E’ finalmente disponibile VLC 2.2.0 “Weatherwax”, nuova versione stabile che porta con se il nuovo gestore dei plugin e molto altro ancora.

VLC 2.2.1 in Ubuntu
Dopo mesi di duro lavoro è finalmente disponibile la versione stabile di VLC 2.2.0, aggiornamento che rende sempre più completo e funzionale il famoso player multimediale multi-piattaforma. VLC 2.2.0 Weatherwax include la rilevazione automatica dell’orientamento dei video funzionalità che consente di ruotare correttamente i video (con l’accelerazione hardware) nei formati MP4, MOV, MKV e H.264. Approda inoltre il supporto per Digital Cinema Package, e migliorie riguardanti video in Ultra HD, la nuova versione 2.2.0 di VLC migliora inoltre il supporto per la riproduzione di Blu Ray includendo il supporto nativo attraverso la nuova libreria libbdplus.

Con VLC 2.2.0 debutta inoltre il nuovo gestore dei plugin ed estensioni che consentirà di installare facilmente nuove features e temi vari al player multimediale grazie al supporto con il portale addons.videolan.org.
I developer VLC nelle note di rilascio della nuova versione 2.2.0 hanno indicato che è attiva la funzione Resume playback che consente di riprendere la riproduzione dei video al riavvio del player (funzionalità che sembra non essere disponibile per Linux).

VLC - Plugin ed Estensioni

Per installare VLC 2.2.0 in Ubuntu e derivate basta digitare:

sudo add-apt-repository ppa:videolan/stable-daily
sudo apt-get update
sudo apt-get install vlc

In data odierna VLC 2.2.0 è disponibile solo per Ubuntu 14.10 Utopic e 15.04 Vivid.

Note di rilascio VLC 2.2.0 Weatherwax
Home VideoLAN VLC

  • android sta crescendo no?

  • silver

    Con tutto il rispetto,ma non ci ha capito nulla.Linux nei desktop non ha avuto sucesso perché sono stati sempre venduti pc con winzozz preinstallato e l’utente medio é troppo pigro per informarsi sulle alternative.Si guardi al mobile,dove android é preinstallato su molti device,che successo ha avuto…

    • pure nel mondo mobile, se android non avesse avuto giochini e app attira pubblico tu dici che avrebbe avuto lo stesso successo conoscendo l’utente medio?

      • d4n1x

        Scusa quanti giochi ci sono su android pre installati? no perchè io ho avuto un HTC Wildifre e ce ne era uno solo, sul Galaxy S zero, sul Glaxy SII zero, e idem sul Galaxy Nexu e Nexus 4.

        • peccato che però anche se non preistallati ce ne sono…

          • d4n1x

            Anche per linux ce ne sono una caterva.

        • Andrea

          bhe allora su win quanti ce ne sono….penso che ci si riferisca alla possibilità di averli…..oltretutto su android ce ne sono un casino di free, anche bellini

  • Fabio

    Chissà come sarà contento Stallman!!!! 🙂

    • heron

      amo i suoi sermoni xD

  • heron

    bah forse… ma secondo me i problemi sono 2:
    * non è quasi mai preinstallato
    * disinformazione (si crede che sia illegale e/o da programmatori)
    steambox potrebbe risolvere entrambe le cose: entrerebbe in molte case e, poiché a differenza di android, steam usa la parola ‘linux’ ogni tanto, nella mente della gente Linux potrebbe guadagnarsi un posticino tra win e mac

  • danlo

    Faccio un’analisi un pò dura verso linux quindi non siate cattivi nei miei confronti 😉

    Premetto che sono un’assiduo utente linux, lo uso tutti i giorni sia per studio che per diletto ormai da 10 anni.

    Ai tempi c’era il tanto odiato Windows xp, quando installai linux la prima volta, una fedora 4, mi ritrovai davanti ad un mondo nuovo, veloce, reattivo, ma con molti problemi, e fui costretto a usare un dual boot, un paio di anni dopo un amico mi diete una copia di ubuntu (era tipo la seconda o la terza release), e da li iniziai ad usare solo quello, niente crash, niente attese infinite al boot, le applicazioni si avviavano in un secondo e quindi iniziai ad usare solo ubuntu da li poi passai a kubuntu, distro che uso ancora oggi.

    In questi anni ho guardato l’evoluzione di Windows, e ho notato un netto miglioramento già dal passaggio da Windows XP a Vista, ma comunque continuavo a preferire la mia kubuntu. Poi fu la volta di 7 e notai che l’intero ecosistema gnu/linux stava perdendo quel terreno che aveva guadagnato negli anni grazie ad un maggiore supporto hardware che era arrivato e alle distro derivate da ubuntu più userfriendly. Ora siamo a Windows 8, nonostante l’interfaccia a mio parere sia pessima, mi rendo conto che è nettamente superiore a una distro linux qualsiasi in termini di velocità e aimè anche di stabilità. I nuovi DE linux sono abbastanza obsoleti/instabili/pesanti, ad esempio unity è un macigno, KDE4 ottimo ma a mio avviso è rimasto un pò arretrato a livello estetico, gnome-shell lasciamolo perdere proprio un DE concepito per tablet da un gruppo di persone che sviluppano software il cui mercato è i PC (mad)…

    Mi sono reso conto di questi problemi da quando ho acquistato pochi giorni fa il nuovo pc, quadcore da 3,8GHZ con hardware pinamente supportato da linux (kubuntu). Il boot di windows 8 avviene in 9 secondi quell di kubuntu in 20 circa, alcuni programmi come chrome si avviano più velocemente su windows che su linux. Senza poi parlare del reparto grafico che ad oggi è rimasto veramente all’età della pietra, ancora con xorg, ottimo ma vecchio e sopratutto lento, siamo tutti in attesa di wayland che sono 2 anni sembra stia per arrivare e poi non arriva mai, canonical ora si è fatta il suo server grafico, e non si capisce bene dove voglia arrivare, e in tutto cioè mi continuo a chiedere ma aziende come ATI e Nvidia per chi faranno i driver? perchè sicuro solo uno dei due server grafici supporteranno.

