Plasma Adjustable Clock è un’utile plasmoide che ci consente di avere un’orologio personalizzabile in KDE / Kubuntu Linux.

Plasma Adjustable Clock
Tra le tante funzionalità incluse nel desktop environment KDE troviamo anche la possibilità di includere nuove funzionalità grazie ai plasmoidi. Kubuntu, openSUSE KDE, Chakra ecc vengono rilasciate con diversi plasmoidi disponibili, possiamo inoltre aggiungerne altri di terze parti direttamente dal gestore degli oggetti di KDE. Tra i plasmoidi di default in KDE troviamo anche l’orologio digitale (già incluso nel pannello) il quale però include possibile personalizzazioni, una valida alternativa arriva da Adjustable Clock.

Adjustable Clock è un plasmoide per desktop environment KDE che ci consente di avere un orologio completamente personalizzabile da includere sia nel pannello che nella nostra scrivania. Dalle preferenze di Adjustable Clock avremo a disposizione numerosi orologi personalizzabili con caratteristiche e look diverse tra loro, possiamo gestire anche i fusi orari, calendario, clipboard e scorciatoie da tastiera, possiamo anche creare un nostro orologio personalizzato.

Plasma Adjustable Clock - Preferenze

Adjustable Clock è disponibile nei repository ufficiali di Debian e Kubuntu, per installarlo basta digitare da terminale:

sudo apt-get install plasma-widget-adjustableclock

Per Arch Linux e derivate, Adjustable Clock è disponibile attraverso AUR.

Una volta installato basta avviare il gestore dei plasmoidi / aggetti e trascinare Adjustable Clock nel pannello o desktop.

Home Adjustable Clock

  • Gabriele Musco

    è ancora in cinese?

    • no è in inglese
      puoi vederlo anche dalle immagini

      • Gabriele Musco

        Buono, mi serviva. Non vedevo l’ora che uscisse in inglese, grazie per la segnalazione 😀

  • gino

    per linux c’è già softmaker office 2012 scaricabile come trial 30 giorni include l’italiano

    • Tolly

      Peccato sia solo trial, perché poi si paga come Office. Almeno questa suite supporta l’ODF, ma non mi piace che non sia gratuita e nemmeno open.

  • Questo software non lo conoscevo.

    Sembra carino.

  • luca00002002

    dimostrazione di quanto conta l’interfaccia grafica…libreoffice questo ancora non l’ha capito!!

    • Tolly

      Conta così da tanto che se ne sono fregati di supportare lo standard libero ODF e hanno badato solo al OOXML di Microsoft.

      Vorrei capire poi cosa significhi “ibreoffice questo ancora non l’ha capito”.. pensi che non sappiamo che devono rinnovare la UI? Hai idea di quanto sia difficile concepire o realizzare una nuova esperienza d’uso?
      L’unica possibilità per ora è l’interfaccia Lotus: infatti nel ramo git di LibreOffice c’è già ora un branch con il codice della sidebar presa da OpenOffice perchè entrambe le suite avranno la barra laterale multifunzione!

      E copiare Ribbon come ha fatto WPS non è positivo: Microsoft possiede oltre 30 brevetti sul design della ribbon e se non paghi le royalty al riguardo (come Corel Office ad esempio) finisci in tribunale. Stai sicuro che AOO e LO non pagheranno mai per avere una cosa simile.

  • Davide Depau

    Spero solo che non sia in cinese come la versione precedente… L’ho installato e non si capiva una mazza… secondo me mi stava mandando a quel paese 😀

    • è in inglese come da immagine
      al primo avvio si apre proprio una finestra di dialogo per impostare la lingua (c’è anche scritto sull’articolo)

      • Davide Depau

        Allora lo provo. Ho provato anche quello per Android nel telefono ed è discreto. Spero prenda anche gli OpenDocument…

        • Ivan

          Oppure imparare il cinese. 😛

          • meglio ancora ti prendi una badante cinese che ti traduca l’applicazione

        • Tolly

          No, purtroppo il supporto ad ODF è inesistente, apre solo formati microsoft

      • js3

        se disgraziatamente all’avvio uno sceglie il cinese, c’è un modo per poter impostare successivamente l’inglese? se tu ce l’hai installato, puoi scrivere il percorso da fare? (tipo, prima scheda, terza voce, pulsante in basso…) grazie in anticipo!

