Nuovo ed importante aggiornamento per Pinta, il famoso editor d’immagini è disponibile nella nuova versione 1.6 con molte novità.

Pinta in Ubuntu
Torniamo a parlare di Pinta, l’ormai famoso editor d’immagini open source multi-piattaforma che punta a fornire una valida alternativa a Gimp e Paint.net. Grazie ad una semplice ed intuitiva interfaccia grafica, Pinta fornisce all’utente strumenti “basilari” per l’elaborazione delle immagini oltre a strumenti per il disegno, filtri personalizzabili e soprattutto un gestore degli add-on con il quale possiamo aggiungere nuove funzionalità al software. Gli sviluppatori di Pinta hanno annunciato il rilascio della nuova versione 1.6 Stabile, aggiornamento che oltre a varie correzioni di bug include il supporto per WebP e la possibilità  caricare immagini nei vari portali web dedicati (attualmente supporta solo imgur.com).

Rivisitata anche l’interfaccia grafica, con il nuovo Pinta 1.6 troviamo l’anteprima in miniatura dell’immagine, presets e nuove opzioni come sfondo, orientamento ecc. Migliorano inoltre alcuni strumento, esempio lo strumento testo include il supporto per i tasti di scelta rapida come ad esempio grassetto (Ctrl + B), corsivo (Ctrl + I), e sottolineato (Ctrl + U), oltre alla possibilità di poter selezionare tutto il testo con Ctrl + A; lo strumento Linea ci consente inoltre di disegnare curve e le frecce.

Pinta 1.6

Per installare Pinta 1.6 in Ubuntu e derivate basta digitare:

sudo add-apt-repository ppa:pinta-maintainers/pinta-stable
sudo apt-get update
sudo apt-get install pinta

Pinta 1.6 è disponibile nei repository ufficiali di Arch Linux, possiamo inoltre installare l’editor d’immagini anche in Microsoft Windows e Apple Mac.

Note di rilascio Pinta 1.6
Home Pinta

  • Dea1993

    “la scelta in Linux ricade principalmente sia per le performance superiori al sistema operativo proprietario”

    anche perchè gia usare wndows per uso casalingo ci vuole un computer potente altrimenti si impalla in continuazione.

    mettere windows in un supercmputer è un po da masochisti.

    poi capisco che la versione server sarà migliore sotto certi punti di vista ma alla fine non è che cambia molto

    • Torno Nel Mio Limbo

      anche perchè gia usare wndows per uso casalingo ci vuole un computer potente altrimenti si impalla in continuazione.

      Win8 gira tranquillamente in un pc del 2005 e non si impalla. :p

      • Dea1993

        windows 8 non so perchè non l’ho provato, ma windows 7 che era preinstallato sul mio notebook (intel core i3 380m 2.53Ghz 4GB di RAM GPU geforce gt540m HDD western digital scorpio blu 5400rpm) è lentissimo gia solo all’avvio gli ci vuole sui 40 secondi per avviarsi dopo di che devo aspettare un’ altra 20ina di secondi prima che finisce di caricare tutto e a quel punto allora inizia ad essere abbastanza usabile se non fai troppe cose contemporaneamente, ma gia se installi un programma navigare in internet è una cosa stressante, impallamenti del browser in contnuazione (nemmeno cambiare la priorità dei processi serve a nulla). lo stesso quando trasferisci file di grosse dimensioni o quando decomprii un grosso archivio.

        su linux puoi fare anche tante cose pesanti contemporaneamente e non ho grossi rallentamenti e il PC rimane usabile ad esempio su linux se decomprimo un grosso archivio installo un programma sposto grossi file e intanto navigo (facendo tutte queste cose insieme) non ho un calo di prestazioni enorme.

        per non parlare poi del fatto che decomprimere e trasferire/copiare file su linux è decisamente molto più veloce che ne su windows.

        ora che sono abituato ad usare linux, ogni volta che mi capita di usare windows devo stare a imprecare la microsoft perchè si impalla in continuazione.

        e poi vogliamo parlare della frammentazione del disco? su linux come file system uso l’ext4, la deframmentazione è minima, puoi stare anni senza mai deframmentare e non perdi prestazioni al contrario di windows che gia 1 mese dopo aver formattato diventa un mattone

        • Dea1993

          l’unica cosa che trovo meglio su windows sono i tanti giochi e la durata della batteria leggermente maggiore sul mio notebook.
          per il resto SW particolari non ne devo usare quindi linux a vita

        • Torno Nel Mio Limbo

          Tutti ‘sti problemi? Concordo con i tempi di avvio, decompressione e frammentazione (cosa risaputa). Ma il resto mi sembra un po’ esagerato, proprio perché avendo un muletto con un celeron M, 2 gyga di ram… non li riscontro. Ovvio nei limiti di un hardware di 7-8 anni fa.

