Microsoft ha annunciato che la futura versione 2015 di .NET 2015 sarà open source e disponibile anche per Linux.

.NET Core 5
Sono molte le aziende che stanno puntando su progetti open source visto soprattutto gli ottimi risultati ottenuti ad esempio da Google con il browser Chrome e sistema operativo mobile Android. A puntare sull’open source troviamo perfino Microsoft, azienda che ha recentemente annunciato che la futura versione di .NET sarà open source e disponibile anche per Mac e Linux.
Il codice sorgente di .NET Core 5 è già disponibile nella pagina dedicata del portale GitHub, presto potremo quindi utilizzare il famoso framework anche sulle nostre distribuzioni Linux.

Nell’annuncio, Microsoft ha indicato di aver avviato un processo per rendere completamente open-source lato server il Core Stack .NET, da ASP .NET 5 fino a Core Runtime e Framework. .NET in maniera tale da supportare anche Linux e Mac.
Tutto questo potrebbe sancire bene o male la fine del progetto Mono e l’arrivo di molte nuove applicazioni per Linux.

Microsoft sempre più open e simile a Linux? A voi i vostri pareri a riguardo….

  • dongongo

    O questo da dove sbuca? È installabile anche su Arch?
    Non mi è chiara una cosa: è gnome3 con qualche estensione, oppure si può definire un vero e proprio DE?

    • è basato su gnome 3 (come unity ad esempio)
      con un’interfaccia grafica rivisitata
      particolarità è quella di essere molto leggero

      • dongongo

        Grazie. Comunque è utilizzabile solo sulle ubuntu based vero? E un’ultima domanda… Ha lo scala finestre? Un desktop senza scala finestre non è un desktop che vale la pena usare. 😀

      • dongongo

        Grazie. Comunque è utilizzabile solo sulle ubuntu based vero? E un’ultima domanda… Ha lo scala finestre? Un desktop senza scala finestre non è un desktop che vale la pena usare. 😀

        • certo puoi installarlo anche in kubuntu volendo logicamente avrai un bel po di pacchetti da scaricare

          • dongongo

            Io volevo installarlo su Arch. 🙂
            Mi sa che scaricherò hybride e lo proverò su livecd! Grazie!

          • dongongo

            Io volevo installarlo su Arch. 🙂
            Mi sa che scaricherò hybride e lo proverò su livecd! Grazie!

        • certo puoi installarlo anche in kubuntu volendo logicamente avrai un bel po di pacchetti da scaricare

    • è basato su gnome 3 (come unity ad esempio)
      con un’interfaccia grafica rivisitata
      particolarità è quella di essere molto leggero

  • dongongo

    O questo da dove sbuca? È installabile anche su Arch?
    Non mi è chiara una cosa: è gnome3 con qualche estensione, oppure si può definire un vero e proprio DE?

  • Alessandro Favaro

    IMHO fa semplicemente schifo

  • Alessandro Favaro

    IMHO fa semplicemente schifo

  • Eduardo

    Pode ser instalado no Ubuntu 12.04 64bits Pt-Br?

    • Alessandro Favaro

      Estamos en Italia, así que, por favor, habla italiano, o al menos en Inglés

      Espero haber cometido ningún error en la traducción 😉

      • Alessandro Favaro

        Sin embargo, el texto está escrito que se puede instalar en Ubuntu 12.04 con PPA.

        ¿Qué es “PT-BR”?

      • Alessandro Favaro

        Sin embargo, el texto está escrito que se puede instalar en Ubuntu 12.04 con PPA.

        ¿Qué es “PT-BR”?

    • Alessandro Favaro

      Estamos en Italia, así que, por favor, habla italiano, o al menos en Inglés

      Espero haber cometido ningún error en la traducción 😉

    • Messi

      certamente, ele pode ser instalado com segurança em Português do Brasil

    • Messi

      certamente, ele pode ser instalado com segurança em Português do Brasil

  • Eduardo

    Pode ser instalado no Ubuntu 12.04 64bits Pt-Br?

  • lino

    A me su 12.04 si installa con errori e crasha appena avviato.

  • hermes14

    Bel nome.

    • Sim One

      intuitivo e mnemonico.

  • Guest

    .

  • Sim One

    Dal sito c’è solo la 32 bit, o sbaglio?

