I developer Fedora hanno proposto di abbandonare il supporto per l’architettura 32 Bit a partire dalla futura versione 23.

Fedora
La maggior parte degli utenti che decide di installare una distribuzione Linux sceglie la versione 64 Bit. L’architettura 32 Bit è sempre meno utilizzata dagli utenti Linux, per questo motivo gli sviluppatori stanno pian piano decidendo di abbandonare il supporto per puntare su ARM architettura presente ormai in molti nuovi personal computer, tablet e server. A voler abbandonare il supporto per l’architettura 32 Bit / i686 troviamo gli sviluppatori Ubuntu, Arch Linux e ora anche Fedora i quali stanno discutendo di rilasciare la futura versione 23 solo nella versione 64 Bit e ARM.

Stephen John Smoogen, developer Fedora, ha proposto nel proprio blog di voler abbandonare il supporto per l’architettura 32 Bit / i686 e arm7hl già da Fedora 23, tutto questo poterà un notevole miglioramento nel mantenimento e sviluppo della distribuzione.
Il supporto per l’architettura 32 Bit potrebbe essere mantenuto dalla community di Fedora, sviluppatori di terze parti potrebbero dedicarsi a continuare a lavorare sull’architettura ormai scelta quasi esclusivamente da utenti con personal computer datati.

Tengo a precisare che è solo una proposta, nulla è ancora confermato.

  • eticre

    Dopo il recente fatto riferito all’ icona di skype meritano solo il fallimento

    • Mica solo per quello meriterebbero il fallimento… ma per tutta l’etica aziendale e per il monopolio ottenuto senza tanti scrupoli.

      • la vedo molto dura che microsoft possa fallire dato che anche se ubuntu touch si fa strada dovrà sempre pagare le royalty a microsoft come fa tutt’ora android http://www.lffl.org/2013/05/microsoft-nel-2017-incassera-piu-o-meno.html alla fine chi rischia di fallire è proprio canonical sopratutto se ubuntu touch sarà un flop

        • Leonardo

          Mah dai, non credo che Mr Shuttleworth sia così sprovveduto… dimentichi che Canonical è una società in utile 3.000.000$ (2009) in crescita su server e in espansione su cloud. In ogni caso, stando a Wikipedia, Ubuntu è coperto per eventuali fallimento dalla fondazione con dentro 10 milioni di dollarozzi (fondo di emergenza) che non sono pochi

          • Leonardo

            ops volevo dire 30.000.000$ (2009), per il cloud basta guardare qua: http://thecloudmarket.com/stats#/totals ed è solo Amazon EC2

          • Fabio Da Ronta

            Le royalty sono sul venduto. Esempio, se compri un chipset che fa da Encoder/decoder mp3, su quel chip c’è già incluso il prezzo della royalties.

          • T-Bag

            Fonte del dato sull’utile di Canonical?

          • T-Bag

            Mi rispondo da solo, la fonte è questo articolo del NYT
            http://www.nytimes.com/2009/01/11/business/11ubuntu.html?pagewanted=3&_r=0

            Peccato che l’astronauta ha dichiarato che il target dei 30milioni non è ancora stato raggiunto, ma si sta solo avvicinando, e peccato che 30milioni è il FATTURATO, non l’ultile.
            Ed è il fatturato di break-even, cioè il fatturato che garantisce il pareggio dei conti.

        • maniuz

          come mai anche ubuntu touch deve pagare le royality a microsoft?

          • perché utilizza sistemi brevettati da microsoft la stessa cosa che fa android

          • maniuz

            cavolo, nn lo sapevo.. e a uqesto punto mi chiedo: ma perchè? possibile che non potessero fare a meno di tali sistemi brevettati microsoft??

  • maniuz

    mi dispiace dirlo ma dal video che ho visto la ricerca di microsoft sembra più completa, se si ricerca informazioni su un termine (nomi di personaggi, eventi, ecc.). In un certo senso forse ha copiato anche da google che fornisce informazioni a destra se effetui particolari ricerche. Quella di Ubuntu cmq è una ricerca di tipo diverso, più efficace su aspetti come ricerche di canzoni (scope spotify o simili) oppure documenti (scope tipo google drive).

    • bing-o!

      ma perché su bing i risultati delle ricerche sono così pochi??? ad esempio, cerchi immagini di “cascate”. dice che ne ha trovato 31600. scorri verso il basso, piano piano appaiono altre immagini finchè si fermano. numero totale: circa 800 (le ho contate! in modo approssimativo, ma le ho contate). come si fa a vedere le altre che dice di aver trovato??? idem per le ricerche sul web.

