E’ disponibile la nuova versione 0.9 di Corebird, moderno client Twitter con interfaccia grafica GTK+3.

Corebird in Ubuntu
Tra i tanti client Twitter disponibili per Linux troviamo anche Corebird, interessante progetto open source da poco disponibile nella nuova versione 0.9.
Corebird è un client Twitter open source che sta riscontrando un notevole successo visto le tante funzionalità incluse come ad esempio il supporto multi-utente, notifiche integrate con quelle del sistema e soprattutto un’ottima integrazione con Gnome, Pantheon ecc. Con il nuovo Corebird 0.9,  oltre alla correzione di diversi bug, troviamo migliorato il supporto multi-utente (per passare da un’account all’altro basta un click sull’avatar presente nella toolbar), rivisitata anche la finestra di dialogo per scrivere nuove news che mette in evidenza vari hashtag, menzioni ecc.

Corebird 0.9 include anche il supporto per caricare facilmente più immagini contemporaneamente, rivisitata anche l’interfaccia grafica con tanto di pulsante indietro e supporto per temi scuri, gli sviluppatori inoltre hanno introdotto nuove scorciatoie da tastiera per andare avanti e indietro.

Corebird 0.9

Corebird 0.9 è disponibile per Ubuntu e derivate digitando:

sudo add-apt-repository ppa:ubuntuhandbook1/corebird
sudo apt-get update
sudo apt-get install corebird

Possiamo installare facilmente Corebird anche in Arch Linux e derivate attraverso AUR.

Per maggiori informazioni:

Note di rilascio Corebird 0.9
Home Corebird

  • massimo

    Lo fa anche Yahoo Mail (obbligatorio) e GMail (se qualcuno cerca di accedere al tuo account). Privacy addio.

    • Google però sta valutando anche altre ipotesi, tipo usare la biometria (riconoscimento di impronte, lettura iride o software di riconoscimento facciale)

  • Shizuka

    Ma non c’è un modo aver maggiore sicurezza senza avere il numero cellulare dell’utente? Non avrei intenzione di dare il mio numero a google, yahoo e ora anche twitter…chi mi garantisce che qualcuno un bel giorno entri nei loro archivi?

    • telperion

      “chi mi garantisce che qualcuno un bel giorno entri nei loro archivi?”
      Più che altro puoi essere CERTO che venderanno le liste, con tanto di preferenze “mirate” a caro prezzo…
      Se è GRATIS, la merce sei TU!

      • Shizuka

        La domanda era retorica ovviamente^^

        Per l’uso che ne faccio io posso anche fare a meno di facebook, twitter e anche google però capisco che non per tutti sia così. Volevo solo dire che mi sembra solo una scusa per avere giusto un altro dato privato in più. Per abitudine la gente non si fa problemi a darti l’indirizzo mai, ma è meno propensa a darti facilmente il numero di cellulare.E poi non mi sembra neanche questa gran sicurezza.

  • Teo

    Comunque se avete android , google il vostro numero di telefono lo ha già..

No more articles