In questa guida vedremo come convertire facilmente un’immagine IMG in una macchina virtuale VDI da caricare in Oracle VirtualBox

Oracle VirtualBox
Sono molti gli utenti ed aziende che ogni giorno utilizzano Oracle VirtualBox per testare nuovi progetti, sistemi operativi o altro ancora. Difatti VirtualBox ci consente di poter avviare all’interno del nostro sistema operativo macchine virtuali Linux, Windows e Mac in maniera tale da poter avviare ad esempio applicazioni non supportate, avviare nuovi progetti e molto altro ancora.
Di default VirtualBox ci consente di caricare un file immagine ISO oppure un cd / dvd presente nel nostro pc per poter installare ad esempio una distribuzione Linux, Microsoft Windows ecc. Non possiamo però caricare immagini in formato IMG (normalmente utilizzate per creare pendrive USB), le quali però possono essere facilmente convertite in una macchina virtuale VDI (Virtual Disk Image).

Per poter convertire un file immagine IMG in VDI dovremo utilizzare VBoxManage, tool sviluppato da Oracle ed incluso di default in VirtualBox con il quale potremo ridimensionare le macchine virtuali, cambiare la risoluzione, ecc.

Convertire un file immagine IMG in macchina virtuale VDI in Linux è molto semplice basta digitare:

VBoxManage convertdd fileimmagine.img nomemacchinavirtuale.vdi

esempio per convertire lffl.img in lffl.vdi basterà recarci nella directory dove troviamo salvato il file img e digitare:

VBoxManage convertdd lffl.img lffl.vdi

Una volta creato il file VDI non ci resta che caricarlo in VirtualBox, basta creare una nuova macchina virtuale e alla richiesta della creazione di un nuovo storage inserire il file vdi creato in precedenza.

Per gli user che utilizzano VirtualBox in Microsoft Windows, il procedimento è lo stesso però bisogna fare attenzione a caricare correttamente il percorso del file img.

La prima cosa da fare è avviare il Prompt dei comandi da menu ( o cliccando con il tasto Shift più tasto destro del mouse e scegliamo l’opzione Apri finestra di comando qui) e digitiamo:

cd c:Program Files/Oracle/VirtualBox/

e successivamente digitare:

VBoxManage.exe convertdd "percorsofilefileimmagine.img" "percorsofilenomemacchinavirtuale.vdi

esempio per convertire il file lffl.img salvato nella cartella Download basta digitare:

cd c:Program Files/Oracle/VirtualBox/

VBoxManage.exe convertdd "C:UserslfflDownloadslffl.img" "C:UserslfflDownloadslffl.vdi"

al termine avremo il nuovo vdi pronto da essere caricato su VirtualBox.

  • Alessandro

    Ne ho visto uno pochi giorni fa esposto in Uno store della catena Unieuro di Genova. Devo dire che mi ha tentato un po’, anche se aveva installato Windows 8 e non Linux…

  • Ilgard

    Com’è il supporto Linux? L’hardware funziona bene o c’è da ammattire? Perché sembra davvero un buon prodotto (magari se si riesce a trovare più sui 450€).

  • Marco

    Il problema forse nasce quando si vuole eliminare UEFI. Se il Bios non lo permette bisogna riformattare tutto in esterno o peggio anche riinstallare un altro Bios. Ma questo invalida la garanzia.

    • Dario Cuzzocrea

      UEFI non funziona manco se lo abiliti dal bios. Qualunque distro fai partire parte in modalita legacy e non in modalita efi

      • uefi si può disabilitare poi rimane efi che supporta la stragrande maggioranza delle distribuzioni linux

        • Marco

          Qualcuno sa indicare un tutorial che indichi come brasare tutto e ripartire da una situazione ‘classica’ senza uefi, efi, ecc. dove installare le mie distro, magari conservando anche windows8

          • non è possibile mantenere windows 8 disinstallando uefi
            io faccio cosi
            avvio windows 8 mi faccio il backup dei driver e li salvo nella pendrive per farlo utilizzo driver backup! app free molto valida http://sourceforge.net/projects/drvback/

            disattivo uefi rimuovo tutte le partizioni e installo windows 8 con uefi disattivato

            successivamente installi la distro che ti pare

            e sono apposto ;D

          • Marco

            1-mi sono masterizzato i dischi di ripristino: contengono già anche i driver o no?
            2-ho disabilitato uefi, ma al boot non c’è verso di fargli vedere né cd né usb con linux
            3-Roberto, perché non pubblichi un bel tutorial passo-passo? Credo che la cosa interessi a molti…

          • metti linux in una pendrive e vedrai che lo trova
            non mettere linux in una sd e usare il card reader del portatile altrimenti non lo vede

          • Marco

            Fatto tutto come hai detto, e funziona. Mi confermi che, da gparted, posso piallare TUTTE le partizioni presenti sul disco (ho già masterizzato le immagini di ripristino e il backup dei driver)?
            Dopodiché creo le solite partizioni ntfs, ext4, fat… e ci reinstallo prima w8 e poi le Linux? Scusa se sono rompi… ma non vorrei fare casini.

