In questa semplice guida vedremo come installare Yuyo il nuovo tema GTK per Ubuntu MATE.

Yuyo GTK Theme
Ubuntu Mate è sicuramente una delle principali novità approdate con Ubuntu 14.10 Utopic Unicorn (anche se è disponibile anche la versione basata su Ubuntu 14.04 Trusty LTS). Con Ubuntu Mate riavremo nella distribuzione supportata da Canonical il buon vecchio Gnome 2 con tanto di supporto per nuove applicazioni GTK+3 e alcune personalizzazioni come ad esempio il tema di default. Alcuni utenti hanno riscontrato alcuni problemi riguardanti il tema di default in Ubuntu MATE, per questo motivo gli sviluppatori stanno lavorando per un nuovo tema in grado di supportare al meglio sia le applicazioni GTK+2 che GTK+3, una soluzione potrebbe arrivare da Yuyo tema GTK+ open source sviluppato da Sam Hewitt.

Yuyo è un nuovo progetto open che punta ad offrire un completo tema GTK+ per Ubuntu Mate disponibile anche nella variante scura / dark. Il progetto nasce come fork del tema Orchis GTK di Moka Project includendo però alcune migliorie ai pulsanti delle finestre e colorazioni che ricordano il tema di default della nuova derivata di Ubuntu .

Yuyo è un tema ancora in fase di sviluppo che possiamo già installare in Ubuntu Mate semplicemente scaricando il tema da questo link, una volta estratto il file zip basta spostare le cartelle Yuyo e Yuyo-Dark nella directory .themes presente nella home (di default nascosta per visualizzarla basta cliccare in CTRL + h se non c’è basta crearla).

Yuyo GTK Theme in Ubuntu Mate

Non ci resta che andare in Aspetto e scegliamo il tema Yuyo o Yuyo-Dark.

Home Yuyo

Ringrazio il nostro lettore Alessandro per la segnalazione.

  • Alessandro Di Stefano

    Tra poco esce la preview di 8.1, immagino il livello di soddisfazione risalirà dato il cospiscuo change log previsto

    • dicono che rimettano anche il menu start e che sarà gratuita vero?

      • vortex67

        Esatto..stanno tutti aspettando la nuova release che pare richiamerà molto il vecchio W7,linux rassegniamoci che resterà sempre con le sue percentuali minime di utenti.(non che sia un male)

        • io la uso ogni tanto su tablet x86 con un processore intel atom e non è male
          visto che puoi utilizzare il so sia con le app mobile che desktop se colleghi al tablet mouse e tastiera fisici
          non la vedrei molto bene su normale pc senza touch screen
          probabile che mettano il star menu per far ricordare win 7 anche se a mio avviso se uno ha win 7 perché passare a win 8 per le app mobili che alla fine se apri un browser pc ne fin che vuoi?

          • Leonardo Leo

            windows 8 è molto più fluido,reatiivo e leggero (sono calati pure i requisiti a livello hardware) comunque sono state scoperte delle mod per ripristinare il vecchio menu start

          • ange98

            Ma un bel KDE invece di pensare alle mod? 😛

          • TopoRuggente

            Temo che KDE sia nettamente più pesantuzzo di W8, anche se non ho dati esatti, oltre la mia esperienza personale.

            Sul mio PC KDE risultava pesante specialmente in partenza.

          • matteo81

            assolutamente no….. kde viaggia veloce come win 8 e consuma mediamente la metà delle risorse di quest’ultimo…. basta con questo luogo comune del kde pesante…. lo era, forse, 2-3 anni fà…. il tempo passa però…..

          • Alessandro Di Stefano

            il non consumare risorse non è sempre un bene, anzi!!

            Quando usavo Ubuntu mi “consumava” circa 400 Mb di ram su 8 GB, ìho dovuto abilitare prefetch e mettere lo swapiness a 0 per sfruttare meglio la mia ram.

            Se ne ho 8 GB pretendo che almeno 3 siano usati. Non me ne faccio niente di averla libera, la voglio almeno cachata. La ram libera serve solo per aprire un nuovo software ma se potessi aprire tutti i software che volgio insieme tutti sulla ram allora preferirei usare il 100% di ram ma averli tutti li che non usare il disco

          • matteo81

            và bene ma non era quello il discorso… intendevo dire che kde con un maggior numeri di effetti e diversi servizi in background consuma molto meno di win 8 in idle… il problema di cui parli non è motivo di discussione dato che chi ha molta ram disattiva la swap…. che è pensata principalmente per chi ha un pc dell’anteguerra…. il problema che poni resta confinato nel kernel….