  • andves

    Non credo che decretera la morte di mono, in quanto viene rilasciata solo una parte del framework!

    ad esempio se ho letto bene la parte riguardante l’interfaccia grafica rimarra closed.

    Piuttosto aiutera mono a migliorare le attuali implementazioni.

    • Mono vivrà e come

      Considera che Mono attuale è un po’ indietro rispetto a .Net corrente e contiene solo 1/3 delle funzionalità di quest’ultimo. Inoltre è solo l’inizio dell’inizio, infatti scrivono: “This repository contains the class libraries for .NET Core. This is currently a work in progress, and does not currently contain the entire set of libraries that we plan on open sourcing.”
      Aiuterà Mono, certo lo hanno pure scritto: “Renewed collaboration with the Mono Project”

    • ale

      La parte che rilasciano infatti è solo quella relativa al lato server, in pratica per far funzionare le web app in asp .net

  • XfceEvangelist

    Non conosco la piattaforma .NET, ma conoscendo la mentalità unicamente suina della corporation di Redmond, magari rilasceranno una parte di codice open source con tante promesse, mentre le parti piu’ importanti non saranno accessibili.

    • Una Periferica Chiamata NULL

      Ma guarda non credo che interessi a nessuno,cosa voglia davvero fare MS,basta che i gestionalini VB(scritti da bravi nabbi con fritti misti di funzioni vecchissime e nuovissime) e cavolatine varie,riusciremo presto ad avviarli sul pinguino.

  • JackPulde

    l’ho detto io… nel 2020 Windows sarà Open Source xD

    • roberto mangherini

      Se non puoi sconfiggerli, unisciti a loro.

    • ale

      Speriamo, sarebbe un bene per tutti, Microsoft compresa alla fine, la diffusione di windows puoi sarebbe si completa e potrebbe guadagnarci in altri modi come per esempio può essere lo store, la pubblicità, ecc

  • Franco

    Questo significa lo sbarco in massa di una marea infinita di nuove applicazioni anche per Linux

    • Una Periferica Chiamata NULL

      Sopratutto molti gestionalini diverranno avviabili su Linux.
      Sempre meno scuse per passare al pinguino.

      • Una Periferica Chiamata NULL

        Per non passare al pinguino… sorry 😉

  • Motoschifo

    Devo approfondire la cosa ma non sarebbe male avere C# anche sotto Linux.
    Però dubito che siano rese compatibili tutte le funzioni del .Net di oggi, sono troppe e spesso troppo dipendenti dal sistema Windows.
    Magari non lo sarà il core, ma tutto quello che ci sta attorno da per scontato di essere su un server Microsoft.
    Inoltre, almeno oggi, i miei colleghi non si preoccupano di scrivere bene il nome del file (maiuscole/minuscole, share di rete, backslash messi fissi, disco C, ecc).

    Comunque approfondirò, sono curioso 🙂

    • Una Periferica Chiamata NULL

      Ci sono funzioni che non si possono emulare…per tutto il resto c’è Wine 🙂

  • jboss

    what?
    Lo immaginavo

  • Simone Picciau

    Open può in parte essere, ma simile a linux col cavolo!

    • Franco

      Forse era una battuta fuori luogo per aumentare i commenti qua sotto.

  • Ottimo

    A me piacerebbe vedere una collaborazione pure tra Mono ed il team di SharpDevelop (versione open source di VS). E l’affondamento dell’inutile Xamarin.

  • Non sono un programmatore, quindi vedendola da un punto di vista come utente linux penso che sia una interessante iniziativa che forse può portare molte applicazioni che si appoggiano sul framework.net anche su linux : quindi tanto di guadagnato !

  • Idntfllow

    se non sbaglio anche le specifiche del formato Flash di Adobe sono open… però…

  • noespo

    Mossa coraggiosa, microsoft aveva bisogno di attirare sviluppatori su windows phone, se il .net sarà multipiattaforma verrà utilizzato in massa semplificando la portabilità del software su diversi sistemi operativi.
    Microsoft ne trarrà vantaggio perchè avrà più applicazioni su windows phone, ma anche noi consumatori avremo il vantaggio di poter avere alcuni software anche su sistemi differenti da windows…

  • luca020400

    Halleluya ( non so come si scrive :p ) !!!!!

