Clement Lefebvre ha annunciato il rilascio della versione stabile di Linux Mint 17.1 Rebecca XFCE, le novità e come scaricarla.

Linux Mint 17.1 Xfce
Quasi in concomitanza con il rilascio della versione con ambiente desktop KDE, i developer di Linux Mint hanno rilasciato la nuova 17.1 Rebecca XFCE. Linux Mint 17.1 Xfce si basa su Ubuntu 14.04 Trusty LTS, versione che sarà supportata fino ad aprile 2019 includendo diverse novità e aggiornamenti vari. Tra le novità introdotte in Linux Mint 17.1 Xfce troviamo due window manager: Xfwm (il wm di default in XFCE) e Compiz (wm che include numerose personalizzazioni, animazioni ed effetti vari tutti gestibili da CCSM). E’ possibile impostare il Window Manager Xfwm o Compiz dalle impostazioni di XFCE, andiamo nella sezione Impostazioni Desktop e in Windows scegliamo il nostro WM preferito.

Linux Mint 17.1 Xfce Rebecca include inoltre il supporto Blu-Ray per Xfburn e alcune personalizzazione / migliorie per Whisker Menu, inoltre la nuova versione include tutte le migliorie introdotte nella versione con Cinnamon e Mate come ad esempio il nuovo gestore delle lingue unificato e la nuova versione del gestore degli aggiornamenti (Update Manager) ecc.

Per maggiori informazioni:

Note di rilascio Linux Mint 17.1 Xfce
Download Linux Mint 17.1 Xfce
Home Linux Mint

  • Sim One

    Non capisco come Mark non riesca a fare una distro come questa.
    Sarà lo sfondo o lo screensaver?

    • XfceEvangelist

      Come non quotarti, secondo me è invece il global menu o i pulsanti delle finestre sulla sinistra.

    • Brau

      [troll] Si vede che non riesce ad implementare i lens di Amazon [/troll]

  • SW

    Niente di particolarmente interessante..
    Se non aggiornassi LM alla versione 17.1, la 17 sarà comunque supportata fino al 2019?

    • Leonardo

      Si. Tutte le versioni 17.x avranno supporto fino al 2019.

  • alex

    si può fare l’avanzamento da 17 a 17.1? (xfce)

    • alex

      mi rispondo da solo: l’avanzamento è andato a buon fine ma gli effetti di compiz – per ora – non funzionano. si accettano consigli 🙂

      • EnricoD

        abilitalo dalle impostazioni e poi mettilo in avvio aggiungendolo dal sottomenu sessione e avvio (ora non so come sono strutturate le opzioni di Mint perché non lo provo da tempo, perciò devi fare lo sforzo di cercarle da solo :P)

        Name: Compiz
        Description: Compiz
        command: compiz –replace

        • alex

          grazie, avevo già risolto da solo in effetti, ora tutto ok, mi ero dimenticato di fare il log out. cmq grazie.
          ps. non sono un pigro, lo sforzo l’ho fatto 😛

          • EnricoD

            figurati se volevo darti del pigro 😉 è che di solito fornisco anche i percorsi, però mint è da un po che non la provo quindi non li so 🙂
            bene, bene, l’importante è aver risolto 😛

  • Diego Bilo

    Non mi piace l’idea di inserire di default quel mattone compiz.

    • EnricoD

      lo puoi sostituire facilmente 🙂

  • Guest

    Da ex mint-user dopo il passaggio a LTS veramente non colgo il senso di Mint ormai.
    Prima era un compromesso fra pacchetti recenti e pacchetti obsoleti (troppo obsoleti…ecco per cui ex-user) ma stabili e con una strana politica di packets update, ma da quando è passata a LTS veramente non capisco la differenza fra questa distro e similari #buntu *

    • matty

      Il senso? Be’,Cinnamon ha una user experience adatta a chiunque,alcuni strumenti di configurazione sono ben fatti,Nemo è quello che era Nautilus in epoca pre-ultrasemplificazione.
      Niente che non si possa aggiungere ad Ubuntu,certo,ma se devo trasformare Ubuntu in Mint allora..

      • SW

        Beh LM è utilizzabile out-of-the box: già tutti i codec installati, flash player, java.. Inoltre non è pesante come Ubuntu con Unity, gli aggiornamenti sono testati ed è ben curata esteticamente (che non guasta mai :P)

    • EnricoD

      beh, Mint viene rilasciata When Ready, e questo mi sembra importante. Ogni versione di Mint che ho provato era perfetta, senza alcun bug fastidioso, al contrario di una *buntu che viene rilasciata in date precise e come è te la tieni, giustamente, o comunque devi metterci mano sopra post installazione (conviene aspettare sempre un po prima di installare una nuova versione di *buntu, almeno la .01). Mint è curata, ha tutto ed è perfetta per un utente che non vuole smanettare troppo, poi anche il tema è curatissimo e questo è importante…
      poi non dimentichiamoci di Cinnamon 🙂

  • Ermy_sti

    Ho 2 domande:

    1. Ha gli stessi repository di xubuntu?

    2. Se si abilita compiz chi ha nvidia (o ati) ha ancora problemi di refresh tearing verticali?

No more articles