          • Alessandro Di Stefano

            si ma se consuma per offrire meno è inutile. Se ad esempio KDE impegna l’ 1% di cpu e 400 Mb di ram ma ogni volta lanci un nuovo applicativo deve ricaricarsi tutte le dipendendenze e metterle in ram alla fine risulta più lento di magari un windows 8 che usa il 3% di cpu (per servizi di indicizzazione o perché sta caricando qualcosa) ma ha precaricato in ram il prossimo software che userai e quindi quando ci clicchi si apre più velocemente perchè in parte è già caricato.

            Secondo me si dovrebbe ragionare in percentuale di consumo e non in valore assoluto. Non ha assolutamente senso dire che si consuma 600 MB di ram o 800 o 2 GB se non si dice su quanta. Se un SO occupa 600 MB su un pc che ha 1 GB di ram le prestazioni sono molto diverse che su un pc che usa la stessa ram ma ne ha a disposizione 8 GB. Spesso Ubuntu non sfrutta a pieno l’ hardware che ha a sua disposizione e infatti anche Ubuntu + Kde che ho provato sembrata tutto meno reattivo di windows 8 (che grazie a prefetch e altri sistemi simili) precarica alcuni software.

          • matteo81

            quali dipendenze scusa? guarda che il caching lo fà tranquillamente anche linux… è la swap che rompe se hai molta memoria… ma è un buon salvataggio se sei a pelo…. mentre win se sei a pelo aspetti 5 min per far partire un applicativo…. dire che kde offre meno di win a livello di de è un eresia detto da uno che li usa da ormai diversi mesi… se parliamo di funzionalità e flessibilità non c’è paragone…. win lo usi così altrimenti nisba…. kde ti permette di plasmare l’ambiente con l’unico limite della tua fantasia… non entro nemmeno nel merito…..
            E comunque ripeto….. kde, personalmente, funziona veloce come win 8 (con circa il doppio di effetti e con una libertà d’azione nemmeno paragonabile)… se poi per te è diverso non sò cosa dirti….. anche se ho come l’impressione che quando si parla di kde raramente si parla con qualcuno che sia andato un pò a fondo e non si sia fermato al semplice default…. rispetto la tua opinione ma non la condivido…

          • Alessandro Di Stefano

            e cosa dire di chi non usa nemmeno windows? Eppure vi permettete di sparlarne sempre non conoscendo. Io ti assicuro che invece quando usavo ubuntu con KDE avevo molte risorse sprecate tanto che ho chiesto sul forum Ubuntu come poter attivare certe funzioni che non sono attive di default per sfruttare meglio il mio hardware. Il prefetch non è di default su Linux e il caricamento di chrome su Kubuntu era molto più lento che il caricamento di chrome su windows. Quando ho attivato il prefetchin anche su kubuntu la situazione è cambiata ma non volevo fare un confronto tra windows e linux.

            Volevo solo precisare che la tua affermazione, risorse non usate= meglio non è sempre vero e anzi se si hanno tante risorse a disposizione non usarle è uno spreco.

            Tanto per la cronaca la swap la usa anche windows e si chiama file di paging, un file che viene usato quando hai la ram satura e devi aprire un nuovo software. in ogni caso usi il disco e quindi la velocità è quella del disco (dipende quidni dagli rpm di un HDD e dal tipo di attacco)

          • matteo81

            se permetti parlo di windows semplicemente perchè lo uso a differenza di molti che parlano e non lo usano da 5 anni e passa…… la mia affermazione non è risorse non usate=meglio ma più funzionalità, parità di velocità (nel mio caso) e metà dei consumi=incredibilmente meglio…. io non ho attivato nessun prefetchin in linux eppure la applicazioni si aprono veloci tanto quanto win 7 & 8….
            Francamente stai cercando di dimostrare una cosa falsa…. io sono il primo a dire che linux è peggiore in determinate situazioni ma che sia più parco con l’hardware rispetto a win è un dato di fatto che è sempre stato riconosciuto… e questo non comporta nessun calo di prestazioni…. non lo penso solo io e ti prego di smetterla di parlare come se io facessi parte di una setta di adoratori perchè sono uno dei pochi che non usa solo linux e quando parla di qualcosa significa che l’ho usata altrimenti non entrerei nemmeno nel merito
            Se tu la pensi diversamente usa win e siamo tutti felici.. il mondo è bello perchè è vario…

