E’ disponibile la nuova versione 0.9 di LXQt, nuovo ed importante aggiornamento che include il completo supporto per Qt5 e KDE Frameworks 5

LXQt
Gli sviluppatori LXDE e e RazorQt hanno annunciato il rilascio di LXQt 0.9, importante aggiornamento che rende sempre più completo e stabile il nuovo desktop environment open source.
LXQt 0.9 abbandona Qt4 per migrare a Qt5 e si basa su KDE Frameworks includendo KWindowSystem come gestore degli eventi della finestra e KGuiAddons prende il posto di Xlib in lxqt-panel. Con LXQt 0.9 debutta anche il nuovo tema “Frost” mentre sono stati rivisitati gli altri temi di default, approda la nuova opzione per personalizzare lo sfondo del pannello ed inoltre è possibile avviare e navigare nel menu da tastiera.

LXQt 0.9 rimane comunque una versione ancora in fase di sviluppo, la futura versione 1.0 renderà finalmente funzionale e molto più completo il nuovo desktop environment portandolo cosi di default nelle principali distribuzioni Linux.

LXQt 0.9 sarà presto disponibile per Ubuntu e derivate via PPA Lubuntu Daily e per Arch Linux via AUR (per maggiori informazioni).

Per maggiori informazioni:

Note di rilascio LXQt 0.9
Home LXQt

  • Ashanova

    Il giorno in cui sarà possibile usare qualcosa come multi-rom nel nexus 4, avrò parecchio lavoro da fare.

  • questo è un esempio da seguire… gli sviluppatori di 2 progetti simili ma distinti che si uniscono per collaborare ad un unico nuovo progetto.

    • Andrea

      Concordo e quoto il discorso “uniamo le forze” però perchè un progetto leggero e flessibile debba essere per forza bruttino esteticamente?

      • masand

        Più che brutto, mi sembra essenziale, e comunque sia, niente che non si possa modificare in secondo tempo.

        • Andrea

          essenziale è perfetto, io intendo proprio bruttino graficamente nell’insieme, poco armonioso. Poi che tutto si possa più o meno adeguare ai propri gusti ok ci stà ma di fatto out of the box a me non piace

          • masand

            Sì sì, però probabilmente si stanno, in questo momento, concentrando sul sistema in sé. Poi magari si concentreranno anche sul tema di default che visto così, se non sbaglio mi pare quello di default di LXDE, giusto?

          • mr01

            Quindi vuoi che i messaggi di errore siano bellini?
            O non vuoi messaggi di errore?

          • Andrea

            :-/ ??

          • mr01

            Dimmi tu se è meglio che si focalizzino sui temi, cose che di solito sono gli utenti a mettersi a proprio piacimento, o se devono focalizzarsi sul risolvere i bugs.

          • proactive

            puoi metterti in contatto con il team e offrirti di curare l’aspetto grafico, credo che le collaborazioni siano benvenute.

    • Si ok, hanno unito le forze ma certo potevano impegnarsi un pò di più, io nutrivo grandi speranze in LxQT e soprattutto speravo in applicazioni in QT puro invece già si tirano dietro il kf5…. Alla fine risulterà nient’altro che un pannello e un fm per kf5….

      • Arturo el cogo dal casso duro

        Non hai capito niente. Il famigerato kf5 altro non è che l’evoluzione delle kdelibs portate alle qt5 e frammentate in una 50ina di moduli con dipendenze moto risicate (alcune solo qt5). Per quanto riguarda il “nient’altro che un pannello e un FM” ti consiglio di informati com’è strutturato un generico DE per capire che, per ottenere qualcosa di usabile dall’utente medio, non sono necessari solo un pannello e un WM ma anche tanta altra roba che non vedi. Per quanto riguarda le speranze (OT: chi visse sperando morì cag…) è un progetto ancora dichiaratamente, onestamente, trasparentemente definito come beta.
        Se poi non capisci l’importanza del progetto occorre spiegare allora che tutti i De lightweight tutt’ora disponibili sono in gtk2, librerie che con il progressivo abbandono di X in funzione di wayland diventeranno abandoneware.
        Ah: a prova del fatto che non è particolarmente pesante(considera lo status di beta) nell’annuncio ufficiale della 0.9 viene dichiarato che sulla RAM in un 32bit se non erro occupa poco più di 100mb.

        • Chi ga detto al’arembagio??

          Non dire più quella frase ot, se no sembri parente di Doriano.

