Microsoft ha annunciato che verrà rilasciato gratuitamente la versione di Windows 10 per Raspberry Pi 2 e di voler investire su CyanogenMod.

Windows 10 in Raspberry Pi 2
Per Microsoft è tempo di grandi cambiamenti, l’azienda statunitense sta investendo molto nello sviluppo del nuovo Windows 10 e nel promuovere nuovi progetti open source come ad esempio il nuovo .NET 2015 (per maggiori informazioni). In concomitanza con la presentazione di Raspberry Pi 2, Microsoft ha confermato che verrà rilasciata una versione dedicata di Windows 10 per la nuova single board open, sistema operativo che sarà gratuito. Microsoft ha deciso quindi di puntare su Raspberry Pi 2, famosa single board ARM nella quale troviamo molte distribuzioni Linux e progetti open dedicati, offrendo Windows 10 a tutti gli utenti, collaborando inoltre con la Raspberry Pi Foundation.

La collaborazione tra Raspberry Pi Foundation e Microsoft potrebbe incentivare gli utenti ad avvicinarsi alla famosa single board visto anche il prezzo davvero molto competitivo. Essendo basata su architettura ARM, non saranno disponibili molti software attualmente nativi per Windows come ad esempio i browser Firefox, Chrome ecc, plugin multimediali come ad esempio Flash Player ecc. Linux rimarrà quindi la migliore soluzione per Raspberry Pi in grado di offrire non solo maggiori software dedicati, ma anche una piattaforma di sviluppo più completa oltre ad una maggiore sicurezza.

Stando ad alcuni rumor, Microsoft vuole puntare anche su Android investendo su CyanogenMod la famosa ROM (basata sul sistema operativo mobile di Google) che vanta oltre 50 milioni di utenti. Microsoft sarebbe pronta ad investire ben 70 milioni di dollari, soldi che andrebbero a Cyanogen per migliorare la ROM, sviluppare un nuovo store dedicato e (molto probabilmente) lavorare in versioni dedicate da inserire in device low cost di Microsoft / Nokia.

Siete contenti dell’arrivo di Microsoft in Raspberry Pi e (forse) in CyanogenMod?

  • Andrea

    Belle, molto belle. Minimali ma non esageratamente

  • Thomas Cercato

    Io le trovo atroci. Anni 90.

  • LinuxPorcata

    Non mi piacciono per niente, fanno schifo. Ubuntu Touch…

  • vortex67

    Orribili,troppo sbrilluccicose

  • LelixSuper

    Troppa illuminazione, ma not bad 🙂

  • Davide Depau

    Me gustano 🙂
    Me le piazzo su Kubuntu e se ci riesco anche nello smartphone 🙂

  • Alessandro Giannini

    Le icone possono piacere o non piacere, è solo questione di gusti personali. La cosa importante è un’altra: arriveremo mai a vedere venduto nei negozi un qualche tablet o telefono con Ubuntu Touch installato? Perché, fra Windows 8, Tizen, FirefoxOS e forse qualcos’altro di cui mi sto dimenticando, comincio a temere che ci siano già troppi concorrenti per il terzo posto al sole dorato dell’informatica mobile. Dando per scontato che i primi due siano ormai stabilmente occupati da iOS e Android…

  • Georgi Karavasilev

    Ciao.
    Io aiggiornato il set alla versione 2:
    http://me4oslav.deviantart.com/art/Numix-uTouch-Style-377512815

  • Ajeje Brazorf

    Yu-uh!

  • ZaccariaF

    Verrà rilasciata(la versione di Win10 per RPi), stando ad alcuni rumors, potrebbe incentivare.

    Troppe IF in questo articolo.

  • Fabio

    Visto?! Microsoft non è così malvagia dopotutto 😛

    • ZaccariaF

      No hai ragione, la M$ è veleno. (cit.)