          • matteo81

            poi se proprio la vogliamo dire tutta avrei anch’io diverse obiezioni su alcune features di win 8 che in rete sono state giudicate positivamente ma che nel mio caso personale non sono state certo positive…. vogliamo parlare del simpatico defender? un antivirus definito da tutti leggero ma che ogni quarto d’ora si prende il 20-30% della mia cpu per indicizzare sistematicamente il sistema…. oppure mi chiedo perchè quando avvio linux arrivato al desktop il sistema è già in idle mentre qualunque versione di win anche dopo aver tolto diversi programmi e servizi all’avvio mi rimane l’hd che gira come un forsennato per 5 min e per avviare un software ci metto una vita…. ma non vado nel blog di win a puntare il dito perchè forse il mio hardware potrebbe essere diverso da altri oppure posso essere io ad aver sbagliato ( può benissimo essere)… il caso specifico, in questo caso il tuo, non può essere considerato la regola….. se io e altri utenti non abbiamo notato nulla di quello che dici evidentemente potrò anche ribattere a maggior ragione visto che uso anche windows quotidianamente..

          • vortex67

            Ma infatti io per ora su portatile mi tengo W7,voglio valutare molto bene prima del passaggio a W8,secondo me bastava che microsoft rilasciasse una versione per PC e una per tablet diversa,fine.Così,mischiando le cose,rischiano seriamente di fare casino,vedremo.

        • Leonardo Mazzone

          Certo che è un male. Pensa solo al supporto hardware, alla diffusione di standard aperti, e anche solo ai benefici economici e sociali

          • vortex67

            Si,ma sono anni che si fanno sti discorsi e linux è sempre lì all’1%…e nonostante ciò non mi pare che non sia progredito,tutt’altro.

          • TopoRuggente

            Il supporto Hardware sicuramente,
            La diffusione di standard aperti, non direi che dipenda dal sistema operativo, ma dalle applicazioni.
            Benefici economici non ce ne sono per ora, se da un lato Linux è più economico, dall’altro i costi per addestrare gli utenti (abituati a windows) non sono leggerini.
            Benefici sociali? Quelli proprio non li vedo, non è che portare miliardi di utenti in Linux significa portare milioni di coders, ma (temo) milioni di “utonti”.
            Quindi alla fine Linux non guadagnerebbe molto.

          • Leonardo Mazzone

            Beh, per quanto riguarda gli standard, una cosa tira l’altra. Se un “utonto” sul computer aziendale si trova Suse, dubito che utilizzerà MsOffice, e probabilmente salverà il documento su cui lavora in .odt. Dal punto di vista dei benefici economici, penso che questo cambierà con la mia generazione, formata da gente più informaticamente indipendente, che non ha problemi a sperimentare con software nuovo e ad impararlo con facilità (per quanto riguarda la mia esperienza). Dal punto di vista sociale dico poi per il significato che avrebbe eticamente parlando…

      • Alessandro Di Stefano

        no. Rimettono il bottone start ma niente menu e sarà gratuito per i possessori di windows 8 ma non per altre versioni di windows.

  • La risposta è: ” no, perchè non ci sono i driver per le periferiche di produzione professionale, quindi chi vuole produrre a medi-alti livelli, lasci perdere. “.
    La risposta è: ” si, se non hai esigenze particolari. Ma solamente kubuntu e Ubuntu. Il resto è per appassionati e non attecchisce ai più. Si anche nel momento in cui grandi società impongono linux per esigenze particolari. Per esempio la Infinitt nel campo della Diagnostica per Immagini (tac, Rm, ecc…).
    Insomma, non è cambiato un cazzo.

    • matteo81

      il tuo post colpisce in pieno il bersaglio….
      I blog, qualche video in rete, il parere di qualche appassionato allo stato terminale non porteranno mai linux alla gente “normale”…
      Serve una grande azienda che conquisti il mercato investendo forte…. nel sistema attuale possono uscire anche 10 edizioni di win vista di fila e la gente lo continuerebbe ad usare comunque…

  • EnricoD

    Io me lo aspettavo in realtà, cioè… quella interfaccia che avrebbe dovuto migliorare l’esperienza secondo non ha fatto altro che peggiorarla…
    l’errore è stato adottare quella interfaccia anche per i fissi e i portatili quando secondo me sarebbe apprezzabile per schermi touch.
    Io lo apprezzerei Windows 8 solo e soltanto se togliessero di default quella orribile schermata!

