Synaptic il miglior software manager per Debian e Ubuntu

40
834
In questo articolo andremo ad analizzare le principali funzionalità di Synaptic, software manager open source  per Debian, Ubuntu e derivate.

Synaptic in Ubuntu
In questi anni gli sviluppatori Canonical hanno lavorato molto per rendere Ubuntu un sistema operativo sempre più completo, facile da installare e utilizzare. Uno strumento fondamentale è sicuramente il gestore grafico dei pacchetti, ossia il software in grado di facilitarci nella ricerca ed installazione di nuove applicazioni, giochi ecc. Ubuntu Software Center (disponibile anche per Debian) ci consente tutto questo, consentendoci di poter effettuare velocemente ricerche mirate nei software disponibili nei vari repository. Purtroppo Ubuntu Software Center risulta un’applicazione ancora poco reattiva e che richiede molte risorse del sistema, una valida alternativa risulta ancora l’utilizzo del buon vecchio Synaptic.

Synaptic è uno dei più longevi software manager per Debian, Ubuntu e derivate ancora molto apprezzato ed utilizzato soprattutto da parte di utenti esperti. A differenza di Ubuntu Software Center, Synaptic dispone di un’interfaccia grafica GTK+ un po scarna ma dispone di molte ed utili funzionalità.

Synaptic difatti ci consente di effettuare ricerche più mirate con la possibilità di poter filtrarle, dispone di un gestore dei repository e soprattutto di un sistema in grado di correggere eventuali errori causati dall’installazione di pacchetti danneggiati, errori in dipendenze ecc.
Da notare inoltre che con Synaptic potremo aggiornare il nostro sistema operativo, possiamo anche operare nei repository, operare nella configurazione dei pacchetti (attraverso debconf),
consultare i vari changelog e la documentazione di un pacchetto, possiamo avere anche l’elenco dei file inclusi ecc.
Dalle preferenze di ogni singolo pacchetto potremo avere anche la descrizione, accesso alla home del progetto, screenshot ecc.

Synaptic in Ubuntu

Altra importante caratteristica disponibile con Synaptic è la possibilità di creare script con il quale scaricare tutti i pacchetti selezionati in maniera tale da poter installare il tutto in altri pc (funzionalità utile ad esempio per installare applicazioni o aggiornare sistemi senza connessione internet).

Synaptic fornisce anche una cronologia dettagliata di tutti i pacchetti installati, aggiornati o rimossi, funzionalità a mio avviso davvero molto utile.
Aggiungo inoltre che nelle ultime versioni di Synaptic troviamo anche la nuova interfaccia grafica GTK+3 la quale fornisce un’ottima integrazione in nuove distribuzioni / ambienti desktop come Unity, Gnome Shell, Cinnamon ecc.

Per installare Synaptic in Debian, Ubuntu e derivate basta digitare:

sudo apt-get install synaptic 

al termine dell’installazione basta avviare Synaptic da menu.