In questo articolo andremo ad analizzare le principali novità che troveremo in LibreOffice 4.4.0.

LibreOffice 4.4.0
Manca ormai poco al rilascio di LibreOffice 4.4.0, nuovo ed importante versione che rende ancora più stabile e completa la suite per l’ufficio open source multi-piattaforma. Gli sviluppatori hanno lavorato molto in questi mesi nella correzione di bug e nell’introduzione di nuove funzionalità, in Writer 4.4 debutta Master Document Template, template per documenti mater (funzionalità che ci consente di gestire e creare documenti di grandi dimensioni come libri con capitoli ecc). LibreOffice 4.4.0 include importanti novità riguardanti la barra degli strumenti, gli sviluppatori hanno rivisitato alcuni collegamenti per migliorare l’accesso agli strumenti più utilizzati, ricordo che comunque la toolbar rimane personalizzabile direttamente dall’opzione “personalizza”.

In LibreOffice Writer 4.4.0 migliora l’elenco degli stili che include un’utile sotto-menu che ci consente di modificare o aggiornare lo stile corrente in base al testo selezionato (immagine in basso).

LibreOffice 4.4.0 - Elenco degli Stili

Con Writer 4.4 migliora anche la numerazione delle righe per intestazioni e piè di pagina e la barra di stato finalmente più comprensibile anche in display di piccole dimensioni / risoluzioni.
LibreOffice 4.4.0 migliora anche il foglio di calcolo Calc, la nuova versione include migliorie per le funzioni di statistica (in grado di fornire una valida alternativa ad Analysis ToolPak di Microsoft Excel), arriva inoltre la conversione diretta delle formule in valori statici e un nuovo menu contestuale per gestire i fogli.

LibreOffice 4.4.0 - Calc

Da notare inoltre che LibreOffice 4.4.0 risulta anche più veloce e reattivo grazie a diverse ottimizzazioni e l’implementazione basata sul framework OpenGL in VCL.

Per maggiori informazioni su LibreOffice 4.4.0 consiglio di consultare le note di rilascio disponibili in questa pagina.

Possiamo già installare / testare la release candidate di LibreOffice 4.4.0 per Linux, Microsoft Windows e Mac scaricandola da questa pagina.

Aggiornamento: LibreOffice 4.4 Stabile è finalmente disponibile, per maggiori informazioni consiglio di consultare il nostro articolo dedicato.

Home LibreOffice

  • xmattjus

    Vorrei sapere se ci sono guide dettagliate su come creare una distro personalizzata! Ci sto perdendo la testa con Ubuntu builder!!! Tanti bug e alla fine non si arriva mai a qualcosa che funzioni (ad esempio, nodm una volta funziona, altre 10 no)

    • Robbe

      Prova con remastersys

      • xmattjus

        Ho già provato anche con quello, ma creando un livecd che ha come utente root, le personalizzazioni fatte in precedenza non funzionano, e alcuni programmi non partono proprio al boot se l’utente è root (tipo il dm SLiM)

        • N-Di

          LinuxFromScratch

          /* basta ubuntu based, se volete fare una distro fatelo perche` avete in mete qualcosa di veramente nuovo e innovativo, altrimenti unitevi agli altri dev e date una mano */

          • TopoRuggente

            Sotto il profilo “filosofico” sono d’accordo con Fesion quì sotto, ma sotto il profilo pratico …. vedo solo 3 ragioni per fare una ulteriore distro.
            1) Ho un idea veramente nuova
            2) Applico talmente tante modifiche alla mia distro base che faccio prima a farmela nuova.
            3) Volevo provare, per la serie impara l’arte e mettila da parte

            Altrimenti, c’è bisogno di una mano

        • Simone Picciau

          Suse studio provato? fai tutto online poi scarichi la iso

    • Kib

      se vuoi c’è linuxfromscratch.org. Alla fine, dopo ore ed esperimenti, realizzi una vera e propria installazione personalizzata.

  • Guest
  • Bruno Wolf

    si può installare su hd?

    • si c’è la possibilità d’installarlo su hard disk

      • angelo

        Come??

  • Claudio

    Molto interessante!
    Ma, oltre a supportare AUR, si appoggia ai repository di Arch? O come Manjaro e Chakra ne ha di propri?

