In questa guida vedremo come testare la versione in fase di sviluppo di MATE in Arch Linux e derivate.

MATE 1.9.4 in Arch Linux
Continua lo sviluppo di MATE, desktop environment open source che sta riscontrando un notevole successo da parte del’intera community Linux. MATE ci consente di riportare nelle attuali distribuzioni Linux l’esperienza utente di Gnome 2.x con tante migliorie e soprattutto il supporto per GTK+3 e molto altro ancora.
Gli sviluppatori di MATE stanno lavorando in questi mesi nel rendere l’ambiente desktop sempre più stabile e funzionale, con nuove funzionalità e migliorie riguardanti soprattutto il supporto per GTK+3. Possiamo testare lo sviluppo di MATE in Arch Linux e derivate grazie ai nuovi repository non ufficiali realizzati e mantenuti dalla community dell’ormai famoso ambiente desktop.

Ricordo che stiamo parlando di una versione in fase di sviluppo che potrebbe includere anche diversi bug ancora da risolvere, è quindi consigliata l’installazione in Virtualbox oppure in partizioni secondarie.

Installare la versione in fase di sviluppo di MATE in Arch Linux e derivate è molto semplice basta digitare da terminale:

sudo nano /etc/pacman.conf

e inseriamo

[mate-unstable-dual]
SigLevel = Optional TrustAll
Server = http://pkgbuild.com/~flexiondotorg/mate-unstable-dual/1.9/$arch

e salviamo il tutto con Ctrl + x e poi s

Non ci resta che aggiornare i repository e installare / aggiornare MATE digitando:

sudo pacman -Sy mate-unstable-gtk3 mate-unstable-extra-gtk3

e confermiamo l’installazione, al termine basta riavviare o terminare la sessione e avviare MATE.

  • Beh, cavolo… è un aumento abbastanza rilevante.

    Sarei contentissimo se tutto il mondo usasse Linux, sarebbe un mondo più libero e aperto culturalmente e tecnologicamente parlando.

    • TopoRuggente

      Se tutto il mondo partecipasse a Linux, gran parte delle nuove utenze (purtroppo) si riversa sulle distro punta e clikka e dell’informatica e della tecnologia di Linux ignora il 90%.

  • fedefigo92

    sarebbe perfetto se linux arrivasse al 5%…magari questo incremento è dovuto a ubuntu kilyn versione adottata in cina…possibile?

    • è possibile anche se come indicato nell’articolo anche in europa c’è stata un’ottima crescita

      • fedefigo92

        vedi si critica sempre ubuntu ma almeno qualcosa per diffondere linux nel mondo lo fa…il 2014 sarà l’anno dei pc con android e ne vedremo delle belle ahah

  • Anna

    Ho visto che hanno fatto una versione di Linux Mint con LXDE:
    http://sourceforge.net/projects/ulmlxde/

  • Se arrivassimo al 7/8% potremmo iniziare ad avere molti meno problemi su diversi fronti, se poi quella percentuale porterà giochi potremo anche sbalzare addrittura sul 15%
    Speriamo…

    • vero molto probabilmente se linux arriva al 10% si dovrà pensare a mettere anche un’antivirus

      • Sicuramente per essere ancora più semplice metteranno la Sandbox per evitare password…

  • alessandro

    Come ho sempre detto l’anno prossimo è l’anno della verità, scade l’aggiornamento di xp che ad oggi è usato nel 35% dei pc mondiali, secondo me ne vedremo delle belle, già è uscito ubutno kilyn, e le altre distro si stanno preparando al migliore dei modi, driver molto piu evoluti, supporto di produttori hardware, nuove tecnologie ecc ecc, penso che anche google voglia partecipare alla torta magari con un android più evoluto con supporto alle finestre o un chrome os facilmente installabile e scaricabile su ogni pc. Penso che se ne vedranno delle belle, potresti farci un’editoriale su come si dividerà questa gigantesca torta, sicuramente dubito fortemente che tutti in toto pagheranno a microsoft la lincenza di windows 7…

    • Matteo Iervasi

      Sei sicuro? Conosco gente che ha ancora windows 98 nei loro pc, nonostante il supporto sia terminato nel 2006. Secondo me la gente furba che sa cosa significhi terminare il supporto a un so sostituirà xp con qualcos’altro, mentre la maggior parte degli utenti rimarrà con xp, ignari del fatto che stiano usando un so insicuro..