  • js3

    ok, mi piace collezionare reazioni negative, per cui mi tengo pronto… 🙂

    win8, così com’è nel video, a me piace! forse è al limite dell’usabilità su un pc (l’avevo provato su portatile ed è stata un’esperienza terribile! un miscuglio senza senso e per niente organico di interfaccia metro ed interfaccia win7), ma per un tablet mi sembra veramente ben fatto. anche le ricerche, organizzate in quel modo, sembrano un passo avanti.
    resto, però, dell’idea che un sistema del genere è più finalizzato all’intrattenimento: foto, facebook, ricerche veloci (soprattutto visuali), cazzeggio vario in internet, meteo, ecc.
    ma, per come è concepito, credo che resti inutilizzabile (o comunque molto poco pratico) per lavoro o per qualcosa di più “serio”.
    per me la microsoft avrebbe dovuto sviluppare due sistemi: uno per tablet (win8) ed uno per pc (win7) e portarli avanti separatamente, un po’ come faceva la canonical qualche tempo fa.

    ok, adesso vediamo quante frecce in basso riesco ad ottenere! 🙂

    • js3

      tutto il mio discorso è solo basato su quello che ho visto. quindi, nessun riferimento a discutibili politiche commerciali della ms e ideologie varie e via dicendo.

      • Fabio Da Ronta

        Concordo in pieno

        • js3

          allora le frecce in basso te le becchi anche tu! 🙂

          • Brau

            Forse non te le danno perché bisogna registrarsi a Disqus per poterle dare, ma, a mio parere, il tuo discorso fila, non è da fanboy e sono d’accordo su quello che dice, quindi niente frecce in basso 🙂 Se volevi solo frecce in basso potevi prendere spunto dai commenti che trovi in quel famoso blog italiano su windows, per poi postarli qui 🙂

    • germano

      win 8.1 correggerà i difetti di win 8 primo tra tutti l’ assenza tasto start immagino si potrà decidere di entrare automaticamente nel desktop dopo l avvio .. detto questo win 8 è un ottimo sistema operativo stabile veloce nel boot migliore di win 7

      dopo alcuni mesi di utilizzo di win 8 posso dire che non tornerei mai a win 7
      il problema della mancanza del tasto start in win 8 si può correggere facilmente installando programmi come startisback o alternative gratuite

      creare due versioni tablet e desktop per l architettura x86 secondo me non ha senso in futuro tablet notebook si fonderanno in un unico dispositivo i fissi praticamente saranno destinati a settori di nicchia..
      forse il vero errore di microsoft con win 8 è stato quello di anticipare troppo i tempi

      ovviamente windows non ha ancora e forse non avrà mai la flessibilità di linux non è pensato per gli “smanettoni”

      • js3

        la cosa che mi è piaciuta meno di win8 è il mix metro/win7. cioè, se tutto il sistema avesse interfaccia metro andrebbe anche bene (per tablet): programmi ed applicazioni a tutto schermo, sistema di riduzione ad icona, ecc. ma se metti un qualsiasi programma non studiato apposta, allora ti ritrovi in win7 e la cosa a me è parsa molto fastidiosa. poi la chiusura delle applicazioni non è per niente intuitiva (nascondendosi, ma restando attive). il menu start è il minimo (già da tempo esiste il programma per averlo di nuovo). immagino che alcune cose le abbiano risolte o cambiate da quando l’ho provato io. ripeto: a vedere il video postato qua mi piace molto, ma non credo che ci si possa lavorare bene.
        hai detto bene: in futuro è possibile che useremo un unico dispositivo tablet/notebook, ma a maggio 2013 ancora questa realtà è lontana! immagina se avessero proposto interfacce touch sui vecchi cellulari…
        prima vorrei vedere una massiccia diffusione di notebook touchscreen, poi giustificherei un win8 anche su questi dispositivi

        • js3

          pensa che meraviglia un tablet messo in soggiorno o in camera, come fosse una cornice digitale: sempre acceso, con carrellate di immagini dal tablet stesso o da altre fonti web oppure con calendario ed ora. poi ti serve per qualsiasi cosa (social network, ricerche sul web, meteo, info su film, cinema, mezzi di trasporto, ecc), lo prendi e ci fai quello che vuoi. bellissimo! e per questo scopo a me sembra davvero utile e ben fatto.

          • maniuz

            ma in tal caso non servirebbe un processore i5 di sicuro 😉 quello che dici tu sarebbe un uso home. il tuo discorso cmq mi pare sensato e forse più produttivo di quello che vuole portare avanti la microsoft

          • js3

            i tablet sono ancora dei giocattolini… nessuno (credo) li userebbe come pc principale, vuoi per scarsa memoria, vuoi per tutti i loro limiti.
            per la potenza, prevenire è meglio che curare! così quando inizieranno ad esserci apps sempre più avide di risorse non ti ritrovi a dover cambiare tablet dopo un anno. 😉
            credo che ancora si debba dare tempo. pensa quando sono nati i primi cellulari che cosa erano…

            qualcuno si ricorda di johnny mnemonic? aveva la capacità di immagazzinare nel cervello fino a 160 giga di dati!!! ahahahahhaha
            ci si evolve in fretta… vediamo quando anche i tablet avranno caratteristiche tali da poter davvero competere con dei pc.

