Google ha rilasciato la nuove versione stabile numero 40 di Chrome / Chromium.

Google Chrome 40 in Linux
I developer Google hanno rilasciato in queste ore la nuova versione 40 di Chrome, il famoso browser multi-piattaforma. Chrome 40 Stabile migliora la finestra di dialogo per le applicazioni in Linux e Windows e risolve alcuni problemi legati alla cronologia dei messaggi d’errore. Importante novità del nuovo Google Chrome 40 riguarda il supporto per le applicazioni offline migliorato grazie a nuove API, migliora anche in sicurezza grazie alla correzione di svariati bug.

Chrome 40 per Android porta con se importanti migliorie a partire dal nuovo gestore dei preferiti / segnalibri con un’interfaccia grafica rivisitata per essere più semplice ed intuitiva.
Gli sviluppatori con Google Crome 40 per Android hanno migliorato anche lo zoom, per la versione tablet è inoltre possibile chiudere tutte le schede con una semplice pressione prolungata nel tasto “X” di ogni singola tab.

Per maggiori informazioni su Google Chrome 40 basta consultare note di rilascio disponibili in questa pagina.

Google Chrome 40 è già disponibile per Linux, Microsoft Windows e Mac direttamente dalla pagina ufficiale.
Per gli utenti che hanno già installato Google Chrome in Ubuntu, Debian, Fedora, openSUSE ecc basta aggiornare i repository ufficiali della propria distribuzione Linux per ricevere il nuovo aggiornamento.

  • Vincenzo

    Ma Chromium su Debian ha ancora problemi di API mancanti o i dev si sono messi d’accordo?

  • troll

    Dopo Chrome 99 si torna a Chrome 1? Che numerazione del cavolo.

    • EnricoD

      ehhh… un bel problema, veramente xD

      • Sim One

        Scherzi? Stasera manco ceno dal pensiero

    • Guest

      Perchè, chrome 100,101,102…sono vietati?

  • Valerio Pizzi

    e se voglio scaricare le ultime build di chromium? su quale sito devo andare?

    • Kim Allamandola

      Su Ubuntu non hai da scaricare nulla, ci sono i repo e ci pensa apt.

      È solo su Windows o OSX che si usano gli antiquati sistemi di distribuzione manuale dei pacchetti…

      • Franco

        Antiquate sono le fonti indirette e qua hai ragione al 10000000000000% e più. Dalle fonti ufficiali invece, non si è mai antiquati dato che vale anche per gnu/linux (il quale lo permette quando si vuole stare a diretto contatto scavalcando le manipolazioni di repo terzi).

      • Luca Cavallaro

        Su OSX e Windows, come GNU/Linux, Chrome si aggiorna da solo 🙂

      • Valerio Pizzi

        purtroppo sono ancora su windows…

  • Tomoms

    Ah… I bei tempi di Firefox 3.6, quando i browser usavano ancora un sistema di numerazione logico…

  • Sébastien Laphroaig

    Ma “OK Google” per pc Linux che fine ha fatto??? E il client per drive???

    • Kim Allamandola

      Ok Google lo hai direttamente dal microfonino che appare nel form di Google Search, Drive&c… Non andranno mai oltre l’uso on-the-spot quindi non credo vi sia un grande interesse a tema anche se qui andrei un po’ ot…

      • Sébastien Laphroaig

        A me sembrava di ricordare che fosse stato implementato always-on su pc Windows… Ricordo male???

    • Guest

      Il client per drive lo presenta assieme alla pace nel mondo il giorno in cui il sole sorgerà ad ovest e tramonterà ad est. 😉

No more articles