E’ disponibile la versione stabile di Trinity Desktop Environment R14.0.0, ambiente desktop che punta a riportare KDE 3 nelle attuali distribuzioni Linux.

Trinity Desktop Environment R14.0.0
Per chi non lo sapesse Trinity è un progetto open source che punta a riportare in vita il buon vecchio KDE 3.x includendo alcune ottimizzazioni e migliorie per una migliore integrazione nelle attuali distribuzioni Linux. Trinity è un desktop environment veloce, reattivo e soprattutto leggero che possiamo utilizzare ad esempio in personal computer datati oppure come valida alternativa a KDE 4.x o altri ambienti desktop Linux.
Gli sviluppatori di Trinity Desktop Environment hanno rilasciato la nuova versione stabile R14.0.0, aggiornamento che include importanti novità che rendono l’ambiente desktop sempre più stabile e funzionale.

Con Trinity Desktop Environment R14.0.0 troviamo numerose librerie rinominate e corrette in maniera tale da evitare conflitti con l’attuale versione 4.x di KDE, introdotte inoltre diverse migliorie per TQt3 che rendono l’ambiente desktop più veloce e reattivo, da notare anche il supporto per Network Manager 0.9 e versioni successive.
Debutta con la nuova R14.0.0 di Trinity anche il nuovo Compton-TDE, un fork di Compton che ci consente di avere animazioni, ombre, trasparenze ecc migliora inoltre il centro di notifiche, gli sviluppatori inoltre hanno migliorato il supporto per temi QT e GTK+2.

Trinity Desktop Environment in Kubuntu

Trinity Desktop Environment R14.0.0 è già disponibile per Kubuntu / Ubuntu grazie ai repository dedicati, basta digitare da terminale:

sudo nano /etc/apt/sources.list

Per Ubuntu 14.10:

deb http://ppa.quickbuild.pearsoncomputing.net/trinity/trinity-r14.0.0/ubuntu utopic main
deb-src http://ppa.quickbuild.pearsoncomputing.net/trinity/trinity-r14.0.0/ubuntu utopic main
deb http://ppa.quickbuild.pearsoncomputing.net/trinity/trinity-builddeps-r14.0.0/ubuntu utopic main
deb-src http://ppa.quickbuild.pearsoncomputing.net/trinity/trinity-builddeps-r14.0.0/ubuntu utopic main

Per Ubuntu 14.04:

deb http://ppa.quickbuild.pearsoncomputing.net/trinity/trinity-r14.0.0/ubuntu trusty main
deb-src http://ppa.quickbuild.pearsoncomputing.net/trinity/trinity-r14.0.0/ubuntu trusty main
deb http://ppa.quickbuild.pearsoncomputing.net/trinity/trinity-builddeps-r14.0.0/ubuntu trusty main
deb-src http://ppa.quickbuild.pearsoncomputing.net/trinity/trinity-builddeps-r14.0.0/ubuntu trusty main

Per le altre release di Ubuntu basta consultare questa pagina.

Salviamo il tutto con Ctrl + x e poi s
non ci resta che inserire la key d’autenticazione, aggiornare i repository ed installare Trinity digitando:

sudo apt-key adv --keyserver keyserver.quickbuild.pearsoncomputing.net --recv-keys F5CFC95C
sudo apt-get update
sudo apt-get install kubuntu-default-settings-trinity kubuntu-desktop-trinity

Al termine dell’installazione basta terminare la sessione o riavviare la distribuzione e accedere alla sessione Trinity.

Per installare Trinity Desktop Environment R14.0.0 in altre distribuzioni Linux basta consultare questa pagina.

Home Trinity Desktop Environment

  • Dea1993

    la pagina steam da errore, comunque peccato che non è in italiano, ma solo spagnolo e inglese.
    sono contento che stanno arrivando tanti giochi però se arrivasse un gioco di corse non mi dispiacerebbe affatto, anzi.
    ormai ci sono tutti i generi tranne le corse

  • Boh… non ne vedo l’utilità…

    • mikronimo

      L’ho provato su OpenSUSE ormai oltre tre anni fa e pur avendo, allora, un pc deboluccio (celeron 560 e 1 gb ram), l’ho levato, per tornare a KDE 4; davvero non ci sono paragoni.

  • Kevin

    Mi domando che senso abbia questo fork…..

    • Brau

      Solo per gli irriducibili nostalgici di KDE 3.x, a quanto so io, non esistono applicazioni/funzioni di KDE 3.x che non trovi sul 4.x…

  • Nan0

    ma questi invece di stare a caz..ggiare scrivendo e mantenendo programmi “inutili”, non potrebbero dare una mano al team di LXQT!

