In questo articolo andremo ad analizzare le novità di Pamac 2.0, il gestore grafico dei pacchetti e aggiornamenti di default in Manjaro Linux.

Pamac in Manjaro Linux
Tra le tante novità introdotte nel nuovo Manjaro Linux 0.8.11 troviamo anche la nuova versione 2.0 di Pamac, il gestore grafico dei pacchetti. Per chi non lo sapesse Pamac è un software open source nato per fornire in Manjaro Linux un completo e moderno software center e gestore degli aggiornamenti. Con la nuova versione 2.0 di Pamac troviamo la completa migrazione in GTK+3, passaggio che migliora notevolmente l’integrazione in nuovi ambienti desktop come Gnome Shell e Cinnamon oltre ad introdurre diverse migliorie all’interfaccia grafica.

Altra importante novità introdotta in Pamac 2.0 riguarda AUR, alcune ottimizzazioni consentono una più rapida ricerca oltre a risolvere gran parte dei problemi riscontrati durante la compilazione e installazione dei vari pacchetti e dipendenze richieste.

Da notare anche la nuova opzione che ci consente di poter attivare o disattivare le ricerche in AUR, gli sviluppatori inoltre hanno introdotto anche nuove migliorie per il gestore degli aggiornamenti.

Pamac 2.0

Dal collegamento nel pannello del gestore degli aggiornamenti di Pamac 2.0 è possibile attivare o disattivare la ricerca di nuovi aggiornamenti.

Pamac 2.0 è disponibile nei repository ufficiali di Manjaro Linux, possiamo comunque installarlo anche in Arch Linux e derivate digitando da terminale:

yaourt -S pamac-aur

e confermiamo la compilazione ed installazione del software.

Home Pamac

  • giampaolo schembri

    non mi sembra che drafsight sia open suorce…
    se non sbaglio è solo gratis per uso personale

  • massello

    Draftsight non è opensource è al momento free…

  • cobe571

    Draftsight non è assolutamente Open source. E’ un freeware che richiede la registrazione al sito della Dassault Systemes per poter essere usato. La versione AutoCAD 360 non è niente di paragonabile alla versione per PC. Spiacenti signori ma Linux è ancora lontano anni luce dall’essere una piattaforma di sicuro interesse per lo sviluppo CAD/CAM/CAE.

    • Picoz

      Scusate ma tempo fa l’ho utilizzato (Draftsight). A me serviva solo per aprire un certo file .dwg che mi avevano fornito per uso personale: una mappa dettagliata del mio comune con indicazioni su più livelli. L’ho installato sia su ubuntu sia su windows (per vedere differenze eventuali). Per quello che serviva a me andava più che bene e non avevo trovato altri programmi che “leggessero” quel tipo di file. Ma mi ha chiesto di registrarmi e lo volevo anche fare ma mi ha chiesto che tipo di lavoro facevo, in quale settore CAD ecc… tutte informazioni che anche volendo non potevo fornire facendo tutt’altro lavoro e non occupandomi di CAD.

      L’uso personale “una tantum” diciamo così, non era contemplato… La richiesta di registrazione, dopo mi sembra 30 giorni, è diventata obbligatoria e … non l’ho più potuto usare. Se non se sei del “settore” non puoi neanche usarlo?

  • Caterpillar

    Date una mano allo sviluppo di FreeCAD!!!

    http://www.freecadweb.org

  • francesco

    Autocad 360 ha molto poco a che fare con autocad. Diciamo che è un visualizzatore di dwg e poco altro, infatti se autocad costa 10000€ ci sarà un motivo. Purtroppo finché autodesk non deciderà di portare autocad su linux (non mi pare ne abbia voglia) c’è poco da fare. Draftsight è gratuito per uso personale ma a pagamento se lo usi per lavoro (e un cad o lo usi per lavoro/studio o non lo usi) e non è completamente compatibile con autocad, oltre ad avere molte meno funzionalità e molta lentezza.

    • Utilizza FreeCad, il linguaggio CAD è uno standard universale, la gui è AutoDesk il resto è solo codice CAD elaborato 😉

      • francesco

        il linguaggio cad sarà anche uno standard universale ma il dwg è un formato chiuso proprietario dell’autodesk ed è lo standard nel mondo professionale. Non so poi cosa intendi con il fatto che il CAD è un linguaggio universale e quello che cambia è solo la gui, ma da un cad all’altro cambia tutto non solo l’interfaccia, se hai avuto la necessità di usarlo lo saprai. Non credo inoltre che il cad sia un linguaggio, ma la descrizione di un tipo di software (computer aided design) il cui capostipite è proprio autocad.

