Microsoft ha annunciato l’addio ad Internet Explorer, lunga vita a Firefox e Google Chrome.

Internet Explorer
Internet Explorer è uno dei browser tra i più conosciuti ed utilizzati al mondo per il semplice fatto di essere di default in Microsoft Windows. Difatti il browser di Microsoft risulta uno dei peggiori attualmente disponibili visto le tante falle incluse che rendono poco sicura la privacy degli utenti (a tal punto da essere bandito nel Regno Unito e negli Stati Uniti). Internet Explorer viene attualmente abbandonato da molti utenti ed aziende che scelgono altre soluzioni open source come ad esempio Mozilla Firefox in grado di offrire una maggiore sicurezza (oltre a rendere la navigazione più veloce), per questo motivo Microsoft ha deciso di abbandonarlo per puntare esclusivamente sul nuovo Project Spartan browser che sarà di default in Windows 10.

Con Spartan, Microsoft punta di fornire agli utenti un browser più performante e funzionale in grado da poter competere con Firefox e Chrome, peccato che rimarrà sempre un software proprietario.

Microsoft e l’ideologia di tutto proprietario è stata surclassata da progetti liberi, staremo a vedere se Spartan potrà davvero competere con Firefox e Chrome o rimarrà un “colabrodo” come  l’attuale Internet Explorer.

  • fabik

    Stiamo a vedere, ultimamente M$ sta lavorando bene, e purtroppo ho la netta impressione che arriverà alla convergenza molto presto bruciando sul tempo ancora una volta la concorrenza e mettendosi in una posizione di vantaggio

    • Simone Picciau

      Questo è poco ma sicuro

    • Mi sa…

  • jboss

    E come faremo a connetterci ai siti della PA italiana se stanno ancora ai tempi di IE 6.

    • CuccuDrillu10

      non credo che la PA utilizzi IE6, con quella versione almeno il 70% dei siti internet non sono visualizzabili.

      • Rand Al Mucck

        Uno per tutti: l’INPS. Con firefox inserire deleghe per il cassetto previdenziale è drammatico, la soluzione è (da call center Inps) “usa explorer”. E infatti con explorer va.

      • BlueRazor

        Il problema è che alcuni servizi internet nelle PA (e non solo) sono ancora basati su ActiveX ed hanno bisogno di Internet Explorer. Speriamo che ora che viene a mancare queste vengano finalmente eliminate dal web

  • Franco

    Che sia verità oppure no, che sia odiato oppure no . . . scrivere “colabrodo” si poteva evitare: non è da articoli seri ad imparziali. Poco ma sicuro.

    • tomberry

      Però l’ha messo tra virgolette ^^

      • Franco

        Sì per mettere il dito nella piaga piccola o grande che sia. Al suo posto io mi asterrei dai pareri “personali” con la farcitura di affermazioni non veritiere. Poi va beh ognuno è libero di spararla finché si parla di MS, anche io lo faccio: però non oltrepasso certi limiti.

    • Simone Picciau

      Così come la news in sé non ha pertinenza con un blog che parla di Linux e dell’opensource… Stiamo parlando di un browser proprietario che funziona su sistema operativo prorietario e che verrà rimpiazzato da un altro browser proprietario. Questo con lffl ha pertinenza zero, a meno che poi non salti fuori che Microzozz ha copiato il codice sorgente da qualcosa defraudando il riconoscimento alla licenza GPL

      • Franco

        Nulla in contrario a quello che scrivi.

    • Motoschifo

      Veramente che sia un colabrodo è un dato di fatto, per quello continuano ad uscire patch su patch da quando è nato.
      Poi è ovvio che essendo anche integrato nel sistema, magari molti problemi li ha per quello e non sono attribuibili direttamente a lui.
      Inoltre c’è differenza fra le varie versioni, però non vedo in quell’affermazione nessun giudizio imparziale.

      Ne è la prova il fatto che alcune correzioni le hanno rilasciate anche per XP dopo che avevano smesso il supporto agli aggiornamenti.
      Considerando che è un browser chiuso per un solo sistema (Windows) chiuso, in teoria avrebbero dovuto avere molti meno problemi.