  • Massimo A. Carofano

    Momento, Microsoft ha parlato di una versione di Wndows 10 per IoT, quindi non possiamo far altro che attendere..Su un Raspberry Pi2 una distro GNU/Linux gira come vero e proprio OS, mentre W10 sarà un’incognita fino a quando non sarà realmente testato..

  • Microsoft dovrà trovare motivazioni migliori per farmi usare il loro sistema, anche su un Raspberry.
    L’azienda di Redmond con me ha chiuso da un pezzo.

    • XD purtroppo non serve microsoft, bastano 2 entità:
      Gamedeveloper
      Mediastreamer
      Fin quando la maggioranza dei media streaming a pagamento rimarrà legata a silverlight se vorrai avere una buona visione ti toccherà avere microsoft visto che pippolight non serve a una mazda… Stesso discorso per le Dx, immagina se dovessero uscire per sbaglio dei giochi compatibili con arm ma che richiedono le dx…

      • Beh, fino ad ora ho fatto a meno di tecnologie Microsoft, tranne che per Skype che fosse per me lo avrei piallato da un pezzo.

        Ma non posso pretendere che tutti utilizzino Tox.

        Sta di fatto che di Windows non voglio vederne più nemmeno l’ombra.

  • MoMy

    Un accenno al fatto che Cyanogen vuole staccarsi completamente dal sistema by Google, glielo potevi anche buttar dentro. :p

  • Davide Neri

    Ancora gente che parla di Raspberry Pi come se fosse un personal computer da 35$… Microsoft porta Windows sul Pi per entrare nel mondo del making e secondo me per mostrare l’adattabilità di alcune delle novità introdotte in 10. Nonchè per farsi pubblicità gratis, si capisce.

    • ZaccariaF

      Microsoft porta Windows sul Pi per entrare nel mondo del making e
      secondo me per mostrare l’adattabilità di alcune delle novità introdotte
      in 10. Nonchè
      per farsi pubblicità gratis, si capisce.

      Fixed. (•_•) ( •_•)>⌐■-■ (⌐■_■)

      • Davide Neri

        Ma i linuxiani non sono quelli che si lamentano sempre che Microsoft è indietro anni luce? Poi però quando rimediano al distacco scattano subito i meccanismi difensivi (MICRO$OFT/MICROZOZZ CANCRO ecc.)

        • ZaccariaF

          La domanda sorge spontanea, perché un linuxiano dovrebbe volere il bene di MS o un miglioramento di Win?

          • Davide Neri

            Ah non lo so, però evidentemente gliene frega parecchio di Microsoft perchè la tirano fuori ogni 3×2.
            Che poi io sono dell’idea che è meglio essere “utente” anzichè “linuxiano” o “microsoftiano” ma vabbè sarò strano io.

          • ZaccariaF

            Diciamo che da quando Ballmer & Co. definiscono GNU/Linux un cancro, un po’ di maretta ci può essere.

            Il mio lavoro e i miei hobby sono tutti realizzati su piattaforma GNU/Linux quindi questo fa di me, de facto, un linuxiano.
            Invece chi programma in .NET o su ASP(chi ancora lo fa) è un windowsiano; senza sensi dispregiativi.

          • Franco

            E chi ci lavora su entrambi senza fare ‘ste strane guerre da malati?

          • ZaccariaF

            È una battaglia di civiltà, non importa se usi entrambi i sistemi, io devo poter vivere senza Win come posso vivere senza GNU/Linux, per farlo ho bisogno dei sorgenti(posso anche pagare per averli)dei programmi che mi servono e poterli ricompliare per il mio OS/architettura.

            La Guerra “da malati” non è MS vs. Maniaci Pinguinosi ma Closed vs. Open/Libre Source.

            Quasi ogni attacco a Linux, si e rivelato, nei fatti, un’ attacco alla GPL.