    I giochi su linux non arrivano a causa del reparto grafico pietoso e anche di quello sonoro che abbiamo.

    Insomma una volta installavo linux sui pc dei miei amici fiero di dargli un prodotto, reattivo, stabile, completo è forse anche più evoluto, e tutti si meravigliavano; ora invece mi ritrovo persone che mi dicono cavolo ma è lento peggio di windows, o ma sta roba crasha ogni 2 minuti.

    A mio avviso il problema di linux non sono i giochi ma sono altri, questo peggioramento generale è dovuto a tanti fattori primo su tutti la diminuzione dei devolper su i vari progetti, l’incapacità dei nuovi a capire su cosa lavorare a causa di documentazione mancante o malfatta o non aggiornata, di quintalate di codice senza una riga di commento, e anche dalla lotta continua che c’è tra i vari DE che pur di primeggiare arrichiscono, farciscono, riempiono di tool più o meno utili le loro interfaccie pur di farsi preferire rispetto alla concorrenza, a discapito dell’usabilità e della stabilità.

    Da programmatore l’unico motivo per cui non torno a windows è per continuare ad usare la Bash che è veramente il miglio terminale che abbia mai usato, il prompt dei comandi di Windows è veramente quanto di più scomodo ci sia in circolazione.

    • Andrea

      wow!!! hai centrato i problemi al 99% Forse unica cosa che potrebbe non darti il 100% della ragione è che stiamo attraversando un momento di tanti e radicali cambiamenti in cui il nascere dei nuovi device “mobile” hanno fatto sì che per un certo periodo si siano intraprese e si stanno ancora prendendo due strade evolutive diverse anziché una sola, creando così i problemi a cui ti riferisci. Bisognerà ora, vedere quando le due strade si uniranno cosa potrà succedere……

      • danlo

        Concordo con la tua analisi, ma resto convinto che le due strade resteranno abbastanza distinte, i pc non moriranno perchè gente come me che programma, o che fa grafica 3D o svolge un qualsiasi lavoro con il pc non potrà farlo su un hardware “ridicolo” o su dispositivi a batteria o con schermi touchscreen.

        • Andrea

          le due strade si uniranno ma sicuramente rimarranno i pc, forse non mi sono spiegato benissimo….è il s.o. che si unirà in una cosa sola, è questo quello a cui mi riferivo è ovvio che i pc specialmente i notebook anche secondo me rimarranno ancora per molto tempo. il problema di oggi è che canonical sta lavorando su due temi ben diversi: desktop/notebook e tablet/smartphone cercando di unire, uniformare la cosa in un unico progetto….è questo a mio avviso la causa di tutti i problemi da te menzionati ma anche di tanti altri. il 2014 sarà l’anno della verità in cui ci si renderà conto se il lavoro fatto darà i suoi risultati o no! da lì se tutto andasse per il meglio allora si potrebbe implementare il lavoro su un unico progetto ed in breve tempo i risultati sarebbero molto buoni sia a livello di qualità che di diffusione del prodotto.

    • Per il discorso dell’accensione più veloce, è semplicemente perchè windows non si spegne realmente, per alcuni può essere un vantaggio, ma se si ha un dualboot la cosa può causare solo problemi, sò comunque che si può mettere anche in Ubuntu.

      Per le prestazioni invece, su Ubuntu metti Prelink, Preload, e zRAM, e poi vedi che diventa velocissimo ad aprire tutto.

      Per il discorso grafica giochi e crash invece, boh, Ubuntu lo trovo perfetto, ha una grafica fantastica con prestazioni ottime per il gaming, e di giochi ne ho veramente tantissimi (mi sono fatto da poco un pc gaming con Ubuntu 13.04), e crash non ne ho mai avuti se non un kernel panic con una versione in sviluppo.

      • danlo

        Ripeto ho un dual boot, uso grub se non usi il bootloader di windows non vale quello che dici. E poi come altri 200 mi stai dicendo di “smanettare” e ripeto prendiamo le cose pulit senza mod dell’utente e facciamo un confronto, vi prego siate razionali, lo sò che posso sembrare un amante di windows ma vi assicuro che lo odio e anche tanto, ma se continuiamo a negare l’evidenza i risultati saranno sempre peggio.

      • Andrea

        scusa la mia ignoranza, posso sapere cosa significa che windows non si spegne realmente? grazie 1000

        • Va in una sorta di ibernazione, non saprei bene come spiegarlo, comunque se cerchi su google di sicuro trovi qualcosa.

    • Caterpillar

      Io invece ho avuto la tua esperienza al contrario. Utente *buntu da 5.04 alla 8.10, dopodichè passato in massa a Fedora.
      Se i tuoi amici si lamentano di Linux, cambiagli distro! Io mi segno tutte le installazioni che effettuo, e su 50 persone con Fedora nessuna mi ha telefonato per lamentarsi.