        • dwg, docx, etc sono solo file compressi nulla di più, il contenuto varia a seconda del software, il dwg oltre a portarsi le istruzioni di come creare l’oggetto ci mette le parti di rendering, palette e altre minchiate varie, per fare un esempio è come se separassi ogni concetto e lo mettessi tutto in una cartella e lo zippassi, il risultato sarebbe lo stesso se si utilizzano percorsi relativi.
          Senza scendere nel dettaglio, mi ricordo che all’esame di programmazione CAD avevamo un software a riga di comando che interpretava file di testo e li elaborava in un viewer 3D sinceramente non mi ricordo il nome ma sono sicuro che non produceva dwg e sono sicuro che ci si riuscivano a fare le stesse cose in quanto rispettava ISO 128 e ISO 103vattela a pesca…
          La differenza è che con autocad avevi la gui per tracciare le linee mentre con quello avevi la riga di comando live o l’interprete di sequenza di comandi…

          Se non ricordo male il linguaggio di programmazione era qualcosa tipo Plasm che ha anche un interprete python pyplasm

  • ange98

    Okey, perciò se si usa un ambiente GTK+ Pamac è perfetto. Ma se si usa un ambiente Qt oltre a Octopi e Appset c’è qualcos’altro?

    • Emanuele Bosimini

      kpackagekit, cioè apper

      • ange98

        Apper non lo userei mai. Lo trovo scomodo e su Debian mi aveva dato non pochi problemi.

    • clodio

      prova pacmanxg4
      “Depends on neither GTK+ nor Qt, just X11”

      • ange98

        Conosco già pacmanxg però preferivo qualcosa in Qt che non fosse Appset o Octopi…

        • Giulio Mantovani

          le GUI Qt latinato, siamo barboni, io con octopi non mi trovo male ma neanche bene, più che altro non capisco perchè ha una GUI per cercare i pacchetti ma poi fa partire un semplice script da bash che apre konsole o un’altro terminale. Se fai una GUI deve essere al 100% una GUI, quindi mi aspetto che in futuro appaia una barra di avanzamento ecc.
          praticamente voglio il gestore aggiornamenti di ubuntu per pacman.

  • fino a che non ci sarà un software center come quello di ubuntu, per i nuovi utenti che provengono da windows o che sono abituati con gli smartphone, ubuntu sarà sempre la distro più consigliata

    • daniele dragoni

      Se dobbiamo copiare linux tanto vale usalo

  • AndreD

    Qualcuno gli dovrebbe suggerire di creare un Manjaro Software Center alla Ubuntu, per scalare la classifica su distrowach

    • Sim One

      Guarda che non sei tanto lontano dal vero.
      Secondo me se Manjaro fosse un pelino più curata esteticamente out-of-the-box, sarebbe lassù.

  • gambadilegno

    si possono convertire pacchetti o applicazioni in linux se in formato nativo sono a 32bit renderli a 64bit e viceversa? (off topic)

    • Samael

      Se per convertire intendi trasformare un binario da ELF32 a ELF64, no.
      I binari compilati non possono cambiare architettura con una conversione.
      L’unico modo che hai per ottenere una versione specifica per la tua architettura è ricompilare il software, sorgente permettendo.

  • MisterX

    che orrore… aborro qualsiasi gui a pacman.. 🙂

  • giubani

    assomiglia molto a syanptic di ubuntu, funziona bene, l’ho provato sul pc di casa con Antergos 🙂

    • SalvaJu29ro

      Ma è attivo in background all’avvio?

      • Ti basta aggiungere il seguente comando all’autostart:
        pamac-updater

        • SalvaJu29ro

          In realtà preferisco che non parta all’avvio, per questo l’ho chiesto xD
          Comunque se bisogna aggiungerlo significa che di default non parte, lo proverò
          Grazie comunque 🙂

    • michele casari

      ha ehm, non per fare il pignolo, ma synaptic è di Debian

      • giubani

        Ma lo so……dicevo graficamente

      • giubani

        Scusa ho letto velocemente il tuo commento, lo sapevo ma lo usavo su ubuntu, molto meglio del software center secondo me

  • nessuno

    pacman e yaourt bastano è avanzano,utuntu lo lascio a voi,delle classifiche me ne faccio carta da water

No more articles