    è odiosa.

    la prima volta, appena uscito, che lo provai, installai una specie di patch per disattivarla e per riavere il classico menu, ma si bloccava all’avvio e non accedeva più.

    Pochi giorni fa ho reinstallato Windows 7 in versione lite perché purtroppo molti programmi di cui ho bisogno per l’Università non sono su Linux, ci ho perso un po di tempo a modificare il registro per disattivare o attivare alcune funzioni e va una scheggia anche se in generale mi trovo molto meglio con Debian 7 (fantastico).

    Detto questo, se assomiglierà un pochino di più al 7, cioè se toglierano quello schifo, potrei passare a Windows 8 sul fisso (anche perché all’Uni …licenze gratis per tutti!!!!! 🙂 )

  • ale

    Si va be alla fine adesso mettono windows 8.1 e torna il menù start,poi è uguale,dai a microsoft ce l’ hanno il cervello ? Con windows 7 hanno fatto anche un os buono e con una grafica bella e piacevole,con trasparenze,sfumature e effetti,in windows 8 hanno voluto fare una grafica bruttissima,senza trasparenze,tutta squadrata,insomma dai perchè ? Alla fine poi come os è mieglio di 7 di prestazioni,l’ hanno ottimizzato molto anche di affidabilità ma perchè rovinare tutto con una grafica schifosa,spero che su questo fronte facciano qualcosa

    • Alessandro Di Stefano

      No torna il bottone start, non il menu!

      • ale

        Io avevo capito il menu proprio,se no che senso avrebbe

        • Alessandro Di Stefano

          ha senso che la gente non trova nemmeno il bottone.

  • matteo

    Anche Windows Vista aveva fatto cilecca, ma Linux non ci ha guadagnato. Glu utenti sono rimasti a XP. Così ora chi non è contento di Windows 8 rimarrà su Seven. Il legame tra un prodotto commerciale (Win) e un non commerciale (Linux) in ambito desktop è inesistente. Chi ha il mercato vince, qualsiasi prodotto vada diffondendosi, buono o meno.

    Un utente scontento di Windows può pensare di fare mille cose: passare a Mac, creare una macchina del tempo per tornare all’età della pietra senza pc, non usare il pc, usare il pc con gli occhi bendati se non gli piace la grafica di Windows 8 e altre ipotesi idiote che non mi vengono in mente. Ma vi posso assicurare cxhe per il 99% degli utenti Windows queste ipotesi idiote rimangono lo stesso più probabili del pensare “Windows non mi convince più, esiste alternativa? magari libera e gratuita?” triste verità ma è così…

  • LelixSuper

    I giochi? Io ero un PC Gamer quando stavo su Windows 7, necessitavo di liberarmi e guardare avanti. Ho fatto il passo cruciale e sono passato a Gnu/Linux con nessun ripensamento. Se vorrei giocare allora mi comprerei una console e non Windows…

    Ora su Gnu/Linux gioco a MInecraft e a qualche gioco. Mi diverto con la PS3 e posso dire che mi ci trovo bene. Ho un SO affidabile, sicuro e veloce, cosa posso desiderare di più?

    • Sabbath

      volessi* 🙂

      • Anche io lo sbaglio sempre sto “volessi” e affini…che storia non mi ci sta nella testa..eheheheheh

      • LelixSuper

        Non sono mai andato forte in grammatica…e nemmanco ci vado tuttora forte xD

  • Luca

    Ricordo che quando Ubuntu è passato a Unity ci sono state proteste, rivolte, scioperi della fame e tentati colpi di stato, ma ultimamente non sento più troppe lamentele… A me sembra che stia succedendo la stessa cosa in ambino Windows, niente di più. Magari ci vorrà del tempo ma alla fine tutti si abitueranno alla nuova interfaccia e certo, nel frattempo, non proveranno niente di ancora più diverso come un sistema linux… Suvvia, cerchiamo di essere seri… gli utenti win sono insoddisfatti da questo cambiamento, ok, cosa ci aspettiamo che facciano? Che passino ad un sistema ancora più diverso?! Ma per favore…

    ps: personalmente, dopo anni passati con Ubuntu, ho da poco acquistato un nuovo pc con W8 e non credo che lo cambierò! Sarò strano, ma a me Windows8 piace tantissimo.

