Valve ha rilasciato i dettagli riguardanti l’utilizzo del client Steam nel mese di Ottobre 2014 indicando un calo da parte degli utenti Linux.

Steam
L’arrivo del client Steam nativo per Linux ha portato molti nuovi game nativi per il sistema operativo universale oltre a diverse ottimizzazioni nel supporto hardware. Purtroppo l’arrivo di molti nuovi game non sembra aver incentivato l’avvicinamento da parte di nuovi utenti in Linux. Questo stando a quando riportano le statistiche fornite da Valve riguardanti il client Steam, la cui versione per Linux continua ad essere sempre meno utilizzata. Anche ad ottobre 2014 gli user che utilizzano Steam in Linux sono diminuiti del -0.04% (1.12%) confronto al mese precedente, anche se sono calati quasi del 50% se confrontato con il febbraio 2013 quando gli utenti erano superiori di poco al 2%.

La distribuzione Linux più utilizzata dagli utenti che utilizzano Steam è Ubuntu 14.04 Trusty 64 bit (0.50%) seguita da Linux Mint 17 Qiana 64 bit (0.12%), aumentano lievemente gli utenti che utilizzano Steam in Microsoft Windows (95.38%) mentre calano leggermente (-0.06%) gli user Mac (3.36%).

Per quanto riguarda l’hardware utilizzato dagli utenti che utilizzano il client Steam non troviamo grosse novità con una cpu dual-core da 2,3 / 2,6 Ghz con 8 GB di RAM e una scheda grafica integrata Intel HD Graphics 4000, un display con risoluzione da 1920×1080 pixel (FullHD) con hard disk da 250 a 500 GB.

Steam - user Linux ad Ottobre 2014

C’è da chiedersi: come mai le migliorie hardware e tanti nuovi game non portino un’aumento degli user Linux che utilizzano Steam?

Per maggiori informazioni:

Statistiche Hardware & Software di Steam: Ottobre 2014

  • Massimiliano

    Ma!!!! tutti questi OS per cel. usciti!!!! Chissà se almeno uno di loro riuscirà a ritagliarsi spazio nel mercato!!! ( Ubuntu Touch compreso)….

    • la vedo dura sopratutto con android che ormai domina il mercato
      fosse stato un paio d’anni fa le cose sarebbero ben diverse ma ormai è troppo tardi secondo me

      • Torno Nel Mio Limbo

        …e che anche attorno a Samsung è venuta a crearsi una cerchia simil FanBoys by ”melinda”.

      • Anche perché per ogni SO il codice va ricompilato, però il codice per le APP per cellulari non è come il codice per un qualsiasi altro software. Si appoggiano tanto alle funzionalità offerta dal cell e ogni cell ha il suo SDK, il che vuol dire che se anche le APP avessero sorgente aperto forse non basta la ricompilazione ma alcune parti vanno riscritte e io sviluppatore non posso scrivere il codice per così tanti SO.

      • Massimiliano

        Anche per me…. tu spenderesti 400€ per questo cellulare? Non giudico la bontà del prodotto, ma il fatto che investo su un device che tra un paio di mesi potrebbe essere abbandonato per flop… Con Android poi non scordiamoci che c’è XDA con tutti i suoi porting… e qualsiasi di questi OS potremo sicuramente provarli gratis…. E poi Android ormai è un sistema completo non si sente il bisogno di cambiare…. Forse farebbero meglio a concentrarsi nei tablet… lì ancora c’è margine…. un Ubuntu tablet mi intriga 100 volte di più che sul cellulare.

      • psylockeer

        Sono d’accordo fino ad un certo punto. Per chi ha già un dispositivo e ha già investito un certo quantitativo di denaro non solo nel dispositivo, ma anche nelle app, sarà difficilissimo cambiare. Tuttavia chi ancora è a digiuno di smartphone potrebbe, al momento dell’acquisto, preferire che so, firefox, ubuntu touch o anche sailfish. Mi rendo conta che la spinta della massa è davvero molto forte, ma non credo che avere più scelta sia una cattiva cosa. Staremo a vedere.

  • EnricoD

    staremo a vedere…
    io sono piu ansioso di provare sul mio gnex tizen os…
    in caso avessi possibilità di fare dual boot però e in caso di uscita di qualche immagine stabile io proverei anche questo, oltre a tizen e ubuntu touch
    poi uscirà un qualche update pure per Jellybean e allora a quel punto sceglierò come se stessi scegliendo per una qualsiasi ROM android…
    “the most suitable for your needs” come direbbero in quel di XDA
    vediamo quali funzionalità e novità porteranno, a quel punto basterà scegliere (almeno per noi smanettoni, poi è ovvio che c’è a chi non frega nulla e si tiene il firmware stock)

    il rischio è che finiranno come bada os se non offriranno particolari funzioni, insomma se non saranno realmente una valida alternativa ad Android e iOS!

  • eticre

    399 euri. LoL

  • psylockeer

    Io personalmente vorrei provarlo il prima possibile…che poi riesca a ritagliarsi una fetta di mercato o meno è un’altro discorso, ma lo spero

    Comunque Roberto, mi pare ti sia dimenticato di segnalare la particolarità unica del dispositivo. Infatti, il device si divide in 2, e la parte posteriore (la “other half” che hanno citato nella campagna pubblicitaria), oltre a fungere da skin (ci sono vari colori) potrà essere usata per aggiungere funzionalità al telefono. Ad esempio potrà esserci una “metà” che contiene un certo set di applicazioni, o una “metà” con una fotocamera migliore. Invitavano la community a creare la loro “metà”.

    Io credo sia una buona idea…certo se il progetto non decolla…purtroppo al momento sono disoccupato, altrimenti li pagherei quei 399 euro (anche questi soggetti a variazione entro quando il telefono sarà spedito).

  • floriano

    non è android ma fa girare le applicazioni di android (che sono sterminate!!). sempre più convinto che nokia dovrebbe abbandonare winphogna e usare questo|

  • quasi 8 piotte delle vecchie lire… sto castico!

  • Fresh

    Con tutto il disprezzo che posso avere per Microsoft ma non ce la fa nemmeno lei a ritagliarsi uno spazio consistente nel mercato….questo progetto molto affascinante ha già fallito prima di cominciare…

No more articles