Google ha presentato il nuovo servizio Drive for Education indicando che Chromebook ha superato il 50% del mercato scolastico statunitense.

Google Chromebook
Dopo un’inizio non troppo entusiasmante, i nuovi personal computer Chromebook / Chromebox targati Google stanno finalmente riscontando un notevole successo soprattutto nel mercato statunitense. I nuovi Chromebook / Chromebox stanno riscontrando un notevole successo anche in ambito aziendale e soprattutto scolastico, a confermarlo è proprio Google indicando di aver oltrepassato il 50% di quote del mercato Education statunitense, ben lontano dal 5% di appena 18 mesi fa.

Visto il successo dei servizi targati Google mondo dell’education, l’azienda statunitense ha presentato il nuovo Drive for Education, versione del servizio di cloud storage studiata principalmente per l’ ambito scolastico.
Google Drive for Education consente a studenti e docenti di avere uno spazio web illimitato nel quale caricare file, documenti, immagini ecc (ogni singolo file non deve superare i 5 TB). Il servizio di cloud storage per le scuole includerà anche Google Apps for Education, strumenti in grado di gestire da remoto singoli account oltre a svariate applicazioni specifiche per gli insegnanti.

Google  Drive for Education

Per maggiori informazioni su Google Drive for Education consiglio di consultare l’annuncio ufficiale dal blog Google For Education.

C’è da chiedersi se Chrome OS sia davvero un’ottimo sistema operativo per l’ambito scolastico. Per le scuole non sarebbe meglio puntare su una distro Linux e software liberi?

  • Bios

    era meglio in bianco e nero…

    • Bios

      ah cè pure quella versione

    • Ilgard

      Il Triton è stato criticato da tutti tra l’altro.

  • OrkoMastro

    Ok bello… ma qualcuno mi riesce a spiegare a cosa diamine serve uno schermo e-ink con DUE soli colori? Se ho un file in scala di grigi, il secondo colore non serve, se ho un file a colori, ne servirebbero almeno 3-4…
    Insomma 300€ per avere un e-reader con 2 colori inutili???

    • Mathias

      Ma l’articolo non dice che ci siano due colori… Il 2 fa parte del nome del display…. -.-”

      • OrkoMastro

        Ops…

  • Mago Zurlì

    Gli schermi e-ink a colori hanno una durata media superiore o inferiore a quelle di un lcd (50 000 ore fonte wikipedia)?

    • EnricoD

      Dalla mia esperienza in optoelettronica… Questo e-ink monterà sicuramente uno strato di OLED con dei filtri per i colori sopra le sfere che costituiscono lo schermo e che danno le tonalità a livello del grigio… Con retroilluminazione led per illumimare i pixel e aumentare luminosità e contrasto… Ci mettono le lampadine se no non si vede al sole..rispetto all epaper classico in bianco e nero che usa ste sfere e che sfrutta la luce riflessa dell ambiente e basta….su un supporto di plastica semitrasparente… Rispetto ad un LCD , che attz é una tecnologia completamente diversa…questi pixel oled si degradano prima proprio per la natura delle molecole.. Ma poi dipende dalla configurazioni dei pixel… I furbi potrebbero usare molecole che assorbono blu con dei filtri sopra per gli altri colori perché i blu si degradano prima, i cosidetti color changing mrdia..Oppure un pixel bianco con filtri sopra…Oppure un emettitore per ogni colore RGB … La sfida infatti è aumentare il tempo di vita di questi dispositivi oltre che la gamma dei colori a disposizione … Sulle 8000-10000 ore, forse anche 15000 per gli OLED , non so xke io sono rimasto al 2011 coi dati… Dipende sempre da come vengono configurati i pixel…

  • Gigi8

    Pare che il Touch2 sia anche lui illuminato. Quanto al prezzo di lancio sempre del Touch2, pare sia attorno ai 6990 Rubli, circa 170€, il prezzo del Kobo Aura, quindi un po’ carotto.

  • Jackladen

    errore di battitura….

    “Touch 2 un ebbok reader”

    a presto
    jackladen

  • Rocco Balocco

    Secondo me questi dispositivi sono inutili e costosi meglio un buon tablet con schermo IPS

    • LordMax _

      Sbagliato.
      Uno schermo e-ink ti permette di leggere come sulla carta, uno schermo lcd no.
      Inoltre parliamo un attimo della batteria, sul mio Opus leggo 6 libri senza ricaricare. 6 libri non 6 capitoli.
      Inoltre sono molto più leggeri e puoi leggere sotto il sole senza difficoltà.
      Sono semplicemente due cose diverse.
      Il problema è chela gente non se ne rende conto.
      E’ come confrontare biciclette e macchine da corsa.

No more articles