Vi presentiamo il progetto “La Libera Scuola” nato per promuovere l’utilizzo di soluzioni open source all’interno delle scuole italiane.

La Libera Scuola
In questi anni abbiamo segnalato come molte pubbliche amministrazioni, aziende, regioni ecc stiamo finalmente migrando verso soluzioni open source in grado di offrire non solo un risparmio economico ma anche una maggiore sicurezza nei propri sistemi.
Molte scuole italiane (sia pubbliche che private) stanno finalmente prendendo in seria considerazione soluzioni open source come Linux, suite per l’ufficio come LibreOffice, ecc. Per promuovere l’utilizzo di soluzioni open in ambito scolastico è nato il nuovo portale “La Libera Scuola” nato grazie alla campagna “La Buona Scuola” promossa dal l’attuale Governo con la quale vengono raccolte varie idee per poter riformare la scuola italiana.

La Libera Scuola consente di avere informazioni su varie realtà open source / libere come ad esempio Wikipedia l’enciclopedia online più conosciuta ed utilizzata al mondo, WiiLDOS è una distribuzione Linux creata da e per i docenti, che include applicazioni e contenuti specifici per la didattica. Da notare anche che viene segnalato Scratch il famoso editor visuale con il quale creare dsemplici giochi incastrando tra loro i costrutti logici di base, fornendo un immediato ed intuitivo feedback.

Complimenti agli amministratore del nuovo portale La Libera Scuola

Home La Libera Scuola

  • Simone Picciau

    Io ho avuto questo fastidioso problemino quando ho memorizzato le informazioni dell’account google con GNOME Online Accounts

  • Davide Depau

    Su GNOME Shell non è possibile impostare una password nulla, perché usa un dialogo interno della shell che non permette password vuote…

    • xmattjus

      Anche su le versioni precedenti di Ubuntu era abbastanza complicato creare una password vuota per un dato programma, servizio, ecc.. Mi fa piacere che ora ci sia solo il bisogno di cercare nella dash! 🙂

  • Ma non è sciocco coprire le password di vari servizi con una unica password. Così se ne scoprono una le sanno tutte..

  • dan preve

    Io ho risolto da alcune versioni disabilitando il login automatico, devi mettere la password ad ogni avvio ma dopo tutto funziona a dovere!!! 🙂

  • biosniper

    ho regalato un netbook a mia moglie che è insegnante di italiano. Lei capisce poco di pc e un so vale l’altro. Le ho installato ubuntu 12.04 con i dovuti alleggerimenti e ora si trova benissimo. Non ha minimamente avvertito il passaggio da win a linux. A volte quando le capita di usare win non trova neache il comando di spegnimento perchè lo cerca in alto destra vicino l’orologio

    e io scherzando le dico sempre: se linux è venuto facile a te figurati a tuoi studenti…
    e per risposta lei mi mette un due in condotta
    🙂

    • jboss

      ubuntu “unity” attira le donne, sperimentato da me ;-).

      • Andrea

        sarà lo sfondo viola/prugna….

        • JackPulde

          Sarà L’unicorno…

    • Renza Laracchia

      Anche mia sorella si trova “quasi” bene con Lubuntu 14.04.
      Bisogna darle atto che è una persona attenta e precisa.
      Quando svolta in auto mette le frecce, si ferma ai semafori rossi, rispetta (quasi) i limiti di velocità e usa tutte le marce.
      A volte si ricorda anche di mettere la benzina.
      😉

    • Falegnamino

      Grande:)

No more articles