          • ale

            .NET è un ottima piattaforma, per certi aspetti migliore di java comunque, e a proposito microsoft dovrebbe renderla open source (una parte del codice l’ha già pubblicato) e portarla anche su linux ha detto…

            Comunque Ballmer si sa chi era, era un pò particolare, la microsoft da quell’epoca è cambiata parecchio, windows 10 promette bene, anche l’8 non è male comunque

          • ZaccariaF

            .NET è un ottima piattaforma, per certi aspetti migliore di java

            Ti piace vincere facile? xD

            a microsoft da quell’epoca è cambiata parecchio,

            Dissentisco vigorasamente, è sempre la Same Old MS, quella dell’ EEE e del Nous sommes l’ informatique.

          • ale

            Sentiamo, in che linguaggio avanzato svilupperesti te allora ? Ma probabilmente non hai mai programmato, Java è uno dei migliori linguaggi di programmazione oggi in circolazione, non che il più usato alla fine…

          • ZaccariaF

            Ma probabilmente non hai mai programmato

            La sai quella del Cavaliere Nero, vero? No perché hai Già.mai.ca.

            1) Il linguaggio più usato è il C++ non il Java e già sei a -1
            2)Er Java è in declino mostruoso in lato accademico/desktop/web(lì ormai è sparito JS rocks!) a favore di Python che conquista finalmente consensi anche in campo enterprise(sì lo so arriveranno mille javini dalla loro setta a scassà ma è la verità)
            3)Insomma oltre che a programmare per Android(che ne usa un dialetto non la versione standard, tanto vale imparare quello) un neofita cosa lo studia a fare?
            Per finire nella massa di scrivigestionali a progetto? No, grazie!
            4) Nel mio campo dei sapere ASM(di n classi di µP) e Ansi-C, la grande J puoi benissimo ingnorarla.

          • ale

            Dalle statistiche mi pareva fosse il java, seguito da php e objective C, che se ci pensi ha molto senso dato che è usatissimo in campo enterprise più ovviamente tutto android, chiamalo poco, il c++ viene usato poco, che poi è un linguaggio che in confronto a java ha molti aspetti negativi, soprattutto complessità e poca portabilità, e l’unico vantaggio sono prestazioni un attimino migliori, lo usano giusto in quei contesti dove serve un interazione forte con l’hardware, in pratica solo per fare giochi e programmi pesanti tipo quelli di grafica alla fine…

            Certo poi te dici che il più diffuso è il c++ perchè ragioni solo in ambito desktop che sta scomparendo ormai, ignori i dispositivi mobili, i programmi server side e tutto il settore enterprise, certo ovvio, su desktop java si usa poco, ma non esiste solo quello…

            Python si certo è buono, ma andiamo, gestire un progetto di grosse dimensioni in python non è bellissimo, poi mai visto un sistema di una banca per esempio scritto in python, per di più secondo me python manca di molte cose, è nato come linguaggio di scripting inadatto quindi a grossi progetti…

            Poi si l’assembly lo userai immagino in progetti per microcontrollori e simili, ma è un contesto molto ristretto alla fine, non puoi dire che il c sia il più diffuso solo perchè lo usi te….

    • be dipende se non devi farci chissà cosa e ti basta navigare su internet col PC, allora il PI 2 va bene e può sostituire un PC.

      per 35$ è un affare.
      poi se devo guardare alle mie esigenze allora il PI2 non può sostituire un PC nemmeno lontanamente, ma ad alcuni può sostituirlo

  • g cong

    Non mi passa nemmeno per l’anticamera del cervello installare Win sul mio pi. Sto benissimo con Arch.

  • come mai non rilasciano W10 anche su raspberry pi1 modello A??

    scherzi a parte… W10 per me promette bene, e devo ammettere che microsoft sta facendo un buon lavoro secondo me con questo nuovo sistema operativo, però devo dire che board del genere sono fatte per linux, punto

    • ZaccariaF

      Hai lasciato il tag aperto anzi lo hai rinizializzato ma si sa, un 18 non si nega a nessuno xD

      • Franco

        bu bu bu
        bla bla bla

        Così sarebbe corretto perché non si mettono attributi nei tag di chiusura.

