Con la nuova versione 3.6 di Audacious debutta la nuova interfaccia grafica Qt e altre importanti novità.

Audacious in Ubuntu
Audacious è un player audio multimediale open source che troviamo preinstallato in diverse distribuzioni Linux (oltre ad essere disponibile nei repo ufficiali delle principali distro). Gli sviluppatori di Audacious hanno recentemente rilasciato la prima Alpha della futura versione numero 3.6 che porterà con se la nuova interfaccia grafica Qt5 che andrà a migliorare l’integrazione nei principali ambienti desktop Linux. Audacious 3.6 avrà di default l’interfaccia grafica GTK+2 mentre sarà disponibile la UI Qt o Winamp dalle preferenze, gli sviluppatori rilasceranno anche una versione con UI GTK+3 la quale sarà molto probabilmente l’ultima versione includerla vista la migrazione in Qt5.

Audacious 3.6 migliora anche la gestione dei plugin con tanto di strumento di ricerca, inoltre troviamo migliorato il supporto per i tag dei vari brani, migliora anche la visualizzazione / elenco dei vari album per uno specifico autore.
In questa pagina troverete l’elenco dettagliato di tutte le novità incluse in Audacious 3.6 Alpha 1.

Audacious - Preferenze

Audacious 3.6 è una versione ancora in fase di sviluppo che possiamo già testare in Ubuntu e derivate digitando:

sudo add-apt-repository ppa:webupd8team/unstable
sudo apt-get update
sudo apt-get install audacious

Possiamo testare Audacious 3.6 in Arch Linux e derivate attraverso Aur.

Home Audacious

  • Dario · 753 a.C. .

    solo io ho questo fastidiossimo problema con KDE?
    togliete il dollaro che ho messo altrimenti va in moderazione

    guardate il link dove lo spiego http://forum.$ubuntu-it.org/viewtopic.php?f=35&t=343162

  • roberto duccio

    kde è il n.1

    • quoto

    • pntk

      io non riesco ad abituarmici! forse ha così tante funzionalità che sono troppe da digerire per uno che approda su kde la prima volta… boh!

      • Marco

        Ascolta, ho provato TUTTI e dico TUTTI i de per Linux. Ubuntu è un aborto mentale, assurdo e inutilizzabile. Gnome è da crisi mentale. Xfce è un buon de ma inspiegabilmente se clicchi con il tasto dentro sul desktop puoi anche andare a prendere un caffè prima di far spuntare il menù contestuale. Lxde è ottimo, rapido, reattivo, fantastico, ma se sei un esteta meglio girarci intorno. E17 è veramente “pesante” e a volte fastidioso. Poi un giorno ho installato Linux Mint 14 Kde. Avevo utilizzato Kubuntu un paio d’anni fa e sono letteralmente scappato verso il mio ADORATO Gnome. Adesso Kde è semplicemente il miglior de disponibile per Linux. Kde puoi “disegnarlo” sulle tue necessità. Puoi farlo diventare leggero e rapidissimo oppure bellissimo, pieno di effetti favolosi, trasparenze, effetti grafici….. io però preferisco Kde, rapido ed efficace com’è. Kde. Per adesso nessuno lo può eguagliare. Dagli tempo, Sforzati di provarlo e lo amerai! Poi la 4.10 è ancora più reattiva!
        Provalo!

        • pntk

          sono sbarcato nel mondo linux (dopo una scappatella davvero veloce con ubi 10.10 su un pc scassone) installando xubi su un netbook e mi sono davvero innamorato: xfce nella sua semplicità mi piace tantissimo e con docky e compiz (anche se sconsigliato 🙁 ps. hai alternative?) lo fai come vuoi (sono hotcorner che riassume tutte le finestre aperte a-la mac dipendente). ho provato unity ma non nelle ultime versioni che, a detta di molti, è migliorato parecchio ma non mi interessa un grancheè come DE. ho provato gnome 3 e devo dire che a me piace molto, anche se porcavacca non riesco a mettere l’hot corner alla mac senza compiz e sto impazzendo (consigli?). Lubuntu (lxde) è gradevole e ottimo per le macchine che han bisogno di velocità e ha anche dei tool interessanti di gestione del sistema. ho provato velocemente un mint con mate credo e mi è sembrato gradevole ma superfluo nel panorama dei DE linux. Kde l’ho provato su chakra, opensuse, kubuntu e non mi ricordo cos’altro (fedora forse?) ma non sono mai riuscito a starci sopra per più di 3 giorni, troppo complesso! ho bisogno di immediatezza e kde non me l’ha mai data e non posso stare troppo tempo per “imparare” ad usare un OS, purtroppo ho altre priorità nella vita 🙁 però ritenterò! inoltre il file manager che tutti osannano a me innervosisce parecchio! ps. kde in quale distro, secondo te, si gusta meglio outofthebox?

        • dongongo

          Oppure puoi averlo sia rapidissimo sia bellissimo con BE::Shell e l’effetto BE::Animated su KDE. All’avvio il mio KDE occupa nemmeno 200mb di ram… E il consumo di cpu non è mai stato spropositato, ma con BE::shell si consuma meno di XFCE. Se poi installi sessionk KDE è anche velocissimo ad avviarsi. Su HDD impiega poco più di 20 secondi ad essere completamente avviato dopo l’apparizione del grub. Lascio uno paio di screen anche se non rendono bene l’idea della bellezza e della “grandezza” di questa alternativa a plasma:

          Desktop vuoto: http://postimg.org/image/za3oigaev/

          Desktop pieno:http://postimg.org/image/xsp4lalg3/

          Certo è che la configurazione è difficilissima. Devi ammattire parecchio. Il mio desktop ha tanti elementi presi in prestito da altri desk, c’è poco di mio.

          • eticre

            stupendo
            che decorazioni finestra e sile ciai messo?

          • dongongo

            Grazie mille!
            È bespin. Esso è altamente configurabile, ma non è semplicissimo. Come dicevo su questo desk, niente è immediato, e bisogna essere molto pazienti. Questo stile l’ho preso in prestito da lagadesk (trovi i suoi lavori su DeviantArt), modificandolo e adattando i colori al mio tema.

    • heron

      Effettivamente è così avanti rispetto agli altri che si è potuto permettere da qualche anno ormai di chiudere con le novità e lavorare su performance e stabilità… se non lo si installa è solo per motivi di hardware e di gusto, ma è oggettivamente l’unico de che è stato capace di innovare senza stravolgere l’usabilità, ed anzi, grazie alla sua modularità permette di far scegliere all’utente l’esperienza che vuole ottenere.

      Parte di default con un look win7, mapoi , usando solo software della kde sc si possono aggiungere docks, dash, globalmenu…senza contare gli effetti
      E poi finalmente ha un browser decente (rekonq che supporterà le estensioni di chrome) e altre killer app come calibre e digikam

  • Euripide

    Ci si rende conto della grandezza di Kde anche solo dopo averla usata un mese, e poi esser tornati a ubuntu o cinnamon. È come passare da Schopenhauer a Maria de Filippi.

    • heron

      Ho provato l’ultima versione di gnome3 su arch e mi sono dovuto ricredere… mi aveva deluso ed ora ho potuto apprezzare alcuni frutti del restyling, ma sento (e spero) che ci siano ancore tante features da aggiungere… mi sembra infatti incompleto e c’è sempre qualcosa da correggere con almeno una o due estensioni nel migliore dei casi. Poi è ancora troppo pesante rispetto alle sue (poche) funzionalità… Pantheon di elementary os non offre (o meglio offrirà) un’esperienza diversa da gnome, ma almeno è scattante perfino su netbook

No more articles