          • Dea1993

            guarda non ci voglio credere nemmeno io che sul mio notebook windows 7 è così lento.
            come sistema operativo mi piace anche credo che è il migliore che la microsoft abbia mai fatto, però nonostante che subito dopo aver acquistato il notebook l’ho subito formattato per togliere i SW spazzatura la lentezza generale del sistema operativo è enorme e fidati che non sto esagerando

    • LelixSuper

      Secondo me Linux viene usato nei server non perchè è leggero, ma perchè è elastico.

      • KZ125R

        no, perchè è stabile, non viene mica installato kubuntu o sabayon o che.

  • Linux è ottimo per server e “supercomputer” anche perchè le distribuzioni sono ad hoc per queste macchine.
    Per cui con un comunissimo notebook, meglio Windows! 😛

    • Dea1993

      dipende da cosa devi farci col PC perchè con comunissimo si potrebbe intendere anche la semplice navigazione in internet e usare una suite d’ufficio.
      e per l’uso comune libreoffice va più che bene e per navigare in internet linux è molto meglio (almeno sul mio notebook) perchè è tutto molto più veloce e carico le pagine più velocemente

    • EnricoD

      dipende dalle necessità 😛
      Io ho rimesso Windows per Office o per software scientifici che non sono su linux
      ma per velocità scelgo e sicurezza scelgo debian 😛

      • E per la compatibilità hardware?
        Spesso le schede video/wifi/rete/ non funzionano mai al 100% delle loro potenzialità. O se vanno, non è detto che vadano sempre così… (vedi aggiornamenti kernel o driver open).
        In questo caso sui notebook non mi sento più di consigliare linux.

        • Dea1993

          io sul mio notebook con intel core i3 380m scheda grafica nvidia geforce GT540m scheda wifi bradcom.

          alla fine din un’installazione di una distro linux mi ritrovo tutto completamente funzionante tranne la scheda grafica nvidia visto che per optimus devo installare bumblebee mentre su windows devo installare driver intel driver nvidia driver scheda di rete ethernet driver wifi.

          quindi un’installazione pulita, su linux i driver preistallati sono molti di più e funzionano benissimo.
          quindi quello che dici non è sempre vero.
          certo ci sono anche i casi più ostici ma a me con tutti i PC che ho non ho mai avuto problemi con linux anzi windows è peggio secondo me

          • Dire che i drivers per Windows fatti dai costruttori di hardware siano peggio di quelli open è un tantino esagerato.

          • Dea1993

            ho per caso detto che sono peggio?? non mi pare.
            ho detto che con windows devo fare più sbattimenti (sul mio notebook) per far funzionare tutti i driver e per poter utilizzare la stampante di rete (su linux trova i driver da solo su windows me li sono dovuti cercare io su internet).
            ma ci rendiamo conto che windows 7 a installazione terminata non riconosce nemmeno i driver della scheda di rete ethernet?? non dico il wifi che gia quello sarebbe anche accettabile ma almeno la scheda di rete ethernet penso che non sarebbe chiedere molto, lo stesso per i driver intel, cosa gli costa integrare anche quei driver.
            per me sotto moltissimi aspetti è molto meglio linux che windows anche per uso domestico e per l’uso universitario che ne faccio io.
            ormai lo uso da 6 anni linux e non mi sono mai pentito di questa scelta, windows lo avvio pochissime volte, a volte capita che non lo avvio neanche 1 volta al mese windows

          • Lo sbattimento lo fai la prima volta che installi il pc, poi te ne dimentichi dei drivers… Invece se aggiorni il kernel hai qualche probabilità che qualche periferica non vada più.
            Non sarà mica un problema andare sul sito della intel/nvidia/ o quello che vuoi per scaricare un file.
            Se invece attacchi la tua ultima stampante dell’HP multifunzione, voglio vedere cosa fai quando non si accorge manco che l’hai collegata…

