Vi presentiamo il nuovo set d’icone GTK denominato Vibrancy Colors sviluppato dal team RAVEfinity.

Vibrancy Colors in Ubuntu
In questi anni abbiamo presentato numerosi set d’icone alcuni dei quali molto utilizzati dagli utenti come ad esempio Faenza, Moka, Numix ecc.
Il gruppo di designer del team RAVEfinity ha realizzato un nuovo ed interessante set d’icone denominato Vibrancy Colors in grado di coniugare le icone delle applicazioni incluse in Moka e Faba, le icone monocromatiche di Fauza e Numix e il look delle cartelle KDE Breeze (di default in KDE Plasma 5.x) il tutto con svariate varianti.

Vibrancy Colors è una raccolta di icone per Linux disponibile in svariate varianti a partire dal colore delle cartelle (disponibili in ben 13 colorazioni: Blue, Aqua, Graphite, Blue, Blue Vivid, Brown, Green, Purple, Red, Pink, Orange, Teal e Yellow) e 5 varianti che si differenziano dalle icone del pannello e barra degli strumenti (Vibrancy Light, Vibrancy Dark, Vibrancy Full Dark, Vibrancy-NonMono-Dark e Vibrancy-NonMono-Light).

Vibrancy Colors - Varianti

Installare le icone Vibrancy Colors in Ubuntu e derivate è molto semplice basta digitare da terminale:

sudo add-apt-repository ppa:ravefinity-project/ppa
sudo apt-get update
sudo apt-get install vibrancy-colors 

In alternativa basta scaricare il pacchetto deb o file tar.gz (bisogna estrarne il contenuto e salvare il tutto nella directory .icons della home) da questa pagina.

Una volta installate le icone Vibrancy Colors basta avviare un tool di personalizzazione o gestore dei temi del nostro ambiente desktop e impostiamo le nuove icone.

Home Vibrancy Colors

  • Giuseppe62

    Chissà se Ubuntu fornirá l’immagine di Ubuntu touch!
    Connubio ideale. Software linero su hardware solidale.

    • silver

      Android é software libero.

      • -.-

        BUAHAHAHAHHA

        • Kryohi

          Stessa risata per Ubuntu :asd:

          • cristianpozzessere

            quotone!!!!

        • cristianpozzessere

          ricordati che i signori di bubbuntu non hanno mai scritto una sola riga di codice per il kernel…sicchè prima di azionare la mente e dira minchiate cercate di capire cosa è veramente Linux…e ubuntu assolutamente non fà parte dellla filosofia Gnu-Linux

          • sayan2587

            ed ecco un altro commento senza senso del solito hater fanatico sempre pronto a scatenare stupide guerre di religione… hai scritto una marea di s*******e che neanche te ne rendi conto.. fammi un piacere: inizia tu a non sparare minchiate che è meglio

  • vangtid

    …a 360,00€ adesso si trova il Samsung S3, e con meno anche un telefono “made in China”. Ho la vaga impressione che ci scambino per dei polli da spennare.

    • hermes14

      Se hai letto bene l’articolo, il punto è l’equità con cui viene sviluppato il prodotto. Il caffè del commercio equo e solidale costa di più del lavazza, tanto per dirne uno, ma hai la garanzia che non vengano sfruttati i lavoratori (magari anche bambini), e probabilmente hai anche una maggior qualità.

      Senza fanatismi, quando ci viene data l’opportunità di pensare cosa comporta a livello umano la produzione di un “semplice” telefonino, o di toccare con mano un’alternativa sostenibile, io credo che vada colta al volo; se uno ha la possibilità, poi, compra il telefonino o la barretta di cioccolato, altrimenti apprezza semplicemente lo sforzo di un gruppo di persone che cerca, nel suo piccolo, di rendere il mondo un posto migliore, senza per forza pensare che ci sia sempre qualcuno lì pronto a farti le penne.