    • Kryohi

      Sono d’accordo su tutto tranne due cose:
      W8 9 secondi all’avvio? Magari appena installato… dopo una settimana anche disattivando tutto il disattivabile tranne l’antivirus diventa come kubuntu se non peggio (li ho in dual-boot).
      E poi sarà soggettivo ma ritengo KDE esteticamente più avanti di tutti, la moda del minimal proprio non la capisco 🙂

      • danlo

        Anche io non sono convinto dal minimal e reputo KDE il miglio DE, ma allo stesso tempo mi rendo conto che nel desktop è un pò obsoleto e legato a concezioni vecchie, a mio avviso ha bisogno di una rinfrescata. Mi ripeto parlo proprio del desktop “fisico” non in generale. Poi ci sono tante cose da migliorare, ho notato una marea di errori di usabilità e una delle cose peggiori di KDE è il mega impostazioni di sistema, un guazzabuglio di roba messa a random senza troppo senso si può fare decisamente meglio, diciamo che è rimasto in stile windows xp e persino Microsoft nella sua cecità si è resa conto che quel guazzabuglio era un casino (parlo del pannello di controllo) e già da windows vista lo ha modificato e reso più razionale.

    • matteo81

      un commento finalmente con sale in zucca e non un coro da stadio volto solo a criticare chiunque non la pensi come noi oppure utilizzi prodotti diversi…. applausi a scena aperta….
      il problema che ho notato in particolar modo fra quelli da te esposti è proprio la convinzione e il dare per scontato alcune cose che invece col tempo sono decisamente cambiate e che oggi assomigliano sempre più a leggende metropolitane… quando provai linux (2006) non vi era un paragone in termini di velocità e stabilità rispetto a win… oggi per certi versi è l’esatto opposto eppure devo ancora sentire utenti ancora convinti degli schermi blu e dei crash giornalieri di windows quando in realtà qualunque persona un minimo obiettiva e autocritica ammetterebbe senza drammi che le cose sono cambiate…. complimenti ancora…

    • Ottime argomentazioni ma ahime non le condivido, per esperienza personale windows 8 è una scheggia finché non lo spengi realmente dopo che lo spengi addio velocità soprattutto in fase di boot, inoltre se utilizzi molte applicazioni portable oppure virtual machine si inchioda come pochi, al contrario su linux gira quasi tutto in ram senza problemi sarà perché il mio de consuma 120mb… La stabilita sia in linux che in windows è datta dall’intero ecosistema non solo dall’OS quindi bisogna analizzare i programmi installati e come sono stati installati, i driver se sono corretti etc…
      Io ho usato ubuntu fino alla 10.10 dopo sono sinceramente rimasto schifato da unity e sono passato per un pò a debian sid, ti dirò la verità non è che fosse tutta questa velocità ma almeno non dovevo formattare ogni 6 mesi o tenermi una LTS vecchia di 2 anni appena uscita… Dopo sono tornato su arch linux passando per gentoo e per quanto io sia un maniaco del minimal (e gentoo era la mia scelta obbligata) sinceramente di aspettare ogni volta la compilazione mi aveva scocciato, quindi ora sono su arch, c’ho messo quasi 1 mesetto ad ottimizzare il mio portatile ma ora fa il boot in 6 secondi e intendo che in 6 secondi non sono nella schermata di login ma sono dentro al DE… alla fine mi sono potuto permettere anche di mettere un count down di 3 secondi per farmi scegliere che immagine loadare…. per stringere dipende dall’intero reparto software e da come è configurato, il vantaggio di windows 8 è di avere tante guide, molte delle quali fatte da cani per i cani, ma soprattutto di avere programmi che ti aiutano anche a premere un pulsante…
      Comunque una volta mi ricordo che c’era la possibilità di usare bash su windows, ma non per scriptare, o meglio gli script funzionavano ma dovevi lanciare questo programma che emulava bash e poi lanciare lo script col classico comando percorso/file.sh

      • danlo

        Sono daccordissimo con te, ma ripeto quello che ho detto agli altri io ho parlato di roba stock, non di distro esotiche come arch o gentoo, lo sò benissimo che ottimizzando fai butto anche in 4 secondi ma il problema resta sempre lo stesso, prendiamo una distro normale paragonabile con windows e vediamo la differenza. Comunque ti ricordo che ho un dual boot quindi uso grub, niente bootloader di windows8 quindi niente boot veloce ci mette 9 secondi liscio senza il suo finto spegnimento 😉

        • Capisco ma in linux il discorso roba stock purtroppo non regge, anzi neanche esiste proprio perché la scelta rende lo stock impossibile. Poi considera che i pc soprattutto i laptop escono ottimizzati per windows non per linux e già questo dice tutto credo.
          Purtroppo non puoi fare questo ragionamento perché se prendi windows 8 e dopo ti devi installare dai 3 ai 4 driver che per farlo ti basta scaricare un programma, su linux non è così, ti scarichi 3 o 4 driver che ti devi installare e quanto meno configurare se non addirittura compilare etc… Non è una filosofia elitaria è che gli sviluppatori non forniscono un driver con gui che si autoadatta/autoinstalla come fanno per windows quindi per forza di cose sei costretto a metter mani per ottimizzare

          • danlo

            Cosa vuoldire ottimizzati? hai mai decompilato l’ACPI del tuo PC? be io l’ho fatto e ti assicuro che la scheda madre del mio pc è ottimizzata tanto per windows xp tanto per windows8 tanto per linux. Se parliamo di driver allora cambia la solfa, ma per fare il boot non c’è bisogno di driver. Per aprire chrome non c’è bisogno di driver. Se io prendo ubuntu installo i driver come nei repo, come si fà anche su windows hai 0 smanettamenti, siamo nel 2013 l’utente vuole sedersi al pc e usarlo non vuole stare li a smanettare un mese per aprire una cartella. Le distro come Ubuntu sono nate proprio per evitare questo, prendi una Ubuntu 12.04 o 13.04 come pare a te e fai un paragone con windows 8, tempi di boot decisamente più alti, lenta, per aprire qualsiasi applicazione impiega una vita (cosa che già su kubuntu non avviene), usabilità mal fattà. Io ripeto difendiamo linux, ma se non lo critichiamo non migliora. Sai cosa penso sono anni che si da sempre la colpa agli altri dei propri insuccessi però non si guarda mai ai problemi che si hanno, a cosa hanno fatto gli altri meglio. A me le politiche aziendali di Apple e Microsoft non piacciono, ma c’è da dire che linux negli utlimi 4/5 anni sta vivendo un declino che sembra non avere fine, mi ripeto se da un lato c’è stato un incremento della compatibilità hardware dall’altro c’è un ecosistema vecchio che non rende giustizia. La sparo grossa, guardiamo android, linux stà avendo un grandissimo successo e gnu che sta fallendo sui desktop.