  • Due cosuccie:
    – l’immagine credo si riferisca alla vecchia versione
    – Se includono kf5 e tutte le loro miriadi di librerie comincio a chiedermi come fanno a porsi come obbiettivo alternativo a installazioni kde based?
    Se mi devo installare 3/4 di kde solo per avere due applicazioni e un pannello tanto vale che mi tiro giù plasma e kwin (o kde-workspace) e via no?
    Ora non ho seguito bene l’evoluzione delle kf5 ma qualcuno può confermarmi che come per kde4 le dipendenze sono tali da doversi tirare giù tutto il framework per avere qualcosa di usabile?

    • ZaccariaF

      Il problema è sempre lo stesso perché Qt != KDE

      Le Qt son facili e potenti da usare ma KDE è un bel blocco monolitico che non perdona, vuole essere usato tutt’assieme LxQt sta affrontando il problema in cui tutti i forkaioli si imbattono quando hanno a che fare con lui,

      Cioè il voler far girare Okular su una distro Qt ma ti servono i famigerati 3/4 di KDE.

      • Scorpion

        Kf5 è stato modularizzato quindi il problema del blocco monolitico non si pone piú, non è più necessario tirarsi dietro una miriade di dipendenze per una singola applicazione, bisogna solo aspettare che le le applicazioni migrino a kf5.
        KDE come era una volta non esiste piú, ora c’è kf5 e plasma che sono totalmente separati inoltre, kf5 è pensato per lavorare con le applicazioni scritte in Qt e non piú kde-only.

        • ZaccariaF

          Lo stesso discorso si era fatto con l’ uscita di KDE 4 e plasma ed è andata come è andata.

          Se io ho bisogno del codice di quella libreria modulato o non ho sempre bisogno di quel codice a meno che io non riscriva il mio programma.
          Continuo a disprezzare questa continua pressione ai dev di KDE per rendere più forkabile il loro DE.

          Per lavorare meglio con il Qt liscio il team ha dovuto cambiare già molte cose che a diventare stabili ci mettono del tempo e quindi altri anni di bug piccoli e fastidiosi per il mio KDE 🙁

          E meglio che non si perda altro tempo per rendere kf5 con annesso Plasma 2 fork-friendly, nessuno ne ha bisogno.

          • Scorpion

            con kde 4 hanno separato plasma dalle kdelibs, ora è tutto splittato in 3 parti c’è kf5 che è un framework di sviluppo modulare, plasma e poi ci sono le applicazioni, kf5 è totalmente diverso dalle vecchie kdelibs se io voglio sviluppare un’applicazione di gestione archivi con kf5 l’unica dipendenza è il modulo Karchive mentre con le vecchio kdelibs mi tiravo dietro un malloppo di librerie, modularizzare il codice è importante per migliorare la manutenibilità facilitare l’aggiunta di nuove feature e risolvere più facilmente eventuali bug, personalmente ritengo kf5 un bel progetto al di la di come verrà poi sviluppato plasma 5 e le varie applicazioni, utilizzare kf5 non significa necessariamente forkare kde, kf5 alla fine non è un DE ma un framework che viene utilizzato per sviluppare plasma e anche da altri progetti come maui

          • ZaccariaF

            Tutto giusto ma alla fine ma la stiamo facendo fuori dalla tazza, kf5 è un conto ma le applicazioni KDE con annessi Plasma es. kdenlive o umbrello avranno sempre bisogno della loro buona fettona di KDE, già installato, ed è per questo che non vedo di buon occhio ogni nuovo DE che usa le Qt, alla fine la tentazione di integrare certi programmi della sua suite è forte e si finisce per fare dei pasticci.

            Quello di cui parli tu è creazione di nuovi programmi che andranno a unirsi a tutti quelli presistenti, per quel dato compito, ora hanno un modo un nuovo framework ma il KDE light come obbiettivo si allontana ancora.

  • SalvaJu29ro

    Mi piace molto la leggerezza in un De, ma purtroppo anche l’occhio vuole la sua parte

    • bisogna vedere come può diventare personalizzandolo..
      ad esempio xfce se lo teniamo di default fa abbastanza cag… però con le varie personalizzazioni e temi può diventare davvero molto bello…
      se anche lxqt ha questo potenziale allora l’aspetto grafico di default non è un problema

      • SalvaJu29ro

        Se creano un whisker menu e migliorano l’estetica, potrei pure provarlo…occhio xD
        Con quel menù non lo userò mai, insomma il mio pc è troppo decente per essere costretto a usare un menù del genere
        Per carità, c’è a chi piace…va a gusti

No more articles