Microsoft ha annunciato che il prossimo Windows 10 sarà gratuito per tutti, anche per gli utenti che hanno una copia pirata. Windows free come Linux?

Windows 10
Torniamo a parlare di Windows 10, la futura versione del sistema operativo proprietario di Microsoft che sarà disponibile dalla prossima estate con moltissime novità. Windows 10 dirà addio a Internet Explorer, browser che verrà sostituito da Spartan, la nuova versione inoltre includerà diverse funzionalità già incluse nei principali ambienti desktop Linux come ad esempio il gestore di desktop virtuali, Task View per visualizzare le anteprime di tutte le finestre avviate oltre alla convergenza tra varie tipologie di dispositivi. Inoltre Microsoft Windows 10 sarà gratuito per gli utenti che utilizzano Windows 7 e 8 / 8.1 che siano in possesso di una regolare licenza o meno.

In teoria non sarà più nemmeno necessario “craccare” il sistema operativo di Microsoft, basterà installare una versione trial di Windows 7 o 8.1 e aggiornare il sistema operativo alla versione 10 per avere una copia regolare del nuovo Windows 10. Microsoft in questa maniera punta di ridurre il problema della pirateria informatica semplicemente offrendo gratuitamente il proprio sistema operativo.
Molti si chiederanno come farà Microsoft a guadagnare soldi in tutto questo? Come per Android i profitti arriveranno principalmente dalle applicazioni e giochi a pagamento incluse in Windows Store oltre a far pagare l’assistenza (come accade per le distribuzioni Linux).

Windows 10

Windows diventa quindi gratuito per tutti, come accade attualmente per le varie distribuzioni Linux riducendo (in teoria) anche i costi dei nuovi pc, tablet e smartphone (come accade già ora con la versione Windows 8.1 for Bing).

A parità di costi (ossia zero) conviene ancora utilizzare Linux al posto di Windows???

No more articles