          • danlo

            Aggiungo una nota dolente i driver generici di Windows 8 della mia scheda ati, vanno nettamente meglio di quelli open di xorg… e parlo in termini di fluidità e gestione ventole.

          • Scusa ma adesso la compilazione decompilazione dell’acpi che centra?
            Prendi Windows XP e prova a installarlo puro e casto su un computer
            moderno, se ci riesci sei un dio, xp aveva una gestione dell’acpi
            “standard” per le sue tempistiche (2002) che ormai è superata non perché
            l’acpi sia cambiata o evoluta semplicemente perché ne hanno adattato le
            funzioni alle specifiche necessarie e per vista e per windows 7 e
            infine per windows 8, non è un caso che la maggior parte delle schede
            madri nasca ottimizzata per windows 7 piuttosto che per windows 8. Ti ho
            parlato di XP pure e casto perché se non erro dalla versione con SP3 in
            poi avevano introdotto qualche miglioria, mentre già da 7 avevano
            introdotto dei driver standard sia a livello cpu che gpu etc.

            Ora
            come ti dicevo il tuo protocollo acpi può esser sviluppato bene quanto
            ti pare ma finché te usi l’istruzione Xy che viene tradotta dal
            programma 12 nell’istruzione AB (perché ahimé è cosi che funziona in
            linux) avrai sempre uno strato che provoca latenze cosa che non avviene
            con microsoft dove spesso i driver proprietari ti implementano
            direttamente la funzione AB senza bisogno di tradurla, questo perché i
            produttori hardware i driver li rilasciano a windows e meno a linux.

            Dal grub in poi tre sono i fattori che implicano velocità/lentezza:

            – moduli kernel e dimensione / costituzione del kernel stesso (micro/macro kernel)

            – velocità del disco

            – disponibilità di memoria volatile

            Se
            si eseguono delle ottimizzazioni a livello kernel non bastano devi
            accompagnarle anche a un disco decente se in più pensi che per il
            connettore sata della scheda madre su linux ti prendi la parte integrata
            su windows hai il driver che dovrebbe ottimizzare la funzione di
            dialogo ecco che ottieni i perché windows va più veloce mentre su linux
            per ottenere delle prestazioni dei andare su soluzioni custom e non a
            stock.

            A questo aggiungici che questa evoluzione dei pezzi di
            ferro ha seguito le specifiche dettate direttamente da microsoft,
            signori non tappiamoci gli occhi, leader mondiale a livello di vendite di
            pc detta legge, c’è poco da aggiungere per capire il perché dico ottimizzato per…
            Poi secondo me a livello desktop linux stia “fallendo” non è ne vero ne falso, ne tanto meno che gnu stia fallendo, diciamo che le scelte svolte dai singoli team stanno fallendo leggasi gnome-shell o lamentele relative alla frammentazione non chiara di kde etc lasciando posto a progetti fino a poco tempo fa di nicchia. Se poi ci aggiungi quello che ti dicevo prima ovvero la totale assegna di gui per configurare le cose o quasi be hai ottenuto i perché. Windows si è evoluto e anche linux, si è passati da notti di litigate col kernel a tutto o quasi funziona per chi non dispone di driver è un successo della madonna…

    • xxx

      Il boot di windows 8 avviene in 9 secondi quell di kubuntu in 20 circa,
      alcuni programmi come chrome si avviano più velocemente su windows che
      su linux.

      installati systemd elimina tutti i servizi inutili all’avvio di kubuntu

      e fai partire chrome

      chrome %U –disk-cache-dir=”/dev/shm/chrome”

      io invece ti posso dire che al caricamento di tutto i programmi windows ci mette più del triplo del tempo rispetto a GNU/Linux

      • danlo

        Smanetta smanetta smanetta, ricompila, smucina fai, una volta linux era più veloce e reattivo senza tutti questi sbattimenti, ragazzi è ora che lo ammettiamo linux stà rimanendo in dietro, stà perdendo il passo.

        • Daniele Cereda

          non so che cosa usi tu ma se devo vedere il passaggio dalla 10.10 alla 13.04 di ubuntu posso dirti che il 90% è fattibile per interfaccia grafica e non terminale,tantissimi prodotti hardware sono supportati(banalmente qualche anno fa metter euna chiavetta usb per navigare era un dramma,oggi riconosce tutto e subito).
          la realtà è che il medio utente italiano di PC lo usa per giocare e cazzeggiare.
          punto
          e windows offre un prodotto consolidato e stabile.infatti quando microsoft ha tentato il colpo con la Metro è successo il finimondo ed hanno dovuto fare macchine indietro tutta.
          basterebbe sbattersi un minimo per poter lavorare degnamente con linux,ma la volgia è decisamente scomparsa dalla media degli utenti.

        • LJ

          si ma XXXXX anni fa…. i DE o WM non erano ai livelli di adesso e le pretese erano minori eh.