      Ed ancora: l’html di cui viene fatto il render non utilizza ne capisce gli standard del w3c. Quindi pure quello secondo me è un bug.

      Almeno, IMHO.

      • Franco

        Beh tu hai scritto i tuoi pareri personali. Lo hai fatto in un bel commento che apprezzo. Non posso dire la stessa cosa se a scrivere nell’ambiguo è chi teoricamente cerca di rimanere distaccato.

    • Fabio

      Scusa, ma che è il browser più bucato che esista non lo dice quest’articolo ma -ad esempio- Secunia. Come altro andava chiamato? “Colapasta” lo avresti trovato più adeguato?

      • Franco

        Non andava detto e basta. A sparare ci pensano già in abbondanza i lettori. Bastava che preparasse il tiro a segno se proprio ti vuoi esercitare.

    • Luca Cavallaro

      ma infatti nessun articolo di questo blog ha la pretesa di essere serio e imparziale 😀 mi sembra ovvio

      • Detto da te che scrivevi dolci parole che iniziano per m e finiscono per a, mi sembri ancora più credibile.

  • Nell’osservare che state facendo un casino per IE rimango sbalordito e dico la mia. L’articolo è pertinente perché con IE navighi anche in diverse piattaforme web integrate in sistemi linux. Detto questo che IE è una ciofeca del tutto starei attento a dirlo anche perché gli aggiornamenti sono costanti quindi l’azienda lo sa benissimo che ci sono problemi da risolvere.
    Come tutti i prodotti proprietari ha i suoi pro e i suoi contro.

    • Motoschifo

      Dico anche la mia: se il produttore ci “crede” vuol dire che ha un mercato e ha senso mantenerlo.
      Ma questo non vuol dire che il programma sia buono o balordo, solo che ci investono tempo/denaro.
      Io alle prime versioni di IE pensavo fosse normale avere un margine di errore, anche perchè a quei tempi non c’era una diffusione di Internet come la conosciamo oggi (soprattutto il browser era molto ridimensionato e non c’erano css3 o javascript evoluti).

      Però quando scrivi siti web e vedi che devi stare attento a mettere tag e css in maniera che IE li capisca, allora ti gira un po’.
      Ci sono casi in cui la sintassi è del tutto differente.
      Per dovere di cronaca ti dico che anche Chrome fa delle cavolate, e non sempre rispetta le regole del w3c.
      Ad oggi ho visto che solo Firefox è costante e mantiene il layout come dovrebbe essere. Ma la situazione cambia in ogni momento… 2 anni fa era Chrome che seguiva di più le regole, oggi si vede che sta crescendo e quindi sta imponento la propria interpretazione.

      • Franco

        Mah se sei uno sviluppatore anche tu che sviluppa in modo universale non la racconti tanto giusta o ti limitavi parecchio. Io non mi ponevo barriere. Oggi con Chrome e Firefox hai pochi problemi per il semplice fatto che ti aspetti che siano sempre all’ultima versione. Un tempo non era così: bisognava stare di maniche larghe anche con i primi predecessori di firefox: Seamonkey, Mozilla browser e poi Phoenix diventato firefox. Bisognava creare N versioni per ogni mezza versione parziale di Netscape, per ogni versione di Explorer (come avviene ancora oggi), opera ecc Io pure creavo script engine per sopperire alle mancanze di js per tutti i browser nessuno escluso anticipando i tempi es di jquery

        • Motoschifo

          Io cerco di sviluppare qualcosa per farlo funzionare su qualunque browser, come per esempio Opera Light sulla Wii o su un iPhone, desktop Windows full-hd o netbook Linux 1024×600 pixel.
          Il problema è che dalle statistiche che raccolgo (user-agent) molti utenti sono ancora IE ed in base alla loro versione qualcosa non funziona bene.
          Sto iniziando un po’ a fregarmene… nel senso che sto seguendo sempre di più quello che dice il w3c, altrimenti non saprei quale versione prendere come riferimento.
          Poi è ovvio che nella realtà ci sono molte sfumature, parecchi fix che includo ugualmente, ma per esempio su Chrome ho dovuto adattare già diverse volte il layout perchè si vedeva male (w3c e Firefox dicevano il contrario).
          Quindi per ora, ed in base alla mia esperienza, ho Firefox come riferimento per compatibilità, seguito da Chrome.
          Cerco anche di fare tutto html5/css3 perchè molte cose facilitano davvero la programmazione, che ovviamente è totalmente slegata dal layout finale.

