Dall’ex CEO di Opera debutta per Linux, Windows e Mac il nuovo browser Vivaldi, ecco le principali caratteristiche e come installarlo.

Vivaldi Browser in Ubuntu Linux
E’ disponibile il nuovo Vivaldi, browser web multi-piattaforma sviluppato da Jon von Tetzchner uno dei fondatori di Opera. Basato su Chromium (la versione open source di Google Chrome), Vivaldi punta a riportare le qualità di Opera 12.x, il tutto con un look moderno e ottimizzazioni varie per rendere la navigazione web più semplice e veloce.
Vivaldi dispone di una moderna interfaccia grafica che include una barra degli schede personalizzabile con menu integrato, da notare la barra laterale nella quale possiamo accedere velocemente a segnalibri, download manager, client email (attualmente non disponibile), contatti ecc.

Da notare inoltre la barra delle schede, il cui colore cambia in base al colore predefinito del sito web (esempio per lffl avremo una toolbar rossa), funzionalità che possiamo comunque disattivare dalle preferenze di Vivaldi.
Come per Opera, anche in Vivaldi troviamo lo speed dial, le anteprime delle tab e cestino per ripristinare le schede recentemente chiuse, in basso troviamo anche i controlli dello zoom, nei prossimi aggiornamenti avremo anche a disposizione la sincronizzazione dei segnalibri, password ed impostazioni e nuove estensioni dedicate.

Vivaldi Browser - Preferenze

Stando agli sviluppatori di Vivaldi, il nuovo browser web dovrebbe offrire una navigazione molto più veloce di Chrome e dell’attuale Opera (browser sempre basato su Chromium).

Vivaldi è già disponibile per Linux (pacchetti deb e rpm solo per sistemi 64 Bit), Microsoft Windows e Apple Mac.

Home e Download Vivaldi

  • AndreD

    Peccato che sia fatto solo per l’architettura a 64bit

    “ERRORE: vivaldi non è disponibile per l’architettura ‘i686’.

    Nota che molti pacchetti potrebbero aver bisogno di una linea aggiunta al loro PKGBUILD

    come ad esempio arch=(‘i686’).

    ==> ERRORE: Makepkg non è riuscito a compilare vivaldi.

    ==> Riavviare la compilazione di vivaldi [s/N]”

  • ananda

    installato e…devo dire che in quanto a velocita’ e leggerezza…e’ il miglior browser mai provato.

    • abral

      Ma se è basato su Chromium, la velocità sarà sempre più o meno quella…

      • ma infatti… è come prendo una focus 1.6 tdci, gli tolgo il motore e lo metto su una smart…. magari da l’iimpressione di avere più ripresa, perchè la carrozzeria è più leggera ma la velocità è quella più o meno, il motore è sempre lui….
        quindi è impossibile che un fork di chromium sia più veloce di chromium a meno che non forkano anche il motore stesso (ma tanto si limitano sempre a ricostruire la carrozzeria attorno allo stesso motore quindi, cambia solo la leggerezza, ma non la velocità)

        • abral

          Si, e alla fine nemmeno tanto la leggerezza, perché la maggior parte della memoria utilizzata da un browser dipende dalle pagine web, non dall’interfaccia.

    • Sandro

      Tutta la velocità e leggerezza che hai notato (se l’hai notata) sta tutta INEVITABILMENTE al 100000% nella UI a contorno e non nel cuore del browser stesso che non sarà mai con questi fork non fork. Molti non lo capiscono.

  • Andreabont

    Graficamente è molto bello, ma, pur usando molto software opensource, l’insieme è proprietario.

  • a parte la grafica che per me è agghiacciante, ma va be… comunque basta questi browser uguali a chromium, non hanno senso di esistere… se abbiamo 10 browser di cui 7 hanno lo stesso motore di chromium, 2 hanno il motore i mozzila e uno è IE con il suo motore, in fin dei conti è come se avessimo 3 browser, potrei capire se si prende il motore di chromium per realizzare browser leggeri tipo midori, ma realizzare l’ennesima copia non ha senso… è uno spreco di tempo e di risorse, poi per carità facciano quello che vogliono col loro tempo, ma voglio proprio vedere quanta gente li utilizzerà.
    gia opera non è più tanto diffuso (non lo è mai stato tanto diffuso) pensa se i cloni di questo possano avere molta visibilità.

    non ne capisco il motivo

    • Be io però ammiravo il vecchio opera, con un browser facevo quasi tutto, mi mancava solo il terminale. Col nuovo non è così, se questo mi riporta la completezza di opera e del suo lettore di mail forse è un progetto che si discosta da chrome/chromium molto di più rispetto all’attuale opera e a otter per dirne un paio…