          Con G/linux hai però la possibilità di sceglierne una infinità, dal minimale velocissimo, all’ultraminimale scarno come un terminale, agli ultimi ambienti desktop di nuova generazione KDE…G/shell…. Unity che richiedono maggiori risorse, ma a potenzialità sono alla pari di win o mac e forse pure meglio, poi putroppo G/linix non è supportato a livello di driver come lo sono gli altri e queste cose si notano subito (è chiaro che può rimanere indietro)…..ma qui non è una tara di G/linux. E poi qui hai la possibilità di scegliere. Meglio saper smanettare e farlo, che conoscere solo un tasto tramite GUI.

          Se poi gli utenti di adesso….(con ironia…”importati da ubuntu” 😛 ) non hanno voglia, curiosità, di imparare a conoscere la propria macchina, o “governarla”, o cmq non ne hanno le capacità…..si sono impigriti o che, la colpa è in se anche della comunità, Se l’intento è sempre stato quello di poter “alfabetizzare” la gente all’informatica e conoscere la propria macchina, per evitare….le “fregature” e il controllo alla Win/mac, su questo si è fatto poco e si è visto snobismo.

        • Andrea

          forse sta “prendendo” il passo….con la concorrenza microsoft e apple. vuole uniformarsi con gli altri nel bene e nel male….ovvio!

        • xxx

          rispetto a cosa?

    • TopoRuggente

      Sono utente di linux da 20 anni.
      1) Se linux è più lento all’avvio di Windows, fidati ci sono problemi. Forse correlati al DE, forse alla distribuzione. Io stesso a mia figlia avevo installato lubuntu (prima) e xubuntu (poi), ma arch con gnome-shell è più veloce sulla stessa macchina (ovviamente).
      2) I giochi in Linux non mancano per problemi di xorg o driver, l’opengl è uno standard de facto anche in linux. I giochi non arrivano perchè il mercato non li richiede.
      3) Gnome-shell non è concepito per andare sui tablet, ma per essere solo un DE, gestore di finestre con una serie di utility e programmi molto basici. Se sei programmatore magari ti interessa, su wogue c’è un articolo che mostra le capacità di customizzazione di gnome-shell, sono rimasto stupito pure io.

      Il principale problema di Linux è che non è gratis, richiede da parte dell’utente di coinvolgersi, di leggere, studiare, imparare, molti invece vogliono giocare.

      • Jag

        linkami quell’articolo

      • danlo

        Hai mai provato a far girare un gioco per windows e linux di steam? no perchè io l’ho fatto e ti assicuro che c’è un abisso sia in termini di FPS, che di velocità di caricamento delle varie scheramte

        • danlo

          A dimenticavo, tu sul tuo pc hai sempre bisogno di fnestre in fullscreen per questo da gnome-shell ti hanno rimosso il riduci ad icona. Per favore anche io sono un fan di linux e lo uso tutti i giorni ma diamo a cesare quel che è di cesare. Io stò parlando di distribuzioni che posso dare in mano a cristiani normali, se la metti così a questo punto ti ricompili il kernel e ti fa boot anche in 4 secondi, ma io non parlo di questo parlo di come esce un software stock, senza smanettamenti.

          • TopoRuggente

            In gnome-shell non hai niente sul desktop, quindi col riduci a icona che ci fai ammiri il wallpaper?
            Mi pare intelligente quello di sfruttare al massimo lo schermo.

            Comunque sia nei settaggi avanzati puoi scegliere quali dei tre tasti (e quanti) vuoi visualizzare, ma da parecchio tempo.

          • danlo

            Lo so perfettamente ma ti faccio un esempio se sto usando il mouse e voglio cambiare finestra e so che quella che mi serve è proprio sotto a quella che sto usando ora non posso ridurre ad icona, sono costretto ad andare in alto a sinistra e poi sulla dock, io non so che studio di usabilità abbiano fatto, io l’ho fatto e ti assicuro che è uscito uno schifo, sui desktop è peggio di gnome2, hanno raddopiato il numero di movimenti se non triplicato per fare azioni base. Altra storia invece se lo provi con uno schermo touch in cui l’usabilità sale al 100%.

      • Andrea

        quoto le ultime tre righe!! il resto è vero ma non sempre

    • Simone Dedo

      Ti dò pienamente ragione quasi su tutto e hai la mia stima per aver detto le cose come stanno.

      Non sono d’accordo invece per quanto riguarda GNOME, che secondo me, si sta muovendo molto bene, bisogna solamente dargli tempo e fiducia.

      Inoltre, voglio darti un’altro consiglio, togliti Kubuntu e prova invece openSUSE 12.3, nel prossimo rilascio 13.1 verrà completamente usato systemd e lì comincerai a notare ancora di più una netta differenza in avvio.

  • pntk

    ma è stato fatto con google translate sto articolo? cavoli è pieno di ripetizioni si fa fatica a leggere!!!

    tornando all’argomento, bello il commento di danlo, putroppo linux non ha solo il problema dei giochi!