    • utilizza repository proprio che derivano comunque da arch linux

  • Peter

    Una live permanente è possibile con questa distro?

  • crey

    Non riesco a connettermi…. non mi trova nessuna rete anzi penso non mi trovi nemmeno il modulo wireless..

  • EnricoD

    bello

  • Carlo Sana

    C’è un modo di “fregare” questo tema e metterlo su arch (già installata)?

  • lupospelacchiato73

    Perchè sul mio asus 1025c non parte? Qualche idea?
    Grazie

  • il bello di libreoffice (e dei software opensource gratuiti in generale) è che ad ogni nuovo aggiornamento arrivano sempre una valanga di migliorie, ma rispetto alla concorrenza non devi pagare tanti soldi per averle

    • Ansem The Seeker Of Darkness

      io soprattutto adoro il suo stile vintage, ogni volta che lo riapro mi viene in mente il caro vecchi MS office 98 🙂

  • DottorGab

    Sì ma fino a quando non rilasciano un sistema di autoaggiornamento su Windows, questo resta un software castrato solo per Linux

    • https :// flosmind . wordpress . com/2012/02/22/libreoffice-auto-update/
      Esiste dal 2012…

      • DottorGab

        Sì, ma come funziona? …

        • mikronimo

          Aspetta… quindi lo sapevi e comunque te ne lamenti (tanto per trovare un difetto a tutti i costi)? Provato a fare una googlatina?

          • DottorGab

            Oh ma ce l’avete voi con il voler trovare ostili tutti i commenti; io dico semplicemente che dovrebbero migliorare il sistema di aggiornamenti per Windows che sembra un banale download ed installazione manuale. Dovrebbero renderlo migliore rendendolo più automatico

          • Brau

            <>
            Hai appena scoperto cosa vuol dire “aggiornamento” 🙂
            A parte gli scherzi, tu intendi un aggiornamento da fissare ad un certo orario? Quello sarebbe comodo, ma dovrebbero creare un sistema incrementale e/o che mantenga le impostazioni del precedente aggiornamento, in modo da renderlo silenzioso, esattamente come su GNULinux… Non so, prova a chiedere ai diretti interessati se una cosa del genere è fattibile…

          • DottorGab

            Io penso a Firefox. Basta che lo apri e lui fa controllo con nuova installazione “nascosta” senza che l’utunte ne soffra o ci metta semplicemente mano. È così difficile?

          • Fabio

            Beh no, infatti FF non fa altro che scaricare la nuova versione in background ed installarla al riavvio, ma tieni presente che:
            1)FF “pesa” una 30ina di MB, LO quasi 10 volte tanto, e non tutti hanno sempre una flat a disposizione (pensa a quelli che usano le chiavette per navigare)
            2) non tutti gradiscono avere aggiornata autmaticamente una suite di produttività per eventuali incompatibilità che ci potrebbero essere con alcuni software o con applicativi che interagiscono con questa. Nella nostra organizzazione ad es. neppure gli aggiornamenti di WinUpdate sono lasciati liberi di installarsi automaticamente, ma prima vengono testati su alcune “macchine tipo” e quindi installati su quelle degli utenti.

          • mikronimo

            Non è questione di trovare ostili i commenti, ma se conosci il problema, oltre che la soluzione, che senso ha venirsi a lamentare su un forum linux dei problemi che incontri su win, non capisco; poi non mi pare questa gran complicazione istallare la nuova versione: se non ricordo male su win basta disinstallare la vecchia ed installare
            la nuova, salvando la cartella delle impostazioni, che al momento non
            ricordo quale sia, rinominandola in qualche modo e poi sostituendola
            alla nuova cartella creata dalla nuova versione di LE; essere allergici alla operazioni manuali, ok, ma così mi pare che la cosa sia fattibile senza grossi traumi; la procedura veniva spiegata accuratamente (ai tempi) nel sito del majorana, ecco perché dicevo di fare qualche ricerca…

        • Non l’ho mai provato ma una volta era abilitato di default e infatti andavo subito a disabilitarlo. Che ricordi io ti avvisava che era disponibile una nuova versione e ti consentiva di scaricarla. Se non sbaglio premendo “download” ti apriva il browser direttamente sul file da scaricare e quindi partiva il download diretto.