          Però sono sempre aperto a suggerimenti, nel caso scrivimi in privato senza problemi 😉

          • Franco

            Io parlavo in generale partendo da una constatazione storica che copre un po’ tutto dall’inizio. In tempi moderni ha pienamente senso il tuo discorso e ti posso dare PIENA RAGIONE. Un tempo io ci perdevo le notti e m’ammazzavo per ricreare quasi mezzo codice js/css per ogni browser e con nessuno c’era da scherzare. Io facevo web design dinamico spinto quando ancora nessuno sapeva cos’era. Diciamo che non era facile. Explorer sinceramente mi dava meno noie però lato dinamicità (poche varianti). Gli altri bisognava martellarli assai con olio di gomito (80% delle varianti di codice).

          • Franco

            Aggiungo ancora, scusami, che a complicare le cose il w3c una volta non lo seguiva nessuno, era solo l’ultima spiaggia per chi voleva creare html piatto. C’erano 2 pdf di Netscape e svariati sdk di ms al massimo ai quali fare fede, fine 🙁 Oggi sì per fortuna il team di Mozilla ha aiutato molto (piano piano, molto piano) a riportare il tutto sulla retta via. Il padre Netscape, no.

      • Concordo con te…

  • CuccuDrillu10

    Fino alla versione 8 IE era davvero pesante, un mattone rispetto a Firefox e Chrome. Adesso in linea generale i tre si equivalgono, anzi firefox fa un tantino più di fatica rispetto agli altri due. Su W8.1, IE è nettamente il migliore rispetto ai concorrenti….l’unica pecca è che non esiste un Adblock funzionante.

    • Dequadim

      Esisteva AdMuncher, ma dopo oltre dieci anni di fedele utilizzo (pagato regolarmente) mi sono ritrovato tra le mani un software abbandonato a sé stesso, compatibile con tutti i browsers tranne Internet Explorer, ed a quanto pare gli sviluppatori se ne lavano tranquillamente le mani. Tra le altre cose questo software è pure diventato freeware.

    • M

      Nel ti seguo. Vuoi dire che è faticoso scaricarsi un qualsiasi adblock free per ie? Mi risulta tutto funzionante.

      • CuccuDrillu10

        non ho trovato nessun tool funzionante in IE che blocchi le pubblicità. Intendevo questo.

        • M

          Beh hai provato poco o male cadendo nella solita rete dei finti adblock immagino se dici così. Prendi il primo: Adblock plus per ie (installazione a parte), funziona e come

          • CuccuDrillu10

            Adblock plus è stato il primo che ho provato, visto che lo uso su tutti i browser dei miei pc. Ma su IE non mi funziona, lo installo (negli altri browser è solo un estensione..) ma poi non blocca nulla!!

          • M

            C’è qualcosa che non va allora. O ti ha lasciato tutto aperto, essendo la versione plus in combutta con Google prendendo soldi sottobanco. A me mai nessun problema. Anche se ora uso di più Linux. Provane altri, mica te li devo elencare tutti? vai su alternativeto_net ce ne sono tantissimi

  • Leonardo

    oggi non lavoro, festeggio!!!!! 😀

  • Andrea

    Bhe, alcuni toni sono un pò troppo dispregiativi per un prodotto che fa e ha fatto parte della storia dell’informatica, nel bene e nel male. IE è nato nel 1995 se ben mi ricordo e a quei tempi era l’unico prodotto che consentiva una navigazione internet popolare. Penso che tutti noi (chi ha una certa) abbia iniziato a navigare sul web grazie proprio a IE. La concorrenza che ha surclassato IE è nata ben dopo (e parlando di informatica ogni anno equivale a parecchio tempo…); siamo nel 2004 e 2008 rispettivamente con Fox e Chrome (le conoscenze del web in quei tempi erano già molto più sviluppate quindi penso sia stato più sempice partire da zero con un nuovo progetto). Insomma IE è stato un pò pioniere del web.
    Io proprio tutto questo astio non lo vedrei, poi certo, ci sono state alcune versioni veramente penose sotto moltissimi aspetti, ma ad oggi con la versione 11 molto è stato recuperato ed il divario con la concorrenza è molto sottile e propabilmente sarà cancellato con la futura versione.