        • a dir la verità io avevo scritto diversamente, disqus l’ha cambiato
          era

          troll_mode on
          troll_mode off

          con le parentesi

          si era meglio mettere
          troll_mode
          /troll_mode

          • Franco

            😉

    • Davide Neri

      Perchè si capisce già leggendo sui forum che i modelli vecchi saranno MOLTO meno richiesti da ora in poi.

      • quello non c’entra nulla…. anche volendo non riuscirebbero mai a mettere W10 in una board con 256mb di ram.

        • Davide Neri

          Volendo ci riuscirebbero eccome, ma semplicemente non c’è nessuna ragione per cui dovrebbero farlo. Questa versione del Raspberry Pi venderà un botto, complice l’ottima reputazione guadagnata finora. Chi lo usa veramente nelle scuole/in associazioni per promuovere la digitalizzazione/per smanettarci forse terrà quelle vecchie ma moltissimi compreranno il Pi 2 (c’è già gente che vuole un rimborso perchè ha comprato il B+ tre giorni fa)

        • Franco

          Penso che come esiste Win PE (quindi custom), possono farlo girare anche su 256mb. Per il resto sono d’accordo con Davide.

        • Didi71

          WP 8.1 gira benissimo su ARM e con quella ram.

  • alex

    Non vorrei dire una stupidata, ma l’apposita versione di W10 di cui si parla non ha il desktop… alla fine è l’evoluzione del solito W embedded, che ormai stra surclassato da linux da quello che sento.

    Quindi non hanno molto senso i discorsi che leggo più sotto in cui sembra impossibile che W10 giri su delle semplici board.

  • Dave Nardella

    Pochi giorni fa mi è passato per le mani un PC con Windows NT 4.0 che girava dignitosamente (programma ospite compreso) con 64 Mb (64 megabytes!) di RAM.
    Non esisteva lo strato Active Directory introdotto in windows 2000 ma parliamo di un kernel abbastanza modulare, tante cacate e servizi helper possono essere eliminati senza compromettere il sistema.

    In un RISC con 1 Gb di RAM, Windows 10 opportunamente adattato può girare tranquillamente.

    Chi lavora spesso con VM usa versioni light (XP light, 7 Lite) che sono “distribuzioni” adattate per lavorare con risorse micragnose, non CE e non Mobile.

    Che il marketing giochi un ruolo fondamentale non lo metto in dubbio ma dal punto di vista tecnico non facciamo i talebani che già siamo pochi 🙁 e ci ridono appresso.

    • TopoRuggente

      Mediamente i software per Microsoft mangiano RAM in quantitativi industriali.
      Magari W10 anche gira, ma se poi non girano i software scritti per W10, che te ne fai, disegni con paint?

      • ale

        Certo perchè non hai ancora capito che windows a differenza di linux non fa distinzione fra memoria usata e memoria usata come cache, su linux quando dai free -m ti viene fuori la memoria usata e poi quella usata esclusa la cache, che è molto più piccola, e i vari software di monitor di sistema prendono come riferimento questa, windows la conta tutta insieme, a me su windows viene fuori che con solo chrome aperto uso 4Gb di ram, ma solo perchè ne ho 16 e allora si tiene largo, perchè avere sempre solo chrome aperto su un pc con 2Gb solo ne occupa appena 1, chiaramente quella memoria in più è tutta cache che è li ma appena viene richiesta sparisce, daltronde ram non usata equivale a ram sprecata quindi…

      • Dave Nardella

        Attenzione, se usi Raspbian su Raspberry non ci fai girare Eclipse full modules come faresti con Ubuntu X64 su un core i7 😉
        Schedina IoT => applicazioni IoT.
        Anche con Windows puoi farle, la stessa libreria (solo sockets e threads) compilata con VS2013 è 204k, con g++ è un pelino più grande ma siamo lì.
        Mica ci puoi fare girare Autocad 🙂

        • TopoRuggente

          Vero, ma quante applicazioni light conosci per linux e quante per windows?