      • Ermy_sti

        interessante questo auto update per windows mi interessa…ma dopo aver spuntato l’opzione come funziona? te li scarica automaticamente e poi ti fa partire da solo la richiesta di installazione?

        • https :// help . libreoffice . org/swriter/EXTENSIONS_HID_CHECK_FOR_UPD_DLG?Language=en-US&System=WIN&Version=3.5#bm_id9766533

          Meglio no?

          • Ermy_sti

            ah ok allora non serve a niente….effettivamente per windows senza auto aggiornamenti seri vale poco

          • invece direi che serve, ti faccio un esempio.
            Lo abiliti, e gli dici di scaricare gli aggiornamenti in automatico in:
            C:UpdatesLibreOffice
            Dopo crei uno script bat così:

            @echo off
            cd C:UpdatesLibreOffice
            for /r %%F in (*) do (
            msiexec.exe /i “%%F” ALLUSERS=1 /q /norestart
            del “%%F”
            )

            A questo punto crei un’attività schedulata all’ora che desideri che esegua lo script indicato.

          • Ermy_sti

            si ok ma dovrebbe esserci una procedura automatizzata a farlo sennò vale poco….come diceva Henry Ford : “C’è vero progresso solo quando i vantaggi di una nuova tecnologia diventano per tutti”.

          • L’aggiornamento automatico è pensato per le aziende piccole, medie e grandi dove solitamente la gestione del software è centralizzata e realizzata tramite script quindi direi che neanche serve per le aziende questa opzione, serve solamente per il privato dove basta il messaggio come per firefox, chrome e tutto il resto.

        • masfur

          Questa opzione avvisa di una nuova versione, non aggiorna nulla.

  • Comunque volevo provare Calligra che mi sembra migliorato molto ma vedo che c’è ancora il problema dei font sgranati…

  • Matteo Iervasi

    Utilizzo LO 4.4 da una settimana e devo dire che è molto migliorato in prestazioni rispetto a LO 4.3. Però nonostante tutto mi piacerebbe che implementassero qualcosa di più per le personalizzazioni, intendo se uno volesse lasciarsi l’interfaccia classica a menu bene, oppure se uno vuole un interfaccia tipo ribbon installa il tema e fine. Sarà anche un mio capriccio, ma tanti miei amici criticano proprio l’interfaccia di LO, e in effetti non posso dargli torto.
    Ho visto su internet che tanti avevano chiesto già questa domanda, ma nessuno ha pensato alla possibilità di poter permettere la coesistenza di più temi? Un po’ come Firefox, dove puoi seppur in modo limitato cambiare un po’ la grafica…

    • Ansem The Seeker Of Darkness

      concordo. l’interfaccia oramai è diventata antidiluviana. Piuttosto che tenere quella copiino piuttosto la ribbon!

    • ZaccariaF

      I temi esistono già da tempo ma credo che parlassi di interfacce, vero?

      Mi spiace fare il solito talebano, ma lo farò. 😉
      Un esempio perché nessuno si lamenta nel passaggio da MATLAB a Octave o da WA a Telegram?
      Semplice, i secondi sono copie carbone dei primi, la curva di apprendimento è nulla.

      Penso che l’ interfaccia di LO sia schifata solo perché diversa dalla Ribbon e che l’ utente medio voglia una fotocopia di Office, quindi il lavoro sta nel crearne una sua copia,
      senza finire in cause legali(essendo la Ribbon brevettata) o insistere nel pubblicizzare LO e la sua interfaccia mille volte più funzionale. (ಠ_ಠ)

      • Matteo Iervasi

        Si intendevo la possibilità di poter scegliere fra più interfacce 🙂
        Io mi trovo comunque bene con l’interfaccia a menu (la usavo anche con office 2002…) solo che mi piace di più la ribbon.

        Si ho letto che è protetta da brevetto e che può essere utilizzata nei programmi non direttamente conconrrenziali a MS office, però allora mi chiedo Kingstone Office? Perchè MS non ha intentato una causa legale contro la Kingstone dato che il suo prodotto è identico?

        • ZaccariaF

          Perché è cinese.

  • Speriamo pure che inseriscano una nuova interfaccia perché è sempre la stessa da anni.
    Per il resto LibreOffice a vita. 😉

  • Ansem The Seeker Of Darkness

    Gli serve una nuova interfaccia oramai, non nuove funzionalità. La stragrande maggioranza dell’utenza usa solo le funzioni di base, ma quando vedere quell’interfaccia scappa via a gambe levate. MS office ha rinnovato l’interfaccia 8 anni fa oramai, possibile che loro in 8 anni non siano riusciti a copiarne una nuova o a copiarla?!

