I developer MATE hanno rilasciato la nuova versione 1.8.2, aggiornamento che include principalmente varie correzioni di bug.

Mate 1.8.2
Sono molti gli utenti che si stanno riavvicinando all’esperienza utente di GNOME 2 grazie a MATE. MATE difatti è in grado di riproporre GNOME 2 nelle attuali distribuzioni Linux con tanto di svariate ottimizzazioni e migliorie a partire dal supporto per GTK+3 e nuovi tool dedicati (come ad esempio MATE Tweak). Gli sviluppatori di MATE stanno lavorando in questi mesi per rendere il desktop environment sempre più stabile, performante e completo grazie a nuove funzionalità incluse all’interno delle varie applicazioni di default. Proprio in questi giorni è approdato MATE 1.8.2, aggiornamento che porta con se principalmente diverse correzioni di bug oltre a migliorie riguardanti il supporto per nuove applicazioni con interfaccia grafica GTK+3 (grazie anche al supporto GdkRGBA).

MATE 1.8.2 sarà presto disponibile nei repository ufficiali di Arch Linux, Fedora e molto probabilmente lo troveremo di default in Ubuntu MATE 15.04 Vivid e Linux Mint 17.2.

Per maggiori informazioni:

Note di rilascio MATE Desktop 1.8.2

  • EnricoD

    Windows XP lo installi e va bene all’inizio… ma dopo un po ti accorgi che hai bisogno di un sistema piu recente perché programmi e altre cose non funzionano altrimenti e soprattutto
    inizia a scadere di prestazioni, il file svchost è sensibilissimo in XP ai virus… XP per me è stata l’os di Win piu instabile mai utilizzato… sicurezza zero e prestazioni di bip
    lubuntu per me è il massimo, anche se con l’ultima avvertii un leggero calo di performance… meglio la 12.04

    • tomberry

      Ti sbagli, c’è stato un os peggio di XP: Windows ME (Millennium Edition)

      • EnricoD

        hahaha… hai ragione! è l’os che avevo sul primo PC fisso che mi regalarono… uno scempio! XD

        • Drumsal

          Caspita, sono stato l’unico a non avere particolari problemi con ME. Vero che è durato poco sul mio PC!
          XP col SP3 è diventato inutilizzabile anche con 1GB di RAM. Non si è capito cosa hanno combinato!

          • masfur

            Beh, l’iniziativa è ottima, ma dire che Windows XP è instabile non è proprio vero. Il fatto è testimoniato anche dalla ancora estrema diffusione del sistema, almeno a livello aziendale.

          • Ciò che dici è vero ma solo in parte, aggiungi che molte aziende sono sempre state riluttanti a investire soldi in nuove licenze.
            Da lì poi nuove licenze di Office, antivirus e altre serie di sproloqui.

          • Alessandro Di Stefano

            Le licenze di Office adesso sono anche annuali e non legate alle macchine ma alla persona che poi può usare il suo office licenziato su quanti device vuole (fino ad un massimo di 5). Mai sentito parlare di Office 365? Con abbonamento annuale ogni anno hai l’ ultima versione di Office. Variando solo di un anno in anno la retrocompatibilità con il formato precedente è tenuta o comunque gli accorigmenti sono minori rispetto ad esempio a passare da Office 2003 a 2010. Il prezzo è più basso generalmente delle licenze retail

          • Mai sentito parlare di Office 365? Ma scusa, lavoro nell’ambito ed è ovvio che so che cos’è.

            In ogni caso abbonamento annuale o licenza standard non ha nessuna importanza, il succo del mio discorso è lo stesso: le spese.

            LibreOffice invece libera definitivamente l’utente da tali costi, se poi si vuole donare qualcosa alla The Document Foundation è sicuramente una cosa buona visto il grande lavoro eseguito e che continuano a fare.

          • Alessandro Di Stefano

            Non conti le spese di migrazione, di adattamento, di eventuali corsi. Fare il tipo di lavoro con LibreOffice al posto di Excel sarebbe un suicidio lo ho detto più volte. Dovrei riscrivere 30 Macro, alcuni file non me li apre (come ho detto altre volte ho già provato ad installare Lo e usarlo a lavoro, non mi apre il 70% dei miei file),etc..quando si conta il risparmio non si conta il tempo del singolo dipendente per abituarsi ad un nuovo prodotto o riaddatare il suo lavoro. Nelle piccole aziende con pochi dipendenti è poco ma nella mia dove siamo 3500 solo a Firenze immagina un pò quanto tempo se ne va. Moltiplica il tempo per il denaro e sai quanto perdi. Tanto che puntualmente c’ è chi propone una crociata per usare open e puntualmente statistiche di utilizzo e analisi dicono che è un investimento che ancora non conviene visto che lo riprenderemo in troppi anni

          • Drumsal

            Infatti mi ero espresso male: XP non mi è risultato instabile, bensì pesantissimo dopo l’aggiornamento ad SP3. Su un notebook ho risolto aumentando la ram da 1 a 2 GB, sul fisso (molto più vecchio ed oggetto di altri post su questo blog xD) in modo molto più radicale, con xubuntu (anche si può fare di meglio)!