    • floriano

      a me non piace per niente e a tutti i pc che incontro ci metto “classic shell”

    • Marco Bassi

      Hai notato la differenza fra unity in 11.04 e in 12.04? non pensi che è anche per questo che quasi non ci sono lamentele? inoltre chi non vuole unity ha già trovato altro.

      • Luca

        No, non penso proprio. Le lamentele erano contro la “tirannia” di Canonical che aveva imposto un’interfaccia diversa da quella a cui erano abituati tutti. Vai a rivedere qualche articolo del periodo, nessuno metteva l’accento su bug e incompatibilità, era lo spaesamento a farle girare a tutti. (E giravano anche a me, ma è bastato abituarmici…)

    • Gabriele Castellano

      quoto la prima parte del tuo messaggio

  • Matteo Iervasi

    Se Canonical si imponesse come fa microsoft allora venderebbe, perchè gli utenti finalmente scoprirebbero quanto costa winzozz.
    Anche se secondo me non è l’atteggiamento corretto quello di imporsi, il mercato insegna che o fai così o sei fuori…

    Purtroppo shuttleworth non è un multimiliardario e canonical è ancora molto piccola, è difficile imporsi. Red Hat è già più grande e ha un budget più alto, ma i suoi prodotti sono rivolti esclusivamente all’uso aziendale-professionale, non è di certo rivolta all’utenza domestica…

    Semplicemente facendo vedere ad alcuni miei amici che quando compravano un pc pagavano 110€ circa di licenza winzozz, mi hanno subito chiesto dove vendevano dei pc senza os o con linux. Sopra c’era ubuntu e (dopo aver installato win7 🙁 ) ubuntu gliel’ho lasciato in dual boot.
    Risultato dopo un po’ di mesi usava 9 volte su 10 ubuntu 🙂

    • floriano

      utlimamente su molti pc windows che tocco (causa virus e casini vari) ci installo in dual boot anche kubuntu 12.04 impostando grub per far partire “l’ultimo sistema operativo usato”.

      ora non hanno più scuse e io (spero) avrò meno seccature…

      • Alessandro Di Stefano

        bravo così guadagni meno. Io invece lascio windows apposta ai miei clienti cosi mi assicuro di essere richiamato per manutenzione che loro non fanno ;D

        • matteo81

          per caso quando vai dal dentista ti cura tutte le carie oppure ne lascia una perchè così tornerai a spendere altri soldi? ragionamento da furbo ma eticamente parlando vergognoso…. dovrebbe essere la tua coscienza e il voler lavorar bene a spingerti a ragguagliare i tuoi (poveri) clienti….. se è vero quello che hai scritto non ti sei fatto una gran pubblicità…..

          • Alessandro Di Stefano

            ero ironico

          • Matteo Iervasi

            Ahn ecco. Comunque non è detto che guadagni di meno. Anzi, magari di più: se vendi pc con linux preinstallato e ben configurato tutto funziona alla perfezione, e gli utenti si trovano davanti un pc che non hanno pagato tantissimo, ma simile al mac per quanto riguarda problemi, crash ecc.
            Quindi questi andranno dagli amici e diranno: “Ehi, in quel negozio vendono pc ad un prezzo relativamente basso con un sistema nuovo, è un po’ difficile da usare ma dopo che ti ci abitui è come avere un mac, crasha pochissimo ed è molto più veloce dell’altro sistema, quello che si impalla all’avvio del pc (:D)”
            Così in teoria dovresti vendere di più…

    • TopoRuggente

      La licenza di Windows OEM (venduta col PC) costa 30euro (o poco più).

  • Windows 8 è una schifezza assurda, l’ho pure recensito nel dettaglio e le problematiche presenti.

    Sempre più persone ora preferiscono i sistemi Linux, è un dato di fatto.

    • penterlink

      lo 0.8% di diffusione linux desktop? sono questi i dati di fatto?

      • No, i dati di fatto che winzozzo otto lo odiano in parecchi.

        E comunque non mi fido del fatto che c’è quello 0,8%… i conti non tornano.

        • Leonardo

          Quoto e rilancio, se quel 0,8% di market share è basato sulle statistiche di sito web di Pippo e sito web di Pluto stiamo freschi!