      • TopoRuggente

        Anche perchè siamo onesti, chi usa un sistema vecchio spesso usa hardware e software vecchio e non ha bisogno di attualizzazioni (al massimo i driver della stampante potrebbero essere una rogna).

  • Falegnamino

    E’ sicuramente bello pensare che GNU-Linux aumenti considerevolmente la sua utenza ,magari grazie al flop di Windows8 o alla fine del supporto di Windows-xp.

    Però come ha detto Roberto dovremo iniziare a pensare di installare anche noi un antivirus (anche se Linux è molto più sicuro rispetto a Windows) e a me questo dispiace molto.
    Forse verrà a mancare la tranquillità che abbiamo adesso.

    • fedefigo92

      linux è più sicuro di windows contro i virus perchè i bug vengono segnalati e subito risolti…poi su desktop linux è molto più sicuro di windows perchè il sistema ti chiede la password per svolgere molte operazioni e senza la tua autorizzazione un virus non potrebbe fare niente.

      • TopoRuggente

        Si, ma non ricordo quale distro (forse ubuntu) sta pensando in un sistema di pacchetti che elimini la richiesta password almeno per parte dei pacchetti.

  • yoacchino pastonedda

    invece dell’antivirus mi accontenterei che sviluppassero un programma come returnil virtual sistem per linux.
    praticamente clona il sistema operativo+ mbr e dopo un riavvio le modifiche vengono annullate.scusatemi ma esiste quacosa per ubuntu/ mint?

    • TopoRuggente

      Non sarebbe complicato da fare, ma se poi la modifica impedisce al kernel di funzionare … come fai partire il restore?

      Comunque in linea di massima, una mini partizione con sistema minimale e un backup di sistema eseguito subito dopo il boot.
      Se qualcosa va storto , fai il boot nella minimale e ripristini il backup.

      Ho trovato una applicazione chiamata Lethe (opensource) e Faronics Deep Freez (commerciale per SUSE)

      • yoacchino pastonedda

        ciao.troppi tecnicismi non li conosco.ma se cerchi le guide per il programma”RETURNIL VIRTUAL SYSTEM” ti fai un idea su come funziona.praticamente con un click cloni il sistema operativo vero e dal quel punto in poi usi il sistema operativo clonato/virtualizzato.dopo basta un semplice riavvio ( puoi tenerlo anche fissso) e ritorni al sistema vero,eliminando tutte le modifiche( anche virus+ programmi installati sul sistema virtualizzato).

  • lordronk

    La cosa interessante è che la percentuale sembra essere molto simile a quella degli utenti che utilizzano Steam su Linux…

    • hawake

      Il sondaggio hardware di Steam per Linux è buggato, finché non correggono il problema quelle statistiche non andrebbero proprio prese in considerazione. Molti utenti Linux, tra i quali io, hanno lamentato che nei mesi di marzo, aprile e maggio la richiesta di invio del sondaggio hardware/software non è mai apparsa, la dove su Windows appare subito al login. [Link: https://github.com/ValveSoftware/steam-for-linux/issues/2286 ]

  • SalvaJu29ro

    Curioso di vedere cosa ne esce con la versione gtk3
    Per me potevano anche unire Cinnamon e Mate
    Ad oggi sono molto diversi ma l’idea iniziale poteva essere quella

    • Davide Dallara

      ma infatti io sono proprio curioso di vedere cosa succederà in casa mint quando uscirà mate scritto in gtk3.. su github avevo trovato una prima bozza di mintmenu scritto con le gtk3 però avrebbe poco senso avere sia cinnamon che mate-gtk3

      • SalvaJu29ro

        Sono d’accordo
        Con Mate gktk3 e Cinnamon gtk3 le differenze saranno tutte da vedere
        Vedremo se Mate sarà ancora così personalizzabile

  • Ho Mate su arch, ha senso passare alla versione unstable?

    • SalvaJu29ro

      No se non vuoi fare da beta tester
      Se sei curioso provalo, se il pc lo usi per lavoro o qualcosa di importante al massimo provalo in una partizione diversa

      • come non detto… aspetto che lo stabilizzino.

No more articles