In questa guida vedremo come installare e utilizzare virt-manager (Virtual Machine Manager) in Ubuntu Linux e derivate

Virtual Machine Manager in Ubuntu
Nei repository ufficiali delle principali distribuzioni Linux troviamo diverse soluzioni dedicate alla virtualizzazioni. Tra le più conosciute (ed utilizzate) troviamo ad esempio VirtualBox, in alternativa possiamo utilizzare anche KVM (Kernel Virtual Machine) soluzione che consente di sfruttare le tecnologie Intel VT-x e AMD-V presenti nella stragrande maggioranza dei processori più recenti. E’ possibile creare e gestire le varie macchine virtuali con KVM grazie a Virtual Machine Manager (virt-manager). software open source che fornisce una semplice interfaccia grafica nella quale configurare al meglio le nostre virtual machine.

L’interfaccia grafica di Virtual Machine Manager ricorda in parte quella di Oracle VirtualBox, include inoltre utili funzionalità come ad esempio la possibilità di consultare le performance e risorse di ogni singola macchina virtuale in tempo reale, presente inoltre un client VNC in grado di fornire una completa console grafica.

Prima di procedere con l’installare di KVM / Virtual Machine Manager dovremo verificare che il nostro processore sia in grado di supportare la virtualizzazione per farlo basta digitare da terminale:

egrep -c ‘(svm|vmx)’ /proc/cpuinfo

se come risultato avremo un numero diverso da 0 potremo procedere con l’installazione.

Per installare KVM / Virtual Machine Manager in Debian, Ubuntu e derivate basta digitare:

sudo apt-get install qemu-kvm libvirt-bin bridge-utils virt-manager

Al termine dell’installazione riavviamo la distribuzione.
Al riavvio verifichiamo che tutto sia corretto digitando:

virsh -c qemu:///system list

dovremo avere una lista vuota.

Non ci resta che avviare Virtual Machine Manager da menu, una volta avviato potremo creare un nuova macchina virtuale indicando eventuali cd rom / iso, la ram e storage da dedicare al nuovo sistema.

Virtual Machine Manager - Preferenze

Non ci resta che avviare la nuova macchina virtuale sul nostro sistema operativo.

Home Virtual Machine Manager

  • Jonas

    Molto utile come alternativa a VBox.
    Continuo ad apprezzare sempre di più LFFL. ^_^

  • Sorgiva

    VBox non l’ho mai lontanamente considerato per via del suo legame peccaminoso con Oracle. Sono felice che qemu si stia facendo strada.

  • matteo81

    Per chi volesse approfondire l’argomento basta cercare sul tubo “miamammausalinux”…. c’è un interessante talk/training sull’argomento libvirt presentato e spiegato molto bene

  • Marco Lisi

    Ha qualcosa di simile alle Guest Additions di Virtualbox?

    • Franco

      Virtualbox non è il primo, né l’unico ad averle.

      • Marco Lisi

        Ok, letta la risposta mi tengo Virtualbox.

  • il puzzolo

    A me come risultato al comando egrep -c ‘(svm|vmx)’ /proc/cpuinfo mi restituisce bash: errore di sintassi vicino al token non atteso “(” .. bhé, è differente da 0, dunque posso installarlo no? ò.ò

    • TopoRuggente

      Sono gli apostrofi. Cancellali e digita quelli corretti.

      • il puzzolo

        togliendo ‘ mi restituisce la stessa storia, come se il problema fossero le parentesi, tolte parentesi, mi restituisce [2]+ Fermato egrep -c svm | vmx /proc/cpuinfo poi seconda riga ~ $ Comando “vmx” non trovato. Forse si intendeva:
        Comando “vax” dal pacchetto “simh” (universe)
        Comando “vm” dal pacchetto “mgetty-voice” (universe)
        Comando “vmm” dal pacchetto “vmm” (universe)
        vmx: comando non trovato , sto con linux mint 17.1 cinnamon, che dici? scusa per il disturbo

        • Marco

          egrep -c '(svm|vmx)' /proc/cpuinfo

          • il puzzolo

            Ora si! grazie tante!

No more articles