Andiamo ad analizzare le principali novità incluse in GNOME Tweak Tool 3.16.

GNOME Tweak Tool Aspetto
Tra le tante novità incluse in GNOME 3.16 troviamo anche diverse migliorie riguardanti le varie applicazioni compreso anche Gnome Tweak Tool. Per chi non lo sapesse Gnome Tweak Tool è un software con il  quale possiamo personalizzare facilmente il nostro desktop, dalla gestione delle estensioni per Gnome Shell, alla modifica di temi, icone, font e molto altro ancora. Gnome Tweak Tool include importanti novità a partire dalla nuova opzione “Enable Animations” nella sezione aspetto che ci consente di attivare o disattivare le animazioni rendendo più o meno performante l’ambiente desktop Gnome Shell.

Con Gnome Tweak Tool 3.16 troviamo la nuova sezione dedicata alle applicazioni da avviare automaticamente all’avvio, funzionalità davvero molto utile ad esempio per avviare immediatamente il browser, file manager o altra applicazione preferita una volta avviato il sistema operativo.
Da notare inoltre la rimozione del tema delle finestre, e la possibilità di cambiare il fattore di scala in display HiDPI e l’opzione per impostare il tasto Super (Windows) sinistro o destro (presente in alcune tastiere).

GNOME Tweak Tool Applicazioni d'avvio

Migliora anche il supporto per display di piccole dimensioni avviando Gnome Tweak Tool automaticamente a pieno schermo.
Queste sono le principali novità incluse in Gnome Tweak Tool 3.16, software che sarà disponibile prossimamente nei repository ufficiali di Arch Linux, Fedora 22 e altre distribuzioni rolling release.

  • Questi driver sono eccellenti, vanno alla grande anche sulla mia scheda NVIDIA GTX 560M da 3 GB.

    • Angelo Giovanni Giudice

      Io mi sento commosso! Tutto questo impegno! 🙂

  • M1rr0r92

    Funzionano anche con i sistemi optimus?

    • Si funzionano anche su optimus

      • Dea1993

        ma io non ho capito, adesso con optimus come funziona?? non è cambiato nulla da prima perchè bumblebee è sempre necessario allora il supporto a optimus che hanno introdotto che roba è??

  • Luckitoss

    solo io con una gt 720m non riesco ad installarlo?

  • Ilgard

    Fedora 21 verrà aggiornato a Gnome 3.16?

    • sns

      si

      • Mario

        Assolutamente no. Se ne penserà per la versione 22.

    • Marco

      Gli unici DE che fedora aggiorna all’interno della stessa release sono Mate e Cinnamon, KDE e GNOME cambiano solo alla release successiva.

    • Simone Picciau

      Dovrai aggiornare l’intera distro alla versione 22

    • DottorGab

      se lo vuoi o installi una Arch, o modifichi i repo. Consiglio Arch, tanto faranno passare un mese prima dell’essere veramente stabile per tutti

      • Ilgard

        Al momento mi trovo bene con Fedora (incredibilmente, perché tutte le altre volte che provai fu un disastro).
        Non mi va di passare ad Arch perché non ho la benché minima voglia di sbattermi per le configurazioni iniziali. L’ho già fatto una volta e mi è bastato.
        Non è nemmeno detto che passi a Fedora 22 visto che i vantaggi di Gnome 3.16 saranno marginali.
        Magari se trovo qualche repo apposito potrei farci un pensierino.

        • Marco

          Solitamente esce il repo copr con gnome aggiornato appena diventa stabile.

  • Torre

    Mi intriga molto questa nuova versione.
    Scusate ma la sezione per l’avvio automatico non c’era già?

    • Simone Picciau

      Si c’era,e anche l’opzione relativa a HiDPI

  • Mi spiace ma GNOME consuma ancora troppa batteria…

    • Marco

      Il DE c’entra poco e niente sui consumi della batteria, ci sono parecchi test di Phoronix che lo dimostrano, Gnome, KDE ed XFCE consumano praticamente uguale.

      • Roberto64

        Credo invece che i test fatti sulla propria esperienza siano molto più affidabili di quelli di phoronix, che agiscono su campioni, comunque come hai detto, a prescindere dal desktop direi che il problema risieda nel kernel poco ottimizzato.

        • Kernel poco ottimizzato… ma è lo stesso per tutti i de, c’è chi si integra meglio e chi peggio ma la colpa non credo sia del kernel, perché il driver grafico etc è lo stesso per tutti, inoltre ho usato solo intel sia per video che per eth e wireless il che è tutto dire.

      • I test di phoronix non dimostrano un bel nulla.

        Io test pratico batteria
        carica al 96% esecuzione di una serie di attività schedulate nelle
        stesse condizioni, prima usato gnome-shell, poi usato xfce, poi usato cinnamon e infine usato fluxbox. Tutti i de partivano a pari condizioni, nel senso che resettavo il profilo utente e con opzioni di default quindi. Be di seguito quanto avvenuto:
        – Gnome shell: durata batteria 2 ore e 37 minuti
        – Xfce: durata batteria 3 ore e 14 minuti
        – CInnamon: durata batteria 2 ore e 52 minuti
        – fluxbox: 3 ore e 56 minuti

        Quindi non venitemi a dire che la pesantezza dei de non centra nulla… inoltre vorrei far notare che i de scelti hanno tutti il compositor.

        L’attività era navigazione con firefox (30 minuti) con 6 schede aperte. Avvio di 2 processi paralleli che portano il consumo della cpu a circa 60%. Saturazione ram al 70% mediante creazioni di processi paralleli. Resto del tempo navigazione locale col file manager (in fluxbox ho tenuto thunar) e navigazione web con firefox simulazione ricerca google.

  • È un Bug?

    A proposito di gnome e configurazioni… stavo cercando di capire se esiste un modo per sincronizzare il suono di startup della sessione con l’effettivo apparire del desktop. Attualmente sono completamente slegati i due eventi. Sta male fare il boot, sentire il suono e poi, passato un minuto di buio, vedere comparire qualcosa. Lasciamo perdere Plymouth che non lo voglio.

No more articles