          • Dea1993

            guarda che in 6 anni di linux non mi è mai capitato che con un aggiornamento del kernel o altri aggiornamenti qualche perifierica ha smesso di funzionare, anzi con windows è capitato che con qualche aggiornamento mi sono ritrovato schermo nero e ho dovuto fare il riprestino per farlo riprendere a funzionare.

            la stampante su archlinux devo installarmi il driver hplip dai repository che è 50mb, ma su distribuzioni gia pronte come ubuntu, mint, fedora ecc.. è gia tutto preinstallato e trova la stampante da solo senza sbattimenti, su windows mi sono dovuto scaricare da internet i driver dell’HP per la stampante che se non ricordo male era intorno ai 180MB l’eseguibile e poi installarlo.

            quindi direi che su linux lo sbattimento è minore per quanto riguarda le stampanti.

            e poi ora i driver in generale sia proprietari che open su linux sono sempre migliori specialmente intel e nvidia

          • Non è che sono sensazioni quelle che ti dico… Poi magari tu sei stato/a fortunato/a e io sfortunato… Eh sì… perchè pare che a sto punto si basi tutto sulla fortuna!

          • TopoRuggente

            Non si tratta di fortuna o sfortuna, ma di conoscienza o meno.

            Se sai andare in bici ci vai altrimenti o impari o cadi, non è che vai a dire, cavolo che fortunato tu vai in bici.

          • Torno Nel Mio Limbo

            Secondo me non hai tutti i torti infatti i forum per assistenza Linux ti dan ragione. Però han ragione pure loro quando scrivono che Linux richiede un certo impegno. :p

          • Torno Nel Mio Limbo

            Ma perché oltre al driver ti sei scaricato anche il pacchetto con tutti i programmini annessi e connessi con decine di funzioni che nessuno usa mai :p

          • TopoRuggente

            Sarei curioso di sapere cosa fai quando Windows non si accorge che l’hai collegata, con linux, la configuro a mano, ma con windows, riavvio e ricollego incrociando le dita

          • Installo i drivers del costruttore grendi o piccoli che siano e magia magia… funziona! E pensa che lo può fare anche mio zio con un occhio chiuso e senza un braccio (usa solo il mouse senza tastiera). Il “configuro a mano” lascia intendere a chi legge “qualche ora di smadonnamenti” (ovviamente non per te che in un nanosecondo la configureresti)

          • TopoRuggente

            Puoi installare tutti i driver del mondo, ma finchè windows non ti rileva la stampante non la usi perchè il sistema operativo non crea il device …
            Ti sei mai informato su come funziona un sistema operativo?
            Windows viene già con un tot di driver di stampante incluse, ma non mi pare che tu le abbia tutte .

            In linux invece il device lo crei anche a manina, quindi in teoria posso installarmi una stampante anche prima di comprarla.

            Uno dei vantaggi dei sistemi operativi POSIX.

          • Kilgore

            ah si? Prova a installare i driver di un plotter pagato migliaia di euro e non più supportato o un più banale (è il mio caso) Scanner Epson 1240 U su un sistema win a 64 bit e poi mi dici.. per lo scanner Microsoft consiglia di “comprare” una suite software che permette il rilevamento dello scanner 😮
            Ma come, o è supportato o non lo è.. e vuoi sapere una cosa? La porcata si risolve facilmente modificando a manina i driver del 2400 e facendo riconoscere il 1240 come 2400!!
            Un gentile regalo di M$ al rilancio dell’economia 😉

          • Daniele Elaborati

            Di pc ne ho 4, di cui 1 netbook e tre desktop pure vecchioti. Sono partiti da 10.04 ed ora sono 12.04 . Ho fatto sempre l’upgrade del kernel ( adesso sto usando il 3.9) e Mai,dico,Mai un problema. mai una periferica che abbia smesso di funzionare, mai un crash di sistema mai nulla. Praticamente tutto funzionante fin dal primo avvio. Se ti aspetti ‘ste cose da windows, stai fresco! Dici della stampante? Ah, perchè windows,invece….. se non metti il cd, col cavolo che funziona. Io ho comprato una EPSON e in 30 secondi netti con ubuntu funzionava…uguale uguale a windows proprio….