      • mikronimo

        se non è il 0,8 sarà poco più, ma questo non cambia il fatto che sempre + persone (a quanto pare anche professionisti) trovano in linux un’ottima alternativa; se la percentuale non sale esponenzialmente (la qualità linux lo giustificherebbe) è solo causa della pigrizia ad imparare quelle 4 cose diverse per far funzionare una distro linux e parlo di comandi, interfacce grafiche, menù, di sicuro non di terminale e modifiche manuali di file di configurazione; recentemente mi sono trovato davanti alcuni professionisti del settore logistico, che pur usando win da sempre e il pc ocme strumento di lavoro, non sapevano come usare il touchpad per lo scrolling… io non sono neanche diplomato, ma tre anni fa (quasi quattro), leggendo wiki e forum, ho partizionato l’hd, installato in dual boot ubuntu, per poi arrivare a togliere di torno win, con mia piena soddisfazione; quindi si può fare e non è così difficile. Ultima cosa: non te lo ha detto la mamma che trollare non è educato…

  • Leonardo

    Senza voler offendere nessuno: tutti a lamentarsi dell’1% ma quanti di voi hanno intenzione di piallare via Windows e dual boot? Quanti di voi praticano l’attività del “in questa partizioncina ci metto Linux e provo Distroqualunque”? Quanti di voi utilizzano Linux realmente? Bisogna anche guardare in faccia la realtà qualche volta

    • Massimiliano

      io sul notebook uso ubuntu e sul netbook kubuntu e sono soddisfattissimo!!!!!!!!!!! e diciamo che sono un utente medio… cioè internet musica video film… non ci lavoro, anche se ogni tanto faccio qualche documento e trovo LibreOffice veramente buono….

      • js3

        il problema è che un file creato con libreoffice viene letto “male” da ms office (formattazione a donnine in abiti succinti!). quindi se hai la necessità di condividere un documento di office con altri utenti, l’unica cosa da fare è proprio usare ms office (usato dai più). se non hai il problema della condivisione, allora ok. per esperienza, ho visto che l’unica suite che si è dimostrata maggiormente compatibile con ms office è quella kingsoft, ma essendo ancora in alfa dà ancora diversi problemi (a volte non mantiene il carattere che imposti, o lo integra con font cinesi). le altre suite da ufficio (libreoffice, ibm lotus symphony, softmaker office) presentano sempre i problemi di formattazione di cui sopra…

        • Massimiliano

          ti ripeto sono un utente medio non chiedo grosse esigenze da un Os… deve essere stabile bello graficamente e reattivo e se possibile personalizzabile… cose che ho trovato in Linux gratis e che in windows non ho mai trovato… ancora la notte mi sveglio sudato sognandomi l’ avvio del mio Notebook sotto Vista un incubo… sono stati quei momenti a farmi scegliere di entrare nel mondo Linux e ne sono contento.

          • js3

            credo siano le esigenze di tutti!!! e anche a me piace molto più linux (che ormai uso in esclusiva). per me ci dovrebbero essere più sforzi per sviluppare programmi multipiattaforma e per diffondere quelli open source anche sotto windows. in questo modo si accorcerebbero di molto le distanze ed il passaggio da un os all’altro non sarebbe così terribile (parlo di chi, abituato a windows, non si sognerebbe nemmeno di passare a linux proprio perchè non avrebbe alcuni programmi che è abituato ad usare)

          • Massimiliano

            bè è quello che penso anche io… il problema sono alcuni programmi…

    • Mauro

      Giusto per la cronaca: faccio l’ingegnere civile e ormai da tempo sui miei pc (1 desktop in studio + 1 notebook che porto con me ovunque nel mondo) c’è solo linux. Massima soddisfazione, mai nessun problema.
      Bisogna solo avere un minimo di coraggio ed affrontare un inevitabile periodo di transizione tra i due mondi. Poi non ti accorgi nemmeno più.

      • Gigi

        Ciao Mauro, visto che siamo colleghi e che anch’io vorrei piallare windows una volta per tutte, mi dici che programmi di calcolo usi su linux? Grazie!

        • LordMax _

          Non so lui ma gnumeric è molto più potente di excel per quanto riguarda calcoli e affini.
          Inoltre ormai i cad open ci sono e funzionano bene.

          • Gigi

            Con cad e fogli di calcolo sono a posto.
            Quello che manca è un programma agli elementi finiti per i calcoli strutturali.