    • jboss

      boooooo misteri dei neuroni celebrali

      • Brau

        Esistono pure i neuroni non cerebrali?

        • (҂⌣̀_⌣́)

          Quelli che sono caduti da altre parti.

        • TopoRuggente

          I neuroni non si definiscono per posizione, ma per morfologia, funzione o citochimica.

          Comunque sia potrebbero esserci neuroni spinali, addominali ….
          Sono ovunque …

          • Brau

            Potrebbero? Abbiamo dei neuroni ma non lo sappiamo? Ce li hanno disattivati alla nascita per non farci poi votare nel modo giusto? O perché l’unico modo per usare Windows è avere dei neuroni in meno? Perché ci nascondono la verità? Chi ce la nasconde? Chi ha rubato i nostri neuroni? Chi? Lo? Sa? I governi mondiali/NWO? Gli illuminati? I rettiliani? Barbara D’Urso?
            Queste e altre domande trovate a caso nel codice sorgente di MIR, oggi, a Mistero.
            Sono Ammiam Miammo! 😉

  • Luca Cavallaro

    Assurdo utilizzare oscenità del genere alla fine del 2014!

  • EnricoD

    bah bah bah bah bah

  • Killthepenguin

    L’ennesimo EPIC FAIL cantinaro…

  • Drumsal

    Caspita, questa è la prima volta che vedo unanimità nei commenti (tutti negativi)

  • Idntfllow

    Sarà il tema ma non si può guardare… (e poi semmai LXQT) il punto è che graficamente nel mix di colori e (non)omogeneità di stile il KDE è stato sempre un pastrocchio fino a poche release fa dello stesso 4.0.
    Lo ripeto spesso: essere dei bravi programmatori non implica essere dei designer.

  • Bau

    Mi sembra giusto l’hanno fatto con gnome…….ora mi aspetto qualcuno che riesumi vecchie versioni di xfce per i nostalgici.

    • Albano

      Momento “nostalgia canaglia”.

    • Luca Cavallaro

      lo faranno, tranquillo 😀 appena svecchieranno Xfce arriverà subito il fork!

      • una saponetta per Stallman

        Questo?

      • ange98

        Ma io voglio il fork di quando Xfce si basava su XForms 🙁

      • ovviamente…tanto qualsiasi software una volta cambi interfaccia viene forkato… che spreco di tempo

  • SalvaJu29ro

    Che brutto D:

  • Tomoms

    Non serve a niente. Non aiuta nessun altro team di nessun altro software. Non lo vuole nessuno, nessuno l’ha chiesto. E’ brutto, osceno, vecchio. Nessuna distribuzione lo usa (menomale). Nessuna distribuzione lo include nei suoi repository ufficiali.
    Basta inutilità!!!!
    A proposito, XFCE può essere considerato abandonware?

    • kevin

      No, è ancora in fase di sviluppo

    • EnricoD

      Bah, senza parole, veramente
      Cosi non si va da nessuna parte … Se tutta quella gente che perde tempo a fare cose del genere ne impegnasse solo la metà a migliorare progetti già esistenti…
      Me dici, “OK, sto sviluppando un software utile ed innovativo” .. Allora… Ma qui si parla di una roba con una interfaccia che definirla spartana è fargli un complimento… Me piglia a male nel 2014 a vede certe cose, ma che diamine … Ce sta pure un fork di Compton! Ma te rendi conto???!?! XD ma che senso ha?!?! Bah
      Famo una petizione! XD

      • Tomoms

        Facciamo questa petizione: si distrugga e si renda inaccessibile il codice sorgente di tool e progetti obsoleti tipo GTK2 e QT3. Chi si adatta alle novità bene, chi non si adatta interrompa lo sviluppo del suo software e si unisca a qualche altro team.

        • ZaccariaF

          UA! Che bello, una commento contro tutte e quattro le libertà del free software in un colpo solo.
          Neanche gli dei winari arrivano a questi livelli.
          Certo,capisco, questo blog è frequentato da moltissimi turisti dell’ FLOSS, ma qui si esagera.XDDDD

          • Esagerato

            Ma quindi free software vuole anche dire: tieniti questa roba marcia e non ti lamentare???

          • ZaccariaF

            Puoi anche non usarlo; però il versioning ed aggiornamento coatto sono, e rimarranno sempre roba da SW proprietario, incompatibile per definizione col FLOSS.
            Solamente ironizzavo sulla sesquipedale contraddizione.