    • Agno

      (Dipende dalla lingua)

      • luca020400

        (Grazie)

  • LelixSuper

    Tutto marketing!

  • Fabio

    Quindi potremmo aspetarci una versione di Visual Studio per Linux?

    • Motoschifo

      Non credo, ma non sarebbe male qualcosa del genere con intellisense e tutto il resto.

      • ZaccariaF

        Non sia mai! Ci sono moltissimi altri IDE che hanno la stessa funzione,alla comunità Linux bastano i sorgenti del .NET, così magari si fa un plug-in per ogni ambiente di sviluppo, non solo per quello targato MS.

        • ale

          Dimmi un editor per linux che abbia le stesse funzioni di visual studio, c’è eclipse ma è un mattone, ha un interfaccia incasinata, è graficamente è peggiore e non ha tutte le funzioni di visual studio

          • Luca

            IntelliJ IDEA

          • ale

            È buono, ma comunque va bene solo per java, e android, anche se per android non riesco a staccarmi da eclipse con cui sono abituato

          • Agostino

            IntelliJ IDEA promette molto bene ma purtroppo solo nella versione commerciale. Attualmente non può ancora competere con visual studio. Di buono c’è che jetbrains (il team di IntelliJ) ha sviluppato una serie di estensioni per visual studio con features davvero eccezionali, forse le migliori. Ora dopo il grande successo di resharper per .net, si stanno muovendo anche per aggiungere supporto a C++ nonostante richieda molto impegno quest’ultimo (considerato quello che voglio fare). Se portassero su Linux queste idee, IntelliJ esploderebbe con i botti.

          • ZaccariaF

            Per il C++,Code::Blocks.
            Se cerchi qualcosa per il C#,allora usa Monodevelop.
            Non capisco dove vuoi andare a parare.

          • ale

            E secondo te sono la stessa cosa ? Ma poi fra l’altro Code::Blocks manca completamente la possibilità di creare interfacce grafiche, e mono per carità è buono ma non è del tutto compatibile con il .net (speriamo che con i rilascio dei sorgenti migliori di molto)

          • ZaccariaF

            Il fatto è questo:su Linux quasi tutti i programmi nascono senza interfaccia grafica, se guardi alcuni articoli di Roberto,scoprirai che molti applicativi recensiti sono solo “pelli” grafiche,che cogniugano vari tool da terminale.
            Quindi in un IDE linuxiano,questo non è un parametro molto osservato.
            Comunque Code::Blocks ha il supporto alle WX,forse il miglior toolkit grafico della storia.

  • Leonardo

    Non sanno più come fare per attirare sviluppatori sul loro Windows Phone e per vendere Azure, sono arrivati al punto di distribuire il framework .NET sotto licenza MIT e a dichiarare apertamente amore per Linux (grazie al…). In un mondo sempre più Open non c’è dubbio che sia un’ottima mossa, soprattutto è un’ottima strategia di marketing, ma non credo serva a molto per recuperare le posizioni perse negli anni, troppi anni spesi ad incassare licenze OEM mentre sviluppatori e mondo IT guardavano altrove.

  • Leonardo

    Comunque non mi aspetto grosse novità su Linux, fare diventare .NET cross-platform non significa convincere le software house a fornire software con relativo supporto su un Linux frammentato in diecimila distribuzioni e questo Microsoft lo sa bene, il gioco di Windows Phone per loro vale la candela.

    • se devi fare un software linux mica lo devi adattare ad ogni distribuzione, fai il codice e funziona in tutte le distribuzioni senza problemi

  • Sim One

    Ma l’open source non era il “male”?

    • ZaccariaF

      No,se ti regala il codice permettendoti di chiuderlo…(Qualsiasi riferimento a BSD è puramente voluto).
      Oppure se ti permette di fare Embrace,Extend,Extinguish di un formato aperto o in questo caso di attirare sviluppatori,con il malcelato intento di trascinarli su piattaforma MS,avendone rilasciato solo una parte.
      Da qui si può capire che ogni attacco a Linux,negli anni,è stato principalmente un attacco alla GPL,che non permette le scorrettezze che ho elencato.

    • abral

      Avranno cambiato idea

      • Agostino

        Me lo sono chiesto anche io. Forse il nuovo CEO Satya Nadella vuole essere ricordato nella storia per aver fatto quello che i suoi predecessori non avrebbero mai osato. Devo dire che ci sta riuscendo bene, ma è solo l’inizio. Non vorrei sbagliarmi. O forse è qualcun altro?