  • Torno Nel Mio Limbo

    Solito discorso, se sono utente Win or Mac chi me lo fa fare di cambiare se lo stesso gioco è già disponibile per il mio OS? Senza terner conto dei problemi connessi ai vari driver, acceleratori grafici & Co…
    Spesso si imputa alla disinformazione, a una sorta di deficienza culturale propria del consumatore, ma alla fine dei conti chi arriva a conoscere e dopo usare una distro Linux è quasi sempre dovuta all’ amico. Win & Mac li pubblicizzano i loro prodotti e non solo nei blog/siti +/- specializzati o comunque indirizzati verso quel tema. Linux invece (con le sue 250 distribuzioni e forse anche più)… mai visto uno spot.
    Per quanto sia mia opinione che la diffusione interessi più ad aziende come Red Hat, Canonical, mentre per comunity come Arch e Debian più di tanto vivono lo stesso.
    Cominciassero a creare con serietà sistemi Desk/Note/Ultra con Hardware certificato come fa Mac…le cose cambierebbero. :p

  • Alecs

    Parlo nel mio caso, uso la maggior parte delle volte ubuntu, ma quando voglio provare un gioco devo per forza switchare su win 7. Perchè? Perchè pur avendo gli stessi titoli su steam disponibili anche per ubuntu, purtroppo ho una Ati Mobility x1600 che non è supportata dai driver proprietari, mentre su win 7 ho ancora catalyst 9.3 che mi permette di giocare.
    A parer mio il problema non è la mancanza di titoli.

    • Simone Dedo

      Diciamo che non è solo ed esclusivamente la mancanza di titoli, perchè se dici che il problema non è la mancanza di titoli è una fesseria.

    • d4n1x

      Io ho provato anche con driver proprietary e ti assicuro che vanno nettamente peggio.

  • Torno Nel Mio Limbo

    Un discorso come questo che ha fatto andava bene un anno fa (e anche più). Se confrontiamo le stime tra chi usa desk Linux e utenti Steam in linux – recensite in questo blog – ci accorgiamo che non differiscono di molto. :p

  • Mte90Net

    un’pò di errori di battitura..

  • kantaro

    Discorso trito e ritrito, linux è un sistema che va bene per il dual boot, se vuoi la sicurezza accendi linux se invece devi giocare o lavorare ci pensa windows.

    Il problema di linux è che molti sviluppatori sprecano inutili risorse nella creazione di distro semestrali anzichè applicare delle migliorie sul software disponibile, per non parlare della babele dei desktop e le migliaia di distro che disorientano chi cerca di fare un pensierino al passaggio a linux, la verità è che manca uno che investa su una distro in particolare, shutterword non mi sembra persona assennata o stabile dopo la creazione dell’obbrorio unity, ma basta prendere esempio da google, ha fatto di android il sistema numero 1 per i telefonini, la differenza tra linux e android è che su linux ognuno lavora per il proprio sistema, su android tutti lavorano per un sistema e i risultati sono sotto gli occhi di tutti.

    • floriano

      sulla stabilità mentale di chi sviluppa android non ci metterei la mano sul fuoco 😀

    • xxx

      uso linux per lavoro e non ho dual boot non capisco che vi dà queste convinzioni.
      Io non sono amante dei giochi, uso il computer per fare altre cose, però mi sono installato pokerth ed altri giochi per far divertire i miei famigliari.
      Usare altri sistemi per lavorare è un tuo problema!

      • fabietto gas gas

        dipende che lavoro fai,io personalmente lo uso in dual boot,anche’ perche’ facendo fotografia e sviluppando le foto direttamente da file raw ho bisogno di lightroom!!trovami un software valido su linux come lo sia lightroom per windows e mac.
        ne ho provati tanti su linux,ma come lavora i file raw(negativo)lightroom non ce’ ne sono.
        come dici tu diventa un serio problema non poter utilizzare la mia distribuzione preferita(opensuse)senza software.
        purtroppo e ‘cosi,la verita’ e’ questa,e mi dispiace dirlo da gran sostenitore di linux e dell’opensource.
        ritornando al discorso software,noi facciamo presentazioni fotografiche e video,non posso di certo utilizzare imagination al posto di proshow producer,dai non scherziamo.

        • xxx

          non me ne intendo molto di software che lavorano files raw, ma comunque girando per la rete ne ho trovati
          The Gimp, DigiKam, Hasselblad, AfterShot Pro, Darktable…

          ti lascio una guida su come usare darktable col negativo

          per le presentazione fotografiche e video ce ne sono miliioni

          per me il fatto di dire che non ci sono software per linux è solo un modo per nascondere la vostra incapacità

          • fabietto gas gas

            non credo che tu abbia capito,io non ho detto che non ci sono programmi,ma che i programm che ci sono non lavorano i raw come ligthroom,ci sono miglioni di ottiche in giro per il mondo,carl zeiss,nikon,kanon,ecc ecc,ligthroom riconosce le ottiche e sistema lo la curva di scatto dell reflex,fa’ miglioni di cose che altri programmi non fanno,purtroppo i programmi che mi hai lincato le ho utilizzati,ma non sono all’altezza di ligthroom,e poi e oltre tredici anni che utilizzo linux,so’ quello che dico.
            ultima cosa,io cerco di portare sempre rispetto a tutti,non do’ dell’incapace alle persone cosi’ a gratis,se vuoi andare sul sito dove lavoro io e farti un’idea
            torinofoto.it.

          • xxx

            provato lightzone?

            supporta:

            CANON, FUJI, KODAK, KONICA-MINOLTA, LEICA, MINOLTA, NIKON, OLYMPUS, PANASONIC, PENTAX, RICOH, SAMSUNG, SONY

    • TopoRuggente

      Parliamo anche di investimenti, quanti soldi hai investito in linux nell’ultimo anno, hai sicuramente fatto qualche donazione?
      In android l’hai fatta comprando il cellulare, ogni cellulare google prende un x di diritti del suo sistema.

      Le migliaia di distro non sono mai state un problema, quelle conosciute dagli utenti windows sono 4 o 5 nomi il resto le conosciamo noi che bazzichiamo nell’ambiente.

      La questione è che non è mai stato realizzato un linux user friendly, linux prevede che l’utente si sbatta un po’, windows no, cliccki e si installa, non funziona, non ci puoi fare nulla.