    • Franco

      Ti devo correggere, in realtà è nato prima Netscape e la guerra c’era e come! Netscape era il browser per eccellenza inarrivabile, fino a che non è arrivato Explorer a fare concorrenza diretta fino a sancirne la fine. Ma ha fatto una fine buona, tant’è vero che dalle ceneri di Netscate oggi abbiamo la comunità di Mozilla che ha saputo pian piano risalire la cima.
      Chi già sviluppava web dinamico a quei tempi sa quello che dico.
      Concordo sul fatto che non ha senso aggredire IE. Chi lo fa non ha sviluppato seriamente in quei tempi.
      PS. Ricordo i volantini o sulle riviste: sai cosa vedevo algi inizi degli ani ’90? L’interfaccia di Netscape con il mitico semaforo per lo stop.

      • Andrea

        E’ vero ma non l’ho considerato perchè cercavo di fare un discoro a se, di casa Microsoft, forse sbagliando il senso del mio discorso. Chiedo venia….

        • Franco

          Anche io ho nascosto qualcosa. C’era in realtà anche Opera (fanalino di coda) che era a pagamento fino alla v.3. Morto recentemente anch’esso. Mi chiedo cosa aspettano a far nascere Opera open come ha fatto mozilla. Un mistero. Non serve a niente tenerlo nascosto.

      • Andrea

        Ora ricordo lo usavo con win 3.11, in effetti IE è arrivato con win95 – devo fare un pò di esercizi di memoria….

      • Motoschifo

        Netscape era decisamente meglio di IE… soprattutto per chi sviluppava.
        Io ho iniziato con Mosaic ed ancora prima con qualcosa custom (credo videoonline).
        Tempi davvero remoti se ripensiamo a cosa fa oggi un browser 😉

        • Franco

          Netscape era meglio fina a prima di inventare i tag layer e gli iframe all’interno di essi (totalmente fuori dallo standard). Da li in poi Netscape era meglio a livello semplicistico di sviluppo. Effetti dinamici potevi muovere o cambiare colori. IE invece aveva altre cose fuori standard ma almeno erano più interattive per siti fino a quei tempi dhtml. Non parliamo ancora di html5 ovvio.

        • XfceEvangelist

          Ai tempi di Mosaic, all’università, io usavo anche Lynx su terminale, il server era un 486 100Mhz, erano i bei tempi quando si installava la Mandrake

      • TopoRuggente

        Netscape è del 1994 mentre Iexplorer 1.0 è stato rilasciato nel 1993 all’epoca in concorrenza solo con Mosaic e derivati.
        Da una costola (uno degli sviluppatori) di Mosaic nacque Netscape e da questo un progetto OpenSource chiamato Mozilla.

        • Franco

          Si ma non si chiamava internet Explorer. Si chiamava Mosaic e non si parlava ancora di rivalità.

    • Proxima8

      Non tutti hanno iniziato con IE, mai generalizzare. Nel 1995 io e i miei amici utilizzavamo AMosaic su AmigaOS (IBrowse uscì nel 1996) e Netscape Navigator su Windows. Mi ricordo i primi temerari con Debian e Slackware ma non ricordo il browser 🙂

      • Andrea

        Bhe dai, se siamo obiettivi la maggioranza. E come dire che tutti usano windows, ovvio che qui dentro ci sarà qualcuno che mi dice “io uso linux” perrò siamo al 1/2%…….

        • TopoRuggente

          Comunque sia i miei “amici” che usano windows tutti usano browser alternativi Chrome o Firefox.

          La cattiva nomea di explorer è dura a morire.

          • Andrea

            Si ma non negli anni novata….