    • Francesca

      il punto è proprio questo, avendo il controllo di qualità e giustizia (fair) della filiera, dell’origine dei materiali, ecc, ecc, quello è il prezzo “giusto”. Dovrebbero pubblicare in dettaglio i vari passaggi ed i vari costi, e le motivazioni dei costi, in effetti.
      Io mi trovo a dover comprare un cellulare all’interno di quel budget in questo periodo.
      Lo ordino perchè il valore del processore piu super ultra, o qualsivoglia caratteristica, non è paragonabile a cio che queste persone stanno cercando di fare.
      Il prodotto acquista giustezza e perde di competitività di prezzo, ma le mie funzionalità di smartphone le avrò lo stesso.

      • Francesca

        E cmq credo che le caratteristiche siano di tutto rispetto, o no?

        • EnricoD

          è un ottimo dispositivo… non di tutto rispetto… ottime caratteristiche e design accattivante!!!! 😉 quotone su quanto hai detto comunque

    • EnricoD

      ma si compra un telefono “made in china” cosi regali i soldi agli sfruttatori… e magari ci becchi pure una mezza sola!

    • -.-

      complimenti per il ragionamento, davvero un esempio di lungimiranza

    • Luther Blissett

      vai nel loro blog e poi guarda la foto di quel bambino seduto a terra a smanettare con quella polvere…
      poi torna qui a parlare di efficienza

  • EnricoD

    è bello invece! una bella idea!

  • Sarebbe interessante una recensione od un provato, anche se a quanto ho capito aspettano 5000 preordini per cominciare la produzione, da tenere d’occhio comunque!

    • filmar23

      appena mi rispondono penso di aggiudicarmelo, abito nella stessa città di Roberto, quindi va da sè che glielo presterò per un test 🙂

      • Ottimo! 🙂

      • sei anche tu da vr da dove precisamente?

        • filmar23

          Colognola ai Colli. Siamo anche vicini

          • TopoRuggente

            Anch’io sono di Vr …. ma non siamo vicini !!!

  • dongongo

    Benissimo! Questa è un’ottima segnalazione!

  • xmattjus

    Ne ho visti di telefoni costruiti “nel commercio equo” e alcuni arrivavano a costare anche €700 con un hardware di un telefono di €50.. Questo però, a €400 (con tasse, più o meno) è veramente una chicca e il fatto di comprare qualcosa costruito senza sfruttare il prossimo, a me fa sentire veramente bene!

  • Simone

    Ottimo! Pensate se è il caso di spendere qualche euro in più sapendo che quello che viene costruito e distribuito non pesa sugli altri!

  • filmar23

    ho contattato il preorder per sapere come gestiranno l’assistenza in Italia, sono olandesi e credo sia segno di serietà. Non voglio avere nè dare false speranze. Comunque di consolazione ho un amico che ha avuto il suo Samsung S3 in assistenza quasi due mesi per un problema da niente.

  • Maras

    viene rilasciato, viene rilasciato, viene rilasciato ripeti sempre le stesse parole!

  • mikronimo

    A livello tecnico (a parte la risoluzione un po’ bassina, ma è il meno) mi pare un buon prodotto; per il lato umano e lo sforzo, è davvero una cosa splendida; qualche giorno fa si parlava di differenze tra cinafonini e megafonini (quelli delle multinazionali, per capirsi) e in considerazione del fatto che molto spesso le multiN producono in Cina e vendono a prezzi anche tripli prodotti magari validi, ma del tutto paragonabili alla concorrenza cinese, esprimevo il concetto che regalare soldi per avere lo stesso prodotto, non aveva molto senso; in ogni caso si va a dare denaro a gente che del lucro, dell’avidità e dello sfruttamento ne ha fatto una ragione di vita; ora emerge una terza opzione; non sarà perfetta (usare android, che proprio libero non è, ma non credo che venga sviluppato sfruttando nessuno, per dirne una), ne possiamo testimoniare personalmente della assoluta buona fede di questi olandesi (a fare l’avvocato del diavolo, la configurazione di questo modello è identica a tanti cinafonini e nulla vieta di pensare che ci venga rifilato uno di quelli), ma non si può sempre vivere con la preoccupazione di qualche complotto o raggiro; l’occasione di fare una cosa giusta e dare un segnale del fatto che se proprio compriamo un prodotto del genere, preferiamo farlo da chi non tratta le persone in maniera meno che umana, mi pare importante; ci farò sicuramente un pensiero, ma forse anche qualche cosa in più.

