ti ritrovi un SO privo di driver proprietari che gira da schifo con lampate strane sul monitor. Ripeto ogni SO ha le sue rogne, e a mio parere ogn SO ha il suo utilizzo.

        • Adriano Bassignana

          Si vede che non usi Linux in modo corretto… Normalmente Linux aggiorna se lo vuoi fare e nello stesso tempo fa tutto quello che desideri… Solo in un cambio versione può convenire aspettare… anche se ammetto che spesso ho continuato a lavorare e solo al termine ho riavviato.Per l’HD non saprei, da 3-4 anni non ho mai avuto problemi, oramai sono molti i produttori che inviano patch al kernel di Linux… anche perché chi lavora nel settore HW usa sempre più Linux come SO primario per lo sviluppo.

    • Brau

      Beh, aspetta, di solito gli aggiornamenti SOLO di Windows cadono una volta al mese, di solito al martedì o al giovedì, se conti il tempo dall’installazione al riavvio concluso (il tempo di scaricamento, ovviamente, è soggettivo), 20 minuti sono nella media, se poi hai pure installato MS Office e/o i vari .Net Framework, se ci metti 20 minuti ti va di lusso…
      Se hai appena formattato W7 e fai l’aggiornamentone totale e definitivo di solito ci metti un paio d’ore tra scarico ed installo (sono quasi 6 anni di aggiornamenti), sai il panico ogni volta -_-

    • SGAB

      Ciò è dovuto al fatto che Windows è lento pure ad aggiornare.

  • rico

    Con Linux Mint installato sia su HDD che su pendrive, il nuovo windows 10 mi è utile come una bicicletta per un pesce 🙂
    Ogni tanto ci torno, rigorosamente off-line, per un paio di vecchi giochi (e se girassero su XP SP3 non se ne accorgerebbe nessuno).

  • machesischerzaperdavvero

    gratis per tutti?

    chi ha windows OEM (cioè la maggior parte delle persone) potrà provare W10 ma dopo un anno dovrà comprarlo…

    perchè scrivere cose inesatte? O_o

No more articles