          • Esagerato

            Spesso accade che la uso (obbligato) perché non vi è molta scelta alternativa. Quindi non mi dovrei lamentare per lo stesso motivo. Una petizione forse è troppo, ma bisognerebbe far suonare qualche campanello di allarme in qualche modo a chi ci prova sia nello sviluppo che nell’uso, tipo un po’ quello che hanno fatto con le sigarette: il fumo uccide.

    • SalvaJu29ro

      Xfce ha uno sviluppo lentissimo xD
      Ma per l’uso che ne faccio è perfetto, quindi non è un problema per me

      • TopoRuggente

        Per quanto mi dispiaccia, direi che lentissimo non descrive la situazione.

        La 4.12 ha 21 mesi di ritarto e non ci sono ancora previsioni.
        Immagina che la 4.14 dovrebbe segnare il passaggio a GTK3 e Wayland !!!

        Credo che gli sviluppatori di XFCE dovrebbero almeno spiegare cosa stia accadendo realmente

        Dopo 30 mesi dall’inizio dello sviluppo del 4.12 mi pare che
        “We’re still in the development stage and will start releasing when we think 4.12 is ready.”
        sia un po’ pochino.

        • concordo.. anche se ogni tanto qualche software si aggiorna.. dovrebbero dire chiaro e tondo perchè tutto questo ritardo.. non è possibile che avevano fatto una previsione e l’hanno toppata in pieno….
          lo dico da utilizzatore e da grande ammiratore di xfce, ormai da anni è il mio unico DE, ora sto usando la versione 4.11 ma sarebbe opportuno che ci informassero su cosa sta accadendo.. potevo capire 5-6 mesi di ritardo.. ma quasi 2 anni sono troppi

        • ZaccariaF

          Cosa sta accadendo realmente?
          Magari hanno una vita,un lavoro,una famiglia?!
          “Capo…non posso finire il debug di questo programma perché devo portare XFCE alle GTK3 e Wayland!
          e il capo,”Sei licenziato!”
          Davvero, come si fa a pensare che un DE si possa realizzare in 4 e chiedersi anche perché lo sviluppo e lumacoso; poi proprio in questo momento in cuì sussiste la neccessità di riscrivere molte parti del topo per passarle alle librerie e server grafici moderni.
          E non mi si parli dei soliti “collaboratori” forkaioli che al massimo scrivono documentazione.

          Con tutto il rispetto per un’ ambiente(e i suoi dev) che adoro da quando ero piccolo.

          • Concordo

            Veramente molti capi tappano la bocca ancora prima che si riesca a porgere la domanda: “posso uscire al termine del mio orario?” Te la tappano ore prima con lavoro plus a sua volta totalmente inutile e fuori dalle tue mansioni riducendoti ad una macchina-lavoro-automatizzata. Così passa la voglia di arrivare tranquilli a casa. Io ho dato le dimissioni due volte perché mi opponevo a questi esseri non umani.

          • ZaccariaF

            Stai parlado di un capo di callcenter uscito dalla scuola delle coop sinistrate, mica di un vero dirigente e/o imprenditore.
            Nel campo davvero IT, il turnover e il mobbing sono estremamente deleteri, posto che in quel campo il plusvalore è dato interamente dal know-how e dalla esperienza dello sviluppatore/documentatore/revisore/designer oltre che alla coesione e comunicazione della squadra; perciò licenziamenti e pressioni alla penis canis fan perdere denaro sonante a chi le fa.

          • Proprio così

            Hai indovinato, ma non c’era niente di sinistrato all’apparenza e non callcenter nel mio caso. Infatti erano grosse società (l’ultima faceva intorno ai 75miloni di euro all’anno) che per colpa di chi le guidava hanno chiuso i battenti.

          • ZaccariaF

            che per colpa di chi le guidava hanno chiuso i battenti.

            “Lo vedi che alla fine falliscono?” mi dice sempre
            l’ addetto alle buste paga della mia azienda.
            Se poi si potesse fare un accordino bancario con la Svizzera come ha fatto la crucconia, tranquillo che il loro saggio di profitto sprofonderebbe velocemente a zero.
            Per quanti soldi facciano, come si dice a Livorno, alla fine o fuggono o van tutti in medicine.

          • Proprio così

            Parlando a titolo personale, ci hai ancora preso. Hanno o avevano conti e aziende in svizzera pure!! Questi individui assorbono e vendono scatole umane senza mai voler capire come funzionano. Devono funzionare come la loro mente malsana. Di chi c’è dentro a loro non importa un fico secco. Tra il lavorare con questi ed il vivere sotto i ponti, alla fine preferisci la seconda scelta. E poi si chiedono perché l’Italia non cresce. Tze!

