Il fondatore del Kernel Linux ha criticato su Google Plus il nuovo aggiornamento dell’applicazione Google Calendar per Android, ecco le motivazioni.

Google Plus - Linus Torvalds
Stanno facendo molto discutere le dichiarazioni espresse da Linus Torvalds su Google Plus riguardanti l’applicazione mobile per Android di Google Calendar. Il “patron” del Kernel Linux questa volta si è scagliato contro gli sviluppatori Google protestando contro la nuova versione di Calendar per Android. Stando a Linus Torvalds, la nuova versione di Google Calendar ha portato alcune modifiche all’interfaccia grafica nella quale nella visualizzazione settimanale indica solo 5 giorni  e non 7. A quanto pare l’applicazione Google Calendar per Android viene utilizzata da Tovalds per gestire i propri impegni quotidiani che comprendono anche il fine settimana, la visualizzazione settimanale suddivisa in 5 giorni ha fatto notevolmente arrabbiare il fondatore del Kernel mandando a quel paese gli sviluppatori Google.

A quanto pare l’errore è stato già risolto dagli sviluppatori Google, reintroducendo i 7 giorni nella visualizzazione settimanale, correzione che Torvalds ha cosi commentato:

Complimenti per aver smesso di usare cattive droghe e per non sembrare più così stupidi come siete stati negli ultimi mesi.

L’app Google Calendar può finalmente soddisfare le esigenze di Torvalds, speriamo che gli sviluppatori Google controllino bene prima di rilasciare nuovi aggiornamenti per le proprie app.

  • Daniele

    Deve solo sfuriare contro Broadcom per i pessimi driver Linux delle schede WiFi e dopo il premio Turing è suo.

    • Sim One

      Magari se additasse BigG anche sulla privacy non sarebbe male visto che quando sbotta scattano tutti sull’attenti.

      • Marco Moraschi

        Google campa sui nostri dati, dirgli di non usarli è come dire di chiudere baracca e burattini…. non ha senso.
        Si può dire di non aggregarli troppo, ma anche qui… non riuscirebbe a fornire i servizi che fornisce senza l’aggregazione che fa.
        Se non ti garba non usarlo. (so che suona stupido, però non ci sono molte vie di mezzo)

      • gia con l’accoppiata adblock, disconnect e noscript su firefox sei abbastanza tutelato, perchè praticamete blocchi tutti gli scipt che pensano al tracciamento dei dati, infatti a me non capita mai di vedere pubblicità google mirata alle mie ricerche

        • alkmist

          per quanto riguarda la privacy su firefox, un altro ottimo tool per i javascript è ghostery, se lo configuri vedi che praticamente conosce una marea di servizi di statistica, widget per i social ecc.

          • si ma ghostery non è opensource… è più semplice da usare di noscript, però non essendo opensource, alla fine non so quanto possa essere adatto per salvaguardarti la privacy… magari ti protegge da google ma manda i tuoi dati a chissà chi

          • Sim One

            Infatti. Mi sembra ci fosse un articolo a riguardo, basta googlare un po’…. 🙂

        • Sorgiva

          Sicuro? Un articolo recente di inizio febbraio recitava che BigG paga Adblock affinché sia più permissivo nei confronti di alcuni insert non ben definiti. Sto dicendo la verità in quanto è stato riportato sul Financial Times. Non si può essere più sicuri con niente.

          • non ho detto adblock plus… io ad esempio uso adblock edge.
            e poi adblock serve per le pubblicità (che comunque è bene mettere i siti che si visitano spesso in whitelist così da “ripagare” i blogger), per il blocco degli script ci pensano disconnect e noscript

  • Alberto Raffaele Casale

    io ormai uso solo “Business Calendar 2” da un pezzo

  • Trovo Torvalds Trivoltante

    Torvalds being Torvalds

  • il puzzolo

    Paura eh?!

  • Ermy_sti

    trovo che l’aosp calendar, quello integrato nelle cyanogen per capirsi, sia decisamente migliore. Più opzioni e soprattutto non ha il bug fastidioso che non salva le impostazione degli eventi che ha quello di google

  • Fabio

    Ora, tutti dobbiamo molto a Linus Torvalds, il quale oltre ad aver creato il kernel è il carismatico capo della community e spesso i suoi interventi così “schietti” sono molto efficaci, ma non è che per questo ogni volta che apre bocca bisogna farne un articolo o un motivo di discussione… 🙂

    • francesco.SP

      Hai ragione, ma in questo caso ha la mia più assoluta comprensione. Una app calendario con una settimana di 5 giorni è stata l’idea più stupida che mente umana potesse partorire (nel dominio dell’informatica)

      • Fabio

        Ma si certo che hai ragione, ma insomma, il play store è pieno zeppo di app calendario, scegli quella che ti piace, la metti come predefinita, se proprio vuoi lavorare di fino gli togli i permessi che a tuo sapere sono inutili e fai anche prima che a scrivere un post… 🙂
        Ciao

      • Sorgiva

        Basta stare lontani da tutto ciò che riguarda mr. big G e compagnia bella. Secondo me, di già che c’era, poteva reclamare che se avessero levato i restanti giorni, l’app ci avrebbe guadagnato.