      • LelixSuper

        Ti quoto, ti quoterei 10mila volte. E’ come l’analisi, all’inizio senti una puntura, poi non senti più niente. E pensa che io l’ho fatto l’anno scorso, quando avevo 13 anni. Linux starà nella mia vita per un bel pò di tempo 😀

    • -.-

      ho preso un xps13 da poco, windows 8 non l’ho nemmeno avviato prima di piallarlo..

    • TopoRuggente

      Nel mio notebook ho solo Arch Linux, nessuna partizione per Win ne altre distro.

    • js3

      windows nel mio pc: non pervenuto! 😉
      eliminato da diverso tempo. l’unico motivo che me lo faceva tenere in dual boot era la necessità di usare office per lavoro (e purtroppo tutte le altre suite linux non sono granchè compatibili [leggi: formattazioni totalmente sballate! e quindi problemi con altre persone che avrebbero letto i miei documenti]).
      ora il buon wine è molto migliorato e mi permette di usare ms office anche sul mio xubuntu. non avendo altre ragioni per usare windows, mi tengo stretto linux e lascio una partizione libera per sperimentazioni di distro nuove.
      ecco, se la ms facesse una bella versione per linux (a pagamento, per carità) non farebbe un grosso torto a nessuno. in fondo la versione mac c’è

    • LelixSuper

      Io utilizzo Gnu/Linux, dei 2 pc che ho in casa uno l’ho comprato preinstallato Ubuntu, un altro ho tolto Windows e ci ho messo Ubuntu. Sto quindi in grande contatto con Ubuntu così tanto che non so più usare windows 7 :/

  • Alessandro Giannini

    Il vero limite di Windows 8 è l’essere composto di due interfacce totalmente indipendenti, virtualmente impossibilitate a interagire, al punto che perfino gli aggiornamenti del sistema sono separati: devi aggiornare prima l’interfaccia Desktop, poi le App, oppure anche il contrario, ma comunque non puoi aggiornarle tutte e due in un solo passaggio! Così com’è adesso, è fin troppo evidente che si tratta di un sistema operativo in larga misura sperimentale, un po’ come le prime versioni di Unity. Mi chiedo fino a che punto ne siano consapevoli, alla Microsoft. Avrebbero dovuto studiare meglio la lezione offerta da Canonical: quando vuoi imporre un’interfaccia alla gente, assicurati prima che sia ben sviluppata.

    • E non solo, hai visto il mezzo casino che si deve fare per spegnere il pc?

      E’ assurdo.

      • Alessandro Di Stefano

        su unity: spostarti nella barra a sinistra, un click, conferma con un altro click

        su 8: spostarsi col mouse a destra, un click per il menu, un altro click

        stesso numero di click,

        • Davide Depau

          Con la differenza che devi aspettare prima che quell’aggeggio si apra. ..

      • Alessio Cecchin

        Con tutto il rispetto ma prima andavate su Start per spegnere il computer. Considerazione utile per comprendere la tutt’altro che sottile differenza tra usabilità e abitudine.

  • Clown

    AHAHAHHAHAHA

  • Allora a casa uso Ubuntu 13.04, ma per motivi di lavoro da un mese sto utilizzando questo pacco di sistema operativo, sicuramente è molto meglio windows 7, questa interfaccia metro non si può vedere è uno schifo. W Linux 😀

  • krapternxc

    i sistemi linux possono andar bene come riserva da mettere su una pennetta o una live-CD.
    Non vanno sopravvalutati ma accettarli con tutti i loro limiti. E non sono pochi.

    • Alessandro Di Stefano

      non vanno nemmeno sottovalutati però. Semplicemente hanno scopi diversi e sono nati da persone diverse per motivi diversi e con diverse filosofie. A volte conviene usare Windows, a volte Linux.

      • fabio crivaro

        unico motivo per usare windows gaming
        unico motivo per usare mac archicad
        tutto il resto e’ noia…

        • Alessandro Di Stefano

          Prendi due utenti (che non conosco alcun SO), una stampante, una rete locale creata tramite router e chiedigli di condividire la stampante.

          Con windows 7/8: uno dei due pc crea un gruppo Home. Gli viene data la password. Con la stessa password l’ altro pc windows 7/8 entra nel gruppo home: la stampante è condivisa. Ma la stessa cosa vale per ogni device e hai anche alcune cartelle già condivise (video, immagini, musica). Il mio televisore sony bravia addirrittura riconosce in automatico i video nella cartella cartella “video condivisi” di windows 8 se connesso alla LAN di casa tramite Wireless.