  • DigiDavidex

    Alla fine son sempre tutte uguali, vi state facendo infinocchiare dagli smartcosi. Ma un set di icone così proprio non vi piace? Con un bel tema scuro personalizzato per far riposare gli occhi 🙂
    L. Mint 17 XFCE
    Su richiesta lascio il link 😀

    • DigiDavidex

      dimenticavo: ancora non ho finito di personalizzarlo, mi manca tempo

      • alex

        Lo voglio verde da “vecchio terminale”, invece che blu neon da “vecchia fantascienza” 🙂

    • luca020400

      Con lo schermo scuro mi addormento sopra la tastiera . Passo XD

    • Esu

      Bellissimo set! Mi puoi dare il link?

    • Max Franco

      Perdona. ma trovo le icone semplificate e i temi scuri piu’ faticosi di icone complesse e temi chiari…

    • Non è buona cosa utilizzare uno sfondo nero poiché l’occhio trova
      difficoltà nel trovare il punto di messa a fuoco al fine di effettuare
      l’accomodamento del cristallino.
      Col fondo scuro, addirittura
      potresti mettere a fuoco la tua immagine riflessa dallo schermo, e quidi
      affaticare inutilmente il cristallino con i continui accomodamenti.
      Lo sfondo scuro serve solo a risparmiare energia.

    • michele casari

      personalmente il tema scuro non mi piace.
      Ogni volta che apri un browser e/o un documento (che hanno sfondi chiari) è come un pugno in un occhio.

  • alla fine per xfce, il tema che preferisco è sempre elementary-xfce, trovo che sia davvero bello e pulito

  • loki

    svegliatemi quando passa la moda del piattume nelle icone

    • EnricoD

      Oggi in una libreria ho visto il libro di Miley Cyrus…
      Penso che se una cosi può scrivere un libro di vita vissuta e uno come F. Moccia scrive cose che scriverebbe un bimbominkia come la Cyrus, allora significa che il mondo è invertito e chi lo abita è veramente piatto ma veramente piatto, o si sta appiattendo sempre piú, quindi mettiti comodo per i prossimi anni.. Tipo letargo da medioevo … Flat is now cit.
      Amaro flat, contro il piattume della vita moderna

      • loki

        stavo pensando all’ibernazione, ma temo che sarebbe solo procrastinare…

        • tomberry

          Faresti lo stesso errore di Walt Disney, che si è fatto ibernare aspettando l’estinzione degli ebrei
          [cit. Family Guy]

      • alex

        Spero che il libro sia almeno pieno di foto… 🙂

        • EnricoD

          l’ho sfogliato per curiosità ed è un libro che praticamente, leggendo i titoli dei capitoli, parla di vita vissuta… una poppante che mi viene a parlare di vita vissuta… ah!

    • Luca Cavallaro

      meglio che l’effetto plastica o finto 3d che andava di moda tempo fa!

      • loki

        e tra 4-5 anni si dirà la stessa cosa delle icone piatte in favore di chissà quale nuova trovata dei sistemi commerciali…

      • Max Franco

        Gummy for life….

        • loki

          le uniche icone che mi siano mai piaciute veramente sono le gnome-colors, peccato che il tipo che le faceva sia sparito da anni

          • Max Franco

            be però le icone ci sono ancora e fungono senza problemi 🙂 a me manca il tema shiki 🙂 nel tempo sono usciti vari temi shiki-like ma stanno sparendo tutti… io mi tengo stretto il deb del wise-x, anche quello ormai non più scaricabile, almeno dal link di gnome-look- edit mi correggo, wise-x è ritornato disponibile 🙂

      • jboss

        siamo tornati allo stile kde 1 o windows 9.x

  • Molto carine!

  • Roby

    Ideali per Ubuntu. Hanno tutto ció che serve. Semplici, chiare, belle. Da qui non mi muovo piú.

No more articles