      • Jag

        OHHHHHHH è questo è uno dei “succhi” del discorso, si sentono tanti bla bla bla bla bla bla, ma mai nessuno (eccetto qualche eccezione) che pur …usando…criticando ecc abbia mollato neanche un euro (1 caffè……eh) in donazione a qualche progetto che ritiene valido o distro—————— MAI—————solo e sempre parole, mentre mollano centinaia di euro per l’ultimo smartphone, il tablet, o lo schermo a 54 pollici spesso 1 millimetro di un qualche mac.
        Ci sarà crisi….. non c’è molto lavoro e sono altre le cose più importanti, però il cellulare ultimo modello lo hanno tutti…… e straparlare è gratis

        • Simone Dedo

          Personalmente ho donato 30 euro alla GNOME Foundation (Sono infatti amico di GNOME, mi hanno anche spedito una busta di ringraziamenti con dei regalini come etichette e tappetino del mouse).

          Ho donato anche per GIMP 15 euro, perchè ritengo che è un software di estrema importanza e chi lo sviluppa dovrebbe essere incentivato a farlo.

          Ho donato vari progetti su Kickstart per diffondere giochi su Linux come:

          Project Eternety
          Planet Annihilation
          Carmageddon

          20 euro ad ognuno di questi.

          Escludo i vari humble bundle presi dal 1° fino l’8° per me e per amici e parenti.

          • JJ

            Anche io dono “regolarmente” a Gimp qualche euro, in quanto lo uso anche sul lavoro.
            La prossima sarà Debian

  • Ludovico Toscano

    non è colpa dei giochi basta vendere linux con i computer la maggior parte delle persone usa windows non perché gli piace ma solamente perché lo trovano già installato sul pc che comprano al negozio

    • floriano

      uhm la gente odia cambiare, già il passaggio da office 2003 a office 2007 è stato traumatico per molti (infatti non lo uso)…

  • LinuxCilecca

    Io non penso proprio che la colpa sia dei giochi ma del fatto che ci sono pochissimi programmi e quei pochi che ci sono sono fatti male. Poi se ne parla davvero poco di Linux, se non lo usassi a scuola io non lo avrei mai conosciuto! Poi 268648 distribuzioni, una e fatta bene non si può fare?

    • Se non sei soddisfatto puoi anche evitare di commentare e perdere tempo a farlo.

      Senza Linux tante cose non funzionerebbero adeguatamente e il 90% dei server al mondo funziona con Linux.
      Quindi è senz’altro il caso di dire che niente Linux vuol dire niente Internet e telecomunicazioni globali.

      • lorenzo s.

        LinuxCilecca ha soltanto cercato di spiegare come mai linux stenti a decollare, e le critiche sono sacrosante. Io sono costretto ad avere un dual boot ubuntu-windows perché certi programmi non esistono per linux e le alternative sono alquanto scadenti.

        • Simone Dedo

          Sono d’accordo, molti purtroppo parlano tanto di libertà che non appena una persona critica pesantemente qualcosa, criticano a sua volta questa persona perchè non si dovrebbe permettere di fare una cosa del genere.

          Io invece, mi trovo pienamente d’accordo con quanto dice LinuxCilecca.

        • xxx

          di scadenti ci sono solo le persone incapaci di usare valide alternative, fossilizzate con le loro abitudini

    • Leonardo

      Purtroppo su una cosa hai ragione, c’è carenza di software ma non è affatto vero che quei pochi che ci sono, sono fatti male, sei male informato (NB: ricordati sempre di farti curare).
      Il punto è che gli sforzi umani sono concentrati altrove, personalmente ogni volta che sento parlare della nuovissima e fiammante ed ennesima derivata di {{QUALSIASI_DISTRIBUZIONE_QUI}} mi girano, è inevitabile! A chi servono 100000 distribuzioni, 1000 server grafici, 100 sistemi operativi mobile? Bella la libertà, bello tutto… ma non sarebbe meglio concentrare gli sforzi altrove? È purtroppo, una domanda a cui non riuscirò mai a dare una spiegazione.

      • Leonardo

        E comunque quei pochi che ci sono, non sono pochi.

      • L’open source è di tutti quelli che ci vogliono mettere le mani dentro quindi è inevitabile che ci siano moltissime distribuzioni. Non la vedo una limitazione ma un mondo di libertà in cui esistono spazi per le aziende commerciali e per gli utenti normali. Pensa ai server linux che ci sono in giro, non sono pochi se poi parliamo di server web i numeri salgono veriginosamente. Alla fine tra tutte le distribuzioni ne scegli sempre una ed è quella che userai. Io ne ho provate molte, dovevo scegliere quale usare per il lavoro, proveniendo da Windows era una scelta troppo importante. Ho scelto Linux Mint perchè ne parlavano molto bene quindi sono stato invogliato ad andare incontro alla distrizuione Mint. Stessa cosa succede con Windows perchè ci sono moltissimi utenti che lo usano ed è normale che indirizzino i loro amici verso di esso a prescindere se sia buono o meno.

    • JJ

      pochissimi programmi? e fatti male?????? non è che i 2programmi” sono solo photoshop e autocad eh XD XD XD…… ci sono software per chi gestisce server o per esempio sviluppa ed altro ancora che sono una manna dal cielo.

    • xxx

      ahahahahah

      solo debian dispone di 37500 programmi che non mi sembrano pochi

      parti da una installazione base e ti crei un sistema su misura in base alle tue esigenze.

      Sono tutte fatte bene magari sei tu che non sei capace ad usarle!

      microsoft a rilasciato 4-5 sistemi me ne dici uno decente?

