I developer Red Hat e Fedora hanno presentato GNOME Battery Bench tool per testare / analizzare il consumo della batteria.

GNOME Battery Bench
Uno dei problemi riscontrati principalmente dagli utenti Linux riguarda l’autonomia di un pc portatile in molti casi inferiore allo stesso sistema con Microsoft Windows. Per risolvere questo problema gli sviluppatori stanno lavorando molto i nuovi tool / soluzioni in grado di aumentare l’autonomia del pc portatile operando ad esempio sulle performance della cpu, retroilluminazione, gestione delle periferiche ecc. Esempio possiamo utilizzare Laptop Mode Tools (per maggiori informazioni), software in grado di abilitare la modalità laptop nel Kernel Linux semplicemente quando il pc viene alimentato dalle batterie. Dagli sviluppatori Red Hat / Fedora arriva il nuovo progetto GNOME Battery Bench software in grado di testare a fondo l’autonomia del nostro personal computer portatile attraverso una semplice interfaccia grafica.

GNOME Battery Bench consente di monitorare il consumo energetico del nostro pc portatile quando questo è alimentato dalla batteria, indicandoci anche il tempo stimato dell’autonomia nelle attuali condizioni.
Potremo quindi verificare come abbassando ad esempio la retroilluminazione, disattivando alcune periferiche ecc l’autonomia del nostro pc portatile può aumentare anche notevolmente, possiamo inoltre verificare come ad esempio un’aggiornamento del Kernel possa migliorare tutto questo ecc.

GNOME Battery Bench è un progetto ancora in fase di sviluppo, prossimamente sarà disponibile per le principali distribuzioni Linux.

Per maggiori informazioni:

Note di rilascio GNOME Battery Bench
Home GNOME Battery Bench

  • Tikol

    Lo sto usando per la prima volta, ma mi sembra molto strano che debba essere così… perchè lo schermo dovrebbe tendere così tanto al rosso? Inoltre, dato che devo avviarlo da terminale, mi tocca avere il terminale sempre aperto? Non c’è un file di configurazione?

    • Tikol

      Ok, lasciate perdere quella scemenza della seconda domanda, visto che basta fare un launcher…

    • Dario · 753 a.C. .

      lo schermo tende al rosso, poiché la luce BLU (presente nelle normali colorazioni) inibisce il rilascio di melatonina nell’iposfisi o ipotalamo (mo non mi ricordo quale dei due era) che è un’ormone che viene naturalmente rilasciato la notte e regola i ritmi del dì e della notte.

      in questo modo, con questa colorazione rossa, viene eliminato il blu e il nostro organismo riesce a rilasciare meglio la melatonina e quindi si dovrebbero avere minori problemi di insonnia.

      ste cose le ho studiatepersonalmente, ciao 😉

    • Tikol

      Qualcuno ha provato invece Calise, che si basa sulla luce rilevata dalla webcam? Opinioni?
      http://calise.sourceforge.net

  • Anna

    Io su KDE uso f.lux

    • maniuz

      anche io, mi pare decisamente migliore. su ubntu c’è anche l’indicator per gestirlo da interfaccia grafica

  • Falegnamino

    Io l’ho provato e disinstallato subito..non mi piacciono i colori che escono fuori:(

    • Tikol

      Anch’io, ho provato a usarlo per un giorno, con luce o senza luce, ma non fa proprio per me… il cambio di colorazione è esagerato.

  • Simel

    c’è già l’icona in basso, a che serve una estensione?
    cmq lo uso da anni, a chi l’ha sviluppato si merita qualche mio stipendio… che casualmente equivale a niente

No more articles