Intel ha ufficialmente presentato il nuovo Compute Stick, mini personal computer disponibile con Windows  oppure nella versione “lite” con Ubuntu Linux.

Intel Compute Stick
Tra le tante novità presentate al CES 2015 di Las Vegas troviamo anche un nuovo mini pc prodotto e commercializzato da Intel. Si chiama Intel Compute Stick, è un personal computer dalle dimensioni simili a Google Chromecast o una pendrive usb basato su processore quad core con 1/2 GB di memoria RAM e 8 / 32 GB di storage.
Il nuovo Intel Compute Stick sarà disponibile in due varianti; una con Microsoft Windows 8.1 preinstallato ed una versione più economica con Ubuntu Linux.

Le principali caratteristiche di Intel Compute Stick:

processore: Intel Atom Z3735F quad core da 1.33/1.83 GHz con 2 MB di Cache
gpu: Intel HD Graphics
ram: 2 GB (1 GB la versione con Linux)
storage: eMMC da 32 GB (8 GB la versione con Linux) espandibile tramite slot microSD
connettività: Wi-Fi 802.11b/g/n e Bluetooth 4.0
porte: 1 micro-USB 2.0, 1 HDMI 1.4a
sistema operativo: Microsoft Windows 8.1 with Bing o Ubuntu

Ecco un video dedicato ad Intel Compute Stick:

Intel Compute Stick sarà disponibile dal prossimo marzo a 149 dollari nella versione con Windows 8.1 e 89 dollari nella versione con Linux. Da notare inoltre che Intel ha in progetto di rilasciare anche una versione basata su processori Cherry Trail e (forse) una versione con CPU Core M.

Home Intel Compute Stick

  • pntk

    si sa quanta autonomia abbia?

    • no dato che asus non ha rilasciato info sulla batteria utilizzata comunque i nuovi intel sono davvero ottimi sto testando da venerdì il nuovo Asus Fonepad con Intel Atom Lexington Z2420 e lo caricato oggi utilizzandolo con il wifi 5/6 ore al giorno

      • pntk

        wow!!!!! sarebbe interessante vedere chi se la batte meglio in prestazioni/consumi tra i nuovi arm e i nuovi intel (anche se credo che intel sia ancora avanti)!

  • Alessandro Giannini

    Per molti aspetti superiore al Galaxy Note 2 della Samsung, ma mi chiedo se questa gara a chi fa lo smartphone più grosso faccia davvero bene ai produttori…. la maggior parte della gente che vedo in giro usa terminali di gran lunga più piccoli (e più tascabili)!

  • Giulio Mantovani

    cavoli questo si che è un gioiellino 😀 sarebbe un ottimo media center, 64 gb interni e puoi attaccare un hard disk esterno, fantastico 😀
    Io ho un Raspberry Pi, per testing e cazzeggio è perfetto, ma mi serve un media center molto compatto, questo qui si nasconde dietro la tv e non si vede in pratica…

    • mil

      Meglio Guleek i8

      • ekerazha

        Ma questo è Intel, il Guleek i8 è una cineseria.

  • alex

    Bello, ma non starà mai su direttamente attaccato alla HDMI. Era meglio se gli facevano un qualche apposito attacco e prevedevano direttamente un collegamento con il cavo…

    • Massimo A. Carofano

      O magari, proprio come Chromecast, sarà venduto con l’apposita prolunga HDMI..

      • alex

        La Chromecast non ricordo abbia una prolunga HDMI, l’ho collegata direttamente. Poi c’è il cavo usb per l’alimentazione.
        Questa a occhio è molto più grande e probabilmente pesante (e anche ben più potente… ), quindi non credo che si possa collegare in modo stabile direttamente. Bastava la possibilità di fissarla sull’attacco vesa della tv, anche solo su uno o due buchi visto che è piccolo.
        Comunque molto interessante.

        • Massimo A. Carofano

          Strano, nella mia confezione è presente una mini prolunga HDMI, sarà lunga circa 15 centimetri, giusto per far si che la Chromecast si posizioni in verticale (benché concettualmente si preferisca poggiarla in orizzontale su un piano).
          Si molto interessante come stick comunque!

          • alex

            Evidentemente non mi ricordavo nemmeno più che ci fosse, l’ho attaccata una volta direttamente alla HDMI e poi non l’ho più scollegata 🙂

    • metti qualche libro sotto fino a che non raggiungi un altezza tale da tenere su alto il dispositivo per non farlo pendere 😀
      io solitamente i libri (che non riguardano l’informatica) li uso come strumenti di rialzo per il notebook o per lo schermo del fisso

      • alex

        Pensa che c’erano delle proposte di design “moderno” fatte tutte di libri 😀

No more articles