Da un’imprenditore italiano arriva WhatSim, una Sim che ci consente di utilizzare WhatsApp in tutto il mondo senza problemi e costi legati al roaming.

WhatSim
Da pochi giorni è disponibile WhatsApp Web, nuove funzionalità che ci consente di utilizzare il famoso servizio di messaggistica istantanea da browser Linux, Windows e Mac (per maggiori informazioni). In concomitanza con il rilascio di WhatsApp Web debutta in Italia anche WhatsSim, un nuova Sim dedicata con caratteristiche davvero molto interessanti. WhatSim è un progetto nato da Manuel Zanella, ingegnere italiano fondatore di Zeromobile, che ci consente di utilizzare il famoso servizio di messaggistica istantanea targato Facebook in tutto il mondo senza costi aggiuntivi o limitazioni legate al roaming dei dati.

La nuova Sim per WhatsApp consente di chattare con i nostri amici connettendosi in oltre 400 operatori telefonici presenti in circa 150 paesi il tutto senza costi aggiuntivi. WhatSim non consente di chiamare od utilizzare la connessione internet mobile, possiamo solo utilizzare WhatsApp per chattare e inviare foto e video , il tutto al costo di 10 Euro.
Pagando 10 Euro avremo WhatSim abilitata per utilizzare messaggi testuali con WhatsApp per un anno, al termine dei dodici mesi potremo riabilitare il servizio con altri 10 Euro (il servizio non inclide costi fissi e abbonamenti vari).
Per inviare immagini e video dovremo acquistare dei crediti, con 5 Euro avremo a disposizione 500 crediti che ci consentiranno di inviare 50 foto oppure 10 video.

Possiamo utilizzare WhatSim ad esempio in device dual sim oppure da parte di utenti che utilizzano esclusivamente il servizio di messaggistica istantanea, sarà possibile accedere ad internet ecc utilizzando il nostro Wifi di casa.

Home WhatSim

  • Dario · 753 a.C. .

    sicuramente sarebbe molto più grave la perdita dello smartphone rispetto a quella del portafoglio (a meno che dentro non abbia un casino di soldi o un preserativo che avrei dovuto usare a breve XD), ma non tanto per il valore economico del cellulare, ma per i dati. mentre la perdita del portafoglio (sempre a meno che non era piena di soldi) ha un danno economico quantificabile e limitato, la perdita dello smartphone ha un valore inestimabile, ma non tanto per il lato economico, quanto più per le varie fotografie, documenti, password memorizzati e tutto il resto che potrebbe essere in mano di qualsiasi persona.

    _________________________________

    sinceramente mi è capitato di riconsegnare un iphone che ho trovato a terra al proprietario poichè non aveva la password allo sblocco e ho fatto qualche chiamata in rubrica per rintracciarlo… lui ha potuto ritrovare il telefono così, ma io avrei preferito (come faccio) mettere una password allo sblocco e, se da un lato nessuno poteva riconsegnarmelo non potendo risalire a me, dall’altro lato nessuno poteva farsi i cavoli miei nel telefono!

    sinceramente se dovessi perdere il cellulare (grattata!) mi preoccuperei più che nessuno possa utilizzarlo (con pass ecc), che ritrovarlo!

    • Andrea

      Io ritengo più grave perdere il portafoglio. Il telefono si può bloccare e quindi i dati possono essere resi inaccessibili mentre nel portafoglio ci saranno tutti i documenti ecc. Quelli non sono dati che finiscono a sconosciuti??? E poi sai che sbattimento denunciare lo smarrimento dei documenti e rifarli tutti???

      • Dario · 753 a.C. .

        Sono punti di vista.. I documenti li rifaccio, le foto della vacanza, se non ho ancora fatto il backup, li ho persi per sempre e anche rifacendo la vacanza non sarebbe più lo stesso..

        Quando ho perso tutte le foto di una ragazza co cui sono stato 3 anni avrei pagato anche 10. 000 euro per riaverle il backup l’avevo fatto, ma 2 mesi prima..
        Considera anche che all’epoca non c’erano gli smartphone, ma solo cell che facevano le foto..

        Tutt’ora quei 2 mesi di foto con vacanze le ho perse… Ti giuro avrei preferito perdere il portafoglio!

    • ale

      più che per i dati io mi preoccuperei per i 500€ che vale,i dati di solito li hai anche su pc o hai fatto un backup,nessuna persona tiene dei dati importanti su un telefono quando basta solo aver un problema che ti costringe a fare un wipe data e a salutarli
      Poi ormai google fa un backup online dei dati più importanti

      Per quanto riguarda rendere inaccessibili i dati se uno ha questi problemi da android 4 (e non so anche prima) c’è l’ opzione per cifrare la partizione data,e ad ogni avvio devi inserire la chiave per decifrarla,quindi se uno ruba il telefono per usarlo deve fare wipe data e quindi lo usa ma senza i tuoi dati

      • Dario · 753 a.C. .

        Ho la cyanogenmod 7.2 che sarebbe Android 2.3.7.. Dov’è quest’opzione?

        • ale

          Non so se c’è sul 2.3.x,comunque è sotto sicurezza e si chiama esegui crittografia telefono

          • Dario · 753 a.C. .

            mmm. mi sa che non c’è 🙁

  • ale

    Ma io il telefono non lo uso mai per telefonare,la sim potrei anche buttarla,faccio una ricarica da 10€ ogni 3 mesi….
    Uso più che altro il wifi per navigare su internet,mandare email,leggere le news,usare stupide app e altro,se devo contattare qualcuno lo contatto via mail,facebook,hangout,skype e mille altri metodi ma non chiamo

  • LelixSuper

    LOL! Io uso il telefono solo per telefonare e ascoltare musica! Esattamente il contrario :S

  • MatteoCafi

    Ok, io sono anticonvenzionale.
    Non ho mai effettuato una chiamata dal mio smartphone, ma neanche dal mio vecchio Samsung Star.
    Facebook lo visito quasi sempre dal computer, gli altri social network li ignoro. A volte leggo le notizie tramite Flipboard e Eurosport.
    Invio comunque tanti sms, in quanto pochi miei amici possiedono uno smartphone con Whatsapp.
    L’80% del tempo che passo con il mio smarthphone è dedicato all’ascolto di musica o ai giochi tipo Jetpack, Temple run, Candy crush e chissene.

  • floriano

    il 5% sa che è mosso da un microprocessore e il 5% di questi sa che c’è un arm…

  • Guest

    perfetto, adesso non si attiva più il wifi da errore D:

No more articles