Disponibile il nuovo Kernel Linux 3.18.4, ecco come installarlo

I developer del Kernel Linux hanno rilasciato la nuova versione 3.18.4. Le principali novità e come installarlo in Ubuntu e derivate.

Lo sviluppo del Kernel Linux non si ferma mai, gli sviluppatori stanno già lavorando alla futura versione 3.19 oltre a migliorare le attuali versioni stabili rilasciando costanti aggiornamenti di sicurezza e mantenimento. Proprio in questi giorni è approdato Linux 3.18.4, corposo aggiornamento che include svariate correzioni di bug e importanti novità, tra queste troviamo il supporto per HP ZBook 15 e Acer Aspire 7738 e ottimizzazioni per schede grafiche AMD con il nuovo filtro filter DP1.2 per display con risoluzioni 4K / Ultra HD.

Il nuovo Kernel Linux 3.18.4 risolve inoltre alcuni bug riscontrati in schede grafiche Intel, migliora anche il supporto per touchpad prodotti da Elantech e moduli Wireless Sierra MC73xx e usb stick CEL MeshConnect.

Per conoscere in dettaglio tutte le novità del nuovo Kernel Linux 3.18.4 consiglio di consultare il changelog dedicato disponibile in questa pagina.

Linux 3.18.4 lo possiamo già installare in Ubuntu e derivate grazie ad uno script dedicato, basta digitare da terminale:

sudo apt-get install lynx 
wget https://dl.dropboxusercontent.com/u/209784349/kernel/kernel-update
chmod +x kernel-update
sudo ./kernel-update

al termine dell’installazione basta riavviare, possiamo verificare l’utilizzo di Linux 3.18.1 digitando da terminale uname -r (come da immagine in alto).

Se abbiamo riscontrato alcuni problemi è possibile rimuovere il Kernel Linux 3.18.4, per farlo basta avviare la versione di default o precedente dall’avvio di Ubuntu e riavviare lo script oppure digitare da terminale:

sudo apt-get purge linux.image-3.18.4-*
sudo update-grub

e riavviamo.

Home Kernel Linux

46 Commenti

  1. Beh, direi che in questo caso il prezzo è giusto, rispetto al Galaxy Ace dual sim che costa tanto quanto questa versione Pro. Sembra un bel dispositivo…

  2. Ekoore vende sempre roba a prezzi spropositati (vedi tablet pc), questa volta però il prezzo mi sembra buono, bisogna vedere come si comporterà con gli aggiornamenti

  3. Fatemi capire e correggetemi se e dove sbaglio… è un iOcean x7 Elite e, per il solo gusto di rimarcarlo, il prezzo passa da 299$ a 299€? 30% di guadagno, minima spesa?

    E, visti i pasticci che hanno combinato con i tablet Pike (scenette lette sul forum di androidiani), perché non dovrei farmi spedire l’x7 dagli USA risparmiando un 20/30% e avendo in mano una cosa che, quantomeno, non è stata manipolata dopo essere uscita di fabbrica?

    Insomma, il mio problema è che non sia affatto un prodotto made in italy ma, come tantissimi presunti imprenditori italiani fanno, semplicemente rimarcato con il problema, ovviamente, che anche chi rimarca, per mangiare, ci deve guadagnare sopra… Ora, non pretendo un telefonino fatto in italia da componenti progettati da zero e costruiti sempre da zero in italia, però questa cosa del rimarcare i prodotti esteri comincio a trovarla scocciante: ha distrutto sia la mentalità che l’infrastuttura dell’imprenditoria italiana.

    Insomma, sono solo io che mi sento preso in giro dalla faccenda?

    • ormai sono anni che continuano così, anche con i pc desktop, meglio system76, il fatto è che nemmeno cambiano mentalità

      • considerando che nei 299 euro e’ inclusa l’iva del 21%, il margine sarebbe solo del 9%. Per quel 9% ti assicuri una spedizione dall’italia, e sopratutto assistenza in italiano e garanzia italia di 2 Anni… conviene senza ombra di dubbio, solo un pazzo acquisterebbe dalla Cina a queste condizioni

        • Considerando che se compro l’x7 in america il VAT l’ho già pagato in America, per cui nei 299$ l’imposta è già inclusa, non vedo come mai dovrei essere felice se a comprare il rimarcato pago due volte l’imposta sul valore aggiunto lasciando comunque un margine a chi rimarca.

          Sinceramente, rimarcando un prodotto faccio contenti due stati ma, quanto agli utenti…

          • Si ma devi aggiungere i dazi doganali, che sono comunque un 20% del prezzo totale pagato (costo prodotto+spese spedizione) quindi alla fine lo paghi quanto costa prenderlo in Italia e non hai garanzia!

            Sul discorso del rimarcare hai ragione, da fastidio anche a me soprattutto quando vedo il glorioso marchio olivetti stampato su tablet ed netbook cinesi!!!

          • Sì, a questo non avevo pensato, in effetti… il problema ad ogni modo scompare se tu riesci a trovarlo, ad esempio, in inghilterra: niente dogana.

            Certo, resta da vedere che prezzo ti fanno in inghilterra…

  4. sembra (almeno sulla carta) molto perfomante, probabilmente è anche più perfomante di molti altri top di gamma che ci sono in giro al doppio del prezzo. Sarebbe un ottimo acquisto, anche perchè è un azienda italiana, ci servirebbe una bella e dettagliata recensione.

  5. Roberto un consiglio, Kernel update è una bella utility ma risulta non ancora compatibile con tutte le Ubuntu Based.

    Quindi, nel caso fosse possibile, magari mettere i comandi da terminale, ovvero:

    cd /tmp/

    wget http://kernel.ubuntu.com/~kernel-ppa/mainline/v3.18.4-vivid/linux-headers-3.18.4-031804-generic_3.18.4-031804.201501271243_amd64.deb

    wget http://kernel.ubuntu.com/~kernel-ppa/mainline/v3.18.4-vivid/linux-headers-3.18.4-031804_3.18.4-031804.201501271243_all.deb

    wget http://kernel.ubuntu.com/~kernel-ppa/mainline/v3.18.4-vivid/linux-image-3.18.4-031804-generic_3.18.4-031804.201501271243_amd64.deb

    sudo dpkg -i linux-headers-3.18.4-*.deb linux-image-3.18.4-*.deb

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here