          Ora spiegami come si fa con Ubuntu la condivisione di una stampante?

          Ho preso questo esempio perché mi ci sono imbattuto giusto in questi giorni. Un mio cliente a cui gestisco il pc (perché ogni due mesi son da lui per qualche problema) voleva condividire la sua nuova stampante tra i pc di casa. in un pc aveva windows 7 e Linux Ubuntu 10.04 (che gli ho installato io), nell altro un portatile con windows 8 preinstallato. Ovviamente la condivisione stampante windows 7/8 la ho fatta in mezzo secondo, su Ubuntu invece…

    • ale

      Quali sono questi limiti ? Io se mai vedo limiti in windows,poi certo dipende dall’ applicazione che si fa,per esempio windows è buono per i giochi e per i programmi di grafica e video editing professionale,come quelli di adobe,linux invece è buono per la navigazione su internet (più sicuro),per la programmazione e lo sviluppo,per esempio quasi tutti i programmatori e sviluppatori di android usano linux,basta andare su xda un attimo per rendersene conto,è ottimo per fare operazioni su una grossa mole di dati in modo veloce,per gestire dischi e filesystem,per utilizzarlo su server (è il sistema operativo più usato su server),per applicazioni dove sono richieste performance elevate ed elevata stabilità (quasi tutti i super computer usano linux,desso lo hanno anche adottato sulla stazione spaziale internazionale),in più linux è più facile da mantenere e configurare di windows (se si è capaci ovviamente,quello che su windows richiederebbe ore a smanettare nel registro su linux lo fai modificando un semplice file di testo)

    • Leonardo

      Aggiornati!

    • fabio crivaro

      ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahaha oddio quante ca…ate tutte insieme ahahahahahahahahahaha

    • Davide Depau

      Sì, sì… infatti io ogni santo giorno attacco la chiavetta USB per usare linux… ma dai! Ti dico solo che ho installato Windows 8 un paio di mesi fa, l’ho usato 4 volte per mezz’oretta per provarlo e ti giuro che e già pieno di virus…

  • fabio crivaro

    passare a linux(definitivamente) sarebbe una realta’ se siti programmatori e quantaltro fornissero il supporto per i tre sistemi piu’ usati cioe’ win linux e mac e non solo win nella gran parte delle volte non e’ linux che non e’ pronto ma le scelte vedi idiozia skygo che e’ sviluppato gstreamer e poi non supporta linux…
    mac e’ troppo schizzinoso e costoso windows appena installi qualcosa se no stai attento ti trovi worm trojan altri programmi installati linux ormai ha quasi tutti i driver installati e la compatibilita’ con il 90% dei programmi senza contare che ce’ wine ecc…
    se windows invece di pensare a come ridisegnare l’esperienza utente pensasse a :
    creare un FS che non deve deframmentare e imporlo tanto puo’ xD
    creare e incentivare la personalizzazione di DE e FM
    rendere metro interno e non distaccato simile a gnome shell diciamo
    sistemare i permessi ecc… ridicoli su win
    creare versioni intermedie e non salti quantici…
    allora potrei davvero pensare di passare al lato oscuro ma cosi’ e’ follia…

  • ArchTux

    La realtà è che le persone sono molto abitudinarie, magari puoi inventare la miglior interfaccia del mondo, ma se ti costringe a cambiare abitudini diventa dura da digerire.
    Poi comunque Metro col mouse non mi sembra il massimo, se spingerà un po’ di persone a provare linux tanto meglio.
    Linux alla fine ormai è una realtà valida, i problemi li conosciamo tutti: il supporto hardware (sto ancora imprecando contro la mia ati switchable) e la mancanza di alcuni software professionali.
    I virus alla fine sono relativi, gli hacker puntano dove conviene, se linux divenisse lo standard de facto, si avrebbero problemi pure li.
    Sarebbe interessante se mettessero d’obligo linux nella publica amministrazione, ma dubito che lo faranno…

  • Max Franco

    da quel che vedo su github il tema è disponibile anche per unity, e fornisce anche i bordi per xfce oltre al tema gtk2/3.
    quindi direi che è un tema adatto a tutti gli ambienti più diffusi che usano le gtk, al momento disponibili.
    manca un tema per cinnamon ma quello di default penso si adatti bene.. e in ogni caso non dovrebbe essere difficile trovarne uno adatto 🙂

No more articles