      • Franco

        1993 se non erro. AMosaic era un porting di Mosaic per Amiga. Mosaic era multipiattaforma. IE è nato basandosi proprio su di esso avendo MS acquistato i diritti. Infatti se vedi la somiglianza della prima versione di explorer e mosaic, era notevole. Netscape dal suo canto ha avuto come fondatore Marc Andreessen uno degli sviluppatori del progetto Mosaic

      • TopoRuggente

        Mosaic->Netscape->Mozilla->Firefox.

        Netscape con il Trumphet TCP, che agonia in windows !!!

    • Ancucchi

      Non tutto ciò che fa parte della storia ne fa parte positivamente…
      Lo ricorderemo con orrore assieme ai suoi utilizzatori e ancor più assieme a chi ha sviluppato siti web o web app sul suo specifico codice che ne ha reso impossibile / traumatico usufruirne su altri browser più attinenti allo standard…

      • Andrea

        Infatti ho detto nel bene e nel male….

  • rico

    Certo che c’è adblock per IE: http://www.softpedia.com/get/Internet/Popup-Ad-Spyware-Blockers/Simple-Adblock.shtml
    Anzi, è una delle pochissime estensioni per questo matton… ehm, browser 😉

  • Fabio Monteverde

    Netscape Navigator questo sconosciuto

    • Andrea

      La base di quello che oggi conosciamo sotto il nome di FireFox!

  • Bubu

    Intanto, sembrerebbe che l’aggiornamento a windows 10, sarà gratuito anche per chi ha una copia pirata…….http://windows.hdblog.it/2015/03/18/windows-10-aggiornamento-copie-pirata-microsoft/

  • Bubu

    Intanto, a quanto pare, l’aggiornamento a windows 10 sarà gratuito anche per chi possiede una copia piratata…….

    • Motoschifo

      Beh non è molto in tema come risposta… oltretutto un conto è aggiornare il browser ed un altro aggiornare il sistema. Per Windows sono la stessa cosa, ma per il resto del mondo no (per fortuna).

      • Bubu

        Ti imploro perdono…..scusami, scusami…..la prossima volta vedrò di essere più in tema……comunque ti ringrazio per avermelo fatto notare e ti prego allora di far notare che qua si dovrebbe parlare del mondo linux……io farei chiudere il sito.

    • non è sicuro, per ora se ne è parlato solo per la cina ma non è una cosa sicura

      • Bubu

        Non riesco a mettere il link, comunque ho letto oggi che non sarà limitata al mercato cinese.

        • fantastico… microsoft questo nuovo w10 vuole proprio darlo a cani e porci

          • Box2Tux #LinuxITA

            Pur di vendere qualcosa Microsoft farebbe patti con il diavolo :)!

          • mestesso

            Pensa che Linux, pur di rifilartelo, te lo danno gratis!!!! 🙂

          • vallo a dire a tutti quelli che usano server redhat quanto viene rifilato gratis linux 😀

          • Box2Tux #LinuxITA

            E ti permette di vedere il codice sorgente 🙂

          • quindi con BSD?? 😀

    • TopoRuggente

      L’aggiornamento a 10 sarà gratis per 1 anno poi lo paghi.

      • talme94

        Ma cos’hai capito?

      • ma se entro quell’anno effettui l’aggiornamento, poi sarà tuo per sempre gratuitamente.

        quindi mettiamo ipotesi oggi esce w10, se io aggiorno entro marzo 2016, allora sono a posto, per me sarà gratuito per sempre, se invece voglio aggiornare a giugno 2016, sono fregato, devo per forza pagarlo, perchè è scaduto l’anno di “buono sconto”

        • TopoRuggente

          Esattamente e solo da W7 o W8/8.1

    • TopoRuggente

      Gratuito si, ma la licenza continua pirata

      “Se un dispositivo è stato considerato
      non originale o con licenza irregolare prima dell’upgrade, il
      dispositivo continuerà ad essere considerato non originale o con licenza
      irregolare anche dopo l’upgrade. Secondo gli esperti, l’uso di software
      piratato, comprese le copie non originali di Windows, presenta un più
      elevato rischio di malware, frodi (furti di identità, dei dati della
      carta di credito, etc), esposizione pubblica delle informazioni
      personali e un più elevato rischio di prestazioni scarse o di feature
      non correttamente funzionanti.”

