Buone notizie per il progetto Librem 15, il notebook open source verrà prodotto grazie agli oltre 300 mila dollari raccolti sul portale Crowd Supply.

Librem 15
Circa un mese fa abbiamo segnalato la raccolta fondi dedicata a Purism Librem 15, personal computer portatile di fascia alta basato su una distribuzione Linux interamente open source. L’idea del notebook Librem 15 è quella di offrire agli utenti un personal computer portatile potente e versatile basato su un sistema operativo libero con tanto i driver, software, firmware ecc completamente open source. La distribuzione scelta è Trisquel 7.0 un sistema operativo basato su Ubuntu 14.04 Trusty LTS che rimuove tutti pacchetti non-free, driver, codec proprietari ecc oltre ad includere Kernel Linux-libre 3.13 a bassa latenza con scheduing bfq di default, e Gnome Fallback come ambiente desktop di default (per maggiori informazioni).

La raccolta fondi sul portale Crowd Supply ha superato i 250.000 dollari richiesti per avviare la produzione e commercializzazione del nuovo notebook “libero” il quale includerà:

display: 15.6 pollici con risoluzione FullHD (1920×1080 pixel) o 4K (3840×2160 pixel)
processore: Intel i7-4770HQ quad core da 3.4GHz
scheda grafica: integrata Intel Iris Pro Graphics 5200
ram: 4 Gb che possiamo espandere fino a 32 GB
storage: hard disk da 500 GB che possiamo espandere fino ad 1 TB o SSD
masterizzatore: Supermulti DVD RW
porte: 3 USB 3.0, 1 RJ-45 Ethernet, 1 HDMI, Mini-TOSLINK e Card Reader
connettività: Gigabit Ethernet 10/100/1000Mbps e Wireless 802.11n
dimensioni: 375 x 244 x 22 mm
peso: 2.0 Kg
sistema operativo: Purism GNU/Linux 64-bit (basato su Trisquel Linux)

E’ possibile prenotare Librem 15 a partire da 1449 dollari (circa 1190 Euro), al momento dell’ordine possiamo inoltre aumentare ram, storage ecc.

Home Librem 15 in Crowd Supply

  • Fabri

    A giudicare dalla componetistica,altro prodotto per figli di papa
    archiviato

    • Pino320

      Non so se lo prenderanno i figli di papà. Fatto sta che a quei prezzi si compra un MacBook Pro i7 con 16 GB RAM 🙂

      • aldo

        MacBook Pro i7 a 1200 euri????? Intendi rubato?

        • Pino320

          Vai sul sito, prova ad ordinare il Librem, aggiungi un po’ di ram, SDD, Schermo ultra HD e superi tranquillamente i 3000 USD!

      • Sul sito della Apple un MacBook Pro da 15 pollici costa dai 2000 euro in su…

  • CF

    costoso ed inutile giocattolo per ricchissimi radical chic.
    Quando leggo che ci sono livelli di fanatismo così “alto” mi viene voglia di tornare da mamma microsoft

  • se li facessero anche di fascia bassa e media a prezzi competitivi rispetto ad altre marche sarebbe perfetto, magari in futuro quando dovrò sostituire il notebook potrei anche acquistarne uno.

    ma se costano così tanto e sono solo di fascia alta, non me li posso permettere, e poi se spendo questa cifra voglio come gpu una gtx 860m almeno (visto che questa scheda si trova anche in portatili da 1000 euro circa e anche qualcosina meno) che rispetto ad una iris pro è tutta un’altra cosa come potenza.

  • demic78

    Interessante progetto.. peccato che costi più di un mac pro… e meno male che il software è libero… Almeno poi non ci si lamenti dei prezzi dei mac!!!

    • pj

      in un mac non ti vendono mica il software … quello te lo paghi a parte. chi usa linux non è per una soluzione di ripiego perchè non può permettersi un mac. la differenza con questo prodotto anche se costa, è che sei sicuro usando linux di non avere casini con qualunque roba closed.