  • ale

    Finalmente, .net è un ottima piattaforma di sviluppo e su linux purtroppo non ci sono piattaforme che possano competere…

    Comunque la parte che sarà rilasciata open source sarà la parte server, ossia quella relativa alla realizzazione di siti in asp, comunque si parla anche di supporto ad android ed ios…

    Poi visual studio come ambiente di sviluppo è semplicemente fantastico, non ha uguali, aumenta davvero molto la produttività e il c# è un ottimo linguaggio

    • Luca

      “.net è un ottima piattaforma di sviluppo e su linux purtroppo non ci sono piattaforme che possano competere…”

      spero sia una battuta

      “Poi visual studio come ambiente di sviluppo è semplicemente fantastico, non ha uguali,”
      senza voler fare polemica, ma hai provato anche altri IDE oltre a Visual Studio?”

      • ale

        Vediamo, voglio fare un applicazione per linux, allora che linguaggio mi consigli ? La posso fare in c o c++, il che va benissimo fintanto che non voglio fare un interfaccia grafica, e qui cosa uso ? Posso usare GTK ma è un vero casino e poi funziona bene solo con il c, allora posso usare QT che è anche più semplice e posso usare il c++, però GTK è più diffuso e se uno volesse usare il mio programma su gnome dovrebbe installare 100 mega di librerie per nulla, ma va be cavoli suoi possiamo dire, però se io volessi usare qualcosa di più alto livello cosa faccio ? Uso java, ma certo e poi uno sta li a installare openjdk, però poi se uso le librerie grafiche di java non si integra nulla con l’os e avrei una grafica pessima, ma va ben, e poi le prestazioni sarebbero quello che sarebbero, oltre a costringere chi si installa il mio programma a portarsi dietro megabyte di java per nulla…

        Poi vediamo che editor usare, si potrebbe usare eclipse, che secondo me è l’unico che si avvicina a quello che è visual studio, e non ha le stesse funzioni di visual studio e la stessa interfaccia semplice e pulita, però se voglio disegnare le interfacce grafiche QT devo usare qt creator, che è un buon editor devo dire ma da qua a dire che è al livello di VS ce ne vuole

        Poi mi chiedi se ho provato altri ide, certo, non solo li ho provati ma li uso, uso eclipse per sviluppare con android, ho provato anche android studio (che usa intellij), ma ho usato anche ho usato code::blocks per scrivere qualcosa in c++ senza interfaccia grafica e ho usato anche qt creator

        • Luca

          beh ora MS ci darà la possibilità di scegliere un altro bel pacchetto di 50MB di librerie per sviluppare Notepad.

        • TopoRuggente

          GTK va bene solo col C? Mai sentito parlare di Python o Vala?

          Ma per favore …
          Se parli per senito dire, tutto bene, hai fonti ridicole, se invece parli per esperienza personale, studia che ti serve !!!

          • ZaccariaF

            Dimetichi di far notare che in ambiente Qt è facile integrare grafiche GTK e viceversa(senza quintalate di librerie)…
            Se vuoi mazziare fallo fino in fondo. 🙂

          • Agostino

            Io confermo. Qualsiasi environment / libreria grafica scritta in C o C++, può essere richiamato, utilizzato, mascherato utilizzando un qualsiasi altro linguaggio (anche minore) predisposto con un minimo di serietà: quindi C# (vedi GTK#), Vala, Python, Java, Ruby, VB, la lista è infinita. Un altro esempio: stessa cosa per i form di Windows

          • ale

            Python, si lo so, è un linguaggio di scripting e non mi piace nemmeno molto fra l’altro, indentare obbligatoriamente, va ben…

            Comunque lo so anch’io che per GTK hanno fatto un porting per ogni linguaggio esistente possibile, certo teoricamente si può usare, poi il fatto che sia un buon modo per creare un programma è diverso

          • ZaccariaF

            Python solo linguaggio di scripting,st****zo,è un linguaggio di programmazione completo,e non dire oscenità! (scherzo.non sul fatto che hai appena bestemmiato).
            Ancora con sta storia della usabilità del Gimp ToolKit fuori dal C/C++?
            I cosidetti port non solo altro che binding delle funzioni GTK+,che son sempre le stesse indipendentemente,dall’ ambiente usato in questo modo si resta in esso,migliorando la manutenzione del codice stesso.
            Basta Bestemmie! T_T

          • ale

            Resta il fatto che python è e rimane un linguaggio di scripting se pur avanzato (anche se perl è migliore), o viene forse compilato ?