          • Kilgore

            …e tu prendi una stampante supportata, dov’è il problema?

          • Kilgore

            Non si tratta di meglio o peggio ma se devi installare una stampante e su Windows ti chiede 600Mb di spazio su disco (meraviglie luccicanti e bloatware in quantità industriale) mentre su Linux di solito lo trovi già preinstallato e occupante qualche Kb sul disco tu che fai?

        • Kilgore

          A parte che esiste il multiboot e quindi uno può scegliete il sistema che all’occorrenza è più adatto, ma io faccio una domanda di solito: “A cosa ti serve il PC?” e quando il 99% risponde: “Andare in rete, scrivere e … fare il solitario”.. beh, non ho nessun dubbio a consigliare Linux, senza se e senza ma.
          Certo che poi c’è sempre quello che vuole installare l’ultima versione di Office per fare la lista della spesa… allora li lasci perdere

        • TopoRuggente

          Guarda io ho una webcam Lifecam VX3000 (di Microsoft) e i driver ufficiali con Windows Vista/7/8 non funzionano (un rumore di fondo spaventoso).

          Con Linux va perfettamente.

        • LelixSuper

          Io ho un notebook con Gnu/Linux, và tutti liscio e non mi sono per niente pentito (giusto all’inizio per i giochi) 😛

        • EnricoD

          no no. ti sbagli.

          sul mio netbook linux funziona davvero bene, è con windows che ho problemi di riconoscimento hardware

          Secondo me bisogna fare attenzione che il notebook che si sta acquistando abbia supporto per linux, fare qualche ricerca sul web per verificare l’usabilità di una distro linux e confrontare le esperienze di altri utenti.

          Certo, è vero comunque, non su tutti i notebook gira come si vede, ma ci si deve armare di santa pazienza e smanettare un pochino.
          Questi problemi li ho avuti sul mio acer aspire timeline 4820tg, risolti smanettando, cosi come ho risolto, lo scorso anno, il problema della doppia scheda grafica e dello switch con degli script.
          Bisogna cercare soluzioni via web, ma non è vero che linux gira male sui notebook, anzi
          forse per un utente abituato a Win è piu difficile… cioè, linux è difficile che offra una esperienza come quella di Windows ai primi boot, anche con distro come mint
          c’è quasi sempre qualcosa da ritoccare, ma niente di impossibile da affrontare. 🙂
          e poi uno puo usare i livecd prima di installare e vedere che tutto vada come si deve! 😛

  • EnricoD

    per forza…

    ad es. al centro di calcolo Cineca si usa linux per un semplice fatto

    che i software prodotti su Windows per fare le stesse cose costano migliaia di euro e anche per una questione di maggiore sicurezza..
    Windows, anche versione server se esistesse.. da un momento all’altro potrebbe smettere di funzionare e comunque Ha prestazioni è un polmone

    secondo me la manuntenzione con Windows sarebbe davvero un costo per centri di calcolo come ad es. Cineca… già la manntenzione fisica dei server costa un occhio della testa… figuriamoci la manutenzione del software di Windows…

    e poi con linux si fanno calcoli compilando il codice sorgente del tool che si vuole utilizzare… ad es. Quantum Espresso… i calcoli sono veloci e se c’è qualche problema ci vuole davvero poco per una persona esperta a modificare il codice e risolvere eventuali problemi di compilazione.
    Windows questo non lo permette

    • Alessandro Di Stefano

      Windows esiste anche in versione server.

      I software open source o liberi li puoi usare/installare anche su windows. Anzi spesso software liberi sono disponibili anche per windows mentre accade raramente il contrario, ossia software per windows raramente sono liberi e quindi installabili su Linux.

      Non hai nessun obbligo ad usare ad esempio ORACLE SQL su un server aziendale windows, puoi anche usare MariaDB o MYSQL. La reale differenza la fanno le prestazioni.

      • EnricoD

        si. penso anche io che sia questo il punto 🙂

    • KZ125R

      mah…lo usano in quei posti, forse, semplicemente perchè – è modificabile – i tecnici o studiosi che le utilizzano, sono persone generalmente a cui una cosa bella e pronta/non modificabile non serve, anzi potrebbe forse frenare il lavoro; viene più comodo e produttivo utilizzare sistemi G/linux o similari. Poi comunque non sono utenti “normali”, il livello di preparazione (smanettamento) è molto elevato.

