I developer del progetto siduction hanno annunciato il rilascio della nuova versione 2014.1, ecco le principali novità.

siduction
siduction è una distribuzione Linux basata su Debian Sid / Unstable con un’installer e ottimizzazioni dedicate grazie ai propri repository. Con siduction avremo il Kernel, ambiente desktop, software ecc sempre aggiornati (Rolling Release) oltre a svariate applicazioni non incluse nei repository ufficiali di Debian Sid e altre migliorie. Proprio in questi giorni i developer di siduction hanno presentato la nuova versione 2014.1 Indian Summer disponibile in sei varianti che si differenziano principalmente dall’ambiente desktop (KDE, XFCE, LXDE, LXQt, GNOME e Cinnamon) e dalle applicazioni preinstallate.

siduction 2014.1 viene rilasciato con il nuovo Kernel Linux 3.17.4 e server grafico X.org 1.16.1, introdotta inoltre la nuova ISO con LXQt e Cinnamon mentre viene rimossa la versione con Razor-Qt. Tra i vari aggiornamenti troviamo KDE 4.14.2, Gnome 3.14.1, Cinnamon 2.2.x, XFCE 4.10.1, LXDE 0.99.0 oltre al gestore degli avvii systemd aggiornato alla versione 215 (a breve sarà comunque disponibile l’attuale versione stabile 217), la suite per l’ufficio LibreOffice 4.3.3 e GCC 4.9.2.

siduction 2014.1 Cinnamon

Per maggiori informazioni.

Note di rilascio siduction 2014.1
Download siduction 2014.1
Home siduction

  • testone

    Non riesco ancora a capire sinceramente… io il tastino per disattivare quelli di terze parti ce l’ho in FF dall’alba dei tempi. Forse intendono attivarlo di default?

    • Dea1993

      questo è diverso, da come ho capito non blocca i cookie di terze parti come fa la funzione che è disponibile da prima della versione 3 ma elimina in automatico i cookie di terze parti e che quindi non ti servono.
      cioò lui te li lascia scaricare i cookie ma poi li elimina in automatico e questo può essere utile perchè alcuni siti richiedono che i cookie di terze parti siano abilitati

  • ZaccariaF

    Ennesima debivata… no dai mi piace,ha un ottima comunità gentile è preparata(anche se è meglio sapere un po’ di crucco).

  • biosniper

    ma chi usa veramente una sola di queste distro che fioccano come funghi? mi sembrano notizie che son messe li tanto per dire qualcosa di linux… ma chi, leggendo questo articolo dice: ah si, adesso disinstallo il mio ubuntu strasupportato da molte comunity (o il mio arch, la mia fedora, il mio manjaro, gentoo e poche altre…) e mi installo questo… (come si chiama…?) ah si, siduction… ma per favore.
    senza offesa, ma trovo inutili tutte queste derivate di derivate di derivate… mi ricordo che studiavo le derivate in analisi matematica e gia’ a quei tempi mi facevan girar…

    • alekib

      Bè se vuoi una rolling release debian…invece di reinstallare tutto ogni anno.

      • stable

        Ogni due anni.

    • Miro Radenovic

      mai usata, però non credo proprio sia una new entry.
      credo abbia cambiato nome da sidux ed è in giro da tantissimi anni

      • david

        più o meno, da sidux si è passati ad aptosid e poi siduction. 😉

        • Miro Radenovic

          mi ero perso qualche step 🙂

        • FedeLinux

          Esatto, la uso anche io affiancata ad altre Distro, a me garba moltissimo, la installi veramente con pochissimi minuti è velocissima/reattivissima.

    • adalberto santarelli✰✰✰✰✰

      personalmente, non posso che concordare

    • david

      eccomi.
      io la uso da anni.
      usavo sidux, che è poi diventata aptosid, che ora è siduction.
      quindi direi che la uso da diversi anni…

      non è una derivata di derivata di derivata, al massimo è una derivata di debian, punto.
      anzi, di debian sid, che “non esiste”

      è come avere debian sid installato, con un installatore per installarla in 3 minuti (3 minuti veri, anche meno!), e repo con alcuni pacchetti mantenuti dagli sviluppatori, pacchetti aggiuntivi o più aggiornati.
      per esempio rispetto a sid ha un kernel più aggiornato.
      manteneva il passo quando debian restava indietro con kde (versioni a caso, debian era fermo a kde 4.7 e loro avevano aggiornato a 4.9).

      insomma… lo uso con soddisfazione e non tornerei mai ad ubuntu.

      • lcasix

        Io sono mesi che la “punto” per sostituire Ubuntu sul laptop che utilizzo quotidianamente. Chiaramente si parla di uno distro “sul filo del rasoio”, ma quanto è usabile? E’ – diciamo – “stabile” o rischio ad ogni aggiornamento di rompere tutto? Grazie

        • david

          dopo tanti anni di utilizzo, mi è capitato 1o forse 1 volte di avere un problema.

