E’ disponibile la seconda Release Candidate di Bodhi Linux, ecco le principali novità e come scaricarla.

Bodhi Linux
Bodhi Linux è una derivata non ufficiale di Ubuntu che include di default il desktop environment Enlightenment con alcune ottimizzazioni e applicazioni dedicate. Dopo l’ottimo successo ottenuto con la versione 2.4.0, lo sviluppo della versione 3.0 di Bodhi Linux ha portato non pochi problemi a causa soprattutto del passaggio ad Enlightenment E19 e l’abbandono del progetto da parte del fondatore Jeff Hoogland assieme ad altri sviluppatori. Alcuni sviluppatori hanno comunque deciso di continuare lo sviluppo e mantenimento di Bodhi Linux rilasciando da poche ore la Release Candidate numero 2 della futura versione 3.0.

Bodhi Linux 3.0 RC2 si basa su Ubuntu 14.04 Trusty LTS includendo però di default Enlightenment E17 ambiente desktop che verrà ottimizzato soprattutto per l’utilizzo da parte di personal computer datati. L’idea di Bodhi Linux 3.0 è quella di portare una maggiore stabilità e un ambiente desktop completo ma allo stesso tempo molto leggero. Ricordo che Bodhi Linux 3.0 RC2 include ancora diversi bug, che verranno molto probabilmente risolti al rilascio della versione stabile.

Bodhi Linux 3.0

Per maggiori informazioni e per scaricare Bodhi Linux 3.0 RC2 basta consultare l’annuncio ufficiale disponibile in questa pagina.

  • Maurizio S.

    Non vedo l’ora di provarlo. Con Eclipse lo sviluppo non è molto agevole. Spero che con questo nuovo strumento, basato su IntelliJ, sviluppare applicazioni Android sia più divertente e produttivo.

    • Francesco

      sopratutto gratuito mentre intellij non lo era 😉

      • Maurizio S.

        Considera, però, che Google ha basato il suo IDE sulla versione “Community Edition” di IntelliJ IDEA

        • Francesco

          ah ok buono a sapersi!

    • Ermy_sti

      anche io uso eclipse è vero è macchinoso ma ha un sacco di plugin che secondo me questo se lo sogna

      • Maurizio S.

        Hai ragione, anche io uso Eclipse per lavoro da 7 anni, ma sviluppo applicazioni J2EE. Quando mi sono messo a fare qualcosa per Android ho visto che il plugin di Google non si integra molto bene e nell’insieme perdi un sacco di tempo nella creazione della UI per l’app. Con questo “nuovo” strumento Google vuole migliore la vita degli sviluppatori. Spero che ci riesca così potremmo avere delle app migliori di quelle che abbiamo adesso.

        • Ermy_sti

          si beh poi c’è da dire che ne uno ne sa parecchio di programmazione tutti questi ide servono a ben poco…fa conto che mio padre ha creato un intero programma solo col notepad

  • Finalmente! Appena mi arriva il mio smartphone Zopo ZP950+ mi metto sotto.
    Edit: qualcosa non va, su Windows 7 l’ho installato ma non parte. Devo vedere che è successo.

  • Francesco

    era ora, una buona notizia dal google I/O di quest’anno…su ubuntu va benissimo

    • ottimo chi si offre a fare una applicazione di lffl per Android????

      • Francesco

        se avessi tempo magari!!!! 😉

  • Luca Cavallaro

    È ottimo, ma l’interfaccia di Eclipse è più “pulita” e veloce (questo è scritto in Swing, che almeno da me va da cani D:)

  • Fabio Colella

    Magari anche canonical rilasciasse IDE simili.. Che magari creassero anche un simpatico pacchetto deb o comunque ne facilitassero la creazione.. Per ora l’unica bella è Qt creator, ma non conta perché realizzata da Digia.. (tra l’altro la versione custom di ubuntu mi dà problemi ed ho optato per quella originale)

  • FedericoBarone

    Io l’ho installato su chakra… non l’ho esplorato bene, ma sembra promettente… ho un piccolo appunto: graficamente è un po’ bruttino, sarà colpa di swing? eclipse è molto più carino in confronto, non c’è un modo per integrarlo meglio con le qt?

  • EnricoD

    O vivono in una dimensione parallela in cui il tempo è dilatato e comunque non risponde alle leggi della Fisica Classica;

    Oppure vivono dentro il nucleo di un Atomo dove domina la quantistica e calcolarsi il tempo eventualmente sprecato a fare certe cose costa ore di calcoli astrusi, quindi alla fine ce se ne frega e lo si spreca;

    Oppure, veramente non sanno che fare e hanno tempo da buttare;

    scusate, non voglio sembrare il solito, dico semplicemente quello che penso su queste cose, ma se uno vuole una distro minimale e leggera si sceglie Lubuntu o ancora meglio Xubuntu, oppure Mint XFCE che è perfetta, molto curata anche graficamente per chi ha meno esperienza!
    che senso ha scegliersi una distro che nemmeno è supportata a dovere da chi la (sotto)sviluppa
    se voglio Enl non faccio prima ad installarmelo per cavoli mia? che ottimizzazioni avranno mai fatto? hanno diminuito il tempo di avvio di 1ms?

    • hai mai avuto il modo di provarla? enl non è il piu semplice dei de da settare ed ottimizzare, se provi la distro noti una certa cura nelle cose. Poi è odio che usa direttamente le repo di ubuntu quindi non è che lo sviluppatore deve fare un lavorone chi sa quale per mantenerla, serve solo per fornire un sistema pronto e preimpostato con enl (che ricordo non essere un DE per pc datati)

      • Leonardo F

        Io ho provato Bodhi su una scatoletta della metà anni ’90 e riesco a ad usare libreoffice dove lubuntu neanche avvia la sessione grafica. non so quali oscuri patti hanno fatto gli sviluppatori con il maligno ma questa distro è tutt’altro che un progetto inutile ed è forse la più utile/migliore derivata non ufficiale di Ubuntu.
        Dovete provarla per capire, che dopo E non sia proprio intuitivissimo posso confermarlo ma il Team di Bodhi aveva fatto un lavoro veramente eccelso e spero non abbandonino il progetto.

      • EnricoD

        La provai tempo fa, piu di un anno fa, per provare E, ma non è che l’ho trovata cosi curata, sarà che E non mi piace proprio come de o che i miei gusti sono totalmente differenti da quelli dei devs
        Credo che alla fine se mi ci metto me lo posso configurare anche meglio…:P
        Non stiamo parlando del WM openbox, allora li ti darei ragione, perché sinceramente non sono mai riuscito a raggiungere configurazioni che hanno certe distro come crunchbang e antergos
        Alla fine è un de configurabile, sicuramente molto più agevolmente di altri, come lxde in accoppiata con openbox…

No more articles