          • ZaccariaF

            Alert(“Altamente OT”)!!!
            Sto sul generale sennò ti rompo i maroni.
            L’ italia non cresce perché è in perenne guerra politica;mi spiego:
            per anni e anni alle urne non si votava chi si sentiva meglio aderente alle proprie idee, ma l’ opposto di chi non si voleva vincesse.
            B.,Turarsi il naso,Logica dell’ alternanza ring a bell?
            Le ragioni di questa guerra infinita sono lunghe e ormai storia but,give you a hint,c’entra il PCI.
            Ciò à permesso, siccome la guerra È il business migliore in assoluto,
            ad alcuni VERI criminali(di cui i tuoi venditori di scatole sono parte) di vendere voti alle varie parti in campo, ogniuno alla propria, attraverso giornali,cooperative e facilitazioni burocratiche.
            Uccidendo così ogni forma di dialogo politico democratico(non quello dammi i votati e poi ti parlo del PD), si è uccisa ogni possibilità di crescita(in ogni senso)italiana con parti politiche che si facevano e fanno le leggi,più che ad personam,contra personam.
            Naturalmente i Debenedetti,i Caltagirone e i Brambilla vogliono che la guerra continui, che rimangano lì a darsele per tre voti in più o in meno,perché maggiormente si “combattono” maggiormente guadagnano.
            Il P. del Nazareno è l’ apoteosi dell’ anti-grillismo militante(che dal canto suo vuole appunto portare il messaggio che non devono più esistere partiti in lotta tra loro ed infinite correnti) volto a dividere le persone e porle le une contro le altre, al fine di far perdurare l’ € “moralizzatore”, i nasi turati e le guerre tra poveri.
            Davvero anche molti miei amici di Meet-up,quale parte di È UNA GUERRA non hanno capito?

          • TopoRuggente

            OK allora dici,
            “Siamo in pochi, abbiamo poco tempo e lo sviluppo è ridotto”
            no
            “Stiamo sviluppando e rilasciamo quando è pronto”

            Inoltre sul sito è chiarissimo la 4:12 non avrà ne riscrittura in GTK3 ne passaggio a Wayland, anche se dopo tutto questo ritardo

            Anche il sito, ultima news 28/04/2012 …. non È accaduto nulla negli ultimi 2 anni e mezzo?

          • Marco

            La scusa e’ che han cambiato tanto, ma per sapere cosa devi leggerti il git…
            Mi sembra stia abbastanza decadendo xfce, per quanto buono, necessiterebbe di una rinfrescata, ma chi lo sviluppa mi sembra un po’ perso…

    • no non lo si può considerare abbandonato… lo sviluppo è lento è vero… sulla release stabile 4.12 non si sa nulla è vero…
      ma recentemente hanno fatto diversi aggiornamenti sia a xfce stabile e anche alla versione in fase di sviluppo, inoltre anche i vari plugin si sono aggiornati in questo periodo

  • Jacopo Ben Quatrini

    ah che bello , mi mancavano i fork nostalgici.

  • (⊙⊙)

    A me starebbe bene. . . a patto però che TUTTI i fork di importanti realtà che hanno avuto la loro gloria nel passato, vengano riscritti tenendo conto delle moderne tecnologie a partire dagli ambienti di sviluppo sui quali si appoggiano.
    Sarebbe come dire che “Trinity Desktop” è una evoluzione al vecchio KDE capace di sfidare a testa alta Plasma Next. Attualmente però non è così, perché rimane solo per nostalgici.

  • Libertà vuol dire anche questo

    Sarà un progetto brutto e inutile (e su questo sono daccordo con la maggioranza dei commenti), però evidentemente a qualcuno piacerà, come minimo agli sviluppatori. Quindi perchè lamentarsi? Perchè tanti strepiti?
    Alla fine è solo una scelta in più a disposizione. Ci siamo dimenticati che è ESATTAMENTE questo il bello del free software, nel bene o nel male? Non essere costretti ad accettare imposizioni dall’alto, ma poter modellare il proprio software sulle propri gusti e poterlo liberamente condividere con altri che hanno le stesse necessità.

    D’altro canto, Ubuntu è nato da un fork, ed anche la stessa Debian in un certo senso. Così anche Unity, Mate, Cinnamon…progetti tutt’altro che disprezzati.
    Poi possiamo discutere quale sia il migliore/più adatto alle varie necessità. Ma da qui a dire che si dovrebbe fare una petizione per impedire tali iniziative mi pare un salto abnorme…

No more articles