      • KSose

        Opera me lo godo da sempre come browser da mobile.
        Anche se dovrebbe essere un pelo più configurabile, ma è davvero completo. (sono uno che usa solitamente almeno 4 browser sullo smartphone)

        Da fisso assolutamente no…

        • concordo, opera mobile è forse il miglior browser per smartphone poco potenti, però la versione desktop non ha più motivo di esistere secondo me

  • ZaccariaF

    Il Prof. sicuramente apprezzerà, i linuxiani, come me, grideranno al fork che vale come il reddito di un disoccupato e gli altri scrolleranno in giù, non serve spendere altro inchostro digitale, meglio essere telegrafici anzi STOP.

  • KSose

    “…e dell’attuale Opera (browser sempre basato su Chromium). ”
    Quindi anche opera è Chromium Based?

    A questo punto concordo con chi dice che sia fatica sprecata…
    Vuoi cambiare un browser graficamente fai un tema.
    vuoi migliorarlo, aggiungici servizi che nessuno si sogna mai di dare agli utenti.
    Tutela al tracking e alla privacy.
    Allora si che posso capire, come progetti come torbroser, SWiron, etc etc..
    Li trovo più utili e sensati.

  • Claudio

    Le uniche funzioni di opera 12 che mi interessa è la possibilità di mettere le schede private insieme a quelle personali e quella che permette di avere più schede affiancate orizontalmente o verticalmente nella stessa finestra del browser. Ci sono? Se si, mi interessa ed hanno implementato una funzione, per me accattivante; se no, se lo tenessero pure

  • Leonardo

    Oltretutto avere tutti questi browser basati su chromium è un problema anche per la sicurezza. Il bug di uno è il bug di tutti.

    • Claudio

      Voglio tanto sapere quanti discorsi di questo tipo sono stati fatti per tutti i browser basati su firefox

      • i fork di firefox non sono così tanti in giro.
        a parte firefox, iceweasel, e icecat (che alla fne questi sono semplicemente firefox totalmente free) ce ne sono davvero pochi, invece negli ultimi anni mesi non fanno altro che nascere nuovi browser con webkit, non so quanti ne hanno fatto nell’ultimo anno, ma troppi, e alla fine non se ne sente più parlare… semplicemente perchè sono destinati a fare questa fine, a parte midori che anche se non lo uso perchè avendo un PC sufficentemente potente, non vedo il bisogno di usare un borser minimale che poi magari ha problemi con alcune pagine o contenuti, però almeno midori ha senso, ovvero portare le caratteristiche di browser grandi, in PC vecchi e poco potenti, infatti è anche l’unico a parte chrome e iron ad essere un fork di chromium che ha una certa importanza.

        invece i fork di firefox hanno senso, iceweasel perchè per il team debian la licenza di firefox andava in contrasto con le politiche debian, ma comunque è firefox, mentre icecat è ha senso perchè consente di usare firefox in sistemi totalmente free, in quanto questo è firefox senza il supporto alle varie tecnologie closed che mozilla è stata obbligata a mettere in firefox per non perdere terreno rispetto agli altri browser

        • esattemente la metà dei derivati da chromium , per ora !!!

          • mi era sfuggito anche il broser di tor… anche quello è un fork di firefox… comunque quelli di chromium ormai sono diventati incontenibili…
            mannaggia a quella maledetta licenza BSD…

        • Claudio

          So bene cosa è iceweasel visto che sono un utilizzatore di debian. Il punto è un altro: se uno mi dice che “il bug di uno è il bug di tutti” questo vale sia per il closed che per l’open. La mia battuta/riflessione è che una frase del tipo non l’ho mai sentita quando si chrome non c’era e uscivano browser basati su firefox in quantità. Oppure, peggio, quando escono le EDI. Iceweasel, icecat, tor, midori, ecc possono tutti avere un senso, ma, come dice Leonardo “un bug per incatenarli tutti” e vale sia per l’open che per il closed.
          Anche per il kernel linux vale lo stesso problema: “un bug per incatenarli tutti”. E tutti sappiamo quante distro si basano sul kernel linux. Spero solo di non generare una polemica inutile (potremmo chiamarla Ennesima Polemica Inutile)

          • Claudio

            Ho sbagliato: la citazione era di Fesion, non di Leonardo

          • ahh sii su quello hai ragione…. comunque non intendevo dire che non sai cosa è iceweasel… ti avevo risposto in quel modo perchè pensavo che intendevi dire che anche firefox ha tanti fork.. e così ti ho risposto in quel modo..

            ma evidentemente avevo capito male.. comunque si se la metti così hai ragione.. in fondo fork del genere è inevitabile che si portano dietro i bug del progetto madre (a meno che ad esempio non creo un fork di firefox, ma poi mi slego da lui, e divento indipendente)

          • Sim One

            Sono d’accordo.
            L’unico appunto corretto che è stato fatto è l’espressione di perplessità: “…un browser closed?” che posso condividere.