          • EnricoD

            su questo ti do ragione
            XP sp3 è il peggiore XP di sempre… forse anche peggio di millenium! 😀
            tra tutte e due, se stringessero la mano
            cavolo non facevo a tempo a metterli, che ,pur avendo antivirus e tutto quello che te pare… svchost veniva infettato e il pc cominciava a rallentare mostruosamente.. e poi facevano veramente cag… microsoft da millenium a vista non ha fatto belle figure… ha cominciato a valere un pochino di piu come os con Win7

          • pntk

            mi duole ammetterlo ma win 7 (con parco SW annesso e anche per il discorso driver) è un SO mooolto completo e abbastanza sicuro e 8 è molto veloce e sicuro (anche se l’interfaccia non è gradita ai più, me compreso)

          • Matteo Iervasi

            Certo che è completo, ma non grazie a microsoft, stesso discorso per i driver. Se da un giorno all’altro le aziende smettessero di produrre driver per windows, il riconoscimento andrebbe a put***e, e più lentamente il software.

            Qualche giorno fa ho terminato l’installazione di xp sp3 in dual boot insieme a ubuntu sul pc di mio fratello, e devo dire che dopo nemmeno due ore di utilizzo è già lentissimo e i virus sono entrati come se l’antivirus nemmeno ci fosse… Inoltre appena installato funzionava solo il mouse, la tastiera e lo schermo con i driver vesa…

          • pntk

            non c’è dubbio e sono daccordo con te, solo che è riduttivo, molto riduttivo dire che 7 vale un pochino… 7, a malincuore, è un sistema operativo buono! intendevo questo! XP invece è un incubo, faccio assistenza pc ed è da più di un anno che non lo installo; la mia frase è o 7 o linux (quest’ultimo spesso lo installo gratis o quasi!) 🙂

          • EnricoD

            Sono d’accordo. Win 7 è l unico os microsoft che mi piace veramente. Win 8 non lo uso e non lo usero mai per l’interfaccia 😉 ma Win 7 lo apprezzo molto… piallato poi come ho fatto Io è davvero veloce, e con un antivirus e un antimalware ottimi è davvero stabile.

          • floriano

            in qualche modo dovevano far morire xp…..

    • floriano

      in realtà non ho mai avuto problemi di programmi con xp (anche se penso che fra poco comincerò ad averne), invece con linux c’è sempre il problema dei repository che dopo un pò diventano obsoleti se non si aggiorna il sistema…

  • Luca

    Lubuntu è davvero un ottimo sistema, su una macchina recente è davvero velocissimo. Unica pecca è la mancanza di libreoffice e thunderbird (per chi come me usa ancora un client di posta 🙂 ) di default visto che abiword, gnumeric e sylpheed non sono il massimo. Fortunatamente il problema è risolvibile al volo con il software centre

    • Infatti. La cosa non rappresenta un grosso problema.

      Windows invece è molto peggio perché appena installato è nudo e crudo ma ancora peggio va ottimizzato, protetto e impostato.

      Con i sistemi Linux la cosa è molto diversa… e meno male.

  • Nicholas Terzi

    ottima iniziativa, però lubbuntu è ancora indietro!! io l’ho usato settimana scorsa e non mi sono trovato granchè bene, non c’era modo di creare e modificare lanciatori sul pannello e poi ho dovuto litigare per mettterci un compositng (e non ci sono riuscito) per far andare una dock bar. Piuttosto Xubuntu, già più completo!

    • Dario · 753 a.C. .

      io ricordo che si possono creare i lanciatori sul pannello.. non vorrei sbagliarmi

      • Nicholas Terzi

        credo che si possa fare ma il procedimento è veramente poco user_friendly! io non sono riuscito sinceraamente, anceh perchè non ho avuto troppa pazienza! rimane il fatto che secondo me LXDE è ancora troppo giovane per essere utilizzato in un ambiente lavorativo.

        • Antonio G. Perrotti

          io uso ubuntu+lxde da diversi mesi e mi sembra abbastanza facile da personalizzare, forse più di xfce (che comunque non è affatto male, intendiamoci). una volta, quasi per gioco, ho fatto un simil-xp molto “somigliante” all’originale. ci vuole solo un po’ di pazienza.

        • Dario · 753 a.C. .