          • TopoRuggente

            Propriamente nemmeno il C# (o qualsiasi altro linguaggio .NET) viene compilato, ma viene generato un metacodice (CIL Common Intermediate Language) che poi viene compilato in realtime dalla CLR.

          • Agostino

            Giusto. Ma in realtà esiste come alternativa (pochi lo conoscono) un meccanismo per cui il passaggio intermedio può essere scavalcato, compilando sulla macchina all’atto dell’installazione. Esempio pratico: Paint.Net compila in linguaggio macchina quando installi nella fase finale.

          • TopoRuggente

            Provato Vala con GTK+?

          • Agostino

            Yes, mi dispiace che debba passare per il C altrimenti prenderebbe il volo e si chiamerebbe Volo e non Vala. Scherzo 🙂
            Sopra mi riferivo a NGen.

          • TopoRuggente

            Un che? Un porting, ma tu veramente programmi?

            Tu chiami porting l’aver creato le librerie di interfaccia fra qualsiasi linguaggio e GTK (o QT).

            Credi forse che l’interfaccia di windows sia programmata in .NET o hanno fatto il “porting” pure li?

            Buono studio ne hai tantissimo bisogno, fidati.

          • Agostino

            A parte l’eccezione di WPF che è totalmente separato dal sistema in quanto (come QT) bypassa le librerie grafiche standard appoggiandosi direttamente alla GPU (sviluppato integralmente nella sua totalità in .Net), ecc ecc Windows Form è vero, anche qui ti do ragione piena non ha niente di .Net ma proprio nulla. In questa “modalità classica” il Framework al limite ha dei form propri ma in realtà sono un custom redraw appoggiati sul sistema a messaggi di quelli standard.

          • ale

            Oddio che precisione che richiedi, ci siamo capiti va, l’ho chiamato porting, lo so anch’io come funziona, era tanto per semplificare, allora diciamo che hanno creato dei wrapper che forse il termine ti piace di più, come se i termini fossero la cosa importante

            A si l’interfaccia di windows non è scritta in .net ma in c++, e nemmeno i programmi preinstallati, la maggior parte sono in c++

          • TopoRuggente

            Non è tanto una questione di termini, con il Pygobject una nuova funzionalità inserita in Gobject viene resa automaticamente disponibile per Python, quindi è ben più di un porting.

          • Agostino

            Tecnicamente parlando un porting è quando riscrivi un codice sulla tua piattaforma mantenendo solo le funzionalità. Esempio Hibernate (java) ed il suo porting in .Net: NHibernate (già superato dal migliore Unity – con licenza open). Nel caso di GTK è diverso, siccome le chiamate sono dirette (grazie alle più disparate tecniche). Come in .Net NON fai un porting di Windows Form, ma costruisci wrapper per agganciarti.

          • veritas

            programmi per lavoro e ti lamenti per l’indentazione? scherzi?

          • bomdias

            da quando python è un linguaggio di scripting?? e da quando indendare è una cosa brutta ti sfido a leggere un programma senza indendatura

          • ale

            Da quando python è un linguaggio compilato non lo so, python è un linguaggio interpretato e finita li, può essere avanzato fin che vuoi ma resta pur sempre scripting…

            Poi non dico che vada male, però c’è di meglio, preferisco Perl che da meno forzature al programmatore, a scapito della leggibilità del codice però

            Per l’indentazione, certe volte è scomoda, vedi per esempio nel caso ci si accorge di dover aggiungere un if sopra a un blocco di codice di 100 righe, ti metti ad indentare una ad una ogni riga ? O è più comodo mettere una graffa all’inizio e una alla fine e bon ?

          • bomdias

            Python è compilato in .pyc poi eseguito dall’interprete come java mentre per l’indenazione sara comodo alla inizio ma ti ci voglio a controllare un programma solo mezzo indendato

        • torels

          Oh, “e pur si muove!”

