Dalla community Fedora è disponibile la nuova ISO non ufficiale della futura versione numero 21 dedicata ai Tablet con processore Intel Bay Trail.

Gli sviluppatori del Kernel Linux hanno introdotto nelle ultime versioni importanti migliorie che riguardano il supporto hardware per nuovi tablet / personal computer portatili ibridi. Un passo importante arriva dal supporto per avviare il Kernel Linux 64 Bit in un sistema UEFI 32 Bit in maniera tale da poter far avviare una distribuzione Linux ad esempio nel famoso tablet ibrido Asus Trasformerbook T100 nel quale i developer hanno recentemente integrato anche il supporto per la dock / tastiera e altre migliorie. Dalla community Fedora arriva il progetto Fedlet, una nuova ISO (non ufficiale) dedicata proprio ai tablet ibridi dotati di processore Intel Bay Trail.

Fedlet è un progetto in fase di sviluppo che punta a portare Fedora 21 in tablet / pc dotati di processore Intel Bay Trail. I developer del progetto Fedlet hanno indicato di lavorare al supporto per alcuni tablet ibridi basato su Windows 8 /  8.1 come Dell Venue 8 Pro, Lenovo Miix 2 e il famoso Asus Trasformerbook T100 ed in futuro include il supporto anche per Toshiba Encore e altri modelli basati su processore Intel Bay Trail.

Per maggiori informazioni e per scaricare la ISO di Fedlet basta consultare questa pagina.

Ringrazio il nostro lettore Max Franco per la segnalazione

  • Matteo Iervasi

    Sarebbe un peccato se AMD fallisse… i suoi processori sono sempre stati una valida alternativa (se non l’unica) agli Intel, soprattutto per quanto riguarda il prezzo…

    Inoltre le schede grafiche AMD/ATI sono i migliori competitor contro nVidia, le schede Intel non è che siano questa grande roba…

    • Ilgard

      Le schede Intel sono pensate solo per l’essenziale quindi no, se si vuole qualcosa di potente serve AMD o nVidia.
      Spero che AMD non fallisca anche solo per mantenere un po’ di concorrenza nel mercato x86. Inoltre le APU sono perfette per sistemi a basso costo, peccato solo per il supporto scarso per Linux.

  • Ilgard

    AMD produrrà i chip per Xbox One e PlayStation 4: questi dati saranno totalmente mutati già dall’anno prossimo. Per AMD non partecipare alla gara mobile può avere senso (anche se comunque fra non molto i suoi processori saranno adatti ai tablet), ma con questa mossa nel mercato console si è assicurata un futuro.

    • roberto mangherini

      sempre che l’xbox venda…

      • Ilgard

        È improbabile che non venda.

        Non so se si raggiungeranno le cifre dell’ultima generazione, ma questa di sicuro venderà, il mercato è ancora in mano loro. Tutti quelli che vorranno continuare a giocare ad Assassin’s Creed o Call of Duty compreranno una nuova console (i giocatori pc sono la fetta più piccola) e si parla di un bel po’ di gente.

        Tra l’altro la nuova Xbox consentirà di usufruire anche di diversi servizi andando in contro anche al giocatore “della domenica”.

  • XfceEvangelist

    Io ricordo quando AMD ci aveva liberato dalla schiavitu’ Intel nel 1999 con i loro prezzi altissimi. Era lo Slot A con l’Athlon 550 Mhz se ricordo bene, costava di meno e prestazionalmente più veloce.
    Ho l’impressione che quei tempi non ritorneranno mai più.

  • shady

    AMD è morta quando ha “alzato la cresta” pensando di poter competere con Intel. Da soluzione alternativa, anche dal punto di vista economico, è diventata addirittura più cara di Intel supponendo di esservi superiore…
    ORA è tornata ad avere prezzi più “umani”, ma per un periodo ha preteso di vendere le sue “ciofeche” a prezzi equiparabili ad Intel.. e a parità di prezzo, solo uno stolto sceglie AMD.
    (non fosse altro che Intel fa anche il Southbridge per le sua piattaforme e ICHxxR sono sempre i più potenti e universalmente compatibili).

No more articles