          • devi disattivare comunque uefi prima di formattare tutto successivamente reinstalli win 8 che ti farà 2 partizioni poi installi linux

            2013/4/22, Disqus :

          • Marco

            Grazie Roberto. Installate Mint e Debian senza problemi con Windows 8 sempre disponibile. 🙂

          • installo linux su una ventina di pc desktop e portatili alla settimana quindi ero sicuro al 101% che funzionava
            goditi il tuo dual boot ;D
            ciao

        • Dario Cuzzocrea

          Chiedo venia per la risposta tardiva ma non avevo piu guardato i commenti… Io questo laptop cel’ho e posso confermare che anche se UEFI è abilitato da bios ne windows 8 ne arch linux ne ubuntu ne fedora si avviano in modalita EFI. E non è possibile neanche far partire una shell EFI. Inoltre se ci si vuol piazzare Linux su non me la sento di consigliarlo perchè 2 problemi fondamentali : gli eventi ACPI non vengono rilevati dal kernel perchè samsung non fornisce il driver WMI per linux, ho provato a contattarli piu e piu volte ma hanno sempre glissato sulla questione. L’laltro problema è che essendo la scheda grafica una southern islands bisogna usarla per forza con i Catalyst e questi non funzionano bene, nel senso che compromettono la gestione della retroilluminazione, infatti lo slider di gnome non funzoina, i tasti fn nemmeno. Il workaround di acpi backlight = vendor non è in grado di risolvere la situazione.

          • con uefi abilitato puoi installare solo le distribuzioni supportate
            se non riesci nemmeno ad installare windows 8 mi sa che allora o è un problema tuo oppure del pc
            ogni giorno sento lettori che indicato che non funziona linux quando il vero problema non dipende dal pc ma da come s’installa esempio l’errore più diffuso è quello di salvarlo in una sd e utilizzare il card reader integrato nel portatile
            in questo casi mai funzionerà dato che non è possibile dare il boot dal card reader quindi devi inserirlo in una pendrive
            i driver amd proprietari Catalyst supportano al 100% la tua scheda grafica ho installato diversi portatili con la stessa gpu integrata nel portatile in questione
            “gli eventi ACPI non vengono rilevati dal kernel perchè samsung non fornisce il driver WMI per linux”
            mi dispiace ancora una volta contraddirti ma non è cosi inoltre se non riesci ad avviare linux come fai a dire che ha queste cose?
            il supporto per i tasti fn funziona già dal kernel 3.2 se non funzionano basta seguire questa guida http://www.lffl.org/2013/03/ubuntu-asus-tasti-fn.html
            saluti

          • Simone

            Io ho la versione Intel da 15″, aveva una marea di problemi di driver mancanti quando ho installato una derivata di Precise, ma è bastato installare il kernel 3.8.X per trovare tutto funzionante come per magia.

  • Massimo Caldarola

    Scusate la riesumazione! 😀 Ho per le mani due Serie 5: uno è appunto questo con processore amd e l’altro ha un intel i5 2467m. Quale dei due scegliere a livello di prestazioni e consumi? Uso di solito xubuntu

  • luca020400

    Scusate ma si possono convertire le immagini .vdi per VMware player ??
    Grazie mille

    • oskar

      Virtualbox carica i dischi vmplayer .vmdk
      Ma occhio a eliminare i tool VMware fin che sei in wmplayer, e solo dopo installare da virtualbox i suoi tools. Sopratutto winxp pasticciaccia le schede di rete

  • PatrizioTufarolo

    VDI è Virtual Disk Image, non Virtual Desktop Infrastructure. Quella è un’altra cosa 🙂
    Articolo utile!

    • corretto grazie x la segnalazione

      • PatrizioTufarolo

        Di niente, è un gran lavoro postare tutte queste notizie e tutorial ogni tanto qualche svista ci può scappare!

No more articles