    • Guest

      Per un momento stavo per risponderti seriamente, poi mi sono reso conto che stai solo trollando e sparando un sacco di cavolate giusto per divertimento ed ho desistito 😉

    • luca

      Suvvia non fate i fanboy ad ogni costo… Uso Linux da anni e a lavoro sviluppo in c#.. e come dice ale visual studio aumenta di molto la produttività e su linux un ambiente di sviluppo del genere non si avvicina minimamente… Io di ide ne ho usati molti sia a lavoro sia privatamente (netbeans, visual studio, eclipse, intellijidea, ecc ecc) e l’unico che si avvicina (anzi supera) VS è XCODE su mac… se poi volete fare i fanatici o gli “””””””””””aker””””””””””” e andare sempre contro micro$$$oFT, allora W VIM E TERMINALE !

      • Sicuro?

        Xcode è molto primitivo. Strano che lo metti in mezzo. Non detto solo da me, ma da un bel po’ di gente con cui ho lavorato e che mi hanno fatto sentire pure il loro parere confrontando vari IDE.

        • luca

          forse con quel “supera” ho esagerato. sentendo i pareri di alcuni colleghi e testandolo (poco a dir la verità) mi è sembrato un buon ambiente di sviluppo

      • ZaccariaF

        “””””””””””aker””””””””””” <= Ah vedo che ti diletti con l' Unlambda, LOL.

        Ceerto,VS l' IDE della MS per la MS stessa,chissa perché su Windows funziona meglio,rispetto agli altri.
        Vale anche per l' Xcode,anche se non l' ho mai usato, ma(almeno spero)dovrebbe essere lo stesso.
        Non esiste uno standard deciso da una ditta su Linux,per ovvie ragioni,quindi un IDE simile non è realizzabile.
        Ma questo non è un limite anzi,pur pagando un scotto,per questa libertà,ciò permette una programmazione libera e non incatenata,come su piattaforme proprietarie.
        Almeno io la vedo così.

  • TopoRuggente

    Già il prodotto di Miguel non ha grandi riscontri … se adesso arrivasse un concorrente Mono rischierebbe veramente di essere abbandonato.

    • Guest

      “Mono rischierebbe veramente di essere abbandonato.”
      Capirai, per quello che gira decentemente in mono possiamo pure farne a meno se microzoz fornisce un ambiente di runtime .net decente e nativo

      • ZaccariaF

        Ah,i Luoghi Comuni,”Mono non funzionerà”,”Mono non lo ca***rà nessuno”,”Mono finirà in tribunale”,”Mono rischia veramente di essere abbandonato”,”Non ci sono più le mezze stagioni”,”Si stava meglio,quando si stava peggio”,”Se non sei di sinistra,Sei fascista”,”Windows ha messo i desk virtuali copiandoli da Linux”.
        Forse l’ ultima è vera,ma da qui a vedere una versione,totalmente,open e nativa di .NET su Linux(o un fork di Mono),ne passera di acqua sotto i ponti.
        Da questa mossa ne guadagneranno Mono e Wine,poi si vedrà.

  • lallo

    Meglio Xcode

  • Dario Chemello

    So che verrò linciato ma… GTK in Python ha qualche “grosso” bug qua e là, e lo stesso in VALA.

    Forse fin quando si fa un “programmino” può andare bene, oppure occorre (cosa che ho fatto per esempio in Python) crearsi un layer che corregga alcuni problemini.

    Idem per facilitare alcune cose (la gestione delle grids ad esempio… dire che è comoda è da pazzi.)

    Tutto IMHO, ma verificabile oggettivamente.

  • caz*imperio

    Bellissimo , con l’ arrivo di .NET della generosissima Microsoft , scrivere malware per GNU/Linux sarà molto più semplice ! Sempre tutti a pensar male … INGRATI !

  • Agostino

    Una notizia fresca e inattesa:
    Visual Studio 2015 si integrerà completamente di applicazioni native per Android con tanto di supporto a Java e di emulatore. Non era mai successo.
    Link:
    http://www.i-programmer.info/news/90-tools/7987-visual-studio-2015-preview-.html
    Download Preview uscita da poco con tutti i dettagli che non ho citato:
    http://www.visualstudio.com/news/vs2015-preview-vs
    Il pacchetto di installazione inizia con Android nella seconda fase e chiede pure se scaricare Chrome.

No more articles