          è una rolling, quindi ogni X giorni aggiorni (con le dovute cautele) e il 99% delle volte fila tutto liscio ed hai il sistema aggiornato.

          certo che se un dist-upgrade ti chiede di rimuovere xserver e tu continui, e poi non riesci più a far partire il computer…. è un pochino colpa tua! 😀

          in pratica hai una debian sempre aggiornata. 😉

          finora la grafica è stata un po’ bruttina, per i miei gusti.
          ma basta cambiare sfondo e tema. :p

          • mr01

            ma con i ppa come stanno messi? L’unica cosa che in passato mi ha separato da debian era il parco software/ppa
            Attualmente uso Ubuntu Vivid (netinstall+cinnamon2.4)

      • biosniper

        è strana questa guerra fratricida, leggo di molti utenti linux che non sopportano ubuntu forse anche più di windows. Mi spiegate perchè…? io amo linux grazie ad ubuntu e voi spesso lo degradate. Potreste rendermi edotto sulle motivazioni di tanto astio?
        per quel che riguarda questa distro non volevo offendere ne te ne chi come te la usa, trovo solo che queste “nuove” distro fioccano in continuazione e a volte penso che siano in pochi ad usarle… comunque onore a te e a chi come te si trova bene con questi progetti che sicuramente sono sconosciuti ai più e forse anche meno supportati…:-)

        • david

          figurati! 🙂
          non odio ubuntu.
          semplicemente non lo userei più.
          intanto perché uso da sempre kde, quindi al massimo ho usato kubuntu. e kubuntu non è un granché, tra le varie distro con kde.
          poi ho sempre preferito debian (ubuntu è appunto una derivata…).

          all’epoca usavo le mini.iso e partivo da zero, sia debian che ubuntu, quindi cambiava poco tra l’una e l’altra.
          e poi ci mettevo solo kde e quello che mi interessava davvero.
          e usavo i repo di sid su debian, e i repo della versione successiva su ubuntu.
          non so dirti bene perché, ma mi trovavo meglio con debian.

          poi è uscita sidux, leggera e con già tutto pronto e configurato…
          mi sono trovato bene, e con quella sono rimasto (passando da aptosid e poi da siduction).
          l’unica cosa che non mi è mai piaciuta è proprio la grafica!!! 😀

    • EnricoD

      quelle derivate però sono utili almeno xD almeno per me =)

    • giocitta

      Provala! Sarà non facile, poi, staccarsene.

    • lettore

      E’ una distro per chi ama Debian con pacchetti aggiornati molto di frequente. Chi cerca la stabilità ha invece meno scelta purtroppo: Debian stable, CentOS, Scientific.

    • tyty

      ho usato sidux->aptosid, da cui è nata questa, per 3 anni. Perché funzionava bene, piu’ velocemente di ubuntu, xfce mi piaceva, non dava grossi grattacapi di upgrade (bastava leggere il forum upgradare da console invece che da X) e la installavi da chiavetta usb in un pc in 2:30. In pratica quando mi sono arrivati 5 pc nuovi avevo installato aptosid ovunque prima che il primo pc con windows avesse riconosciuto la stampante di rete.

      • david

        come dicevo, si installa davvero in un paio di minuti, ed è leggera e sempre aggiornata.

        manca la parte finale “ho usato sidux->aptosid, da cui è nata questa, per 3 anni”……
        e adesso? continui con siduction o con altro?
        se hai cambiato, come mai?

  • giovanni

    non sono un eperto di linux, ma so che siduction:
    NON è APTOSID
    è una sid che si installa velocemente (e non è poco)
    ha dei propri repository con pacchetti tipo
    – plank e tra l’altro c’è anche un’iterfaccia per configurarla e personalmente non l’avevo mai vista su debian
    – lxqt (se mi dite chi l’ha pacchettizato per debian…).
    Insomma c’è un gran lavoro dietro e merita rispetto, ben vengano distro impegnate su Debian. Grande Siduction.

    • david

      se ti riferisci a me, sono stato frainteso.
      sidux è diventata aptosid, ha solamente cambiato nome.
      da aptosid è nato un fork, che è appunto siduction.
      l’idea di base è sempre quella, base sid, più qualche tool…

    • giocitta

      E aggiungerei: ha un manuale in italiano colto di cui sono stato (forse imperfetto, ma certamente paziente!) redattore. La modestia è la virtù degli imbecilli, vero?

      • la modestia è la virtu di chi non ne ha altre

    • Anche perché se non erro ufficialmente aptosid non è morta come dicono… in realtà neanche sidux avevo letto da qualche parte che c’era stato anche un rilascio
      UPD:
      mi correggo sidux è diventata aptosid quella con cui mi confondevo è slitaz che non c’azzecca nulla se non per la s iniziale 😛

No more articles