          Sisi era un pò macchinoso e con molti passaggi

    • moriserre

      Ma in questo caso la cosa più importante è la compatibilità, non la personalizzazione. La gente deve capire che Linux è un sistema semplice, stabile e funzionante. Se poi gli piace si informerà di conseguenza su altre distribuzioni. Lubuntu per me è una buona scelta, l’ho installato giusto qualche giorno fa su un vecchissimo portatile da 256 mb, gira benissimo e funziona tutto alla grande. Soprattutto non mi hanno dato problemi i dvd, che invece con altre distro mi andavano sempre a scatti. è perfetto anche per gli eeepc.

    • floriano

      la dock su chi è abituato a windows non serve,
      il compositor su una macchina vecchia ha poco senso,

      quella dei lanciatori invece (non conosco il sistema) è un problema che spero risolveramno a breve (e non credo sarà difficile)

  • JJ

    avrei optato per XFCE, ….cmq avranno fatto le loro va
    lutazioni i loro tecnici

    • Avresti anche ragione ma LXDE è ancora più leggero per i PC delle pubbliche amministrazioni che spesso sono vecchi come il cucco.

  • SenzaParole

    Il comune di monaco regalerà a tutti i cittadini una copia di Linux?

  • Alberto

    A me la scelta di Lubuntu non convince molto. Calandomi nei panni di una pa, nella scelta della distribuzione linux avranno optato per quella che ha alle spalle un partner, come Canonical nel caso, con cui firmare un accordo di assistenza.
    Io diversamente avrei optato per Debian 7 + gnome classic oppure + Xfce creando una piccola distro personalizzata. Alle spalle avrei creato una piccola task force interna che, in collaborazione con la comunità, si sarebbe occupata della migrazione, assistenza e formazione interna organizzando anche corsi gratuiti per i cittadini che ne avessero fatto richiesta.
    Ne sarebbe nato un bellissimo progetto veramente open.

    • pntk

      sarebbe stato moooolto bello quello che dici tu, ma è già un passo non da poco!

    • floriano

      quindi l’ennesimo fork 😀

    • ange98

      Ragazzi, i lavori nessuno li fa gratis. OK nel modno open ci sono vari software sviluppati gratuitamente, ma chi lavora in questi ambiti è pagato! E non credo che mettano una distro Linux per poi pagare degli sviluppatori per un progetto che a loro è inutile

  • matteo

    Lubuntu però garantisce supporti di un anno e mezzo per le lts e nove mesi per le altre release. Come requisiti è la derivata ufficiale che più si avvicina a xp, ma forse personalizzare xfce avrebbe dato qualche vantaggio in più come esperienza utente. Lubuntu ha volutamente poche funzionalità come interfaccia grafica, motivo per cui il terminale viene usato molto.

    • Calcola che forse avranno puntato sul fattore psicologico visto che per certi versi somiglia a quello scassone di XP.

      Oltre che essere semplice Lubuntu è anche immediato ed i programmi sono subito accessibili.

      • floriano

        xp (senza virus e antivirus), è velocissimo e consuma poco (a me sui 150mb), cambiare sistema ha senso soprattutto per andare meglio, probabilmente chi ha xp non ha una macchina recente e apprezzerà la reattività del nuovo sistema.. 😀

        di solito preferisco kde però forse stavolta lxde è la scelta adatta…

        • pntk

          chi ha xp non ha una macchina recente e apprezzerà la reattività del nuovo sistema… e la marea di virus eheheheh

  • lorenzo s.

    Lubuntu va bene anche per il lavoro, non credo che gli impiegati di Monaco perdano tempo come noi a smanettare in personalizzazioni.

    • Beh, alla fine della fiera bisogna solo rimuovere Abiword e installarci su LibreOffice. Per il resto non manca altro.

  • Alleluia!

  • Alberto Arpaia

    io avrei optato per linuxmint 13 con mate. Versione basata su ubuntu 12.04 lts. supporto quinquennale, stile tipo XP e già pronta con codec e tutto il resto.

    • ange98

      LXDE assomiglia di più ad XP di MATE. Con le configurazioni di Lubuntu è anche molto più simile

    • Alessandro Giannini

      In realtà, è un deciso miglioramento, rispetto a Xp. Ho usato a lungo la tua versione sul mio portatile 🙂

      • Alberto Arpaia

        Bei tempi quando ancora modificavo le distro. Ora che ho chiuso il sito trovo sempre qualcuno che magari le aveva provate. A volte si ha l’oro a disposizione e si continua ad annaspare nel fango alla ricerca di chissà cosa. E’ solo la paura di metersi un po in discussione a non far partire tanti progetti. Se solo la gente fosse un poco più informata…. si scalerebbero le montagne.

  • pntk

    avrei optato per xubuntu che è una roccia anche se leggermente più pesante ma bella inziativa, sicuramente un bel +1 al mondo linux e open source!