          • germano

            il problema è che fino ad oggi un i5 in un tablet non potevi metterlo per consumi dissipazione calore quindi determinati usi (montaggio video …) sono preclusi ma già con haswell si vedono importanti miglioramenti da questo punto di vista
            immagino che tra non molti anni avremo macchine con le dimensioni di un foglio A4 o meno capaci di svolgere qualunque tipo di compito

      • Andrea

        sta succedendo un pò quello che è capitato tra la serie win 95/98/Me e Vista in cui Vista era la novità, il cambio radicale (che come tutti sappiamo a fatto un flop) e poi win 7 che è stato decisamente il completamento di Vista……Ora da win7 stanno facendo il grande passo, e win8 è solo “una beta” di quello che arrivera nel prossimo futuro

        • Andrea

          correggo a con ha………..

      • js3

        dopo tanto tempo, mi sto preparando alla reinstallazione di win8 sul mio pc per ritestarlo un po’… vediamo se nel frattempo mi fa cambiare idea! (dubito, dubito… oh, quanto ne dubito!) 🙂

      • d4n1x

        I fissi un settore di nicchia? ti ci voglio vedere a fare grafica 2D/3D su un tablet, a programmare, a fare video editing, a battere documenti per ore, o a farci qualsiasi altro lavoro. Una volta i pc venivano usati principalmente per lavorare, e in futuro si tornerà a quello, mentre per l’utilizzo domestico si useranno tablet/smartphone televisori e quant’altro. E io allora mi domando se i so che si stanno producendo ora sono ottimi per i tablet ma pessimi per chi lavora quale sarò il futuro? e bene ecco cosa prevedo: Dopo tutta questa corsa a sviluppare il SO migliore per i dispositivi mobili, alla fine si ritroveranno un pò tutti a dover gestire due SO (come fa ora apple) altrimenti la via migliore è quella seguita da kde che ofre un interfaccia differente a seconda del contesto in cui è installata. In nome dell’usabilità e del mantenere uguali i SO mobile e PC si sta perdendo di vista lo scopo finale, con la conseguenza che questi DE (gnome) o SO (come windows) sono terribili sia su i PC che sui dispositivi mobili.

        • js3

          anche per me fissi e portatili da una parte e tablet dall’altra dovrebbero essere trattati separatamente.
          oltre gli esempi che fai, te l’immagini entrare alle poste o in banca e farti fare le operazioni con un tablet?? e, comunque, nella maggior parte degli ambienti lavorativi.
          i tablet sono un’ottima cosa, ma di sicuro non adatti ad ogni ambiente di lavoro. la maggior parte dei grossi strumenti scientifici, ad esempio, hanno software di gestione in computer fissi collegati agli strumenti.
          prendiamo i tablet per quello che sono: bellissimi strumenti per uso personale

          • js3

            in altri ambiti lavorativi possono anche essere utili (e già si usano strumenti simili), come per interventi stradali o su campo.
            potranno servire ai medici per fare il giro dei pazienti in reparto, a tecnici per fare dei rilevamenti su campo, e così via. ma i lavori da scrivania (uffici, grafica, programmazione, ecc) non credo che cambieranno così radicalmente!

  • js3

    sto scrivendo da win8…

    lo sapevo che non l’avrei dovuto fare…

    intuitività: -20! a quando a capire come diamine si chiudono le finestre o che applicazioni hai aperto si è già scaricata la batteria… anche capire dov’è l’elenco delle applicazioni disponibili non è uno scherzo… ogni applicazione chiede l’accesso al tuo account Microsoft, collegando anche altri account (facebook, linkedin, ecc) senza capire cosa succederà davvero dopo questi collegamenti. bello i.explorer a tutto schermo, ma devi trovare per forza un’area vuota per cliccare col destro e fare apparire la barra di indirizzi e schede. cerchi con la app di bing, trovi un risultato, lo apri automaticamente in i.explore e bing resta aperto. e così qualsiasi altra cosa. dopo che lo usi 10 minuti hai 80 applicazioni aperte senza potertene accorgere e la cpu sudata e con le valigie pronte che vuole andare in posti più freschi (in compagnia di qualche pinguino, ovviamente)!
    che orrore…
    a volergli bene lo si può usare con un tablet, ma per il resto… mah!
    continuerò a farmi male per qualche altro giorno e vediamo se le impressioni cambiano

    • js3

      le immagini le mette chissà dove, tutte raccolte in una non meglio definita “raccolta immagini” che comprende anche quelle di skydrive, facebook, flikr, ecc.
      ne apri una, te la fa vedere a tutto schermo, ma se la vuoi modificare (anche con paint): boh! no way!
      allora mi chiedo: ma se per fare delle operazioni comuni e banalissime (come aprire e modificare un’immagine) bisogna ricorrere all’interfaccia desktop, che diavolo ci sta a fare metro???
      sempre più radicata la mia impressione iniziale di un uso di puro intrattenimento e qualche vaga utilità (meteo, ricerche veloci, ecc)

No more articles