      • Il paragone non è importante perchè avere moltissimi programmi a disposizione non basta per fare ricadere la scelta su linux. Pensa un attimo a Mac… cos’ha fatto la Apple? Ha preso un simil-linux di base, ha sviluppato un DE dedicato e commercialmente ha costruito un sistema “perfetto” che sempre una banana è alla fine non una mela. Voglio dire che la mela attraverso il marketing mirato può diventare una banana e tutti continuano a dire che è una mela… non so se rendo l’idea…
        Ubuntu ad esempio nel futuro potrebbe avere le carte in regola per diventare qualcosa di simile a Mac… ma non a Windows… e mi pare azzeccata la cosa. Si voglia o no, open source o meno, se non c’è almeno un’azienda che ci investe sopra non si decolla, la storia finisce li.

    • Io credo che invece si tratti solo di marketing inesistente perchè non ci sono le aziende interessate alla crescita di linux tra i desktop. Cosa diversa invece per i server dove linux ne ha una fetta importante ed è sempre sinonimo di sicurezza e stabilità.

  • floriano

    la gente odia il cambiamento, odia imparare qualcosa di nuovo, è per questo che preferisce windows.

    ultimamente microsoft sta facendo troppe modifiche al suo sistema (e a office), rendendo in questo modo il concetto di cambiamento più tollerabile dalle persone.

    molto recentemente ad alcuni ho installato kubuntu in dual boot con windows 7 (con default boot l’ultimo sistema usato) e questi (con mio stupore) preferiscono caricare kubuntu per l’estrema leggerezza 😀

    ps. il loro utilizzo consiste in firefox, libreoffice write, skype e poco altro….

  • Alessandro Giannini

    Purtroppo, temo che non sia solo una questione di videogiochi. E’ vero che questa rimane una limitazione, come pure lo è la dispersione delle forze, ma è anche vero che l’equivalente Linux di molti programmi Windows spesso non è del tutto all’altezza del suo omologo Microsoft, per completezza di funzioni. Basta paragonare FormatJunkie a FormatFactory. Le funzioni di base sono le stesse, ma FormatFactory permette di fare molto di più.

    • kopex

      Non solo, vedi virtual dub, non esiste un suo programma gemello, non dite avidemux che non gli somiglia neanche un pò, eppue vitual dub dovrebbe essee a codice aperto ma mai nessuno che abbia avuto l’idea di portarlo su linux.

      • tomberry

        Anche teamviewer, che ora è disponibile per linux, non è nativo: una volta installato crea un prefix e sfrutta wine per funzionare.

  • EnricoD

    DICIAMO CHE MANCANO TANTI BEI SOFTWARE UTILI CHE SONO IN WINDOWS E IN LINUX NO

    • tomberry

      Diciamo che se evitiamo di scrivere con il caps lock attivo è anche meglio.

      Finora di veramente mancante per me: una valida alternativa ad Autocad (comunque utilizzabile tramite wine con qualche accorgmento come molti altri programmi), Gimp per uso amatoriale rimpiazza adeguatamente photoshop (che per i più esigenti funziona anche su linux con wine).
      Posso gentilmente sapere quali sono i tanti software utili di cui parli?

      • EnricoD

        io non parlo di software come gimp, che anche io uso…
        software per la produttività e con i quali studio che su linux non sono e mi costringono a rimettere Win, purtroppo

        è che non mi ero accorto che stavo scrivendo col caps lock attivo, poi una volta scritto non mi andava di riscriverlo 😉

        • tomberry

          Tranquillo, purtroppo è vero che alcuni software vengono sviluppati principalmente per il sistema più diffuso, ed è sbagliato che obbligano l’utenza ad essere vincolate a qualcosa che magari non gradisce. A me che non si tratti di giochi che richiedano particolari sforzi alla scheda grafica (es. giochi), si può ovviare usando la virtualizzazione o wine. Se possibile io evito il dualboot, ho anche io la partizione con win installata ma è li ferma a fare i funghi.

          • EnricoD

            anche io evito… molte volte sono incappato in problemi con l’MBR… alcune volte si riesce a ripirstinare con cmd, alcune no… quindi alla fine ho optato per linux su netbook e win7 su notebook 🙂

          • EnricoD

            ad es. Origin9Pro, ChemBioOffice, software di grafica per la chimica, per acquisizione dati… Matlab, che sta pure su linux ma per installarlo non ti dico e comunque è piu facile da usare sotto Win grazie alla gui.. Skype che su linux funziona malissimo e una serie di software per la geotecnica che usa mio fratello e che stanno solo su Win…
            ti faccio un esempio..
            in lab molti strumenti sono interfacciati a PC … i software di ogni strumento è svluppato solo per Win…
            ahhhhhhh
            odio Winzozz, ma lo devo avere

          • tomberry

            Ecco questo mi interessava sapere, software mirati che purtroppo sono creati per l’os più venduto. Skype sì potrebbe essere integrato meglio.

          • EnricoD

            purtroppo… è questo il mio problema

          • xxx
  • VLC fan

    Una domanda di semplice curiosità: VLC supporta effetti grafici animati durante l’ascolto di brani musicali? Intendo qualcosa di un po’ più spinto di quelli molto semplici presenti di default, tipo non so Aeon su MP

  • Vitozzz

    Consiglio di non aggiornare la versione per IOS perchè il formato audio AC3 non viene più letto. Spero venga risolto nel prossimo aggiornamento.

  • matty

    su launchpad non lo trovo,neanche sul sito di vlc

  • EnricoD

    è uscito xfce 4.12
    http : / /xfce . org/about/news/?post=1425081600

  • Angelo

    Ho fatto l’aggiornamento su Ubuntu 14.04 ma non appare nessuna nuova opzione nelle preferenze riguardo il Resume Playback!! Anche dopo aver riacceso VLC la funzione non esiste!

No more articles