    • LelixSuper

      A me l’interfaccia di Libreoffice mi è sempre piaciuta. Anzi quelle nuove di MS mi fanno pena, troppo confusionaria!

      • Ansem The Seeker Of Darkness

        basta mettere che sia opzionale no? come fa foxit reader su windows, puoi scegliere se volere la ribbon o no 🙂
        Io per esempio non mi ci trovavo con le tendine prima, e non mi ci trovo nemmeno ora, l’usabilità di MS2013 rispetto a libreoffice per me è infinitamente migliore ora come ora

        • TopoRuggente

          Certo, io ci mettere almeno una decina, ci sarà sicuramente qualcuno a cui non piace la attuale e nemmeno ribbon.

          Infondo perchè sprecare risorse in fare un buon programma che funzioni, quando possiamo un bloatware, ma “bello”.

          • Ansem The Seeker Of Darkness

            Tipica risposta di chi non ha capito cosa vuole l’utente medio.
            Se vede un programma brutto ed uno bello, fidati andrà sempre sul secondo. Se ha meno funzioni o funziona male, a meno che la situazione non sia drammatica rimarrà comunque con quello. Siamo nel 2015, è ora di iniziare a capire che l’occhio vuole la sua parte.
            Se tu dovessi scegliere tra una Ferrari completamente arrugginita e scassata, ed una punto nuovo, davvero preferiresti la prima?

          • ohh siii io prenderei assolutamente una ferrari scassata e arruginita… vuoi mettere andare in giro con una ferrari?? la farò sistemare 😀
            la punto mi fa anche schifo xD
            comunque l’utente medio conta poco per microsoft ormai, visto che tanto l’utente medio non spende centinaia di soldi per avere office ma molto probabilmente lo usa crackato, mentre alle aziende non importa della grafica ma importa la compatibilità con gli standard, la produttività e l’efficenza del software.
            diciamo che a microsoft ormai che office è ampiamente diffuso, non importa più nulla della gente che usa le crack per office, un tempo gli faceva comodo quando ancora doveva affermarsi, perchè la possibilità di crackarlo ha aiutato tantissimo la diffusione del software, ma ora che ormai è diffuso l’uso della crack su office non serve più ad aumentare il bacino d’utenza

          • TopoRuggente

            Infatti in italiano abbiamo una frase per indicare quel tipo di utenti.
            “Meglio perderli che trovarli”

    • lorenzo s.

      verissimo, mi dicono tutti che è orrendo, solo a vederlo
      anche l’occhio vuole la sua parte

      • TopoRuggente

        Me li immagino a comprare un cacciavite
        “Che ovvove, uno stile così retrò”.

        Libreoffice è uno strumento, come tale deve funzionare

        • poi ne prendono uno della chicco tutto bellino e colorato e si lamentano che non riescono a svitare nulla xD

        • lorenzo s.

          mi sa che potrebbe succede anche questo

  • Valerio Pizzi

    perchè se clicco sul pulsante di download mi rimanda alla pagina iniziale del sito?

  • Eduardo Villegas

    Non riesco a capire perché insistono su l’idea di una nuova interfaccia. D’accordo, sarebbe benissimo avere qualcosa esteticamente attrattiva.

    Io veramente me ne frego.

    Prima di tutto, è preferibile avere un programma funzionale che «carino» ma pieno di bugs

    • Valerio Pizzi

      fai conto che molti utenti (me incluso) si trovano completamente spiazzati davanti a un’interfaccia tipo ms office 2003.
      se libreoffice avesse un interfaccia più semplice da manovrare molti più utenti lo installerebbero al posto di ms office.

  • DeST

    Ragazzi mi aiutate? Ho provato ad installare i pacchetti eseguendo da terminale il comando “sudo dpkg -i *.deb” per la cartella main e il language pack, ma non mi ha creato le voci nel menu applicazioni. Ho riprovato anche dopo una ripulita con “sudo apt-get remove libreoffice* ”
    Sono su Lubuntu 14.10 e di solito la procedura mi funziona al primo colpo

No more articles