  • abral

    Spartan in realtà sarà solo un nome diverso, ma il browser è comunque un fork di Internet Explorer. Sarà comunque migliore perché molte cose specifiche di Internet Explorer (e quindi non standard) sono state rimosse.
    Immagino che abbiano cambiato il nome per la pessima reputazione di IE.

    • Maudit

      infatti, il motore di rendering è sempre trident, quindi le solite cagate alla exploder rimarranno. 🙁

      • Franco

        Anche Firefox ha mantenuto Gecko di Netscape e quindi dovrei sovrapporci lo stesso attributo secondo il tuo ragionamento.

        • Maudit

          No, non potresti perché si scrive solo per Exploder, non per firefox, o chrome, o safari, od opera. Solo Exploder.
          Non capita perché è speciale, ma perché è una porcheria che non supporta correttamente gli standard.
          Non potresti, perché su XP puoi installare sia Firefox che Chrome, ma se usi Exploder ti tieni la versione 8.
          Com’è che Google e Mozilla riescono a fornire dei browser aggiornati per XP e la Microsoft no?
          Non me ne frega niente che XP è vecchio, perché la Microsoft ha una responsabilità verso la spazzatura che abbandona per il web, ed in ogni caso Exploder su XP è morto ben prima della cessazione del supporto.

          Chi sviluppa siti web crea il sito in HTML… e poi deve gestire la rogna exploder. Questo non avviene per gli altri browser. Ecco perché non potresti.

          • Franco

            Beato te che sei giovane e non hai conosciuto i meandri spaccaossa che una volta ti costringevano a non fare distinzioni così limitate come la tua. Ti ci divertivi alla fine 🙂 Adesso farlo solo con Explorer è un po’ riduttivo sinceramente e senza gusto, una virgola di ragione ce l’hai in fondo. Ma in passato non era così.

          • Maudit

            non sono giovane, quando ho iniziato a toccare html per lavoro, si supportavano ie5 e nn4.9. Opera non aveva un motore javascript e nella versione gratuita mostrava banner pubblicitari.
            Mi ricordo ancora la famigerata null.gif per gli sfondi delle tabelle/celle di navigator (si impaginava con le tabelle) o certi javascript che mandavano in crash i browser. Infatti non condivido l’opinione di chi dice che Netscape Navigator era migliore. Era un casino NN.

          • Franco

            1_ Ti confermo che Opera 4.x aveva il sopporto javascript e pure il 3 lo aveva se pur molto limitato. Era pure documentato sul sito di opera. Ecco qua, non immagini quanto codice js aggiunto (ottimizzato) serviva per riportarlo al livello di explorer 4/5 ma ce la facevo e girava uguale o quasi sotto il pugno di ferro 🙂 Null.gif era un controsenso che non accettavo: era facilmente aggirabile da una riconfigurazione dei css per quasi tutti i browser. Netscape Navigator era davvero il browser che effettivamente faceva girare javascript in un modo supersonico, ma domanda: per fare che dati altri limiti dhtml? IE invece più farcito di default e richiedeva poche correzioni.

            Per te adesso è una bella rogna Explorer. Lo so, lo sanno tutti e ti compatisco. In passato se sviluppavi attivamente per allineare esempio una animazione dhtml (senza usare flash o applet, ma allo stesso livello di questi due) affinché funzionasse con tutti i browser, ti assicuro che Explorer era l’ultimo dei pensieri almeno per me che sapevo prenderlo per le corna.

            Dai non farmi scrivere cose che poi qualcuno pensa che tifo explorer. Lungi da me dal farlo, solo difendo la verità.

          • XfceEvangelist

            Io ho iniziato a navigare usando Mosaic e Lynx su di un vero terminale unix 🙂

      • preferisco che rimanga con trident piuttosto che avere l’ennesimo chromium, anzi brava microsoft per non aver creato l’ennesimo clone inutile

  • Stefano Bianchini

    Conoscendo M$ hanno preso IE, lo hanno rinominato e gli hanno cambiato l’icona.

    • talme94

      Mmmm… No

  • Bus

    Speriamo che mantengano la possibilità di configurare gli eventi sonori associati alla navigazione attraverso i suoni del tema corrente. Nessun altro browser lì ha credo.

No more articles