      • pj

        all’interno del pc ovviamente.

      • RiccardoC

        non necessariamente, io ho preso il macbook perché era quello che più combaciava con le mie esigenze; se ci fosse stato un computer linux paragonabile lo avrei preso volentieri anche se avesse avuto un prezzo simile al macbook (ai tempi la cosa più vicina era il Dell Xps 13 Developer Edition, ma avevo “solo” 8GB di ram non espandibili ed io ne volevo almeno 16).

        • pj

          scusami, ma non ho capito il “non necessariamente” in risposta al mio ragionamento. ai tempi non esisteva, hai detto bene, quindi non è una scelta dettata dall’esigenza di spendere meno di un mac.

          • RiccardoC

            scusami, in effetti mi rendo conto di avere letto male il tuo post, mi era sfuggito un “non” 🙂
            Sono d’accordo con te, per certi lavori, tar cui il mio, linux è una scelta di prima categoria, ho preso il macbook solo perché aveva un hardware maggiormente rispondente alle mie esigenze; forse in futuro potrei prendere un Librem, se il paragone con il macbook di allora reggerà.

    • RiccardoC

      io credo che quelli che dicono che i macbook sono troppo cari non abbiano idea di quello di cui stanno parlando; di fatto io non ho ancora visto un computer di altre marche con pari caratteristiche (anche di design, peso, autonomia etc. – un ultrabook molto pompato insomma) che costi sensibilmente meno.
      I computer fatti bene costano, se no uno si accontenta di quello che ha con la fascia base di asus e compagnia bella (costano la metà ma c’è un abisso)

  • A prima vista non mi sembra male, potrebbe essere una buona alternativa ai MacBook.
    Comunque hanno detto che faranno anche un modello da 13 pollici 🙂

    • più che un 13 mi interesserebbe altri 15 pollici a prezzi onesti di fascia media e bassa così che magari mi ritrovo per 300 euro un notebook che di un’altra marca a parità di prestazioni ne costa 350 o 400.
      comunque 1200 euro (sempre che non fanno la conversione 1:1 dal dollaro) non li spenderei mai per avere come gpu una iris pro.
      per carità è buona per essere una integrata, ma a 1200 euro esigo almeno una gtx860m che alla iris pro gli fa il cu*o.

      • Passante

        Se il tuo obiettivo è vendere un laptop 100% compatibile con software libero non mi sembra furbo mettere una gtx860m dato che è supportata in modo pessimo. Inoltre, riguardo al prezzo, bisogna tenere conto che le granzi aziende che se ne fregano del software libero possono permettersi prezzi minori perchè producono su una scala leggermente più grande.

        • si cio che dici è vero… acer asus lenovo ecc… vendono a grandi scale quindi posson oavere prezzi più bassi…
          ma non diciamo che una gtx 860m è malsupportata… certo se si vuole avere software solo free allora non vai da nessuna parte perchè i driver video nvidia open source fanno pena, ma se parliamo di supporto alla tecnologia optimus non c’è nulla da dire… bumblebee funziona alla grande, ci convivo da quasi 5 anni con integrata intel + gt540m con driver proprietari, e non ho mai avuto problemi, visto che tanto è attiva sempre la scheda intel e la nvidia la attivi solo quando vuoi maggiore potenza…

          • Passante

            Già, ma perdi il punto… il valore aggiunto è che quel portatile funziona solo con software libero. Se così non fosse cosa cambierebbe prendere un qualunque portatile e metterci GNU/Linux? Si parla di supportare un progetto dove mette la libertà dell’utente in primo piano. Ricordo che tutti gli OEM nel loro sito leggi: “Tizio consiglia windows.”, in pratica li paghiamo per andarci contro.