        • devi andare nelle preferenze del menu ma sono in cinese
          ti conviene cliccare su ctrl+h e rimuovere la cartella che contiene i file di configurazione in modo tale da ripristinare il wizard iniziale

          • js3

            intendi in /home/.config/kingsoft?
            ho cancellato l’intera cartella, ma non mi ha dato nessuna scelta all’avvio 🙁

          • vai nella cartella config ci dovrebbe essere il file di configurazione

          • js3

            sì, c’è. l’ho cancellato, ho riaperto wps, non mi ha dato nessuna scelta all’avvio (restando in cinese), ed il file config si è rigenerato. mi sa che stasera provo a rimuoverlo del tutto e reinstallarlo. la suite sembra davvero ben fatta. molto ms-office… ma in fondo la ms con office fa un buon lavoro (almeno dal punto di vista dell’interfaccia!)

          • Guest

            tra parentesi, come faccio a rimuovere il programma? non me lo ritrovo in synaptic!

          • js3

            avevo fatto io questa domanda, ma l’avevo rimossa perchè avevo già risolto. comunque il problema si risolve riavviando il pc. come per magia è comparso in synaptic (e l’ho rimosso)

    • alien321

      Impara il Cinese, è un investimento per il futuro ^^

  • Andrea Jörmungandr

    Mi era piaciuta la precedente versione seppure fosse una beta con evidenti problemi di traduzione…
    Adesso quest’Alpha mi sembra promettente, almeno dalle immagini, e quando nel 2036 sarò riuscito a scaricare il .deb la installerò e la proverò.

  • Alex L.

    Ma non è strano che si discuta sul metterla di default su Ubuntu (oltre che su Kylin) non essendo open source?

    • per la versione cinese parliamo
      la quale ha già codec e altre app proprietarie

  • Nicola

    Il fatto che sia cinese un pò mi lascia perplesso in merito alla privacy, ma questi di kingsoft facevano anche un antivirus (pessimo)?
    Io rimango con LibreOffice se non altro è una garanzia

    • js3

      certo che se aggiornassero l’interfaccia di libreoffice con qualcosa di un po’ più moderno…

      quando ci lavoro (spesso) mi sembra di avere sotto le dita windows 95! insomma una rinfrescata non gli farebbe male. questo wps, invece, non è niente male, anzi. per la privacy che intendi? tipo, che lavori su un documento e, senza saperlo, lo stai anche inviando alla kingsoft? spero non sia così… i vari servizi di documenti online di google e microsoft non mi lasciano comunque molto più tranquillo…

  • Tolly

    Suite per l’ufficio assolutamente INUTILE su Linux perchè NON supporta i l’Open Document Format. A che serve un OS quando poi usi software PROPRIETARIO che diffonde i formati PROPRIETARI di Microsoft? Ci tiriamo la zappa sui piedi ora?!?

  • Marco

    Appena provata:
    – l’interfaccia clone-ribbon è ben fatta
    – il supporto ai formati .docx/.xslx/.pptx è ottimo, quello ai file ODF è inesistente
    – purtroppo non ha le prestazioni di LO: con fogli elettronici pesanti e presentazioni complesse arranca leggermente dove LibreOffice opera ben bene.

    Nel complesso non è male, ma per me è inutile avere una suite d’ufficio per il pinguino che non apre i formati liberi. Idem per le prestazioni: interfaccia carina per accedere alle funzioni, che poi però sono una spanna sotto a LO.

  • js3

    sarà, ma a me piace! è compatibile con i files doc e docx più di libreoffice. purtroppo non supporta gli odf, ma a me serve qualcosa che sia il più compatibile possibile con ms office (non dimentichiamo che quasi tutti quelli che possono ricevere un file di office lo apriranno con ms office…).
    l’unica cosa che non capisco è questa: perchè se produco due file doc (uno con wps ed uno con ms word) con lo stesso carattere, la stessa interlinea, gli stessi margini e stesse intestazioni e piè di pagina, non mantengono la stessa formattazione??? cioè, un file doc/wps aperto con ms word risulta un po’ diverso; idem per un file doc/ms aperto con wps. che palle…

    • js3

      stessa cosa vale anche per libreoffice…

      • Dario · 753 a.C. .

        succede anche a me

  • Proxima8

    Ora è in beta version: http://community.wps.cn/download/

  • masand

    È ovviamente una questione di gusti, ma preferisco quello di default.

  • Franco

    Molto carino, ma non mi è mai piaciuta una cosa: quando si fa click sull’orologio per far apparire il calendario, quest’ultimo non scompare finché non si agisce con un secondo click sull’orologio. È scomodissimo, perché essendo una popup, dovrebbe bastare la semplice perdita del focus temporizzato per nascondere il calendario.

No more articles