Il server di stampa CUPS compie 15 anni e arriva la nuova versione 2.0, ecco le principali novità

CUPS in Ubuntu
Quindici anni fa nasceva Common Unix Printing System (CUPS), server di stampa modulare specifico per Unix, che consente di gestire e configurare al meglio le varie stampanti.
CUPS consente al nostro pc di poter configurare stampanti collegate sia al nostro pc oppure sulla nostra rete locale, tutto questo è possibile grazie ad un sistema di spooler/scheduler ed un filtro che  va a convertire correttamente i dati di stampa. Attualmente CUPS è di proprietà di Apple, il server di stampa viene comunque rilasciato con licenza GNU il cui codice sorgente è disponibile direttamente dal portale ufficiale del progetto. Gli sviluppatori del progetto Common Unix Printing System (CUPS) hanno annunciato il rilascio della nuova versione 2.0 aggiornamento che porta con se alcune migliorie per rendere il server di stampa open più performante e sicuro.

CUPS 2.0 migliora il supporto con il gestore degli avvii Systemd, la nuova versione include il supporto per la convalida del certificato TLS, introdotti inoltre vari aggiornamenti su tutte le pagine man di Linux. Con il nuovo CUPS 2.0 troviamo l’abbandono del supporto per architetture obsolete come AIX / HP-UX / OSF/1 da notare anche la migrazione da OpenSSL a Gnu TLS e altre piccole migliorie.

Per maggiori informazioni su CUPS 2.0 consiglio di consultare le note di rilascio disponibili in questa pagina.

CUPS 2.0 sarà presto disponibile in Arch Linux, Debian Sid, Sabayon, Gentoo, PCLinuxOS, openSUSE Factory e altre distribuzioni Rolling Release.
Per Ubuntu molto probabilmente sarà disponibile di default nella futura release 15.04, per le versioni più recenti dovremo aspettare l’arrivo di nuovi PPA che contengano la nuova versione.

Home CUPS

No more articles