      • EnricoD

        Anche questo è vero 🙂

  • matteo

    non cè molto da vantarsi, sui computer “normali” stà all’1% e non ha alcun margine di miglioramento finchè rimane più frammentato di un disco windows!

    • Dea1993

      secondo me non è questo il problema, ma il problema è che la gente non sa nemmeno che esiste perchè non viene pubblicizzato e perchè non te lo ritrovi preinstallato nel PC che compri.
      la frammentazione non è un problema grosso.
      se ad esempio al posto di vendere solo ed esclusivamente PC con windows in tutti questi anni, ti vendevano PC con windows e con linux in eguale misura, la gente poteva scegliere e allora comprava quello che gli spiaceva di più.
      l’1% della diffusione deriva solo dal fatto che la gente non è a conoscenza dell’esistenza di linux e perchè nel PC appena comprato si ritrova sempre l’ultima versione di windows

      • Gabriele

        se i produttori smettessero domani mattina di vendere i loro pc con windows pre-installato, microsoft chiuderebbe nel giro di pochi giorni. Di sicuro non può rimanere in piedi con le sole licenze di office

        • TopoRuggente

          Una licenza di windows preinstallato costa poche decine di euro all’assemblatore col negozietto, all’HP costerà pochi euro.

          Direi che Microsoft mangia invece proprio con Office

          • LelixSuper

            Dato che Office costa tanto penso che aumenti solo la pirateria, cosa inesistente nei software opensource/liberi…

          • Alessandro Di Stefano

            Il tanto e il poco sono relativi. Io ad esempio sono disposto a pagare Office 2013 Home & Student circa 100€ che scaricare LibreOffice. Per quanto conosco meglio Office rispetto a Lo o Oo per me è più produttivo Office e siccome il tempo è denaro alla fine risparmio usando Office rispetto a Libre Office.

          • Alessandro Di Stefano

            E con Xbox

    • Simone Picciau

      Ma chi se ne frega! Basta che lo uso io 😀

    • Alessandro Di Stefano

      A dire il vero a me sembra migliori anno dopo anno. Sempre più periferiche riconosciute, supporto a nuovi device,etc..

      • EnricoD

        su questo ti do ragione!
        ho installato windows sul mio netbook, installato tutti i drivers e funziona malissimo
        con linux mai avuti di questi problemi, fa tutto da solo

  • LinuxCilecca

    Questa cosa mi mette paura!

  • LelixSuper

    Per me è un “Paint.net” più veloce e potente, anche se sicuramente non raggiunge i livelli di GIMP.

    • RobertoTrynight

      Gimp è imbattibile

      • alex

        Infatti preferisco mettere direttamente Gimp, anche se poi di solito non lo uso nemmeno al 10%.

      • Uso Gimp da circa 12 anni, nel tempo libero amministro Gimp Italia, ma devo ammettere che dopo aver visto alcune cose che può fare Krita non sono più sicuro come una volta che sia “imbattibile”. Di certo è anni luce avanti a Pinta, questo è indubbio. 😀

        • RobertoTrynight

          Non conoscevo Krita, penso gli darò una grande occhiata

          • Ti consiglio anche di leggere questo articolo. 😀

            «The Most Powerful Features in Krita for Digital Painters»

            (Non metto link perché sennò mi va in moderazione il commento e rischia di rimanerci per giorni… però lo trovi subito cercando online)

  • biosniper

    rieccoci alla foto della solita sventola di turno che attira i lettori maschietti ad aprire l’articolo e leggere. La solita strategia del richiamo ormonale tanto utilizzato dalla pubblicita’. Se Ferramosca avesse messo l’immagine di un macaco che si gratta le chiappe penso che nessuno avrebbe avuto voglia di aprire l’articolo e leggere.
    😀

    • Fabio

      Xò già che c’era poteva metterla un po’ meno vestita 🙂

    • Sorgiva

      Non credo, anche i macachi a dire il vero attirano. Purtroppo oggi è così e domani ci sarà qualche altra nuova realtà distorta dalle menti sempre più verso la perdizione.

  • Salvatore Colombo

    E’ un ottimo software ma non è alternativo a GIMP a mio avviso

    • Sorgiva

      Nemmeno al vero Paint-net essendo rimasto a 2 o 3 versioni fa questo.

No more articles