          • io ti dico… se li facessero anche di fascia media e bassa potrei pure prenderli quando dovrò sostituire il mio notebook, ma io non mi posso permettere di spendere oltre ai 500-550 euro per un portatile.
            poi io voglio che intel faccia quelle dannate iris pro sulle cpu di fascia bassa, che senso ha una iris pro su in i7??
            quasi nessuno perchè spesso chi prende una cpu i7 è perchè vuole potenza e chi vuole potenza sceglie soluzioni grafiche dedicate, per quanto sia buona una iris pro (all’incirca ha quasi la stessa potenza della mia gt540m), però non può competere con le dedicate nvidia che trovi in notebook di quel prezzo (ora non mi riferisco a questi notebook, ma in generale ai notebook che montano una iris pro), è questo che non capisco… intel ha fatto un’ottima gpu integrata finalmente, ma praticamente non la sfrutta perchè la tiene solo in cpu di fascia alta dove nella maggior parte dei casi si compra anche una gpu dedicata.

            per questo secondo me su un i7 in fin dei conti va bene anche una integrata meno potente come una hd 4400 o una hd4600, invece le cpu che necessitano di potenza grafica sono quelle CPU che costano poco come gli i3 e gli i5 così almeno puoi comprare anche un notebook senza scheda dedicata perchè tanto con la iris pro ci fai gia parecchio cose dal giocare ai lavori multimediali

  • Felix

    Ma scusate.. no così tanto per dire… 1200 euro per avere solo freesoftware e qual’è il desktop??? (l’esperienza utente la fa il DE non tanto il case di metallo????)
    Non è ch per essere free e open source costa un tantitno troppo?? col valore aggiunto del DE abbastanza basso l’unico valore aggiunto è il termine Free Open Soure.
    Boh. Personalmente? non lo comprerei.
    Anche se il case del NB è molto figo.

  • Jackladen

    mhmmhmh…. di sicuro questi non si compreranno la coca con i miei soldi!!!!

  • MoMy

    Un portatile con hardware pari-pari a questo sotto i 1.500$ lo si trova?
    Ho i miei dubbi. :p

    • un mio amico ha preso un lenovo a 1000 euro con i7 non ricordo esattamente il modello, con hard disk ibrido (sshd non ricordo se da 1tb o da 500gb) e con gpu nvidia geforce gtx860m
      schermo fullhd non ips (mi sembra che intorno ai 1600 euro vendono il modello con schermo ips 4k) e 16 o 12 non ricordo gb di ram

      preso alla comet quindi nemmeno spulciando in giro su internet.
      e nei 1000 euro era compresa anche la licenza di windows 8.1 mi pare.
      diciamo che secondo me 1500$ sono tantini per quel notebook

      • dark_brain

        fuori il nome e il modello.. (pleeease). slurrrp.

        • lenovo y50-70

        • KSose

          era quello che avevo postato sopra 🙂
          http://www.amazon.de/Lenovo-No
          meglio comprarlo in germania si risparmiano almeno 300€ sia sul modello fhd sia sul uhd

    • Cosimo

      N550JK-CN015H

      • MoMy

        Bella macchina. :p

  • comunque nonostante tutto, sono felice che questo progetto sia andato in porto, trovo che sia una bella iniziativa, e vedere che la raccolta fondi ha superato l’obbiettivo può solo che essere una cosa positiva, speriamo che in qualche modo Librem riesca a cambiare nel suo piccolo la cosa, speriamo che la gente inizi a conoscere il mondo open e la libertà software.

  • Leonardo

    ci voleva un progetto indipendente con raccolta fondi per tirare fuori un hardware di classe con Linux preinstallato ad un prezzo ragionevole!! ci fosse un produttore UNO della grande distribuzione che abbia proposto un hardware decente, design decente, con processore serio e scheda video seria, video sopra i 13″ e soprattutto senza M$ Finestre

  • RiccardoC

    finalmente un computer libero di fascia alta! Personalmente lo preferirei 13″, ma è un buon inizio; se avrà successo spero proprio ci saranno altre varianti.