  • Nifhel

    Ha perfettamente ragione. La nuova versione di Google Calendar è una ca**** pazzesca.

  • $146320770

    Comunque chi ha pensato ad una visualizzazione settimanale a 5 giorni è un idiota a prescindere ….

    • M

      Non hai ancora capito che google punta a storpiare la realtà il più possibile? [ Con l’intenzione decisa di farci credere che il giusto è quello che esce dalla sua fabbrica di FALSE innovazioni ] Questo è solo l’inizio dell’inizio. Dire che è sbagliato è come non rendersi conto che la frattura dimensionale è a monte.

      • Cielito

        Eh?

      • Leej

        ……com’è che si chiama quella cosa che prendi?

      • MagliettaUmida

        Gomblodddo!111!

      • XfceEvangelist

        Completamente d’accordo amico mio, e peccato che la maggior parte della gente non riesce a valutare oltre alla bellezza ed utilità superficiale di quello che vede. Google sarà presto un’altra dittatura americana a cui dovremo sottostare e l’aspetto piu’ pericoloso è quando queste corporations maledette si vanno ad infiltrare nel settore educazionale, come fece a suo tempo Microsoft con le licenze per studentie blah blah…

        • cippalippa

          magari lo e’ gia da parecchio tempo e forse pochi se ne sono resi conto e ne hanno preso atto. ci salvera’ un’anitra su uno sfondo rosso?

    • Sorgiva

      Se viene pagato per farlo, non è a prescindere.

  • Leej

    ma….invece di dire castronerie…pensare che si sia trattato di una semplice svista da parte di google? no?

    • Non lo fanno per passione o tempo libero, è un lavoro per cui vengono pagati, e sono nell’azienda fra le più influenti del globo. No non possono sbagliare una cosa simile

      • Leej

        ecco…appunto. questa si aggiunge all’elenco delle castronerie lette fin qui

        • Ah puoi negare una singola parola di quel che ho scritto per caso?

          • Sorgiva

            Non vogliono capire che è voluto. Pensano tutti alla sbadataggine.

            – Ci hanno tolto la privacy (chiudo un occhio)
            – Ci hanno tolto le App, rifilandoci le WebApp (non chiudo un occhio).
            – Ci hanno tolto l’arte del design e rimpiazzato 2 linee stilizzate con 4 tinte monocromatiche (mi fa male l’occhio!).
            Adesso ci provano modificando il tempo (non dormo più!!). xD

            Non è un errore, sono proprio così loro: è questa la mentalità della semplificazione.

          • Leej

            contesto ogni singola parola che hai scritto, perchè errare e umano. vogliamo parlare della quantità di “sbadataggini”, puntualmente commesse ad ogni rilascio di versione, dagli “sviluppatori” di ubuntu?
            e poi, aggiungo, basta con ste stupidaggini complottiste!

          • Sorgiva

            Ubunto non c’entra una emerita mazza. Se è sbadato (come dice il suo stesso nome), lo è per la sua simpatica natura. Google premedita le sue finte sbadataggini: è diverso. Ci ho pure lavorato, collaborando, quindi lo so.

          • Leej

            Ribadisco: sbagliare è umano (google), perseverare è diabolico (ubuntu e company)

          • Sorgiva

            Perseverare quando non c’è nulla di male al difuori della consuetudine è quasi sempre inconscio.
            Tutto il resto è intenzionale, altro che diabolico…

          • Leej

            ok, fingiamo di credere che ci sia premeditazione. domanda: perchè? forse perchè vuol far parlare di se?

          • Sorgiva

            Non vuole far parlare di se. Siamo noi vecchi a parlare, in quanto ce ne accorgiamo di quello che sta facendo. L’intenzione è dare le direttive ai giovani finché hanno la testa da un’altra parte, così da avere un futuro sempre più monopolizzato e grigio. In Google sono furbi assai.

          • Non è complottismo, è non saper fare il proprio lavoro. Una volta le applicazioni si testavano prima di rilasciarle, poi questo è un errore che si nota dopo due minuti di testing.
            Non mi puoi paragonare Canonical a Google, che è come paragonare un granello di sabbia all’everest.
            Io quando avrei detto che non sia un errore ma sia altro?
            E’ si un errore, ma certi errori non si possono vedere da una multinazionale fra le top mondiali.

            PS. Non mi confondere con chi crede che sia voluto, non ho mai detto questo

  • carlo coppa

    Linus avrà fatto un post magari sopra le righe, ma questo è sempre stato il suo stile, Google ha fatto una cazzata, chi lavora sbaglia chi non fa un c…non sbaglia mai. L’importante è che si è riconosciuto l’errore e lo si è risolto ! Se il mondo sarebbe gestito dai commentatori dei blog (mi ci metto anch’io) staremo freschi !

    • Jacopo Ben Quatrini

      fosse , non sarebbe.

      • carlo coppa

        …appunto…

  • rico

    Accidenti, e io che avevo fatto un app orologio-sveglia con 26 ore al giorno, così da poter dormire due ore in più. Pensate che Google l’accetti lo stesso? 🙂

  • Alecs

    Ormai si danno numeri a caso…vedi kernel verisone 4….vero Linus?

No more articles