  • mag1

    sul mio pc con athlon xp 2500 del dicembre 2003 ho installato LXLE che ha aggiornamenti fino al 04/17! e’ leggera, ricorda facilmente XP non mi dà problemi salvo con flash (mi potete aiutare?) nitroshare e dukto ma in ambito aziendale, ufficio in questo caso, non mi sembrano gravi difetti perché non sono pc destinati a intrattenimento, trasferimento di file o per smanettoni…

    • floriano

      problemi con flash?

      • mag1

        non mi funziona flash, neppure con chrome e non so come uscirne

  • CuccuDrillu10

    apprezzabile il rinnovamento verso linux ma la scelta di lubuntu non la trovo azzeccata, il suo supporto finirà prima ancora di quello di XP! Sarebbe stato più sensato puntare su Debian 7 Lxde che ha una struttura identica alla distribuzioni di Canonical ma con supporto più che duraturo

  • Se lo basassero interamente sulle GTK 3 sarebbe un desktop moderno, completo e alternativo a GNOME Shell. La correzione di un errore?

    • SalvaJu29ro

      Sarà un Cinnamon 2

      • M

        Anche senza il 2, Cinnamon e basta.

    • domenico

      mi pare che i lavori siano in corso per la migrazione alle GTK3 ma che gia’ ora una buona parte del deskop potrebbe gia’ essere compilata usando le ultime librerie

    • Marco

      Guardando la roadmap con la 1.10 continuano a sostituire componenti con quelli di gnome quindi già gtk3.
      Il passaggio a wayland e gtk3 e’ stato posticipato alla 1.12

  • Andrea

    OT. Guardate che figurino…MWG 2015 Ubuntu stand.

    • CuccuDrillu10

      sta perdendo i capelli!!!

      • Andrea

        è lo stress da Unity 8 e Mir…..crea alopecia diffusa.

  • gastro

    e con la 15.04 ubuntu mate diventerà derivata ufficiale, ottima notizia.
    Forse riusciremo a recuperare tutti questi anni di tempi bui e oscuri
    sotto il giogo di unity.. 😉

    • CuccuDrillu10

      Ma è già ufficiale da mesi. La Ubuntu Mate 14.10 è stata la prima distro ufficialmente rilasciata da Canonical.

  • CuccuDrillu10

    Ubuntu Mate è l’unica distro di Canonical che ha un pessimo rendering dei caratteri…sono fini e si leggono male, un pò come su tutte le altro distro linux.

    • Ermy_sti

      ma che caratteri utilizza ubuntu mate?

    • loki

      sulla 14.04 mi si vedono bene, però in effetti non ricordo se li ho messi a posto io o se erano già così. se guardi nelle impostazioni comuqnue assicurati che l’hinting sia su leggero e il subpixel su rgb

      sulle altre distro non è sufficiente questo, è necessario utilizzare le patch di ubuntu per freetype/fontconfig/cairo o le patch infinality, se no si vedono uno schifo comunque

  • Ermy_sti

    sono passato da xfce a mate e devo dire che mi trovo anche meglio

    • io quando ho provato mate, mi sono ritrovato con un file manager lento, un WM meno completo e un DE generalmente meno ricco di “widget” rispetto a xfce, così l’ho immediatamente tolto.
      ora non so se sia cambiato qualcosa, ma dubito, visto che se non erro avevo provato una versione 1.8.x
      però ad esempio non avevo un menu delle applicazioni alla pari di whisker menu, poi dal widget “pulsanti delle finestre” (quello che ti mostra nel pannello le varie finestre aperte), non potevo impostare di nascondere l’etichetta dei pulsanti e il risultato non mi piaceva.
      poi il menu alt-tab non era interagibile con il mouse come gia avveniva in xfce, inoltre ora in xfce l’hanno migliorato ulteriormente aggiungendo la possibilità di mostrare anche l’anteprima delle finestre, cosa che trovo molto utile.
      inoltre adesso non ricordo come era messo mate con il tiling, se esiste e se ha il tiling anche agli angoli come è ora in xfce.

      insomma, se ancora mate è rimasto come l’avevo provato io l’ultima volta, allora trovo che xfce sia ancora decisamente più ricco di funzionalità, nonostante “pesi” più o meno uguale, se non addirittura meno

      • Ermy_sti

        io non sto li tanto a configurare mi vanno bene entrambi out of the box ma trovo mate più veloce ed elegante rispetto ad xfce inoltre passando a mate mi si aggiorna da solo insieme a tutti i pacchetti che girano nel suo ecosistema.

        • di xfce, trovo un po fastidioso l’avvio del DE, che è un po lento (ma comunque ho notato che tutti i DE richiedono diversi secondi all’avvio) ma in fin dei conti non è che avvio in continuazione il PC

No more articles