    • ZaccariaF

      L’ importante è dimostrare che si può creare un PC di fascia alta, senza dover ricorrere a software proprietario… Oltretutto questo gli garantirà una vita utile molto più lunga perché si potranno, credo, aggiornare anche le componenti del BIOS/EFI, scheda grafica ecc, aggiungendo funzionalità e/o risolvendo problemi.

      • RiccardoC

        esatto, a me è un po’ dispiaciuto quando ho visto che erano ben pochi i computer che rispettassero le mie esigenze lavorative ed ho “dovuto” prendere un macbook (del quale peraltro sono pienamente soddisfatto, ma avrei preso volentieri un computer linux analogo come appunto potrebbe essere Librem)

      • Roberto Giuffrè

        Il problema è la vita della batteria. Inteso che finiti i suoi cicli poi non le trovi mai a meno che non sia la stessa di modelli di marche famose e si possa attingere a quelle.

        Per esempio io ho trovato casualmente la tastiera per un portatile Hannspree da 12″ perché una volta smontata e messo il suo part number su Google ho scoperto che era la stessa usata da alcuni Asus.

        • ZaccariaF

          Ti sei un po’ risposto da solo, si punta a fornire ferro apparentemente non o difficilmente sostituibile, in realtà si servono tutti dagli stessi, quindi la compatibilità delle singole parti, tra i vari tipi di portatili rimane alta xD

          La parte più comica l’ ho vista con gli schermi dei portatili, de facto li produce la stessa ditta per tutti gli OEM del globo terracqueo, anche se cerca disperatamente di mascherarsi. (ಠ⌣ಠ)

      • qwerty

        il titanium powerbook di inizio millennio era un PC di fascia alta (2500 euri o meglio 5000000 lire), sembrava uscito da un altro pianeta rispetto agli altri portatili. E non aveva bisogno di firmware o driver proprietari, e infatti sotto linux powerpc vedeva tutto.
        Si può fare, ma non si vuol fare, visto che controllando driver e firmware influenzi l’obsolescenza della macchina.

        E infatti Jobs non è diventato un “genio” per i mac con openfirmware e sistema macos, ma per ipod che non fungono come trasferimento files e iphones con sistema di app blindato. Ce stanno a cojona’.

        • dark_brain

          era un genio si, ma del suo portafoglio x)

    • Hai detto bene: fascia alta , anche se a quel prezzo un notebook con 17 pollici ce lo pigli tranquillamente. L’unica speranza è che venga commercializzato in quanti più esemplari possibile .

      • MoMy

        Esempio?

      • RiccardoC

        secondo me notebook 13, 15 e 17 sono rivolti a target diversi: dividendo l’utenza con l’accetta, i 13 per chi si muove molto, i 15 per chi si muove occasionalmente, i 17 per grafici e giocatori.
        Io rientro nella prima categoria, un 17″ per me sarebbe più un impiccio che altro, i soldi risparmiati su monitor e batteria più piccola li spendo meglio in RAM e/o SSD.

  • KSose

    Buona notizia …
    Almeno si comincia a muovere qualcosa…
    Ma con i prezzi non ci siamo ancora…
    Se paragonato a questa bestiola a 999€
    http://www.amazon.de/Lenovo-Notebook-i7-4710HQ-GeForce-Betriebssystem/dp/B00KH6PAT8/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1422366769&sr=8-1&keywords=lenovo+y50-70

    La cosa che mi lascia un pò perplesso, è stato il commento ad una risposta che mi aspettavo di un commesso della comet, alla domanda
    ….hai notebook freedos??
    “no, purtroppo, siete in tanti che lo chiedete…”

    quindi, c’è domanda. E se c’è domanda perchè non c’è la risposta commerciale di un’offerta?

  • Cosimo

    Per 900€ ho comprato un N550JK-CN015H….e Xubuntu va alla grande.

No more articles