          • Dave Nardella

            Si, ma delimitiamo l’ambito.
            Se compri un Raspberry lo fai per utilizzare GPIO, SPI e per spippolare con l’hardware.
            A parte qualche utility di S.O. gran parte del software lo devi scrivere TU (se ti vuoi divertire).

            Non è un PC general purpose poco potente da ufficio, o uno stick Android, è più vicino a Arduino.
            C’è chi lo usa come mediacenter ma non ha “il fisico” 😀 nemmeno il nuovo modello.

            E’ chiaro che queste schedine ormai hanno il nome di Linux-board e ci sono molte utility che storicamente sono state scritte nel tempo.

            Quello che non condivido è che “con W10 non funziona o non ha senso” a prescindere.

            E’ ovvio che molto dipenderà da quanto Microsoft ha deciso di impegnarsi, ma le potenzialità sulla carta secondo la mia esperienza di programmazione a basso livello Win/Linux le potenzialità ci sono tutte.

          • TopoRuggente

            Creare un sistema operativo per una nuova piattaforma non è un lavoro assurdo, ma in assenza di un nutrito parco di applicativi, il neonato OS già ha i giorni contati.

          • Dave Nardella

            Senti, non voglio fare il menagramo ma finora c’è solo Linux su queste piattaforme.
            Microsoft punta sulla schedina più gettonata in assoluto (anche se la meno performante finora).
            Ultimamente ha perso parecchi treni ma se ci azzecca ha la forza commerciale/marketing di un bisonte.
            Se .NET ci gira *veramente* c’è un bacino d’utenza sterminato.
            Facciamo la fine di quelli che dicono che il calabrone non può volare perchè non è aereodinamico 😀

    • ZaccariaF

      Mettiamola così… Raspian è una completa distribuzione Linux, ha tutti i servizi, compilatori e tools che può avere RHEL su un IBMz13.
      WinPE no, è un’ altra cosa non si cogniuga con WinNT.

      Questa è la differenza, a buon intenditor…

      • Dave Nardella

        Non mi sono spiegato.
        WinPE è *un esempio* per dire che è possibile scalare il s.o.
        Cioè mi aspetto che W10 non occupi 800Mb di ram su 1 Gb.
        Quanto ai compilatori MinGW lo vedo adeguato, VS express è da verificare (ma eviterei), NetBeans dovrebbe essere ok, tutta roba “educata” anche con Windows.
        Ovviamente bisogna aspettare per avere un ecosistema adeguato, quello che intendevo dire è che non ci sono limiti tecnici “a priori”.
        Poi non dimentichiamo che non serve nemmeno il dual-boot, con un click cambi la micro-sd e suoni un’altra musica 😉

  • Teo

    XP light e 7 light sono versioni pirata ed illegali, prima di tutto. Secondariamente “cacate e servizi” che possono essere eliminati tranquillamente…. Questo lo credi tu.

    • Dave Nardella

      Primo, che siano pirata (ed è tutto da verificare, se hai una regolare licenza puoi crearti la tua distribuzione) non toglie che *funzionino*.

      Secondo, lo credo io, lo crede SQL Server, lo crede Visual Studio (tutte versioni express a scanso di equivoci). Questo per fare il conto della “massaia” con software abbastanza esigente per il sistema operativo.

      Terzo, immagino che in Microsoft sappiano cosa eliminare e/o ridurre, magari non sanno installare Arch, ma almeno la roba loro la conoscono.

      Quanto ai servizi, e ai drivers considera solo di quanta roba in meno hai bisogno lavorando su un hardware predefinito.
      Se poi levi (o riduci) help, servizi server ecc.. vedi che i conti tornano.

