Ecco come installare o aggiornare gLabels 3.2.0 in Ubuntu e derivate tramite PPA lffl linux freedom.

gLabels in Ubuntu
gLabels è uno dei migliori software open source per creare facilmente etichette o biglietti da visita con la nostra distribuzione Linux. Sviluppato da Gnome, con gLabels potremo creare non solo etichette ma anche biglietti da visita, codici a barre, copertine per supporti multimediali e molto altro ancora. Supporta i più diffusi formati di etichette e dispone di un’editor che ci consente di creare etichette dalle dimensioni preferite, possiamo inoltre stampare etichette per indirizzi che possiamo importare da un file CSV, vCards ecc. Da notare anche l’ottimo supporto per la stampa che ci consente ad esempio di stampare etichette in una determinata posizione del foglio, inserire bordi o linee di taglio ecc. gLabels 3.2.0 migliora il supporto con Gnome / GTK+3.x correggendo alcuni bug riguardanti soprattutto l’interfaccia grafica, migliora anche l’inserimento del testo, possiamo ad esempio selezionare un testo in documento, sito web ecc e trascinarlo all’interno della printstream per inserirlo.

Gli sviluppatori gLabels hanno inoltre corretto ed introdotto nuovi modelli, migliora anche l’editor di modelli / template, risolto anche un bug che impediva l’importazione di indirizzi dalle recenti versioni del client email Evolution, aggiornata anche la documentazione del software.

gLabels nuova etichetta

gLabels 3.2.0

– Installare gLabels 3.2.0

Per installare gLabels 3.2.0 in Ubuntu 14.04 Trusty e 14.10 Utopic e derivate (compreso Linux Mint, elementary OS 0.3 Freya ecc) basta digitare:

sudo add-apt-repository ppa:ferramroberto/lffl
sudo apt-get update
sudo apt-get install glabels

al termine dell’installazione / aggiornamento basta avviare gLabels da menu / dash.

Home gLabels

  • Matteo Iervasi

    Applicazione utile, ma solo per gli smanettoni tipo me 😀
    Il terminale in ogni distro linux è quello che spaventa per la maggiore gli utonti…

    Mi ricordo quando ho presentato per la prima volta linux a scuola che avevo usato più volte il terminale, ma lo facevo per abitudine, per me era più che normale. Ma mi sono accorto più tardi di aver commesso un errore madornale: la prima cosa che mi hanno detto i miei compagni dopo la presentazione è stata: “Ah! Casso l’era chela roba la che te scrivea! Te par che mi sia bon de farla?” (in dialetto veronese)…

    Finora sono poche le distro che sono riuscite bene o male a ridurre l’uso del terminale, che è quello che ha dato una pessima figura a linux. Ubuntu è una di quelle più avanti in questo, anche se prima di arrivare al livello di windows ce ne manca…

    • ale

      Pensa che io ho iniziato ad usare linux solo per il terminale,se uno non vuole usare il terminale allora è meglio che usa windows,usare linux senza riga di comando non è usare linux,non sfrutteresti la cosa più bella del sistema operativo

      • Quoto, poi posso dire che il terminale è quasi magico. Ti permette di fare ogni cosa. 😉

        • Antonio G. Perrotti

          io sono circa tre anni che cerco di farmi un caffè (corretto) col terminale, ma niente 🙁 sudo apt-get coffe-w-sambuca dà sempre not found… 😀

  • Marcantonio98

    Volevo chiedere una cosa.
    E’ possibile installare Ubuntu Touch su telefoni non supportati come LG-P500?

    • Enrico Rossignolo

      Si può installare solo su terminali dual-core e purtroppo il nostro non lo è.
      E non penso valga la pena data la potenza del nostro processore (600-800MH) e la quantità di RAM (512MB) per non parlare della memoria

  • Bellissimo. Io senza il terminale non posso farne a meno! 😉

  • overdarkm

    [SEGNALAZIONE] è uscito il nuovo parted magic oggi
    http://partedmagic.com/doku.php?id=downloads

  • Giuseppe Antonio Nanna

    Se mi è concesso approfittare del fatto che il curatore del blog possiede un jiayu g3, posso chiedergli se sarà o è possibile installare ubuntu touch su quel cellulare?

  • ienuz12

    Dalla foto mi pare di capire che il terminale per la versione Desktop sara’ uguale a quella per Ubuntu Touch. Molto bene.

  • ma qualcuno di voi usa ubuntu touch?

No more articles