        • michele casari

          infatti midori è il browser per Raspbian

  • Pimpi

    Ma ancora un browser closed? Cocciuti proprio…

  • Box2Tux #LinuxITA

    Per favore basta con i fork di chromium!!!
    Tra l’altro ce ne sono molti altri simili a opera 12.
    Basta con fork inutili!!!

    • Agostino

      “Basta con i fork di tutti i browser” bisogna dire!!!
      Forkate gli engine ma non gli involucri UI. Solo così avrebbe un senso logico al massimo.

  • EnricoD

    aggiungerei … forkate, fate fate, buttate il vostro tempo, ma certi nomi appartenuti a certi personaggi evitate di usarli… violenza veramente gratuita

  • rico

    Macchinoso nella configurazione e gestione, veloce come gli altri, anzi meno di Midori. E non ha uno straccio di estensione o addon.

  • Box2Tux #LinuxITA

    Io dico, fare i fork è giusto, ma quando è utile, io stesso sto creando un fork di budgie-desktop, ma io lo faccio perché ho idee diverse rispetto al team di budgie che vuole fare un OS, mentre io solo un DE.

  • Davide Dallara

    mi intriga di più il project spartan, se proprio ne devo trovare uno da usare al posto di rekonq

  • abral

    Tutti questi browser “alternativi” che promettono velocità maggiore degli altri quando in realtà usano sempre lo stesso engine sono ridicoli.

  • siamo a quota 20 browser web basati su chromium : list.ly/list/RmT-browsers-based-on-chromium , voi direte ma che ce ne facciamo di cosi tanti browser ? Io direi lo stesso per le distro : è la libertà !

    • Ma un unico progetto fatto bene?

      • Luca Cavallaro

        esiste e si chiama Chromium

        • chromium e midori sono gli unici browser chromium based che hanno senso… non conto nemmeno chrome perchè quello è chromium solo con l’aggiunta degli spyware di google e pepper flash integrato.
          quindi a parte questi 2 che ho citato per me gli altri possono pure sparire tranquillamente.

        • Era inteso, al posto di farne venti facciamone uno solo…

  • Leonardo

    altro inutilissimo software proprietario (freeware) basato su Chromium

  • Dario

    tra l’altro il menu delle opzioni è scopiazzato dalla beta di firefox 36

  • adalberto santarelli✰✰✰✰✰

    ho letto i vostri post e mi è passata la voglia di provarlo

  • comunque è sbagliato secondo me dire chromium la versione opensource di google chrome… perchè così sembra chromium che è derivato da chrome, invece è google che ha preso chromium e ha realizzato chrome aggiungendosi i vari spyware…

    quindi è più opportuno dire… chrome la versione closed di chromium 😀

    ovviamente è una pignoleria… tranquillo roberto… non pretendo che cambi… era solo per precisare.. perchè poi la gente pensa davvero che chromium è derivato da chrome e non il contrario

  • MoMy

    Un browser può essere veloce quanto volete, ma se dopo devo usare millemilla filtri, adblock, anti-popups e roba varia per difendermi da pubblicità moleste, allora tanto vale.

    A proposito Roberto, il tuo blog mi carica dei cookie di siti porsei e relativa pagina. Se lo scopre mio nipote perderà quei 2-3 decimi di vista che possiede. 😛

  • Marcantonio Manicone

    Mmm.. La aggiungo sulla lista di browser/programmi da testare 😉

  • VainerHydra

    Sto iniziando ad usare Vivaldi mentre scrivo, ma la prima mancanza che si fa notare è la gestione problematica delle estensioni.
    Per una navigazione tranquilla, serena e veloce, estensioni come AdBlock sono indispensabili. Non esiste che ogni volta che visito un sito o un blog mi si apra una finestra di popup con offerte telefoniche, viaggi turistici, siti di poker online o roba porno.
    Bloccare la pubblicità su internet, dal momento che non viene assolutamente filtrata con buon senso (la pubblicità del gioco d’azzardo non è illegale?) è un diritto di ogni “webnauta”

    • altermetax

      Bah… devi guardare siti parecchio strani… a me le pagine pop-up si aprono soltanto in alcuni siti che visito un paio di volte al mese…

No more articles