      • Teo

        1- Si certo, come no. Ti crei la tua “Distribuzione Windows” perchè hai la licenza e poi magari la metti anche sul sito Microsoft, disponibile al download. E’ ILLEGALE !!
        2 – Puoi giurarci che in Microsoft sanno cosa eliminare o ridurre da un loro sistema, infatti le versioni ” Light ” non le fanno loro, ma qualcuno che crede erroneamente di apportare delle migliorie. Te lo dico da Linuxiano..

        • Dave Nardella

          Lasciamo perdere la polemica sulla legalità della modifica delle distribuzioni.

          Quello che intendevo dire è che il sistema operativo si presta ad essere scalato abbastanza bene, riprova ne è che è possibile farlo (erroneamente, illegalmente, puzzolentemente) anche agendo sulla distribuzione senza dover ricompilare il kernel. punto.

          Alla Microsoft sanno cosa eliminare (lo avevo detto anche io) per cui inseriranno nella distribuzione per Raspberry solo quanto necessario, che non è poco, dato che tutte le funzionalità base (multithreading, sockets, pipes ecc..) sono molto simili a quelle di NT che girava anche con 64 Mb di RAM.

        • ale

          Sbagliato, puoi benissimo crearti la tua immagine di installazione personalizzata di windows con sopra per esempio già i driver per il tuo PC e del software, e rimuovere o aggiungere componenti, i tools ci sono e li mette a disposizione MS stessa, e comunque è quello che facevano anche i produttori di Pc con i dvd di ripristino quando esistevano ancora, versioni di windows personalizzate con su già i driver e i software della casa produttrice

          Chiaro che poi diventa illegale dal momento che vai a preinstallare anche la crack nella versione personalizzata però, ma se la usi con regolare licenza nessuno te lo impedisce di farlo…

  • ange98

    Onestamente la questione Cyanogen non mi stupisce. In fondo Microsoft ha già supportato vari progetti Linux (tra cui il kernel stesso al quale se non erro aveva donato svariate righe di codice).
    Neanche Raspberry mi stupisce: in fondo hanno capito che è pur sempre un dispositivo con il quale possono lucrarci sopra

    • alex

      Il Raspberry è tutta pubblicità per rilanciarsi nel settore embedded, settore in cui hanno perso un sacco contro linux ed in cui si è infilato anche android. Ormai attualmente Windows su embedded lo usa solo chi è costretto per qualche ragione ad usarlo…

  • BlueRazor

    La versione W10 per ARM che verrà rilasciata sarà il successore di Windows Embedded basato su XP. Microsoft punta alla community Rasperry Pi per far sviluppare applicativi e servizi per i sistemi embedded ed entrare di forza nell’ IoT, settore in cui per ora spadroneggia Linux.

    L’investire su Cyanogen, se confermato, può avere tanti motivi. Primo tra tutti creare una versione personalizzata di Android integrando funzioni dei Lumia per “rubare” pian piano clienti a Google

  • roberto mangherini

    abbraccia estendi estingui

    • giovanni

      noo! Microsoft è buona, Microsoft è brava, Microsoft ci ama…

      • DigiDavidex

        Microzozz ama i nostri soldi LOL

        • Brau

          Allora Microsoft è seguace di Scientology? o_O

  • No!

  • ale

    Comunque per chiarezza, dato che sembra che molti non abbiano capito, non ci girerà una versione di windows completa ma una apposita minimale senza interfaccia grafica e ridotta al minimo

    • Brau

      In pratica ci girerà DOS :-/ A questo punto che senso ha? :-/

      • Franco

        No

      • TopoRuggente

        Freedos ???

        Primooo!!!

        • Brau

          NNNNNNOOOOOOOOOHHHHHHHHH perché lo hai nominato??? Adesso si presenterà quello sveglione che chiede sempre “eh, ma ce l’avete un programma xyz per freedos?” Siamo rovinati -_-

  • Carlo

    A linux basterebbe solo rendere compatibili le app android per vincere alla stragrande…. io investirei tutto su questo. Invece, parole parole parole…

    • Franco

      Meglio che stiano alla larga tutte le app android per la buona salute del sistema.

No more articles